-

Il triplete di Luciano Darderi: ancora imbattuto nel 2020

Il 17enne romano di origini argentine, dopo Cuenca e Asuncion, ha vinto anche il Grado 1 di Porto Alegre. Da inizio anno ha vinto 15 match su 15, perdendo appena due set. E' nella Top 20 junior

di Gianluca Lalli | 10 febbraio 2020

Un 2020 senza mai perdere. Luciano Darderi è sicuramente il personaggio del momento nel pianeta Junior. Tre successi di fila negli Itf Grade 1 Junior a Cuenca, Ecuador, poi ad Asunciòn in Paraguay e ieri sulla terra brasiliana di Porto Alegre. La trilogia sudamericana ha permesso al diciassettenne azzurro di entrare tra i Top 20 del ranking junior. Da inizio anno, il tennista romano di origini argentine ha vinto 15 incontri su 15, perdendo appena due set, dato che offre la misura dell’incredibile e repentino percorso di crescita: “Sono felice, è un momento molto positivo – ha dichiarato Darderi - ho fatto una preparazione molto oculata e questo inizio di 2020 ne è la diretta conseguenza. Per questo devo ringraziare anche la Federazione: mi divido tra Roma e Tirrenia dove ho trovato persone che mi stanno aiutando molto nel mio processo di crescita. A Cuenca (Ecuador, ndr) ho dovuto faticare per ambientarmi per via dell’altitudine, ma partita dopo partita mi sono sentito meglio e sono riuscito a conquistare il trofeo. In Paraguay sono stato molto solido, ero in fiducia e sono riuscito a proseguire al meglio. Sono contento di aver vinto anche il titolo di doppio” ha dichiarato Darderi prima di completare il capolavoro anche in Brasile. 

E ORA SOTTO CON GLI SLAM

Risultati importanti, che sono valsi a Darderi un evidente balzo in termini di classifica e di rendimento. Lui che mira con sempre più convinzione al tennis professionistico: “Il mio obiettivo principale era riuscire ad entrare negli Slam, sono contento di aver scalato così tante posizioni nell’ultimo periodo, ora potrò confrontarmi in palcoscenici da sogno. Voglio continuare così, cominciando anche a confrontarmi nei tornei pro, magari con qualche Futures o sfruttando qualche wild card”.
Nonostante i risultati ottenuti e gli obiettivi finora raggiunti, il talento classe 2002, fermamente convinto dei propri mezzi, sa che il percorso è appena iniziato e che gli ostacoli da superare saranno molteplici: “Devo ancora migliorare tanto a livello mentale, devo essere più concentrato nei momenti importanti della partita. La strada è ancora lunga ma sono ambizioso e credo di poter far bene. Ora devo rimanere concentrato a livello junior, voglio ancora togliermi tante soddisfazioni”. Chi ben comincia è a metà dell’opera: Luciano Darderi vuole continuare a stupire.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi