-

La profezia di Mc Enroe: "Sinner in Top 10 entro 2-3 anni"

Super Brat folgorato dal 18enne altoatesino: "è il miglior talento che ho visto nell’ultimo decennio"

18 gennaio 2020

“Un giorno potrò dire di aver battuto Jannik Sinner”. Così Benoit Paire qualche giorno fa dava sostanza alla sua vittoria sul campione Next Gen nel primo turno del torneo di Auckland. Non una dichiarazione di circostanza, ma una vera e propria investitura da parte dell’estroso giocatore transalpino. Per il talento altoatesino si era scomodato qualche tempo fa anche Novak Djokovic: “sarà una delle stelle del futuro” la previsione di Nole. Ieri a Melbourne, Jannik si è allenato con Roger Federer in attesa del debutto contro un qualificato nel suo primo Slam senza passare dalle Quali.

"VINCERA' TANTI SLAM"

Per il 18enne allenato da Riccardo Piatti nelle ultime ore è arrivata anche la benedizione di un altro ex numero 1. “Sinner è il miglior talento che ho visto nell’ultimo decennio - il pensiero di Jhon Mc Enroe - Ha il potenziale per vincere tanti Slam”. Ma la profezia di Super Brat si spinge anche oltre. “Adesso se qualche risultato non arriva, non dovrà abbattersi perché strada facendo la pressione aumenterà e gli avversari faranno di tutto per evitare la sconfitta contro un ragazzo di 18 anni. Fisicamente e tecnicamente è già molto dotato. Un talento raro, in 2-3 anni sarà nella Top 10”. Dai tempi di Rafa Nadal nel 2003, Sinner è stato il più giovane ad entrare tra i primi 80 al mondo. I numeri sono dalla sua parte. Le attenzioni degli osservatori, addetti ai lavori e giocatori tutte su di lui.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi