<![CDATA[ Ultim'ora della Federazione Italiana Tennis ]]> Thu, 23 Mar 2017 02:13:07 UTC <![CDATA[ IGUANA IN CAMPO A MIAMI - E Haas si fa un selfie con l'inatteso ospite ]]> ]]> Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC <![CDATA[ WTA MIAMI SU SUPERTENNIS - Bouchard ancora un ko, vince la Barty. Sfide live ]]> Decisamente un buon momento per la Barty: la 20enne di Ipswich, che dopo essersi presa due anni di pausa dal tennis ha deciso di riprovarci, ed i risultati le stanno dando ragione. Quest’anno l'ex campionessa di Wimbledon Junior (titolo conquistato nel 2011 a soli 15 anni) ha iniziato regolarmente dalla stagione sul cemento australiano e poi qualche settimana fa a Kuala Lumpur, in Malesia, partendo dalle qualificazioni ha conquistato il suo primo titolo nel circuito maggiore.
Al prossimo turno per la Barty derby australiano con Samantha Stosur, 32enne di Brisbane, numero 19 Wta e 14esima testa di serie: tra le due non ci sono precedenti.

RISULTATI MERCOLEDI' - Primo turno: Barty (AUS) b. Bouchard (CAN) 64 57 63, (q) Brengle (USA) b. Ostapenko (LAT) 63 36 62, (wc) Mattek-Sands (USA) b. Siniakova (CZE) 63 46 64, Shvedova (KAZ) b. Jankovic (SRB) 46 64 76(3), Safarova (CZE) b. Wickmayer (BEL) 76(2) 64, (q) Tig (ROU) b. Watson (GBR) 76(4) 61, McHale (USA) b. Beck (GER) 67(2) 75 60, (q) Cepede Roig (PAR) b. Doi (JPN) 62 64, (q) Cepelova (CZE) b. Petkovic (GER) 62 64, Wang b. (q) Vekic (CRO) 06 64 62.

”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo. Questa la programmazione:
mercoledì 22 marzo - LIVE
alle ore 18
Mattek Sands (USA) c. Siniakova (CZE)
alle ore 20
Barty (AUS) b. Bouchard (CAN) 64 57 63
alle ore 22
Linette (POL) c. Tomljanovic (CRO)

giovedì 23 marzo - LIVE
alle ore 02.00
Puig (PUR) c. Cirstea (ROU)

giovedì 23 marzo - LIVE alle ore 16, alle ore 18, alle ore 20 e alle ore 22
venerdì 24 marzo - LIVE alle ore 00.30; alle ore 16, alle ore 18, alle ore 20 e alle ore 22
sabato 25 marzo - LIVE alle ore 02.30; alle ore 18, alle ore 20.00, alle ore 21.30
domenica 26 marzo - LIVE alle ore 02.30, alle ore 17, alle ore 19, alle ore 21 e alle ore 23
lunedì 27 marzo - LIVE
martedì 28 marzo - LIVE
mercoledì 29 marzo - LIVE
giovedì 30 marzo - LIVE (semifinali)
sabato 1° aprile - LIVE (finale)


TABELLONE SINGOLARE ]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 1st QATAR ITF JUNIOR OPEN 2017 - Quarti per Andaloro, Ferrari e la Amendola ]]> Nel tabellone femminile Alice Amendola sfiderà la greca Danai Petroula, terza favorita del seeding.
-----------------------

RISULTATI
"1st Qatar ITF Junior Open 2017"
Tennis Junior Circuit
Doha, Qatar
20 - 25 marzo, 2017
Grade 4 - cemento

SINGOLARE MASCHILE
Quarti
(q) Fabrizio Andaloro (ITA) c. Harold Mayot (FRA)
Gianmarco Ferrari (ITA) c. Michal Mikula (POL)

SINGOLARE FEMMINILE
Quarti
Alice Amendola (ITA) c. (3) Danai Petroula (GRE) ]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ MIAMI: ESORDIO OK PER FOGNINI - Lorenzi già al 2°T. Al via anche Seppi ]]> La cronaca. Fabio si era aggiudicato l'unico precedente, disputato al secondo turno di Indian Wells tre anni fa. Il ligure è partito subito forte salendo 3-1 grazie ad un break al quarto gioco. Harrison però, nonostante un problema alla schiena per il quale ha chiesto anche l'intervento del medico, dopo aver annullato due chance per il 4-2 all'azzurro lo ha riagguantato sul 3 pari (complici ben tre doppi falli nello stesso game da parte di Fabio). Nel settimo gioco Fognini ha tolto nuovamente la battuta allo statunitense e, dopo aver fallito un set-point nel nono gioco, ha archiviato il parziale in quello successivo, non prima però di aver salvato due palle per il contro-break. Nella seconda frazione è stato Harrison a partire meglio (3-0) e l'azzurro a riagguantarlo (3-3). Nessun sussulto fino all'undicesimo game quando Fognini ha strappato ancora la battuta all'americano , chiudendo poi l'incontro nonostante due doppi falli e due palle.per il contro-break. Non una grandissima prestazione per Fabio, comunque bravo a non complicarsi eccessivamente la vita.
Al secondo turno Fognini troverà il portoghese Joao Sousa, numero 35 Atp e 30esima testa di serie: Fabio è avanti per 3-1 nei precedenti e si è aggiudicato le ultime due sfide, peraltro disputate proprio sul cemento.

Andreas Seppi, numero 80 Atp, debutterà invece giovedì contro il moldavo Radu Albot, numero 86 Atp, proveniente dalle qualificazioni: tra i due non ci sono precedenti.

Già al secondo turno, invece, Paolo Lorenzi, numero 37 del ranking mondiale e 32esima testa di serie ("bye" all'esordio), che entrerà in gara contro il vincente della sfida tra il francese Adrian Mannarino (n. 67 Atp) ed il tedesco Benjamin Becker, numero 186 Atp, proveniente dalle qualificazioni.

Assenti sia Murray che Djokovic, il numero uno del seeding è lo svizzero Stan Wawrinka. finalista ad Indian Wells domenica scorsa: il numero due è il giapponese Kei Nishikori.

RISULTATI MERCOLEDI' - 1° turno: Mahut (FRA) b. (wc) Mmoh (USA) 63 62, Nishioka (JPN) b. Thompson (AUS) 16 64 63, Chardy (FRA) b. Bagnis (ARG) 62 62, Paire (FRA) b. Klizan (SVK) 76(4) 63, Young (USA) b. Brown (GER) 63 16 62.
-----------------------

RISULTATI
"Miami Open"
ATP World Tour Masters 1000
Miami (Florida), Stati Uniti
20 marzo – 2 aprile, 2017
$6.993.450 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
Andreas Seppi (ITA) c. (q) Radu Albot (MDA)
(32) Paolo Lorenzi (ITA) bye
Fabio Fognini (ITA) b. Ryan Harrison (USA) 64 75

Secondo turno
(32) Paolo Lorenzi (ITA) c. vinc. Adrian Mannarino (FRA)-(q) Benjamin Becker (GER)
Fabio Fognini (ITA) c. (30) Joao Sousa (POR)

DOPPIO
Primo turno
Fabio Fognini/Robert Lindstedt (ITA/SWE) c. Gilles Muller/Sam Querrey (LUX/USA)
Paolo LOrenzi/Joao Sousa (ITA/POR) c. Andrey Rublev/Mikael Ymer (RUS/SWE)

QUALIFICAZIONI
Primo turno
(14) Aljaz Bedene (GBR) b. Federico Gaio (ITA) 64 63

TABELLONE SINGOLARE ]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF OBIDOS - Debutto vincente per Spiteri e Dentoni ]]> nella foto), sesta testa di serie, ha regolato 61 76(2) la portoghese Marta Olivera, in tabellone con una wild card: prossima avversaria la britannica Laura Sainsbury, proveniente dalle qualificazioni.
-------------------------------------

RISULTATI
"Bom Sucesso Ladies Open 1"
Itf Pro Circuit
Obidos, Portogallo
20 - 26 marzo, 2017
$15.000 - veloce

SINGOLARE
Primo turno
Dalila Spiteri (ITA) b. (q) Lidia Moreno Arias (ESP) 75 26 63
(6) Corinna Dentoni (ITA) b. (wc) Marta Olivera (POR) 61 76(2)

Secondo turno
Dalila Spiteri (ITA) c.(wc) Lucia Quiterio (POR)
(6) Corinna Dentoni (ITA) c. (q) Laura Sainsbury (GBR) ]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF HERAKLION - Brianti avanti ]]> nella foto) nel 15mila dollari di Heraklion, in Grecia: la 36enne tennista parmense, terza testa di serie, ha battuto in rimonta per 57 63 62 la britannica Sarah Beth Grey. Prossima avversaria per lei - giovedì - la rumena Ioana Gaspar, proveniente dalle qualificazioni.
-------------------------------------

RISULTATI
"10th Lyttos Beach ITF Pro Circuit"
Itf Pro Circuit
Heraklion, Grecia
20 - 26 marzo, 2017
$15.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
(3) Alberta Brianti (ITA) b. Sarah Beth Grey (GBR) 57 63 62

Secondo turno
(3) Alberta Brianti (ITA) c. (q) Ioana Gaspar (ROU) ]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ 1° ITF COMBINED - S. MARGHERITA DI PULA - Maschile: ai quarti Cecchinato, Giustino, - Bortolotti, Stefanini e Basso - Donne: avanti Caregaro, Di Giuseppe e Trevisan ]]> Nel torneo maschile sono 5 i giocatori italiani approdati ai quarti di finale: Marco Cecchinato, primo favorito del seeding, ha sconfitto 61 76(0) Cristian Carli, passato attraverso le qualificazioni, Lorenzo Giustino, terza testa di serie, ha prevalso in rimonta sul marocchino Reza El Amrani (36 75 64), Andrea Basso ha eliminato il rumeno Dragos Dima, numero 7 del seeding (63 46 64), mentre Marco Bortolotti ha estromesso per 62 76(3) il serbo Filip Krajinovic, quarta testa di serie, e Jacopo Stefanini (nella foto) ha sgambettato Salvatore Caruso (63 62), quinto favorito del tabellone. Esce al 2° turno invece l’altro qualificato Antonio Campo, che cede in tre set al rumeno Adrian Ungur, numero 8 del seeding.
Nel torneo femminile diventano quattro le azzurre al secondo turno: dopo Camilla Rosatello, in gara grazie a una wild card, avanzano anche Martina Di Giuseppe, passata attraverso le qualificazioni, Martina Trevisan, ora opposta proprio alla Rosatello, e Martina Caregaro, che ha fatto suo il derby tra wild card con Alice Balducci,

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE

QUALIFICAZIONI MASCHILI

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO FEMMINILE

QUALIFICAZIONI FEMMINILI
]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ DOUBLE SUNSHINE, RICORDI ROGER? - L’accoppiata 2005 e 2006 e le sfide con Ljubicic ]]> “Dopo questa partenza da sogno, gli obiettivi cambiano”.

Alla vigilia del “Sunshine Double” come gli yankee chiamano il “coast to coast” del tennis dalla California alla Florida, RogerExpress sa benissimo che la situazione è ben diversa da quella del 2005 e del 2006, quando gli riuscì la favolosa doppia accoppiata sul cemento nordamericano. Passando con apparente facilità dal caldo secco del deserto alla disidratante umidità dell’ex gigantesca palude. Facciamo insieme un ritorno al futuro. Nel 2005, Roger confermò a Indian Wells il titolo del 2004 e firmò per la prima volta Miami. Curioso, in California, l’allora numero 1 del mondo superò nei quarti, per la quarta volta in stagione, sia pure dopo due tie-break, il coriaceo super-battitore Ivan Ljubicic: guarda un po’, proprio l’allenatore della rinascita di dodici anni dopo. Che commentava: “Ha movimenti davvero superiori, arriva prima e chiude benissimo gli angoli e così ti costringe a fare sempre qualcosa di più. Oggi come oggi dipende solo da lui, può diventare più forte di Sampras”.
Quel Federer era talmente in fiducia che infilò per la settima volta su sette l’ex bestia nera, Lleyton Hewitt, nella sfida per il titolo in California. E, subito dopo, sulle ali di una condizione psico-fisica ideale, riuscì a rimontare in finale a Miami da 2-6 6-7 e 3-5 al tie-break del terzo set il rampante 18enne Rafa Nadal, soltanto dopo 3 ore e tre quarti, firmando la finale consecutiva numero 18 e il successo numero 22 in 23 match stagionali (unica macchia, la sconfitta con Safin agli Australian Open). E riscattando la clamorosa sconfitta di dodici mesi prima sullo stesso campo contro il mancino di Maiorca. Altri tempi: lo svizzero delle meraviglie non aveva ancora superato il tabù Roland Garros e si buttò subito nell’allenamento sulla terra rossa, iscrivendosi a Montecarlo. Torneo che ha appena annunciato di disertare, quest’anno, aumentando le possibilità di una partecipazione invece a Roma, in avvicinamento a Parigi.

A Indian Wells, anche nel 2006, Federer si sbarazzò di Ljubicic, ancora nei quarti, e più nettamente dell’anno prima, per poi aggiudicarsi, nella finale di tre set di appena un’ora e 40’ con James Blake, il terzo titolo di fila nel torneo californiano. Che, all’epoca, era ancora secondario rispetto al “gemello” di Miami, anche se in realtà si disputa nell’isoletta di Key Biscayne, davanti alla città. Proprio lì, e proprio allora, esordì l’Occhio di falco, l’instant replay al quale oggi siamo più che abituati ma che all’epoca scatenò tanti dubbi e diatribe fra giocatori, addetti ai lavori e spettatori. Quello che metteva d’accordo tutti era Federer che chiuse per la seconda volta il Sunshine Double superando in finale, indovinate chi?, Ma certo: l’allievo di Riccardo Piatti, il bosniaco-croato Ivan Ljubicic, sia pure soltanto dopo tre tie-break. Per festeggiare un altro inizio di stagione da favola: 28 successi contro l’unica sconfitta contro Nadal a Dubai. E meritarsi altri sperticati elogi dallo sconfitto che, un giorno, da coach, sarebbe stato il suo salvatore: “Quando siamo davanti a Roger ci perdiamo tutti, ci facciamo confondere dal suo gioco e cerchiamo colpi insoliti, difficili e fallaci. Mentre Roger sui punti importanti gioca meglio, più rilassato e in fiducia”.

Sembra proprio il Federer di oggi, anche se sono trascorsi dodici anni. A lui dimostrare che non è un sogno. ]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ TUNISIA F11 - Luisi raggiunge al secondo turno - Turchetti, Mercuri e De Vincentis ]]> ai qualificati Nicolo Turchetti (nella foto) e Fabio Mercuri e ia lucky loser Matteo De Vincentis che avevano esordito positivamente martedì, si è infatti aggiunto Alessandro Luisi, eliminando con il punteggio di 64 67(3) 64, dopo oltre tre ore di lotta, il marocchino Lamine Ouahab, terza testa di serie. Luisi ora sarà protagonista di un derby tricolore proprio con Turchetti con in palio un posto nei quarti.
Disco rosso al primo turno invece per Filippo Leonardi e per la wild card Kevin Portmann.
---------------------------------------

RISULTATI
“Hammamet Open"
Itf Future Circuit
Hammamet, Tunisia
20 - 26 marzo, 2017
$15.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
(wc) Amine Ahouda (MAR) b. Filippo Leonardi (ITA) 62 61
Alexis Musialek (FRA) b. (wc) Kevin Portmann (ITA) 60 60
Alessandro Luisi (ITA) b. (3) Lamine Ouahab (MAR) 64 67(3) 64
(q) Nicolo Turchetti (ITA) b. Tomas Martin Etcheverry (ARG) 67(5) 61 63
(q) Fabio Mercuri (ITA) b. Eduardo Agustin Torre (ARG) 64 06 61
(LL) Matteo De Vincentis (ITA) b. (2) Alvaro Lopez San Martin (ESP) 61 3-1 squal.

Secondo turno
Alessandro Luisi (ITA) c. (q) Nicolo Turchetti (ITA)
(q) Fabio Mercuri (ITA) c. Oscar Jose Gutierrez (BRA)
(LL) Matteo De Vincentis (ITA) c. (q) Fernando Yamacita (BRA) ]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ FRANCIA F7 - Crepaldi è la settima testa di serie ]]> nella foto) è uscito subito di scena nel 15mila dollari di Villers Les Nancy, in Francia: il 26enne di Vercelli, settima testa di serie, ha ceduto per 63 75 al francese Antoine Hoang.
---------------------------------------

RISULTATI
“Tournoi International de Tennis
Itf Future Circuit
Villers Les Nancy, Francia
20 - 26 marzo, 2017
$15.000 - veloce indoor

SINGOLARE
Primo turno
Antoine Hoang (FRA) b. (7) Erik Crepaldi (ITA) 63 75 ]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ EGITTO F10 - Bene Ocleppo e Vilardo ]]> nella foto) e Francesco Vilardo nel 15mila dollari di Sharm El Sheikh, Egitto. Ocleppo ha sconfitto per 62 63 Cesar Testoni delle Isole Reunion ed al prossimo turno affronterà il tedesco George von Massow, proveniente dalle qualificazioni, mentre Vilardo, ottava testa di serie del torneo, si è imposto per 63 76(4) sul ceco Petr Hajek, proveniente dalle qualificazioni, ed attende ora il vincente della sfida tra il qualificato danese (q) August Holmgren e l'olandese Gijs Brouwer.
----------------------------

RISULTATI
“Egypt Men's Futures"
Itf Future Circuit
Sharm El Sheikh, Egitto
20 - 26 marzo, 2017
$15.000 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
Julian Ocleppo (ITA) b. (q) Cesar Testoni (REU) 62 63
(8) Francesco Vilardo (ITA) b. (q) Petr Hajek (CZE) 63 76(4)

Secondo turno
Julian Ocleppo (ITA) c. (q) George von Massow (GER)
(8) Francesco Vilardo (ITA) c. vinc. (q) August Holmgren (DEN)-Gijs Brouwer (NED) ]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ CROAZIA F3 - Bellotti raggiunge Ornago al 2° turno: sarà derby ]]> nella foto), numero uno del seeding: il 25enne nato a Vienna, reduce dal 28esimo titolo ITF vinto domenica a Porec, ha liquidato per 62 61 il giapponese Ryusei Makiguchi, proveniente dalle qualificazioni.
----------------------------

RISULTATI
“Istarska rivijera - Umag"
Itf Future Circuit
Umago, Croazia
20 - 26 marzo, 2017
$15.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
(1) Riccardo Bellotti (ITA) b. (q) Ryusei Makiguchi (JPN) 62 61
Fabrizio Ornago (ITA) b. Hernan Casanova (ARG) 64 62
(7) Nino Serdarusic (CRO) b. (q) Daniele Capecchi (ITA) 57 64 60

Secondo turno
(1) Riccardo Bellotti (ITA) c.
Fabrizio Ornago (ITA) c. (1) Riccardo Bellotti (ITA) ]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF HAMMAMET - Resta in corsa solo Scala ]]> nella foto) nel secondo turno del 15mila dollari di Hammamet, in Tunisia: giovedì la 22enne romagnola si giocherà un posto nei quarti con la brasiliana Carolina Meligeni Rodrigues Alves, settima testa di serie).
Subito fuori, invece, Francesca Sella, in tabellone grazie ad una wild card, che ha ceduto per 75 63 alla russa Margarita Lazareva, ottava testa di serie del torneo, e Sara Marcionni, anche lei wild card, che è stata sconfitta per 61 61 dalla britannica Francesca Jones.
-------------------------------------

RISULTATI
"Hammamet Open"
Itf Pro Circuit
Hammamet, Tunisia
20 - 26 marzo, 2017
$15.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
Camilla Scala (ITA) b. Irene Burillo Escorihuela (ESP) 62 67(5) 75
(8) Margarita Lazareva (RUS) b. (wc) Francesca Sella (ITA) 75 63
(q) Francesca Jones (GBR) b. (wc) Sara Marcionni (ITA) 61 61

Secondo turno
Camilla Scala (ITA) c. (7) Carolina Meligeni Rodrigues Alves (BRA) ]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ BARLETTA CHALLENGER - Elias e Bedene al torneo “Città della disfida” ]]> nella foto -, nome già conosciuto al pubblico barlettano per aver vinto l'open nel 2011 e nel 2012. Prevista anche la partecipazione di tennisti esperti come lo spagnolo Albert Montanes (175) e il tedesco Daniel Brands (209). Ci sarà anche il giovane svedese Elias Ymer, vincitore della passata edizione, così come non mancheranno i talenti da seguire: il greco Stefanos Tsitsipas (204), il norvegese Casper Ruud (128) e lo slovacco Norbet Gombos (113).
“Anche quest'anno ci sono tutti gli ingredienti per assistere ad un grande spettacolo di caratura internazionale a Barletta" – commenta Enzo Ormas -. "Il livello tecnico è buono, oltre ai top 100 presenti in lista ci sono altri nomi destinati, nel corso della stagione, a lasciare il segno sulla classifica mondiale. Non mancheranno gli italiani, verso i quali la Federazione ripone grande attenzione. Anche tre delle quattro wild card previste saranno assegnate dalla Fit a giovani talenti azzurri, che attraverso questo torneo possono arricchire il proprio bagaglio internazionale”.
Sei sono gli italiani che accedono direttamente al tabellone principale: Alessandro Giannessi (numero 124 in classifica), Federico Gaio (146), il tarantino Thomas Fabbiano (168), Marco Cecchinato (174), Stefano Napolitano (177) e Lorenzo Giustino (210).
]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ SHAPOVALOV IN RAMPA DI LANCIO - 1° titolo challenger: il 17enne fa rotta su Milano ]]> “Prometto che sarà l’ultima volta che farò qualcosa del genere. Imparerò da questa storia e andrò avanti”, aveva detto a inizio febbraio, praticamente in lacrime, dopo esser stato squalificato durante il match di Coppa Davis fra Canada e Gran Bretagna per aver tirato una palla in tribuna colpendo a un occhio il giudice di sedia, Artaud Gabas. E’ stato di parola, Denis Shapovalov, prendendo insegnamento dal fattaccio avvenuto a Ottawa, che gli era costato una multa di 7.000 dollari ma nessuna sospensione, alla luce dell’involontarietà del gesto, seppur grave. E’ tornato a far parlare di sé, ma per i successi sul campo, il modo migliore per lasciarsi alle spalle quel “pieno di vergogna ed imbarazzo e il terribile a disagio per aver trascinato in basso la squadra e il paese, per essermi comportato in un modo come non farò mai più”, per usare le sue parole di scuse dopo quell’episodio che aveva fatto il giro del mondo, con tanti commenti al riguardo. Ha ritrovato il sorriso il ragazzo dell’Ontario: dopo aver vinto a inizio marzo il torneo Futures ITF di Gatineau, ha fatto per la prima volta centro in un challenger Atp a 17 anni e 11 mesi, teatro dell’impresa il cemento di Drummondville (75.000 dollari di montepremi), anche in questo caso nel Canada che l’ha adottato.

A DRUMMONDVILLE PRIMA GIOIA CHALLENGER DOPO IL DERBY CON L’AMICO FELIX - Il mancino dal viso d’angelo ha dominato in finale (63 62) il belga Ruben Bemelmans, quarta testa di serie, rompendo così il muro dei top-200 (è il più giovane a trovarvi posto attualmente) e raggiungendo il best ranking al numero 194 della classifica mondiale. In quella che è diventata una sorta di seconda casa per lui (dodici mesi fa sempre a Drummondville, Stato del Quebec, aveva vinto il primo match a livello challenger) Shapovalov è stato anche protagonista di una sfida dal sapore particolare, avendo affrontato nel penultimo atto del torneo, davanti al loro pubblico, l’altro talento emergente canadese Felix Auger-Aliassime, classe 2000, insieme al quale ha disputato la finale di doppio all’ultimo Wimbledon junior, dopo aver fatto centro in singolare. Si è trattato della semifinale challenger “più giovane” - 17,25 l’età media in campo - da trent’anni a questa parte (l’ATP cita come precedente quella a Madeira, in Portogallo, nel 1988, fra il 17enne Richard Fromberg e il 16enne Johan Anderson). “Non è facile giocare contro il tuo migliore amico nel circuito, ma siamo riusciti a disputare, nonostante fosse un derby, un match di alto livello. Felix? Diventerà un top player senza ombra di dubbio. È un fenomeno”, il commento di Denis dopo un week-end all’insegna delle forti emozioni.



NATO A TEL AVIV DA GENITORI RUSSI MA ARRIVATO IN ONTARIO A MENO DI 1 ANNO - “Baby Bjorn Borg” – come qualcuno l’ha già ribattezzato per via dei lunghi capelli biondi – è nato a Tel Aviv, in Israele, il 15 aprile 1999, da genitori russi (il padre Viktor è un uomo d’affari, la madre Tessa è insegnante di tennis), ma la famiglia si è trasferita in Ontario, la provincia più popolosa del Canada, quando Denis non aveva neppure un anno. Proprio mamma Tessa, ex vice-campionessa dell’Unione Sovietica, insegna al piccolo i primi dettami del tennis e nel 2012 apre un’Academy a Vaughan, città di 300.000 abitanti nei pressi di Toronto, dove Shapovalov si allena tuttora. A seguirlo agli inizi, oltre alla madre, il coach canadese di origini italiane Adriano Fuorivia. Un talento di prima qualità, secondo tanti addetti ai lavori un predestinato. Che già nel 2015 s’impose in doppio agli Us Open proprio con l’amico Felix Auger-Aliassime. E lo ha ribadito fin dai primi assaggi al circuito dei grandi, chiedere ad esempio a Nick Kyrgios, che lo scorso anno al Masters 1000 di Toronto ha ceduto in tre set al “mancino elettrico” (wild card e allora appena numero 370 del mondo) sul Centrale. “Adoro giocare sulle grandi ribalte, amo far impressione sulla gente. Mi sono divertito molto”, aveva spiegato Denis, che prima del successo challenger a Drummondville ha messo in carniere quattro titoli Futures.

SHAPOVALOV FA ROTTA VERSO LE NEXT GEN FINALS DI MILANO - Sta pagando, insomma, il lavoro con Gunther Bresnik – già, proprio il coach di Dominik Thiem, solo per citare la punta di diamante della squadra austriaca - iniziato durante la pre-season a Tenerife. “Vorrei entrare fra i primi 150 del mondo a fine stagione. Questo è un anno di transizione per me, il mio primo intero da professionista visto che non giocherò più eventi junior. Al tempo stesso sto cambiando i miei colpi, in particolare lavorando sul diritto: servirà un po’ di tempo per far funzionare a dovere il mio tennis, così è difficile avere altre aspettative più alte in questo momento”, le parole a inizio 2017 di Shapovalov, già idolo delle ragazzine. Il quale, con il trionfo a Drummondville, è balzato al 14esimo posto nella Race to Milan con 130 punti (guadagnando in un colpo solo 37 posizioni). Già, perché nonostante il basso profilo è chiaro che il ragazzo canadese fa rotta verso le Next Gen Finals del 7-11 novembre a Milano, riservate ai primi 8 under 21 del mondo. Deciso a diventare personaggio da copertina solo e soltanto grazie ai suoi risultati, lasciando ad altri il ruolo di ‘bad boy’.

CLICCA QUI PER ANDARE SULLA PAGINA NEXT GEN
]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ WTA MIAMI SU SUPERTENNIS - Sfide live: riflettori su Bouchard-Barty ]]> Tra i match più interessanti della giornata odierna c’è la sfida tra la canadese Eugenie Bouchard, numero 56 Wta, e l’australiana Ashleigh Barty, numero 91 Wta (best ranking). “Genie”, dopo un discreto avvio di stagione con la semifinale a Sydney battuta dalla Konta (poi vincitrice del torneo) ed un terzo turno a Melbourne stoppata dalla Vandeweghe, ha giocato poco e male: per l’ex numero 5 del ranking due ko all’esordio sia ad Acapulco contro la Tomljanovic che ad Indian Wells contro la Beck. Decisamente migliore lo stato d’animo della 20enne aussie di Ipswich, che dopo essersi presa due anni di pausa dal tennis ha deciso di riprovarci. Lo scorso anno è rientra nel tour solo per la stagione sull’erba (raggiungendo peraltro la semifinale ad Eastbourne ed i quarti a Nottingham sempre partendo dalle quali, ma fallendo la qualificazione a Wimbledon dove aveva vinto il titolo junior, appena 15enne, nel 2011 ) e per un WtaK125 a Taipei a novembre. Quest’anno ha invece iniziato regolarmente dalla stagione sul cemento australiano e poi a Kuala Lumpur, in Malesia, partendo dalle qualificazioni ha conquistato il suo primo titolo nel circuito maggiore. Tra Bouchard e Barty non ci sono precedenti.

RISULTATI MERCOLEDI' - Primo turno: (q) Brengle (USA) b. Ostapenko (LAT) 63 36 62, (wc) Mattek-Sands (USA) b. Siniakova (CZE) 63 46 64, Shvedova (KAZ) b. Jankovic (SRB) 46 64 76(3), Safarova (CZE) b. Wickmayer (BEL) 76(2) 64, (q) Tig (ROU) b. Watson (GBR) 76(4) 61, McHale (USA) b. Beck (GER) 67(2) 75 60, (q) Cepede Roig (PAR) b. Doi (JPN) 62 64, (q) Cepelova (CZE) b. Petkovic (GER) 62 64.

”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo. Questa la programmazione:
mercoledì 22 marzo - LIVE
alle ore 18
Mattek Sands (USA) c. Siniakova (CZE)
alle ore 20
Bouchard (CAN) c. Barty (AUS)
alle ore 22
Linette (POL) c. Tomljanovic (CRO)

giovedì 23 marzo - LIVE
alle ore 02.00
Puig (PUR) c. Cirstea (ROU)

giovedì 23 marzo - LIVE alle ore 16, alle ore 18, alle ore 20 e alle ore 22
venerdì 24 marzo - LIVE alle ore 00.30; alle ore 16, alle ore 18, alle ore 20 e alle ore 22
sabato 25 marzo - LIVE alle ore 02.30; alle ore 18, alle ore 20.00, alle ore 21.30
domenica 26 marzo - LIVE alle ore 02.30, alle ore 17, alle ore 19, alle ore 21 e alle ore 23
lunedì 27 marzo - LIVE
martedì 28 marzo - LIVE
mercoledì 29 marzo - LIVE
giovedì 30 marzo - LIVE (semifinali)
sabato 1° aprile - LIVE (finale)


TABELLONE SINGOLARE

]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ON LINE LA RIVISTA SETTIMANALE - Federer infinito: la classe non ha età ]]> E tira ‘sto rovescio….

di Enzo Anderloni

“E tira ‘sto rovescio, dannazione!”, sbotta il padre a bordocampo. Sì, perché lui, il figlio, si è allenato da dio per giocare aggressivo anche da quella parte, cercando di anticipare i colpi, rubando tempo e campo all’avversario. Però le vecchie abitudini, gli automatismi di sicurezza sono difficili da abbandonare e dunque qualche volta, ‘sto benedetto figlio ritorna a quel rovescio in back che non sbaglia, è fastidioso ma troppo spesso lascia lo scambio in mano all’avversario.
E lui, il baffuto padre, non si trattiene: insomma adesso che finalmente l’ha capito che deve tirare, che lo tiri ‘sto rovescio, no?
Lui alla fine vince, tirando ‘sto rovescio, e ammette: “Mio padre e i maestri me lo dicevano sempre di essere più aggressivo col rovescio, ma a me non veniva. Non credevo di poterlo fare nei momenti importanti. Ora le cose sono cambiate”.
Il motivo? “Penso che aver preso una racchetta con il piatto più grande mi abbia facilitato le cose, specie quando voglio rispondere forte e rimanere aggressivo durante lo scambio. Certo, devo stare attento perché rispetto alla racchetta di prima questa è più potente e la palla esce più velocemente dalle corde”. Storia di vita tennistica quotidiana: quante volte li abbiamo sentiti questi padri sbottare a bordocampo. Dopo aver speso anche i soldi delle nuove racchette, tanto spesso consigliate, che quegli zucconi dei figli non volevano, fissati com’erano con quella con cui avevano cominciato. Vita tennistica quotidiana da favola nel caso dei due protagonisti reali di questa scenetta, Robert e Roger Federer. Il campo del quale il papà era al “bordo” è il centrale di Indian Wells. L’avversario del figlio oltre la rete si chiamava Rafael Nadal. E le parole, a fine partita, sono quelle di Roger, vincitore. Il tennis appare spesso complicato ma forse è tanto semplice che Robert può dire a Roger, 35 anni e 18 Slam: “E tira ‘sto rovescio!”. E Roger ha davvero trovato adesso, lavorando autunno e inverno con l’amico allenatore Ivan Ljubicic (uno che giocava con lo schema servizio-rovescio...) la convinzione di entrare con decisione su quella palla, subito, mentre sale dopo il rimbalzo, quasi di piatto, con quel minimo di copertura che serve a tenerla in campo ma senza troppo top perché perderebbe velocità. Trovando a 35 anni un nuovo colpo vincente anche contro fenomeni come Nadal o l’amico muscoloso Stan Wawrinka (lui sì che ci mette anche tanto top nel rovescione, con quel fisico...). Così la favola sta nella semplicità di crederci e lavorare, lavorare tanto, anche se sei Federer. Così si avverano anche i sogni o gli auspici più rosei. Come quello di Riccardo Piatti che il giorno della finale aveva twittato un buon compleanno a Ljubo (38 anni) augurandogli di provare con Roger le emozioni fortissime che aveva vissuto lui nel 2010 proprio a Indian Wells, da allenatore di un Ivan vincente. Come è andata a finire lo sappiamo tutti. Una bella favola da raccontare.

Articolo tratto da SuperTennis Magazine n. 11 - 2017

RIVISTA SUPERTENNIS

Registrandovi al servizio My Fit Score potrete riceverla automaticamente ogni mercoledì via newsletter. La rivista è scaricabile (e stampabile) in formato pdf.

SuperTennis Magazine - Anno XIII - n.11 - 22 marzo 2017

In questo numero:
Prima pagina –E tira ‘sto rovescio… Pag.3
Circuito mondiale: Federer Supergiovane verso nuovi orizzonti Pag.4
Focus Next Gen: Canadesi d’assalto: Denis e Felix, che coppia Pag.8
Terza pagina – Roma 2008: la prima volta di Nole Pag.10
I numeri della settimana: Roger contro Top 10? 6-0 Pag.12
Il tennis in tv – 7 giorni (live) a Miami Pag.14
Pre-qualificazioni IBI17 – Da Bolzano a Cagliari, Roma sempre più vicina Pag.16
Notizie dalle regioni – Veneto, Liguria, Lazio, Calabria Pag.18
Circuito Fit-Tpra – Non solo Atp e Wta, amatori a… Indian Wells Pag.22
Personal coach – Il gioco al volo va sempre di moda Pag.24
Racchette e dintorni – Nei panni di Roger? Ti costa 45 mila dollari Pag.26
L’esperto risponde – Se in giocatore tocca involontariamente due volte la palla con la racchetta che cosa succede ? Pag.28


]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ FOGNINI DEBUTTA CON HARRISON - Miami: Lorenzi già al 2°T. In gara anche Seppi ]]>
Andreas Seppi, numero 80 Atp, debutterà invece giovedì contro il moldavo Radu Albot, numero 86 Atp, proveniente dalle qualificazioni: tra i due non ci sono precedenti.

Già al secondo turno, invece, Paolo Lorenzi, numero 37 del ranking mondiale e 32esima testa di serie ("bye" all'esordio), che entrerà in gara contro il vincente della sfida tra il francese Adrian Mannarino (n. 67 Atp) ed il tedesco Benjamin Becker, numero 186 Atp, proveniente dalle qualificazioni.

Assenti sia Murray che Djokovic, il numero uno del seeding è lo svizzero Stan Wawrinka. finalista ad Indian Wells domenica scorsa: il numero due è il giapponese Kei Nishikori.
-----------------------

RISULTATI
"Miami Open"
ATP World Tour Masters 1000
Miami (Florida), Stati Uniti
20 marzo – 2 aprile, 2017
$6.993.450 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
Andreas Seppi (ITA) c. (q) Radu Albot (MDA)
(32) Paolo Lorenzi (ITA) bye
Fabio Fognini (ITA) c. Ryan Harrison (USA)

Secondo turno
(32) Paolo Lorenzi (ITA) c. vinc. Adrian Mannarino (FRA)-(q) Benjamin Becker (GER)

DOPPIO
Primo turno
Fabio Fognini/Robert Lindstedt (ITA/SWE) c. Gilles Muller/Sam Querrey (LUX/USA)
Paolo LOrenzi/Joao Sousa (ITA/POR) c. Andrey Rublev/Mikael Ymer (RUS/SWE)

QUALIFICAZIONI
Primo turno
(14) Aljaz Bedene (GBR) b. Federico Gaio (ITA) 64 63

TABELLONE SINGOLARE ]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ INTERNAZIONALI BNL D'ITALIA - Prequali: tutti i risultati di provinciali e regionali ]]> Siamo solo a inizio marzo e gli iscritti ai tornei di prequalificazione agli Internazionali BNL d'Italia (ne mancano ancora parecchi) hanno già superato quota 10mila, ben oltre il totale registrato alla fine del 2016, senza considerare l'appuntamento finale delle prequalificazioni al Foro Italico. Un record: più di cinque volte in più rispetto agli US Open Play-Off, la manifestazione che gli USTA organizzano ogni anno in vista dello Slam newyrokese.

Anche quest’anno tutti hanno la loro chance di partecipare agli Internazionali BNL d’Italia, l’appuntamento più prestigioso della stagione, e di potersi misurare sulla mitica terra rossa romana in uno dei templi del tennis mondiale.
Nel 2011, quando è stato lanciato il progetto “Pre-Qualificazioni” agli Internazionali BNL d’Italia, probabilmente nessuno osava pensare che avrebbe avuto un successo così travolgente. Sei anni fa 884 giocatori risposero all’appello. Nel 2016, grazie anche a una campagna di comunicazione e informazione sempre più capillare, aggressiva e mirata, oltre 9mila tennisti sono scesi in campo in singolare e doppio con un sogno nel cuore: giocare sotto i pini del Foro Italico, con i raccattapalle griffati e Federer, Djokovic o Murray che si allenano nel campo accanto.

Per gareggiare basta avere la tessera FIT e possono iscriversi anche i non classificati purché di cittadinanza italiana.

SI COMINCIA DALLA FASE PROVINCIALE – Ecco la grande novità del 2017: si parte già dalle province. I primi tornei sono cominciati il 27 dicembre. Da ogni torneo i vincitori verranno promossi al tabellone regionale di conclusione della sezione quarta categoria in base al seguente quorum:
da 1 a 16 giocatori partecipanti: 1 qualificato
da 17 a 32 giocatori partecipanti: 2 qualificati
da 33 a 64 giocatori partecipanti: 3 qualificati
da 65 giocatori partecipanti: 4 qualificati
da 1 a 8 coppie partecipanti: 1 coppia qualificata
da 9 a 16 coppie partecipanti: 2 coppie qualificate
da 17 coppie partecipanti: 3 coppie qualificate

CALENDARIO TORNEI PROVINCIALI

QUALIFICATI ALLE FINALI REGIONALI (aggiornato al 20/03/2017)

FASE REGIONALE – In ogni regione viene organizzato un torneo di conclusione di quarta di singolare e doppio, maschile e femminile. Questi giocatori, inoltre, vengono inseriti come qualificati nel tabellone regionale di terza categoria dei tornei di pre-qualificazione. I suddetti tornei proseguiranno infatti a livello regionale con i tabelloni di terza categoria, seconda e finale. Le date dei tornei sono diversificate nelle varie zone d’Italia ed è possibile partecipare anche a più appuntamenti. I giocatori e le giocatrici qualificati alla tappa finale del Foro Italico di Roma non possono partecipare ad altri tornei.

CALENDARIO TORNEI

QUALIFICATI BNL 2017

WILD CARD PER GLI INTERNAZIONALI BNL D’ITALIA – Da ogni regione usciranno così i qualificati per la tappa finale al Foro Italico di Roma (dal 6 al 12 maggio 2017). Saranno sorteggiati due tabelloni di singolare maschile e femminile da 48 posti ciascuno e due tabelloni di doppio maschile e femminile da 16 coppie ciascuno valevoli per l’assegnazione delle wild card per gli Internazionali BNL d’Italia (13-21 maggio 2017) secondo le seguenti modalità:
singolare maschile: 2 wild card per il main draw
singolare femminile: 1 wild card per il main draw e 3 wild card per il tabellone delle qualificazioni
doppio maschile: 1 wild card per il main draw
doppio femminile: 1 wild card per il main draw

CAMPIONATI DI QUARTA CATEGORIA AL FORO – Per i giocatori di quarta categoria c’è un’ulteriore chance di giocare al Foro Italico a maggio. Dai tornei di conclusione di quarta, infatti, saranno ammessi ai Campionati di Quarta Categoria (sono accorpate alcune regioni: Piemonte e Val d’Aosta, Abruzzo e Molise, Basilicata e Puglia) due giocatori per regione nel singolare maschile e femminile e una coppia per regione nel doppio maschile e femminile. Saranno così incoronati i campioni italiani di quarta: appuntamento al Foro dal 19 al 21 maggio 2017. A tutti i qualificati verrà offerta l’ospitalità (albergo e pasti) per i giorni di svolgimento delle gare, oltre ad un rimborso forfettario chilometrico (ad esclusione dei qualificati del torneo laziale).

PRIZE MONEY – Tutti i tornei a partire dai tabelloni di conclusione di quarta categoria hanno un montepremi (il totale è 469.205 euro), che naturalmente aumenta via via che si salirà di livello.

TABELLA MONTEPREMI ]]>
Tue, 2 Oct 2018 22:00:00 UTC