-

Coronavirus: modifiche al metodo delle classifiche

Secondo quanto deliberato dal consiglio federale le soglie di punteggio stabilite sia per la permanenza che per la promozione di classifica potranno essere rideterminate nel corso dell’anno, ovvero quando sarà noto l’effettivo periodo di inattività causata dal COVID 19

22 aprile 2020

Il Consiglio federale della FIT ha deliberato in merito alla definizione delle classifiche ed alla luce del ridimensionamento della attività a causa del coronavirus i seguenti punti.

1. Le sconfitte per assenza maturate dalla data del 15 febbraio alla data di riavvio della attività NON saranno mai conteggiate ai fini della determinazione del calcolo delle classifiche (es. nel calcolo per la determinazione delle vittorie supplementari o ai fini del conteggio delle sconfitte per assenza che determinano una retrocessione d’ufficio)

2. I tornei interrotti a seguito dell’emergenza COVID 19 potranno essere ripresi nel corso della stagione senza che questo costituisca un obbligo di partecipazione per chi era iscritto, ed inoltre le partite non disputate prima dell’interruzione potranno essere riprogrammate da parte dell’UdG qualora l’incontro successivo del tabellone non sia stato gia disputato

3. La stagione agonistica si concluderà domenica 29 novembre anziché domenica 1° novembre (ai fini del calcolo vengono considerati i tornei interamente conclusi
entro tale data)

4. Viene abolito (per la sola stagione in corso) il limite massimo del 25% dei punteggi ottenibili attraverso le manifestazione che si disputano con la formula della partita corta. La misura si adotta sia per i tornei già disputati che per quelli ancora da disputare

5. Non verranno effettuate le programmate promozioni di classifica nel corso dell’anno

6. Le soglie di punteggio stabilite sia per la permanenza che per la promozione di classifica potranno essere rideterminate nel corso dell’anno, ovvero quando sarà noto l’effettivo periodo di inattività causata dal COVID 19


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi

cosimoraf
20 aprile 2020

va benissimo tutto. Trovo poco stimolante, soprattutto per i più giovani, la mancanza di aggiornamenti di classifica nel corso dell'anno. Credo, a mio modesto parere, che almeno una a metà anno andava programmata

gomi
gomi 20 aprile 2020

Le promozioni di metà anno mi sembrano l’ultimo dei problemi per questa stagione tennistica ... l’importante sarà riuscire a giocare

willy
20 aprile 2020

Aggiornamento classifica di Aprile andava fatto ....hanno giocato da novembre ad inizio marzo.

servenvolley
20 aprile 2020

Direi che il problema adesso è far riaprire i Centri sportivi, ci sono troppe figure coinvolte in questo settore, inoltre si può tranquillamente affermare che il nostro sport è uno di quelli ritenuti a basso rischio, in quanto non vi è praticamente contatto fisico. Le classifiche ritengo siano un problema decisamente secondario, se si escludono i professionisti o semiprofessionisti. Un in bocca al lupo a tutte le Società sportive che stanno facendo veramente fatica a tirare avanti. Ciao

cirillo
cirillo 21 aprile 2020

Mi unisco e condivido i contenuti di questo post. Sentir parlare in questa fase di classifiche è veramente poco sensibile (.... per non dire di peggio...) nei confronti della situazione generale, e nello specifico del nostro sport dei posti di lavoro e delle società a rischio sopravvivenza. Massimo supporto a tutti coloro che di tennis ci vivono, e lavorano per noi. Bye

dreddy
22 aprile 2020

È una decisione ingiusta nei confronti dei giocatori,siamo stati fermi 3 mesi e si prolunga la scadenza di appena 1 mese? cosi ci saranno tante retrocessioni forzate, tutto cio solo per rimpinguare le tasche della fit. Complimenti ai soliti geni che hanno pensato sta roba.

santeramo
22 aprile 2020

Ma come si fa a pensare alle classifiche con una pandemia senza precedenti?!? Essere 4.3 o 3.2 ci fa ottenere l'immunità al coronavirus?? L'anno 2020 è ormai compromesso e "congelare" il tutto sarebbe la soluzione più logica... i tornei quest'anno li dovrebbero fare i professionisti (forse)

andrea_valtiberina
andrea_valtiberina 23 aprile 2020

Infatti, congelare le classifiche è la cosa più logica

autoscatto
22 aprile 2020

Dover scrivere o parlare in questa fase di classifiche federali, di promozioni o retrocessioni è veramente spietato e crudele nei confronti della situazione generale, una pandemia senza precedenti. La cosa piu' importante è gradualmente ripartire a giocare, obiettivo, a mio modesto avviso, principe del 2020.

max73
23 aprile 2020

Infatti condivido pienamente il fatto che si debba per prima cosa ricominciare a giocare serenamente...i tornei e le classifiche in un secondo momento data la situazione