<![CDATA[ Highlights del Comitato Regionale Lombardia - FIT ]]> Tue, 12 Jun 2018 08:01:21 UTC <![CDATA[ News - NEXT GEN ATP FINALS MILANO - Prenota i biglietti online ]]> Chi prenderà il posto dei Fab Four? Chi tra i giovani emergenti del circuito mondiale è già pronto a comandare, a essere protagonista negli appuntamenti che contano?

L’ATP dal 2017 ha lanciato una classifica dedicata (“Race to Milan”) che culminerà con un grande evento finale: NEXT GEN ATP Finals, torneo analogo nella formula al Masters maschile, ma riservato ai giocatori nati a partire dal 1997. Un torneo del tutto nuovo che ancora per le prossime quattro stagioni si giocherà a Milano al polo fieristico di Rho, come già nel 2017. Quest'anno l'appuntamento è in calendario dal 6 al novembre ed è già possibile prenotare i biglietti.

Questo il programma:
- 6, 7 e 8 novembre: round robin con sessione pomeridiana (dalle 14) e serale (dalle 19.30)
- 9 novembre: semifinali serali (dalle 19)
- 10 novembre: finali serale (dalle 19)

Il 18 giugno chi ha prenotato i biglietti o abbonamenti verrà avvisato con una mail e avrà un settimana per acquistarli in prelazione

Dal 25 giugno vendita libera a tutti

PER PRENOTARE I BIGLIETTI O ABBONAMENTI ]]>
Tue, 12 Jun 2018 08:01:21 UTC
<![CDATA[ News - CAMOZZI OPEN, TRIONFO DI RODY DE BIE ]]> La sorpresa è servita, con un trionfo che pesa ancora di più perché in pochi avrebbero puntato su di lui. Invece, al termine della sesta edizione del Camozzi Open, l’ultimo a sorridere è il 23enne olandese Rody De Bie, seconda testa di serie, che in un confronto generazionale dal tasso tecnico elevatissimo l’ha spuntata per 7-6 6-1 su Tadeusz Kruszelnicki, una delle leggende del tennis in carrozzina, di ben 39 anni più anziano. Il polacco, ancora brillantissimo nonostante la carta d’identità dica classe 1955, cercava il tris al Forza e Costanza dopo la doppietta delle ultime due edizioni, ma ha dovuto accontentarsi del secondo posto, contro un avversario più bravo a interpretare le fasi cruciali della finale, specialmente in un primo set decisivo. De Bie non è riuscito a chiuderlo né sul 5-4 né sul 6-5 (sempre col servizio a disposizione), ma ha tenuto i nervi saldi in un tie-break delicatissimo, vinto per 7 punti a 5. Il break subìto da De Bie in avvio di secondo set, con ben tre doppi falli nello stesso game, sembrava poter rilanciare Kruszelnicki, invece è rimasto l’ultimo momento di difficoltà della partita dell’olandese. Il quale è salito in cattedra con servizio e rovescio, ha ridotto all’osso gli errori ed è corso in sicurezza verso il suo nono titolo in carriera in singolare, il secondo dell’anno dopo quello colto a fine maggio a Padova. “Contro Kruszelnicki avevo perso tre volte su tre – ha detto De Bie –, e finalmente ce l’ho fatta. Sono venuto qui con l’obiettivo di vincere il titolo in singolare, e sono fiero di esserci riuscito, davanti a tanta gente e in un torneo organizzato veramente alla perfezione. Questa vittoria mi permetterà di tornare fra i primi 30 della classifica mondiale: un risultato importantissimo per avvicinare la qualificazione alle prossime Paralimpiadi di Tokyo 2020”.

Per prendersi la rivincita, Kruszelnicki non ha dovuto attendere troppo, visto che a pochi minuti dal termine della finale di singolare i due sfidanti erano di nuovo uno contro l’altro per l’ultimo atto del doppio: il polacco spalleggiato dall’austriaco Martin Legner, altro giocatore per cui l’età è davvero soltanto un numero, e l’olandese in coppia col connazionale Carlos Anker. Ne è venuta fuori una battaglia punto a punto, nella quale i due veterani Kruszelnicki e Legner hanno fatto la differenza nei momenti decisivi, chiudendo per 7-5 7-6 e laureandosi campioni a Brescia per il quarto anno di fila. Nel singolare “consolation”, invece, il titolo è andato al bresciano Silviu Culea. “È stata la migliore edizione di sempre – ha detto Marco Colombo, presidente di Active Sport, la società organizzatrice dell’evento – e per questo ringrazio gli sponsor e tutte le persone che collaborano con noi, durante la settimana ma anche nel corso dell’anno. Il nostro torneo si è nuovamente rivelato un piccolo gioiello del calendario internazionale, con un campo di partecipazione di altissimo livello e tanti incontri spettacolari. Migliorarsi ancora non sarà facile, ma ci proveremo”. Una promessa che sa già di certezza.

RISULTATI

Singolare maschile. Finale: De Bie (Ned) b. Kruszelnicki (Pol) 7-6 6-1.
Singolare femminile. Finale: Lauro (Ita) b. Buehler (Sui) 7-6 6-1.
Doppio maschile. Finale: Kruszelnicki/Legner (Pol/Aut) b. Anker/De Bie (Ned) 7-5 7-6.
Doppio femminile. Finale: Morotti/Ricci (Ita) b. Bertola/Quassinti (Ita) 6-1 6-4.
Consolation draw maschile. Finale: Culea (Ita) b. Shevchik (Rus) 4-1 4-1.
Consolation draw femminile. Finale: Ricci (Ita) b. Deac (Rou) 4-0 4-0. ]]>
Sun, 17 Jun 2018 16:06:43 UTC
<![CDATA[ News - TORNEO AVVENIRE, TRIONFANO BOSCARDIN DIAS E ANDREEVA ]]> Deve ancora compiere 14 anni, ma si è già messa alle spalle tante avversarie più grandi. La promessa del 54° Torneo Avvenire arriva dalla Russia e si chiama Erika Andreeva. Grande ammiratrice di Maria Sharapova, con lei condivide l’origine siberiana e l’aver raggiunto la finale al Tennis Club Ambrosiano. Nel 2000, però, la Sharapova si fermò contro la cinese Shuai Peng, Erika Andreeva, invece, arriva fino in fondo superando nell’atto conclusivo l’italiana Asia Serafini con il punteggio di 7-5 6-7 6-1. “So di aver vinto un torneo molto importante, da qui sono passate grandi tenniste – racconta la giovane campionessa insieme al papà allenatore –. L’Avvenire è un importante punto di partenza per gli under 16, ma l’Andreeva vuole già alzare l’asticella ed è pronta a sfidare avversarie anche di quattro anni più grandi nei prossimi tornei in Austria e Repubblica Ceca in programma in luglio.

Non mancano i rimpianti per Asia Serafini, un primo set iniziato forte con un vantaggio di 3-0 e un secondo tirato troppo per le lunghe. “Avrei dovuto chiudere il secondo set sul 6-2 quando ne ho avuto l’occasione – spiega la tennista fiorentina – questo mi avrebbe permesso di arrivare al terzo con più energia. Ora penso agli esami a scuola di lunedì, poi dovrei iniziare tre settimane di allenamenti”.

Nel tabellone maschile anche quest’anno sorride il Sudamerica. Dopo la vittoria dodici mesi fa dell’argentino Lingua Lavallen, stavolta tocca a un brasiliano sollevare il trofeo. Pedro Boscardin Dias sconfigge lo spagnolo Mario Gonzalez Fernandez col punteggio di 7-5 6-3. A sei giorni dalla vittoria nel torneo di Foligno, il brasiliano centra una spettacolare doppietta nel nostro Paese: “Forse dovrei venire a vivere in Italia – scherza Pedro a fine partita – è stata una sfida equilibrata, nonostante qualche dolore agli addominali oggi mi sentivo bene a livello mentale e credo che sia stata quella la chiave per vincere”. Boscardin Dias la partecipazione all’Avvenire se l’è conquistata sul campo in Brasile vincendo il torneo di qualificazione che permetteva a quattro tennisti sudamericani di volare in Europa con il coach peruviano Micky Ceballos. Dopo Foligno e Milano, la prossima tappa per Boscardin Dias e compagni sarà la Danimarca per un torneo under 18, poi il ritorno in Sud America.

La Spagna vince la Coppa per le Nazioni, ma per il terzo anno consecutivo vede un suo atleta uscire sconfitto dalla finale. Mario Gonzalez Fernandez si può in parte consolare con la vittoria nel doppio del venerdì insieme al connazionale Mario Mansilla Diez, mentre il trofeo femminile va alla coppia sudamericana formata dalla brasiliana Texeira Da Silva e dall’uruguaiana Grant. L’Italia chiude dunque a mani vuote a livello di premi, ma il secondo posto di Asia Serafini e le semifinali raggiunge da Matilde Paoletti, Luca Nardi e Luciano Darderi migliorano nettamente il risultato della passata stagione, quando solo Emiliano Maggioli riuscì ad arrivare tra i primi quattro.


Ufficio stampa ]]>
Sun, 17 Jun 2018 15:11:34 UTC
<![CDATA[ News - BELLOTTI VINCE IL FUTURES DI BERGAMO ]]> Riccardo Bellotti ha fatto 30! Il 26enne italiano, nato a Vienna, è ufficialmente il giocatore più titolato nella storia del circuito ITF Futures. Vincendo il Trofeo Azimut di Bergamo (15.000$, terra battuta) ha intascato il titolo numero 30, superando il marocchino Lamine Ouahab e l'ungherese Attila Balazs, fermi a quota 29. L'impresa era nell'aria da inizio torneo: la vittoria di sette giorni fa a Padova era un chiaro messaggio sullo stato di forma di Bellotti, il cui ranking al numero 553 ATP non rende giustizia alla sua bravura. Appena dieci mesi fa si accomodava al numero 199 ATP: era lanciato verso una crescita ancora più importante, ma la rottura di un tendine della mano destra lo ha bloccato: sei mesi di stop, con tanto di operazione. Ma adesso Riccardo è di nuovo in pista e, nella finale di Bergamo, ha confermato la superiorità sul mancino sloveno Nik Razborsek. Lo aveva già battuto due volte su due, senza perdere un set, si è ripetuto al Tennis Club Città dei Mille, nonostante un po' di preoccupazione per un problema a un piede: un'unghia incarnita ha ingigantito un alluce, ma l'intervento del medico del torneo gli ha consentito di scendere in campo. Davanti a una bella cornice di pubblico, Bellotti si è imposto 6-4 6-3, tenendo a debita distanza lo sloveno. È stato un match di ordinaria amministrazione per l'italiano, che pure aveva rischiato qualcosa nella semifinale contro il tedesco Marvin Netuschil, quando si era trovato in svantaggio di un break nel terzo set.

Con il suo tennis solido, ha preso il comando delle operazioni al terzo game, con un break a zero (2-1 e servizio). Aveva un passaggio a vuoto nel game successivo, quando concedeva il controbreak a Razborsek (2-2, sempre a zero), ma un ulteriore break (il terzo consecutivo) metteva il punto esclamativo sul primo set. L'azzurro rischiava qualcosa solo sul 5-4, quando Razborsek si rifugiava sul 40-40, ma chiudeva ugualmente 6-4. Nel secondo, il break decisivo arrivava al quinto game. A punteggio ormai compromesso, lo sloveno (che ha promesso di esserci anche l'anno prossimo) ha perso un po' di fiducia: dopo aver cercato di variare il gioco con discese a rete e palle corte, ha ceduto ancora una volta il servizio nel nono game, permettendo a Bellotti di sollevare le braccia al cielo per la trentesima volta. “Bergamo è uno dei migliori Futures a cui abbia mai partecipato, c'è davvero un'ottima organizzazione” ha detto Bellotti, che poi si è augurato che il torneo possa esserci anche l'anno prossimo, viste le riforme previste dall'ITF. “Avessi una classifica migliore, potrei giocare altri tornei in questa settimana”. Ma gli organizzatori hanno prontamente replicato: “Potremmo crescere anche noi...”.

TROFEO AZIMUT / BERGAMO (15.000$, terra) – Finale
Riccardo Bellotti (ITA) b. Nik Razborsek (SLO) 6-4 6-3

TROFEO AZIMUT – L'ALBO D'ORO
2015 – Gianluca Naso (Italia)
2016 – Adelchi Virgili (Italia)
2017 – Andrea Collarini (Argentina)
2018 – Riccardo Bellotti (Italia

Ufficio Stampa ]]>
Sat, 16 Jun 2018 15:10:31 UTC
<![CDATA[ News - 13 GIUGNO: I TORNEI DELLA SETTIMANA ]]> Nel weekend appena trascorso in Lombardia si sono concluse 17 manifestazioni. Ecco tutti i vincitori coi risultati delle finali:

OPEN E SECONDA CATEGORIA
Tennis Club Sesto (MI) – Torneo Primavera
Maschile: Gabriele Moghini b. Federico Lucini 4-6 6-2 6-2
Femminile: Krystyna Pochtovyk b. Sara Marcionni 6-4 6-3

Sanzenotennis 2011 (CR)
Maschile: Marco Pedrini b. Alessandro Dragoni 6-3 3-0 rit.

Sporting Club Saronno (VA) – Open Deles Memorial Pino Desio
Maschile (Lim. 2.2): Alessandro Coppini b. Matteo Volante 5-7 6-4 6-0 (nella foto la premiazione)

Tennis Project Osio Sopra (BG)
Rodeo Maschile (Lim. 2.2): Roberto Marelli b. Marco Di Maro 4-2 4-1
Rodeo Femminile (Lim. 2.2): Sara Cicognani b. Lucrezia Forzan 5-3 4-2


TERZA CATEGORIA
Tennis Club Malnate (VA) – Lombardia Tennis Tour
Maschile: Manuel Galli b. Thomas Cova 6-3 6-3
Femminile: Cristina Novati b. Rebecca Llorente Scipio 7-5 6-2
Doppio Maschile: Nicolò Giacchi / Giacomo Colombo b. Massimiliano Bestetti / Niccolò Soria 6-2 6-3

Tennis Club Rovellasca (CO)
Maschile: Simone Donegà b. Niccolò Fava 6-2 6-4
Femminile: Silvia Preda b. Liriza Selishta 6-4 6-1

Tennis Carvico (BG)
Maschile: Demis Terzi b. Norberto Pezzotta 7-6 6-3

Tennis Club Dairago (MI)
Maschile (Lim. 3.3): Matteo Brigo b. Mattia Caronelli 6-3 rit.
Femminile (Lim. 3.3): Sara Monolo b. Vittoria Pessina 6-3 6-2

Tennis Club Tosi (MI)
Maschile (Lim. 3.3): Demetrio Devito b. Stefano Diotti 6-4 7-6
Femminile (Lim. 3.3): Sara Monolo b. Chiara Pianzola 6-3 6-3


QUARTA CATEGORIA
Tennis Club Ghedi (BS) – Memorial Samuele Martina
Maschile: Nicola Gennari b. Antonio Cominelli 3-6 6-0 6-2

Tennis Club San Paolo (BS)
Femminile (Lim. 4.3): Fabio Trovadini b. Mirko Loda 6-3 6-4

Tennis Club Bagnatica (BG)
Rodeo Maschile (Lim. 4.3): Davide Bosco b. Giorgio Brivio 4-0 5-4
Rodeo Femminile (Lim. 4.3): Camilla Mauri b. Chiara Cantù 5-4 5-4


UNDER
Società Canottieri Milano (MI)
U10 Maschile: Alessandro Egidi b. Leonardo Venanzi 6-1 6-2
U12 Maschile: Filippo Busciola b. Lorenzo Silva 6-1 6-1
U12 Femminile: Giulia Sofia Esecuzione b. Ginevra Benevenga 6-2 4-6 6-3

Tennis Academy Brusaporto File (BG)
U10 Maschile: Riccardo Verzeletti b. Tommaso Falardi 4-6 6-4 7/4
U10 Femminile: Marta Cattaneo b. Alice Perletti 6-4 6-2
U12 Maschile: Cristian Nunes b. Davide Castelli 6-3 6-0
U12 Femminile: Sonia Jemma b. Alessia Elena Mateescu 6-2 6-1
U14 Maschile: Federico Toninelli b. Lorenzo Biava 6-4 6-4
U14 Femminile: Vittoria Bee b. Viviana Romina Lupascu 6-4 6-0

Tennis & Sports Open (MB)
U12 Maschile: Jacopo Leo b. Edoardo Formenti 6-2 6-4
U14 Maschile: Marco Anselmo Di Stefano b. Andrea Tommaso Palazzo 7-6 6-3

Gruppo Sportivo Fadigati (CR) – Campionati provinciali
U10 Maschile: Nicolò Fappani b. Matteo Pedretti 6-1 6-0
U12 Maschile: Luca Odierna b. Giulio Giovanni Bodini 6-1 6-0
U12 Femminile: Federica Santaniello b. Matilde Della Frera 6-2 6-1
U14 Maschile: Lucas Ivan Ferrari b. Francesco Soldi 6-2 6-2
U16 Maschile: Gabriele Carotenuto b. Tommaso Racchelli 2-6 6-4 6-2

High Tennis School (CO)
Rodeo U10 Maschile: Emiliano Bratomi b. Riccardo Melgrati 4-1 4-0
Rodeo U12 Maschile: Gabriele Renella b. Alessandro De Sanctis 4-0 4-2
Rodeo U12 Femminile: Emma Calvo b. Giulia Bondolfi 4-0 4-1
Rodeo U14 Maschile: Diego Calvo b. Alessandro D'Adda 4-1 2-4 10/4
Rodeo U16 Maschile: Simone Segantin b. Leonardo Dell'Orto 4-0 4-2 ]]>
Wed, 13 Jun 2018 09:03:22 UTC
<![CDATA[ News - ULTIMA GIORNATA DI SERIE B: I RISULTATI E I VERDETTI ]]> Conclusa l'ultima giornata dei gironi del campionato di Serie B, ecco tutti i verdetti.
Il Milago Tc è l'unico team maschile che si è qualificato per il play-off e sfiderà nel primo turno del tabellone promozione il Ct Arezzo in Toscana. Tutte le altre formazioni affronteranno i play-out in cerca della salvezza.
Tra le ragazze avanza ai play-off lo Junior Tennis Milano, che ora ospiterà il Tc Cagliari. Ai play-out invece Mongodi Tennis Team e Tc Ambrosiano.

Di seguito i risultati dei team impegnati nell'ultima giornata.

SERIE B MASCHILE
Girone 1: Milago Tc - Sport Club Nuova Casale 4-2
Girone 2: Ct Maggioni - Tc Città dei Mille 4-2
Girone 3: San Colombano Tennis - Tc Trani 4-2
Girone 4: Tc Romano - Tc Bolzano 5-1
Girone 5: Tc Pharaon - Tc Bergamo 4-2
Girone 6: Tc Pavia - Ct Brindisi 0-6
Girone 8: Tc Crema - Ct Gaeta 3-3

SERIE B FEMMINILE
Girone 1: Tc Ambrosiano riposo
Girone 2: Mongodi Tennis Team - Flaminio Sc 3-1
Girone 3: Ct Casalboni - Junior Tennis Milano 1-3

Per tutti i risultati, le classifiche dei gironi e i tabelloni di play-off e play-out ]]>
Tue, 12 Jun 2018 16:25:15 UTC
<![CDATA[ News - KAIA KANEPI VINCE GLI INTERNAZIONALI DI BRESCIA ]]> L'estone Kaia Kanepi trionfa agli Internazionali di Brescia proprio nel giorno del suo 33° compleanno, e conferma di essere una spanna sopra a tutte le rivali viste in Castello durante la settimana. Ma l'azzurra Martina Trevisan esce comunque a testa altissima dal confronto, sconfitta sì ma dopo aver lottato per un'ora e 42 minuti, ben più della media dei match giocati in precedenza dalla numero 52 al mondo in questo torneo. La sfida più attesa al Forza e Costanza finisce in due set, 6-4 6-3, e trova una chiave nel decimo game del primo parziale. La 24enne toscana, al servizio, riesce ad annullare una manciata di set-point, ma il quinto è quello fatale, complice pure un nastro che penalizza la fiorentina. L'avvio di secondo non lascia presagire nulla di buono, con un 3-0 Estonia che pare il preludio a una conclusione rapida. Invece la Trevisan, sostenuta dal pubblico e dalla capitana di Fed Cup Tathiana Garbin, riesce a rientrare nel match una volta ancora, arrivando a impattare sul 3-3 e mostrando lampi di ottimo tennis. Il break decisivo arriva sul 4-3 Kanepi, e poco dopo arriva pure la conclusione dell'incontro. Una partita che però lascia indicazioni molto positive all'azzurra, brava a interpretare il confronto nel migliore dei modi, cercando di aggredire appena possibile la più quotata avversaria. Il fatto che il piano abbia funzionato a momenti alterni e che non sia arrivata una vittoria non deve affatto scoraggiarla. Mantenendo il livello di gioco visto questa settimana, potrà togliersi parecchie soddisfazioni anche a livello più alto.

“Ci ho provato – ha spiegato la toscana a fine match – ma non posso parlare di veri e propri rimpianti. Sono contenta di come ho giocato e soprattutto del rendimento durante questa settimana. Gli obiettivi sono di fare sempre meglio, di crescere giorno dopo giorno cercando di imparare dai miei errori. Poi la classifica migliorerà di conseguenza”. Raggiante Kaia Kanepi, che ha conquistato il Castello al secondo tentativo, dopo l'uscita di scena prematura nel 2016. “Sono già al secondo titolo vinto nel giorno del mio compleanno – spiega l'estone – perché l'anno scorso vinsi un 25 mila. Stavolta siamo a un 60 mila, dunque sto migliorando...”. Una vittoria che non sarebbe stata possibile senza gli organizzatori, che le avevano concesso una wild card. “Ringrazio Alberto Paris e tutto il club per questa possibilità. Mi piace giocare qui e sono felice di essere riuscita a esprimere un buon tennis. Martina ha reso tutto molto complicato, dopo una settimana che era filata liscia fino alla finale. Contro di lei invece ho faticato e ho rischiato, dunque le faccio i complimenti. Se andrà avanti così potrà costruirsi una bella carriera”. La gioia è anche negli occhi degli organizzatori, giunti all'undicesimo anno di un gioiellino che cresce ogni volta di più. “Si tratta di una sfida – spiega Anna Capuzzi Beltrami, presidentessa del club – che riusciamo sempre a vincere grazie a un gruppo che lavora con lo stesso obiettivo. Ringrazio tutti coloro che rendono possibile questo torneo e mi auguro che possa crescere ancora nei prossimi anni”. Le fa eco Alberto Paris, direttore dell'evento: “Avere una vincitrice come la Kanepi, numero 52 Wta ed ex numero 15, è un motivo di grande orgoglio. Così come lo è sentire i complimenti delle giocatrici e del pubblico. Sono stimoli che ci aiutano a preparare le prossime edizioni con entusiasmo”.

IL RISULTATO DELLA FINALE
Singolare: Kaia Kanepi (Est) b. Martina Trevisan (Ita) 6-4 6-3. ]]>
Sun, 10 Jun 2018 17:52:42 UTC
<![CDATA[ News - SABATO AL VIA IL CITTA' DI CREMA 2018 ]]> I campioni del futuro, ma in anticipo. Col tempo si sta trasformando in una delle leggi del “Città di Crema”, il torneo internazionale under 16 di Tennis Europe di nuovo in pista da sabato 16 giugno, con il via ai tabelloni di qualificazione. Negli anni dal Tennis Club Crema sono passati giocatori come Dominic Thiem, finalista proprio ieri al Roland Garros, o quella Jelena Ostapenko che lo Slam di Parigi l’ha vinto dodici mesi fa, più tanti altri attuali protagonisti dei circuiti Atp e Wta. E chissà che magari i prossimi non possano essere Luca Nardi e Lisa Pigato, campioni a Crema in un 2017 più azzurro che mai, oppure i tanti giovani attesi in via del Fante per l’edizione numero 14, che porterà in città almeno una dozzina di bandiere diverse. Una chiara testimonianza del respiro internazionale della manifestazione, che ha cambiato la sua guida - da quest’anno a dirigere il torneo c’è Jessica Festari - ma non la formula, con due tabelloni di singolare a 32 partecipanti, uno per i ragazzi e uno per le ragazze, più le rispettive qualificazioni (sempre a 32, con otto posti in palio per i tabelloni principali) e le prove di doppio, con 16 coppie ai nastri di partenza. Vuol dire che il totale dei giovani presenti a Crema supererà abbondantemente il centinaio, con tanti italiani ma anche numerosi stranieri, soprattutto dell’Est Europa. È da lì che provengono i due favoriti della vigilia: la russa Erika Andreeva, che festeggerà i 14 anni all’indomani della finale (magari con un titolo come regalo), e il sedicenne lettone Daniel Linkuns-Morozov.

La prima, numero 54 della classifica europea under 16, è addirittura n.2 fra le under 14, mentre Linkuns-Morozov, curiosamente anch’egli numero 54, è una vecchia conoscenza del Città di Crema. Era infatti già fra gli osservati speciali nel 2017, quando si fermò a sorpresa al 2° turno. Adesso torna con un anno di muscoli e di esperienza in più, per provare a conquistare il successo. Naturalmente fra i numerosi professionisti in miniatura che calcheranno i campi in terra battuta di Crema ci saranno anche tanti italiani, guidati nel maschile da due talenti tesserati proprio per il club del presidente Stefano Agostino: il friulano Alessio Tramontin e il bergamasco Gabriele Datei, entrambi fra le prime 8 teste di serie. Fra le ragazze, invece, la prima delle azzurrine che proveranno a farsi strada fra le bandiere di Russia, Bielorussia, Croazia, Turchia, Romania, Francia e non solo, è Greta Schieroni, piemontese n.169 del ranking. Sabato 16 e domenica 17 giugno le qualificazioni, da lunedì 18 i tabelloni principali, che condurranno alle finali di sabato 23. Sempre con ingresso gratuito. ]]>
Tue, 12 Jun 2018 06:51:02 UTC
<![CDATA[ News - “COPPA DELLE PROVINCE”: VITTORIA DI MILANO AL FOTOFINISH ]]> Tutto faceva pensare al più classico dei “non c'è due senza tre”. E invece il tris di macroarea nella “Coppa delle province” è sfumato all'ultimo per i portacolori di La Spezia, che si erano portati sul 4-2 e quindi a un solo match dalla vittoria. La manifestazione ospitata presso il Circolo Tennis Pinerolo da venerdì 1 a domenica 3 giugno ha visto la partecipazione delle selezioni dei giocatori e delle giocatrici nati nel 2007, 2008 e 2009. Impegnate le otto province finaliste del bacino che comprende Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia e Liguria. La finalissima ha visto festeggiare la squadra di Milano A, capace di vincere tutti e tre i doppi, superando La Spezia (vincitrice nel 2016 e 2017) proprio sul traguardo della nona partita. Entrambe le formazioni, comunque, parteciperanno alla finale nazionale, in programma dal 29 luglio al 4 agosto al Centro Estivo Fit di Serramazzoni.

La giornata conclusiva della manifestazione, oltre alla sfida per il primo posto, ha visto gli spareggi tra le altre sei formazioni. Terza è risultata la compagine di Varese, seguita da Alessandria. La sfida tra Torino e Bergamo è andata ai piemontesi, che hanno chiuso così al quinto posto. Settimi i portacolori di Cuneo, vincitori della partita decisiva contro Savona.

Risultati delle finali
1°-2° posto: Milano A b. La Spezia 5-4
3°-4° posto: Varese b. Alessandria 5-3
5°-6° posto Torino b. Bergamo 6-3
7°-8° posto: Cuneo b. Savona 5-4 ]]>
Mon, 4 Jun 2018 15:41:45 UTC
<![CDATA[ Comunicazioni Importanti - MASTER MACRO AREA FIT JUNIOR PROGRAM PRESSO I CENTRI ESTIVI ]]> IL MASTER FINALE FIT JUNIOR PROGRAM PER I QUALIFICATI DELLE REGIONI LOMBARDIA E LIGURIA SI SVOLGERA’ PRESSO IL CENTRO DEL BRALLO DAL 24 AL 30 GIUGNO.

PER I QUALIFICATI DI QUESTE REGIONI E SOLO PER IL PERIODO DEL MASTER E’ RISERVATA UNA QUOTA PARTICOLARE PER INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI 06/87153570.
]]>
Fri, 18 May 2018 06:51:47 UTC
<![CDATA[ Ufficiali di Gara - INFORMAZIONE CORSI UFFICIALI DI GARA ]]> BUONGIORNO,

SE SEI INTERESSATO AI CORSI FIT PER OTTENERE LA QUALIFICA DI UFFICIALE DI GARA, COMPILA IL PRESENTE MODULO IN TUTTI I CAMPI RICHIESTI.

I CORSI SI SVOLGERANNO IL PROSSIMO AUTUNNO, VEROSIMILMENTE NEI MESI DI SETTEMBRE/OTTOBRE/NOVEMBRE (DATE DA DEFINIRE).

VERRANNO ORGANIZZATI CORSI PER:

- ARBITRO DI SEDIA (ETÀ MASSIMA = ANNI 40)
- GIUDICE ARBITRO REGIONALE (ETÀ MINIMA = ANNI 18)

I CORSI SI SVOLGERANNO A MILANO E SARANNO INTERAMENTE GRATUITI!

]]>
Fri, 23 Mar 2018 15:19:24 UTC