-

Gaudenzi sul sito Atp: “Per i tornei sull'erba decisione a fine aprile”

Il presidente dell’Associazione giocatori professionisti parla dei possibili scenari futuri in una nota sul sito ufficiale

25 marzo 2020

Andrea Gaudenzi, presidente dell’ATP, ha confermato con una nota sul sito ufficiale dell’Associazione giocatori professionisti, che l’obiettivo resta quello di riprendere in tempo per la stagione sull’erba, ma ammette che al momento è impossibile stabilire una programmazione definitiva considerata la gravità dell’emergenza Coronavirus in tutto il mondo.

Sfortunatamente, le ripercussioni della pandemia da COVID-19 si sentono in tutti i settori della società - ha detto Gaudenzi, in carica dal primo gennaio al posto di Chris Kermode - questa situazione è più grande di qualsiasi sport e stiamo lavorando duramente per valutare al meglio tutte le opzioni. La nostra risposta con misure adeguate potrà esserci solo quando conosceremo la data in cui il circuito potrà effettivamente riprendere. E’ una situazione in evoluzione che richiederà molto tempo e dobbiamo evitare di prendere decisioni affrettate senza sapere quando questa crisi finirà. Capire la piena durata e scala della crisi sarà fondamentale per stabilire le misure da adottare per affrontarne le ripercussioni”.

Al momento lo stop è fissato fino al 7 giugno e si dovrà attendere il prossimo mese per un aggiornamento: “Continuiamo a prendere in esame tutte le opzioni per preservare e ottimizzare il calendario in base a varie possibili date di ripresa del Tour. Non c’è bisogno di dire che questo richiede la piena collaborazione degli altri enti governativi del tennis. Siamo in stretto contatto con gli organizzatori dei tornei sull’erba e al momento questi restano in calendario come inizialmente previsto. La realtà è che questa situazione muta rapidamente e non c’è altra possibilità se non affrontarla di giorno in giorno, di settimana in settimana. Faremo il punto della situazione a fine aprile”.

Infine Gaudenzi ha parlato di alcune iniziative: “L’attuale sospensione del Tour lascia un grande vuoto nelle nostre vite. Cercheremo di fare la nostra parte nelle prossime settimane attraverso i nostri canali digital e social che tra le altre iniziative, includono il lancio di una campagna #tennisathome per offrire contenuti nuovi e positivi agli appassionati. Questo è un momento di assoluta incertezza per tutti e non c’è niente di più importante che dare la priorità alla salute”.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi