-

E' un Sonego bello di notte: trionfo bis a Genova

Il torinese, prima testa di serie e campione in carica, conquista per il secondo anno consecutivo il titolo dell’Aon Open Challenger - Memorial Giorgio Messina piegando al tie-break decisivo il Next Gen spagnolo Davidovich Fokina in una finale ritardata dalla pioggia

09 settembre 2019

Il cuore oltre l'ostacolo. E' quello che getta Lorenzo Sonego per conquistare il secondo successo consecutivo nell’Aon Open Challenger - Memorial Giorgio Messina, torneo challenger Atp con un montepremi di 137.560 euro che si è concluso sui campi di Valletta Cambiaso a Genova.

In una finale slittata in avanti di oltre quattro ore e mezza per via della pioggia, iniziata dopo le 22.30, il 24enne torinese, numero 49 del ranking mondiale e primo favorito del seeding (in gara con una wild card), nonché campione in carica, ha superato di misura lo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina, numero 126 Atp e undicesima testa di serie: 62 46 76(6) il punteggio con cui è imposto, dopo due ore e 46 minuti di lotta, nel primo testa a testa con il 20enne di Malaga il piemontese, capace di recuperare da 0-4 nel tie-break decisivo, nonostante le quasi tre ore che erano state necessarie per prevalere in semifinale (62 57 64) sull'argentino Guido Andreozzi, numero 106 Atp e decima testa di serie.

“E’ straordinario vincere per il secondo anno di seguito a Genova, ero felicissimo di tornare qui ed è stato bellissimo per tutta la settimana il sostegno da parte del pubblico. E’ un torneo organizzato molto bene e il livello è davvero alto. E’ stata una finale splendida, il merito è di Alejandro (Davidovich Fokina, ndr) che ha giocato alla grande e gli faccio i complimenti: il futuro è suo, farà benissimo”, ha detto Sonego alla fine del match. “E’ stata davvero una finale emozionante, sono felice di essere arrivato così in alto nel torneo: peccato per la sconfitta ma Sonego ha disputato una grande partita”, sono invece le parole di un emozionato Davidovich Fokina durante le premiazioni. Va in archivio un’edizione davvero super con una straordinaria presenza di pubblico: “Anche quest’anno Genova ha risposto alla grande - spiega Mauro Iguera , Presidente del Comitato Organizzatore - e siamo orgogliosi di questo”.

Per Sonego si tratta del terzo titolo challenger in carriera su quattro finali disputate: in precedenza aveva vinto anche quelle di Ortisei nel 2017 e appunto Genova nel 2018, perdendo quella di Ismaning nel 2017. In questa stagione l'allievo di "Gipo" Arbino ha conquistato anche il suo primo trofeo ATP sull'erba di Antalya, in Turchia, e ha raggiunto i quarti nel Masters 1000 di Monte-Carlo.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi