-

Spadafora: “Se CTS valida linee guida, dal 18 maggio riaprono circoli tennis”

Lo ha detto il ministro delle politiche giovanili e dello sport in un intervento a “Mi manda Raitre” annunciando le linee guida per la prossima settimana

30 aprile 2020

All’inizio della prossima settimana il ministero dello sport presenterà al Comitato tecnico scientifico le linee guida per la riapertura di circoli di tennis, palestre, centri danza e circoli sportivi. Lo ha dichiarato il ministro delle politiche giovanili e dello sport, Vincenzo Spadafora, intervenuto al programma televisivo “Mi manda Raitre”. Il ministro ha di nuovo sottolineato che l’ultimo provvedimento del Governo prevede che l’attività sportiva e motoria sia consentita “nei parchi e nei luoghi che i vari sindaci riterranno di aprire, con le solite distanze di sicurezza, ognuno deve fare il possibile per il rispetto delle regole. Per adesso questo è anche un test che in due settimane ci consentirà di vedere se è possibile man mano aprire altro. Ad esempio le palestre, i centri danza, i vari centri sportivi, i circoli di tennis”.

Proprio in tal senso va visto il prossimo passo: “Già all'inizio della prossima settimana - ha concluso Spadafora - proporremo al Comitato tecnico scientifico le linee guida per tutti questi centri sportivi. Appena saranno validate, vorrei inserire nel dpcm che parte dal 18 maggio la possibile apertura dei centri stessi”.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi

Mostra commenti precedenti

tennislady
30 aprile 2020

Perché non si può giocare a tennis per strada, ma in un Circolo, ed è qui il problema: la gestione del Circolo in tempo di Coronavirus. Per questo servono linee guida.

steve backhand
30 aprile 2020

Carissimo ministro , gli sport non sono tutti uguali ed il tennis ha peculiarità uniche , che portano il rischio di contagio a zero. Ma evidentemente non c’è voglia di sedersi ed analizzare gli sport uno ad uno . Ma allora a cosa serve un ministero ? Lasciate libertà di decisione alle varie federazioni. Semplice , forse anche troppo.....

ffourteen
ffourteen 01 maggio 2020

Non è una questione di tipologia di sport, ma di flusso di persone che si spostano. In Italia ci sono 100/200 mila tennisti di “rilevanza nazionale “, circa 3mln invece il totale. Capirà che avere in spostamento 100 mila persone o 3 mln cambia un po’...

riccardo
30 aprile 2020

Circoli aperti con bar, ristoranti e spogliatoi chiusi, via libera per i campi e vai. 🎾🎾🎾

ganzo
30 aprile 2020

Credo che questo ministro sia a dir poco ridicolo

marcodessi
marcodessi 01 maggio 2020

lavorato?? il 90% dei 5 stelle non sa che significa un ufficio di collocamento...

giugio
giugio 30 aprile 2020

praticamente questo non ha mai lavorato...

emmafit
30 aprile 2020

Purtroppo le prime impressioni si stanno dimostrando corrette. Nonostante l'annuncio "via agli sport individuali dal 4 maggio", il Ministro non aveva alcuna intenzione di fare ripartire lo sport (che non sia il jogging) prima del 18 maggio. Era tutta una finta. Speriamo che la FIT riesca a strappare una lista di autorizzati che non sia equivalente a nessuno (come sarebbe la lista di 165 prodotta a marzo, se raffrontata al numero dei tesserati agonisti).

giugio
30 aprile 2020

Quando un governo fa prendere decisioni sociali , economiche e politiche ad un Comitato Medico Scientifico vuol dire che le nostre libertà sono in serio pericolo.

ffourteen
ffourteen 01 maggio 2020

Beh quando in corso c’è una guerra il parere che conta è quello di generali e capi delle forze armate, quando c’è una pandemia è quello di medici e scienziati....non è difficile da capire eh

temdav
30 aprile 2020

E' tutta una improvvisazione...

gianluigi nisita
gianluigi nisita 30 aprile 2020

condivido con temdav, eppure siamo i figli di LEONARDO, MICHELANGELO, MARCONI, VOLTA, LEOPARDI, DANTE, BRUNELLESCHI, è terminata la risma. Non meritiamo tutto questo

vanna
30 aprile 2020

Un Comitato Medico Scientifico deve esprimere un parere professionalmente competente. Un Governo deve adottare misure in linea. I comportamenti di sicurezza sono già stati delineati ampiamente per cui dovrebbe spettare ai Circoli farli rispettare: anche con l'intervento delle forze dell'ordine qualora qualcosa non funzioni. Molto semplice, no?

carlo9600
30 aprile 2020

Trovo raccapricciante , non tanto il fatto che non facciano riaprire i circoli, ma la totale mancanza di chiarezza e programmazione.

marcodessi
marcodessi 01 maggio 2020

cosa lugubre è che pare sto governo stia pure aumentando nei consensi

ganzo
30 aprile 2020

Qualcuno è a conoscenza dell'evoluzione della notifica fatta dalla Federazione Toscana ?

morimik
morimik 02 maggio 2020

Ormai stanno aprendo , Calabria , Veneto , Sicilia Basta che un capo regione dia l’autorizzazione e i circoli riaprono senza spogliatoi e bar