-

Ripresa dell’attività: ecco il protocollo FIT

Interessa i circoli e i giocatori di tennis, beach tennis, padel e tennis in carrozzina nei limiti in cui la ripresa dell'attività sia consentita da provvedimenti normativi emessi dalle autorità di governo e locali

23 maggio 2020

La FIT ha provveduto a trasmettere al CONI, al CIP e all’Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio il documento relativo al PROTOCOLLO FIT per la ripresa dell’attività che tiene conto della circolare dell’Ufficio Sport n. 3180 del 04/05/2020.

Ecco il protocollo nel dettaglio:

Il presente protocollo interessa i giocatori di tennis, beach tennis, padel e tennis in carrozzina riconosciuti di interesse nazionale dalla F.I.T., che sulla base di quanto disposto dal DCPM del 26 aprile hanno già potuto riprendere le sedute di allenamento, e tutti gli altri atleti dal momento nel quale saranno autorizzati a svolgere nuovamente la loro attività. Ai giocatori vanno aggiunti, come destinatari di questo protocollo, gli altri operatori sportivi e le società affiliate.

Tutti i soggetti sopra menzionati sono tenuti a prendere visione della circolare della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Ufficio Sport - n. 3180 del 04/05/2020, attenendosi alle linee guida nella stessa descritte, nonché a seguire scrupolosamente le disposizioni contenute nel presente documento, allo scopo di consentire la graduale ripresa delle attività sportive, nel rispetto di prioritarie esigenze di tutela della salute connesse al rischio di diffusione da Covid-19.

Tutte le società sportive affiliate alla Federazione Italiana Tennis sono invitate a:
- Applicare sempre rigorosamente le disposizioni delle Autorità di Governo e Locali in materia di prevenzione dal Covid-19, in particolare per quanto riguarda il distanziamento interpersonale.
- Pubblicare in maniera evidente, sul sito della società e su apposite locandine affisse all’interno degli impianti, l’elenco delle disposizioni da osservare.
- Incrementare al massimo possibile l’impiego del personale per assistere gli utenti.
- Installare all'ingresso del circolo e nei principali locali un distributore di gel idroalcolico e predisporre apposita segnaletica per evidenziare la dislocazione loro e di eventuali altre installazioni dove sia possibile lavarsi le mani.
- Fornire il personale di mascherine e guanti in lattice.
- Provvedere alla pulizia completa delle aree accessibili del circolo prima della sua apertura e, per quanto possibile, alla disinfezione delle strutture sanitarie e dei principali punti di contatto da effettuarsi almeno una volta al giorno.
- Pulire tutte le superfici più volte al giorno.
- Far rispettare in ogni caso la regola della distanza minima di due metri tra le persone e l'uso di una mascherina da chiunque sia presente nel club al di fuori dei giocatori che giocano in campo.
- Mantenere sempre chiusi spogliatoi e docce.
- Rimuovere o tenere sempre in posizione aperta tutte le porte e i cancelli, inclusi quelli di accesso ai campi, in modo da evitare che sia necessario toccarli per aprirli.
- Limitare le attività al gioco del tennis, del padel, del beach tennis e del tennis in carrozzina su prenotazione, limitatamente al singolare, oppure agli allenamenti individuali, oppure alle lezioni private one to one o in piccoli gruppi.
- Ridurre l’orario di utilizzazione dei campi in modo da lasciare un intervallo fra una seduta di gioco e quella successiva, ed eventualmente programmare le prenotazioni dei campi ad orari diversi per evitare il sovraffollamento.
- Organizzare l’entrata e l’uscita dall’impianto con percorsi e cartelli in modo da mantenere le distanze di sicurezza.
- Utilizzare sistemi di prenotazione online e, ove previsto, possibilmente prevedere un sistema di pagamento dell’affitto del campo senza l’utilizzazione di denaro contante.
- Interdire l’accesso a tutte le aree che potrebbero favorire assembramenti.
- Mettere a disposizione dei giocatori su ogni campo: un distributore di gel idroalcolico, un prodotto detergente disinfettante, carta usa e getta e un cestino con un sacchetto di plastica per consentire la pulizia di panchine, sedie e rete.
- Limitare l’accesso agli impianti a non prima di 10 minuti di anticipo sull’orario previsto per l’entrata in campo.
- Prevedere che ogni Under 18 sia accompagnato da un genitore/tutore, o, qualora ciò non fosse possibile, porti con sé un’autorizzazione scritta da parte del genitore/tutore.
- Individuare all’interno della propria struttura organizzativa uno o più referenti sul tema di misure di prevenzione da contagio da Covid-19, al quale/ai quali gli operatori sportivi possano rivolgersi per qualsiasi bisogno (richiesta di informazioni o necessità di comunicazioni).
- Fare in modo che gli operatori addetti ai campi evitino rigorosamente di toccare le palle da tennis a mani nude. Anche se non ci sono prove scientifiche della capacità specifica del virus di essere trasmesso attraverso di esse, è noto che i “droplet” infetti possono sopravvivere per molte ore sulle superfici con le quali vengono a contatto.
- Cercare di far utilizzare palle nuove a ogni gruppo di utenti o disinfettarle con uno spray igienizzante alla fine di ogni seduta di gioco.
- Per le lezioni individuali, suggerire che ogni allievo utilizzi sempre e soltanto palle da lui stesso portate.

Tutti gli atleti tesserati con la Federazione Italiana Tennis sono invitati a:
- Rispettare le disposizioni Statali, Locali e del Circolo.
- Pulire a fondo il loro materiale di gioco.
- Lavarsi o disinfettarsi le mani.
- Mantenere sempre la distanza di sicurezza di due metri dagli altri giocatori.
- Portare in campo la bottiglia d’acqua personale e bere solo da quella.
- Non toccare le recinzioni prima di entrare in campo.
- Indossare un guanto sulla mano non dominante oppure disinfettare le mani ogni fine game.
- Non toccarsi il viso con le mani.
- Se possibile giocare con due tubi di palle diversi (chi serve utilizza il suo tubo di palle) ed usare racchetta e piede per raccogliere le palline e mandarle all’avversario.
- Usare panchine ai lati opposti.
- Salutare e ringraziare usando soltanto la racchetta.
- Dopo aver giocato cambiare subito, se possibile, l’overgrip della racchetta.
- Dopo aver giocato lavarsi o disinfettarsi le mani.
- Fare la doccia a casa.

PROTOCOLLO FIT

CIRCOLARE DELL'UFFICIO SPORT N.3180

Sono stati anche stilati dei consigli pratici, pubblicati sotto forma di manifesto. (Leggi qui)

 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi

Mostra commenti precedenti

tennisporto
12 maggio 2020

DOPO 2 VOLTE CHE LO FANNO SMETTONO E NON VENGONO PIU',SPERO CHE MONITORIATE QUESTA SITUAZIONI TUTTI I GESTORI DEI CIRCOLI

plp
12 maggio 2020

Buongiorno, leggo che è possibile giocare a padel individualmete (uno contro uno)... ma sapete che questo sport non esiste ? O forse mi sto sbagliando io e mi sono perso le competizioni federali di singolo ... Grazie !

gff45
gff45 22 maggio 2020

correggo il padel ovviamente e’ solo doppio!

gff45
gff45 22 maggio 2020

hanno preso il primo consulente che hanno trovato per strada e gli hanno fatto scrivere che il padel possa essere giocato in singolo...

gff45
gff45 16 maggio 2020

No , non ti sei perso nulla... e' solo l'ignoranza di qualcuno in FIT che non sa' che il Padel esiste solo singolo... ma non ti preoccupare concorrera' sicuramente ai tre milioni di € di spese per stipendi e consulenze in FIT!

ziotony76
15 maggio 2020

Io ho riletto 10 volte convinto che ci fosse un errore...eppure c'è proprio scritto di giocare con un guanto, di raccogliere le palline con la racchetta e i piedi ma soprattutto le 2 perle, usare 2 tubi di palline diverse a seconda di chi serve e cambiare l'overgrip ogni volta (per fortuna hanno almeno scritto se possibile..)!!! Che cosa vogliamo commentare???? povera Italia!!!!

sanfra
17 maggio 2020

Per me le regole di cui sopra sono facilmente rispettabili anche nei tornei e allora perché non iniziare? Gli spettatori si metteranno le mascherine. Sto parlando di tutti i tornei minori, non quelli ATP o WTA , associazioni che decideranno nella loro autonomia.

santeramo
santeramo 19 maggio 2020

Ma senza fare tornei non riesci a vivere? Ma ti rendi conto di quello che dici!!! Accontentati di giocare a tennis in libertà,anzi semi-libertà...

davide semeraro
19 maggio 2020

Sarebbe il caso di specificare cosa significa piccoli gruppi. La Lombardia lo ha fatto scrivendo esplicitamente nell'ordinanza 4 persone. https://www.facebook.com/83359486126/posts/10157169073316127/

francesco cotugno
19 maggio 2020

Buonasera, è vero che nel Lazio dal 25 maggio si può giocare a padel 2vs2? leggo che in alcune regioni dal 18 già si gioca 2vs2. Grazie della risposta

agnume
20 maggio 2020

quando iniziano i tornei open e terza categoria?credo che cambi poco fare una partita di torneo o un'ora di allenamento

marcocava
22 maggio 2020

Da lunedì 25 aprono le palestre e voi non aprire gli spogliatoi??? ieri contagi zero in Veneto...io devo fare 15 chilometri per tornare a casa dal circolo...tutto sudato in auto...questa è igiene??? forza dai, fatto 30 si faccia 31 o siamo peggio dei politici?? Grazie

danielerv
22 maggio 2020

Arrivo dal lavoro con la moto , mi cambio dietro i cespugli e dopo aver giocato rivado via sudato e faccio 9 km per arrivare a casa..... STI C...I basta che gioco, non vi lamentate , cerchiamo per il momento di divertirci con quello che abbiamo e non dimentichiamo quello che non avevamo fino a pochi giorni fa.......

luciogeo
23 maggio 2020

A me scusate il francesismo me sembra tutta na stronzata!!!