-

Moroni da Roma a Bangkok: operazione rilancio

Il tennista capitolino ha iniziato bene il 2020 arrivando in semifinale in Thailandia. "Durante la preparazione abbiamo insistito molto sulle migliorie da apportare al gioco sul cemento, servizio e risposta: ci vorrà del tempo ma siamo sulla strada giusta”

di Gianluca Lalli | 21 gennaio 2020

Gian Marco Moroni è pronto alla stagione del rilancio. Dopo un’annata tra alti e bassi, con importanti esperienze immagazzinate e qualche partita persa di troppo, il tennista romano ha iniziato bene il 2020 raggiungendo la semifinale nel Challenger di Bangkok, torneo svolto su campi in cemento outdoor. Una superficie storicamente poco congeniale alle caratteristiche tecniche di Jimbo, che però ha saputo inanellare prestazioni promettenti per il prossimo futuro:

“Nella settimana a Bangkok ho espresso un buon livello di tennis. È andata bene anche grazie alla preparazione svolta in off season - ha dichiarato l’azzurro - sono state settimane dure nelle quali abbiamo insistito molto sulle migliorie da apportare al gioco sul cemento, per avere più armi ed essere maggiormente imprevedibile. In particolare ci siamo concentrati sul servizio e sulla risposta: sono dettami difficili da immagazzinare, ci vorrà del tempo ma siamo sulla strada giusta”.

Dopo aver superato nell’ordine Durasovic, Tseng ed il connazionale Arnaboldi, il tennista capitolino si è arreso al russo Karatsev: “Nei primi due turni ho girato due match che si stavano complicando, Karatsev è un giocatore in fiducia ed ha meritato. Ho provato a cambiare gioco cercando di variare, ma è stato superiore”.

Una sconfitta che però nulla toglie alla settimana di Moroni, che cercherà di continuare su questa strada per scalare un ranking che in questo momento lo vede al gradino numero 257. Seguito ormai da due anni da Oscar Burrieza, il tennista romano da questa stagione potrà fare affidamento sull’esperienza di Juan Manuel Esparcia, suo manager nonché secondo allenatore: “Per me è molto importante il mio team. Sono sicuro che l’apporto di Juan sarà fondamentale”. Chiosa finale sulla programmazione: “Prossimi tornei? Pune o Cordoba”.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi