-

Il tennis delle Nitto ATP Finals conquista il Salone del libro

Il Salone Internazionale del Libro di Torino ha dedicato diversi momenti alle Nitto Atp Finals, sancendo anche l’istituzione di un premio dedicato alla memoria di Gianni Mura che prevede una menzione per il miglior libro dedicato allo sport della racchetta

di | 22 maggio 2022

Il connubio tra il tennis e Torino si dimostra sempre più solido, e ormai è capace di valicare i confini dei campi da gioco e dai palazzetti dello sport. Lo si è visto anche in occasione del Salone Internazionale del Libro in corso presso Lingotto Fiere. In uno dei templi della cultura italiana, il tennis ha fatto bella mostra di sé, celebrando le Nitto Atp Finals, la cui prima edizione torinese è andata in scena a novembre e che rimarranno all’ombra della Mole almeno sino al 2025.

Il tennis e le Nitto Atp Finals sono stati al centro di più di un appuntamento inserito all'interno del calendario dell'evento, fra i più prestigiosi ospitati dalla regione. Oltre al campo da mini-tennis per la promozione allestito nell'area esterna, che nel corso del Salone ha permesso un primo approccio con la racchetta a migliaia di curiosi di ogni età, il tennis è stato presente all’incontro dedicato a sport e sostenibilità ed è coinvolto anche nella prima edizione del Premio di Letteratura Sportiva dedicato al giornalista Gianni Mura.

Il riconoscimento, promosso dalla Città di Torino e dal Salone per valorizzare e promuovere la letteratura, la narrativa e la cultura sportiva, prevede tre categorie. Oltre al miglior libro di letteratura sportiva e al miglior libro di letteratura sportiva per ragazzi, è prevista una menzione della giuria che verrà assegnata per il miglior libro sul tennis. A ulteriore conferma del legame tra Nitto Atp Finals e il Premio Gianni Mura, i vincitori delle tre sezioni saranno premiati nel corso dell’evento tennistico tra i migliori otto giocatori al mondo di novembre. 

La prima edizione del premio è stata presentata durante il Salone, in un incontro moderato da Federico Vergari nel quale sono intervenuti il Sindaco di Torino Stefano Lo Russo, Silvio Viale, i giurati Massimo Berruto, Giuseppe Smorto in qualità di giurato e amico di Mura e l’assessore allo sport, al turismo e ai grandi eventi Domenico Carretta.

In rappresentanza della Fit, era presente il consigliere federale Pierangelo Frigerio. Una menzione speciale della Giuria del premio - di cui farà parte a nome della Federazione Italiana Tennis una firma importante del giornalismo e della comunicazione sportiva come Giancarlo Baccini - sarà dedicata dunque proprio al tennis, uno sport che sempre di più è legato a Torino e ai suoi grandi eventi.

La Fit ha ottenuto la possibilità di portare in Italia per almeno un quinquennio le Nitto Atp Finals, la manifestazione che mette a confronto gli otto migliori tennisti e le otto migliori coppie del mondo, e ha scelto Torino per organizzarla. La risposta della città per la prima edizione del 2021, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, è stata davvero incoraggiante e quest’anno l'obiettivo è di radicarsi sempre di più nella vita della città e dei grandi eventi che ospita.

Proprio alle Nitto Atp Finals è stato peraltro dedicato un libro edito da Giunti, “Maestri per sempre”, scritto da Vincenzo Martucci e Luca Marianantoni. Non è un caso che proprio al Salone del Libro sia stato allestito un campo da minitennis che ha visto più di seicento persone, soprattutto giovani, avvicinarsi al nostro sport in tre giorni. L'auspicio è che questo premio possa far nascere nel tempo un interesse letterario per il tennis nelle giovani generazioni di scrittori: sarebbe il regalo più bello per tutti, per i tennisti e per i lettori.

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti