-

Coronavirus, l'appello di Francesca: "La libertà viene dalla salute, stiamo a casa"

Con un video postato sui social la Schiavone lancia un accorato messaggio facendo riferimento alla sua recente battaglia contro la malattia: "Fermiamoci, ora che ne abbiamo il tempo ascoltiamoci e prendiamoci cura di noi. Godiamo dello spettacolo della vita"

di Gianluca Strocchi | 19 marzo 2020

Un accorato messaggio, a tratti commovente, per ribadire l'invito - "Stiamo a casa" - che ci viene rivolto da autorità, medici e personaggi famosi in questo periodo così particolare in cui l'emergenza sanitaria provocata dal coronavirus ha cambiato le nostre vite. E' quello che arriva da Francesca Schiavone, attraverso un video pubblicato sui profili social in cui l'ex campionessa azzurra fa esplicito riferimento ai mesi di sofferenza ("in penombra") in cui ha combattuto come una Leonessa contro il tumore.

'Salute e libertà' è il titolo del post, un concetto che la regina del Roland Garros - mai banale nelle sue comunicazioni - esplicita con la franchezza che la caratterizza, prendendo spunto dalla sua esperienza personale. "Fermiamoci, oggi ci viene chiesto obbligatoriamente di restare a casa, rompendo tutti i nostri equilibri, fatti di programmi e di piani", ha detto la Schiavone, che usa la sua lotta contro la malattia come paragone per spiegare quanto in questo momento di immobilità siano realmente importanti le piccole cose che la vita e il mondo possono donarci ogni giorno. ''Ascoltiamoci, prendiamoci cura di noi, la libertà nasce dalla salute. Oggi abbiamo il tempo per goderci dello spettacolo della vita, un microrganismo cellulare l'ha deciso. Siamo molto fortunati. Siamo grandi lottatori. Andrà tutto bene. Stiamo a casa".

Ecco il video:

 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi