-

Davis: la rivincita con gli Usa e l'inedito con la Colombia

Nelle Finals di Madrid a novembre, nel Gruppo E l'Italia affronterà come lo scorso anno gli Stati Uniti e i sudamericani in una sfida tutta nuova

di Stefano Izzo | 13 marzo 2020

Finals 2019: Italia, Stati Uniti e Canada. Finals 2020: Italia, Stati Uniti e Colombia. Basta confrontare i due gironi per capire che il sorteggio di Londra è stato abbastanza benevolo con gli azzurri, che dal 23 al 29 novembre scenderanno in campo alla Caja Magica di Madrid nelle Finali di Coppa Davis. Rispetto allo scorso anno l’Italia, inserita nel girone E ancora una volta insieme agli USA, non avrà più il Canada finalista dell’edizione 2019, ma la più abbordabile Colombia, numero 18 del ranking. Nell’urna ricordiamo che la Nazionale di Corrado Barazzutti era inserita in seconda fascia, mentre le teste di serie erano Spagna, Canada, Francia, Croazia, Stati Uniti e Serbia. In sintesi, si poteva pescare peggio rispetto agli statunitensi. Nel terzo blocco figuravano, invece, Svezia, Austria, Repubblica Ceca, Colombia, Ungheria ed Ecuador. Aver evitato l’Austria di Thiem è sicuramente una buona notizia, anche se la Colombia, che può contare sul miglior doppio in circolazione nel circuito, è da prendere con le pinze.


Italgas è team sponsor della nazionale italiana di Coppa Davis

ANCORA GLI USA

Gli 11 precedenti con gli Usa ci vedono soccombere 8 a 3. Il ricordo più bello la storica semifinale sul cemento di Milwaukee che vide l’Italia di Gaudenzi, Sanguinetti, Nargiso e Pozzi dominare 4-1. L’incubo, il più recente, ci riporta a Madrid 2019. Il match di doppio vinto da Querrey/Sock su Fognini/Bolelli, seppur a conti fatti inutile ai fini della qualificazione, resterà negli annali per essere terminato oltre le 4 di notte. Probabile che a novembre, ci ritroveremo di nuovo di fronte Railly Opelka, che un anno fa fece penare non poco Fognini, e Taylor Fritz, che approfittò di un Berrettini in precarie condizioni. Ad oggi è difficile ipotizzare una chiamata dei gemelli Bryan, che soltanto due settimane fa hanno contribuito al 4-0 nel turno preliminare con l’Uzbekistan in quello che potrebbe essere stato il match d’addio alla nazionale a stelle e strisce. Il nuovo corso avviato da Mardy Fish ha trovato conferme anche ad Honolulu contro gli uzbeki, con tre classe ’97 nei singolari: Taylor Fritz, numero 24 Atp, il bombardiere Railly Opelka, 39 al mondo, e Tommy Paul, numero 57 del ranking ed in grande ascesa.


COLOMBIA: ATTENTI A QUEI DUE

Non esistono precedenti, invece, tra l’Italia e la Colombia in Coppa Davis. I sudamericani si sono guadagnati l’accesso alle Finals grazie al successo per 2-1 sull’Argentina. Sulla terra di Bogotà, Daniel Elahi Galan ha vestito i panni dell’eroe nazionale vincendo entrambi i singolari con Leonardo Mayer e Juan Ignacio Londero. 23 anni, Galan ha raggiunto il suo best ranking di 140 ad inizio marzo, e a gennaio a Melbourne per la prima volta è entrato in main draw in uno Slam, superando, tra gli altri, nelle qualificazioni Filippo Baldi. Santiago Giraldo, con i suoi 32 anni, è il veterano della squadra. Specialista della terra, fino ad arrivare al numero 28 del ranking (attualmente è precipitato al numero 295), nei 15 anni di Nazionale ha disputato 46 incontri in Davis, vincendone 27, ma perdendo l’ultimo contro l’argentino Londero. Il punto di forza della Colombia è sena dubbio il doppio costituito da Juan Sebastian Cabal e Robert Farah, coppia numero 1 al mondo capace di vincere nel 2019 Wimbledon e Us Open.


ROAD TO FINAL

Il sorteggio di Londra ha anche delineato gli accoppiamenti seguenti: se l’Italia dovesse vincere il girone, incrocerebbe nei quarti la vincente del Gruppo D, che annovera Croazia, Australia e Ungheria. Mentre se dovessimo andare avanti tra le due migliori seconde, potremmo trovare la vincente dei gruppi A o B, verosimilmente Spagna o Canada.

A Madrid la prima fase sarà un round-robin: le vincitrici di ciascuno dei sei gruppi e le due seconde classificate con il miglior punteggio basato su set e game vinti si qualificheranno per i quarti di finale con un tabellone ad eliminazione diretta.

Tabellone quarti:
Vincente Gruppo A - Migliore seconda
Vincente Gruppo C - Vincente Gruppo F
Vincente Gruppo E - Vincente Gruppo D
Migliore seconda - Vincente Gruppo B

Le quattro semifinaliste saranno automaticamente ammesse alle Finals 2021, mentre le nazioni che si piazzeranno dalla quinta alla 18esima posizione disputeranno il turno preliminare 2021. Queste squadre, insieme alle vincenti delle sfide di World Group I, saranno anche eleggibili per ricevere una wild card per le Finals 2021.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi