-

Challenger di Parma: presentata la 2ª edizione

Conferenza stampa nella Sala degli Sposi di Montechiarugolo: appuntamento con gli “Internazionali di Tennis Emilia Romagna” dal 15 al 21 giugno prossimi sui campi del Tennis Club President

03 dicembre 2019

Si è tenuta, alla Sala degli Sposi di Montechiarugolo, la conferenza stampa di presentazione della seconda edizione degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna, tappa del circuito ATP Challenger Tour che coinvolge 140 città in tutto il mondo.
Dietro la direzione organizzativa di MEF tennis events e del Tennis Club President, il torneo si conferma nel 2020 come il più prestigioso appuntamento tennistico della regione. Inserita nel programma di eventi di Parma Capitale della Cultura, la seconda edizione degli Internazionali si svolgerà dal 15 al 21 giugno 2020 negli impianti del Tennis Club President, confermando il montepremi di $ 54.160 e 80 punti ATP in palio per il vincitore.

Protagonisti della prima edizione sono stati Paolo Lorenzi (best ranking n. 33), Stefano Travaglia (attuale n.83), Hugo Dellien (n.75), il vincitore Tommy Robredo (best n.5), Gianluigi Quinzi, Giulio Zeppieri, giovane promessa italiana, e Lorenzo Musetti, n.1 al mondo under 18 e vincitore degli Australian Open Junior. Insieme ai campioni presenti e futuri, ha assistito ai match degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna anche Filippo Volandri, commentatore televisivo ed tennista ex n.25 al mondo, attuale responsabile del Centro federale di Tirrenia.

Evento che promuove le eccellenze del territorio

Siamo orgogliosi di ospitare un evento di questo calibro - apre il Sindaco di Montechiarugolo, Daniele Friggeri - Ringrazio il Tennis Club President che rappresenta un’eccellenza sportiva nel nostro territorio. Grazie alla sinergia con la Regione Emilia Romagna e con il Comune di Parma abbiamo l’onore di accogliere anche nel 2020 un evento di portata internazionale”.

Prosegue il Sindaco della città di Parma Federico Pizzarotti: “Ci tenevo ad esserci per poter sottolineare l’importanza delle buone sinergie fra comuni e la necessità di sostenere gli eventi che questi ospitano. Questo evento ci riempie di orgoglio e per noi rappresenta un’opportunità di assoluto valore”.

Ad amplificare il lustro della manifestazione saranno le novità che riguardano gli eventi collaterali dell’evento. Oltre agli appuntamenti di rito, obiettivo del 2020 sarà la combinazione fra tennis ed eccellenze del territorio, coinvolgendo in prima persona i campioni della racchetta in un vero e proprio “tour” della Food Valley. Nel sito nella manifestazione verranno riportate offerte speciali di soggiorno presso le strutture convenzionate. La partecipazione all’evento verrà promossa tramite tutti i canali social e newsletter indirizzate ai tesserati di tutta Italia, formulando pacchetti ad hoc per la valorizzazione del patrimonio eno-gastronomico e culturale del territorio. 

Il legame con Parma Capitale della Cultura

E’ stato uno dei grandi eventi sportivi della nostra regione - sottolinea Giammaria Manghi, Sottosegretario di Presidenza della Regione Emilia Romagna - Utilizzare lo sport come veicolo di promozione per le aziende partner e per le bellezze del territorio è una filosofia che vogliamo perseguire. La serietà dimostrata dal President è stata motivo per sposare questo evento e devo dire che ne è valsa la pena. Ringrazio chi si impegna e si impegnerà nel portare avanti questo grande appuntamento di sport”.

Conferma l’entusiasmo il vice sindaco di Parma, Marco Bosi: “Dopo il primo anno di lancio, siamo pronti ad accogliere la seconda edizione di questo evento. Gli Internazionali costituiscono la manifestazione con valore sportivo qualitativamente più importante del territorio e il nostro desiderio è quello di far sì che questo evento possa diventare un punto di riferimento per tutti gli appassionati d’Italia. L’obiettivo del 2020 è che il torneo possa essere un veicolo per il territorio ed il territorio un veicolo per il torneo. Il tennis permette di incastrare perfettamente l’offerta sportiva con quella turistica, combinando esperienze dentro e fuori dal campo da tennis. Grazie all’appuntamento con Parma Capitale della Cultura 2020, puntiamo a fare un salto di qualità”.

"Appuntamento al 15 giugno per una grande seconda edizione”

Parole di apprezzamento anche da parte del presidente del comitato regionale della Federazione Italiana Tennis, Gilberto Fantini, che ringrazia gli organizzatori ed il circolo e sostiene l’unico ATP Challenger in Emilia Romagna. La prima edizione ha visto imporsi lo spagnolo Tommy Robredo al termine di una finale maratona con il faentino Federico Gaio.

Prosegue Marcello Marchesini, organizzatore dell’evento e presidente di MEF tennis events: “Siamo onorati di avere questa accoglienza da parte delle istituzioni comunali e regionali. Il vostro supporto rappresenta per noi organizzatori un onore ed una responsabilità. Ciò che faremo è continuare a lavorare con impegno e dedizione per poter dare sempre maggiore visibilità al territorio che ospita il torneo. L’entusiasmo del presidente della Regione Stefano Bonaccini ci ha permesso di concludere un accordo triennale consentendoci di lavorare con una prospettiva di crescita”.

Chiude il padrone di casa Romano Botti, Presidente del Tennis Club President: “Ringrazio sentitamente gli sponsor, le istituzioni e chi ci ha supportato in questa avventura. Ringrazio Manghi per la vicinanza al nostro evento. Faremo un Parma 2020 di tennis vincente. Vi aspettiamo tutti il 15 giugno per una grande seconda edizione”. 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi