<![CDATA[ Ultim'ora della Federazione Italiana Tennis ]]> Sun, 5 Jul 2015 13:19:46 UTC <![CDATA[ WIMBLEDON - DOPPIO DONNE - Pennetta/Hsieh e Knapp/Vinci a caccia dei quarti ]]> ---------------------------

RISULTATI
“The Championships”
Grand Slam
Wimbledon (Londra), Gran Bretagna
29 giugno - 12 luglio, 2015
£26.750.000 - erba

DOPPIO
Primo turno
Francesca Schiavone/Kimiko Date-Krumm (ITA/JPN) b. Klaudia Jans-Ignacik/Andreja Klepac (POL/SLO) 64 62
Karin Knapp/Roberta Vinci (ITA) b. Chin-Wei Chan/Nicole Melichar (TPE/USA) 62 64
(7) Flavia Pennetta/Su-Wei Hsieh (ITATPE) b. Elena Bogdan/Simona Halep (ROU) 64 61

Secondo turno
(1) Martina Hingis/Sania Mirza (SUI/IND) b. Francesca Schiavone/Kimiko Date-Krumm (ITA/JPN) 60 61
Karin Knapp/Roberta Vinci (ITA) b. (8) Andrea Hlavackova/Lucie Hradecka (CZE) 63 36 64
(7) Flavia Pennetta/Su-Wei Hsieh (ITATPE) b. Alexandra Panova/Margarita Gasparyan (RUS) 63 64

Terzo turno
Karin Knapp/Roberta Vinci (ITA) c. (9) Casey Dellacqua/Yaroslava Shvedova (AUS/KAZ) - lunedì, 1° match sul Court 16
(7) Flavia Pennetta/Su-Wei Hsieh (ITATPE) c. Anna-Lena Groenefeld/Coco Vandeweghe (GER/USA) - lunedì, 3° match sul Court 8 ]]>
Wed, 6 May 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ EX PILSEN WILSON CUP - Vince Summaria, stop in finale per la Stefanini ]]> nella foto), settima favorita del torneo, sconfitta nella finale femminile per 64 46 63 dalla wild card ceca Tereza Prochazkova.
-----------------------

RISULTATI
"Ex Pilsen Wilson Cup"
Itf Junior Circuit
Plzen, Repubblica Ceca
1° - 5 luglio, 2015
Grade 2 - terra

SINGOLARE MASCHILE
Quarti
(2) Corrado Summaria (ITA) b. (6) Filip Duda (CZE) 76(3) 46 60

Semifinali
(2) Corrado Summaria (ITA) b. Petr Hajek (CZE) 63 64

Finale
Semifinali
(2) Corrado Summaria (ITA) b. (wc, 1) Patrik Rikl (CZE) 63 75

SINGOLARE FEMMINILE
Quarti
(7) Lucrezia Stefanini (ITA) b. Victoria Emma (USA) 16 75 62

Semifinali
(7) Lucrezia Stefanini (ITA) b. Lea Boskovic (CRO) 46 75 61

Finale
(wc) Tereza Prochazkova (CZE) b. (7) Lucrezia Stefanini (ITA) 64 46 63 ]]>
Wed, 6 May 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF TORUN - Gatto-Monticone sconfitta in finale ]]> nella foto) nella finale del 25mila dollari di Torun, in Polonia: la 27enne piemontese, sesta favorita del seeding, ha ceduto per 46 61 64 alla slovacca Kristina Kucova, testa di serie numero uno del torneo.
--------------------------

RISULTATI
"Bella Cup 2015"
Itf Pro Circuit
Torun, Polonia
29 giugno - 5 luglio, 2015
$25.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
Rebecca Sramkova (SVK) b. Martina Caregaro (ITA) 63 67(4) 60
(6) Giulia Gatto-Monticone (ITA) b. (q) Cristina Ene (ROU) 63 26 61

Secondo turno
(6) Giulia Gatto-Monticone (ITA) b. (q) Magdalena Frech (POL) 63 61

Quarti
(6) Giulia Gatto-Monticone (ITA) b. (q) Melanie Klaffner (AUT) 76(3) 61

Semifinali
(6) Giulia Gatto-Monticone (ITA) b. Dia Evtimova (BUL) 63 61

Finale
(1) Kristina Kucova (SVK) b. (6) Giulia Gatto-Monticone (ITA) 46 61 64 ]]>
Wed, 6 May 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ WIMBLEDON: OTTAVI FEMMINILI - Tra conferme, sorprese e derby di famiglia ]]> Di seguito tutte le sfide degli ottavi dei "The Championships" 2015:

(1) Serena Williams (Usa) c. (16) Venus Williams (Usa)
Non sempre il sister act ha offerto grande spettacolo. Regia o meno di papà Richard. Serena è avanti per 14 a 11 su Venus, 3-2 nelle sfide giocate sui prati di Church Road, dove non si affrontano da sei anni (la finale del 2009, vinta da Serena). In due vantano la bellezza di 10 titoli a Wimbledon, equamente ripartiti: per la prima volta si incontrano negli ottavi (in precedenza una semifinale e ben quattro finali le hanno viste protagoniste). Serena, che è stata a due punti dalla sconfitta con l'inglesina Watson, è in piena corsa per il mitico Grand Slam: ma davvero Venus vorrà infrangere il suo sogno?

(23) Victoria Azarenka (Blr) c. (30) Belinda Bencic (Sui)
Vika sta tornando. Non ha avuto un tabellone impossibile la ex numero uno del mondo, ma non ha ceduto un set. A Wimbledon è arrivata due volte in semifinale, nel 2011 e nel 2012, i suoi anni d'oro. Sulla sua strada la 25enne di Minsk trova una 18enne con le stimmate della fuoriclasse: Belinda Bencic. Allenata per anni da mamma Hingis, la teen-ager di Flawil, supportata in tribuna da Martina, all'All England Club ha vinto il titolo junior nel 2013, anno in cui è stata numero uno del mondo della categoria. Alla vigilia di Wimbledon ha conquistato ad Eastbourne il suo primo titolo Wta e fin qui nel torneo ha offerto belle prove di carattere contro l'"erbivora" Pironkova (mica male come esordio!), Friedsam e Mattek-Sands. Tra Azarenka e Bencic non ci sono precedenti.

(4) Maria Sharapova (Rus) c. Zarina Diyas (Kaz)
Wimbledon, undici anni fa, la proiettò nell'Olimpo mondiale. Da allora per la Sharapova più delusioni che gioie, e soltanto un'altra finale giocata e persa nel 2011 contro la Kvitova. Masha fin qui ha vinto in scioltezza ma senza esaltare. La Diyas, alla sua seconda presenza consecutiva negli ottavi (su altrettante partecipazioni) può essere un test significativo per saggiare le ambizioni di Maria la siberiana. La 21enne di kazaka di Almaty ha perso solo un set - contro l'azzurra Flavia Pennetta all'esordio - ed al terzo turno ha rispedito a casa Andrea Petkovic. Tra le due un solo precedente, favorevole alla Sharapova che quest'anno al terzo turno degli Aus Open ha concesso solo due game a Zarina.

Coco Vandeweghe (Usa) c. (6) Lucie Safarova (Cze)
Anche questo è un match inedito. Alzi la mano chi avrebbe mai pronosticato la massiccia newyorkese negli ottavi dello Slam londinese. Gran servizio e qualche problema di mobilità, a Coco non fa di certo difetto l'autostima: "Gioco a tennis perché penso di poter diventare la numero uno", ha detto nei giorni scorsi la 23enne statunitense. Intanto non ha perso un set ed ha eliminato tenniste come Karolina Pliskova (n. 11) e Sam Stosur (sotto per 2-0, all'australiana ha rifilato dodici giochi di fila!). Safarova, finalista all'ultimo Roland Garros, appare però fuori dalla sua portata. Lucie ha perso un paio di set, peraltro contro Riske e Stephens, ma a 28 anni sta vivendo la sua miglior stagione di sempre e c'è da giurare che voglia far bene anche a Wimbledon dove, proprio dodici mesi fa, aveva raggiunto la sua prima semifinale Slam. L'inizio della sua perentoria scalata all'elite del ranking mondiale.

(5) Caroline Wozniacki (Den) c. (20) Garbine Muguruza (Esp)
"Caro" e l'erba non hanno mai fatto faville, ma ad ogni modo la campionessa di Odense che proprio sabato - giorno della finale femminile - compirà 25 anni, per la quinta volta in carriera è negli ottavi. La numero 5 del seeding ha impressionato soprattutto nel match di terzo turno contro (ahinoi) Camila Giorgi. Solida, concentrata, determinata: nemmeno esultava più di tanto dopo ogni singolo punto (del resto temeva l'azzurra contro la quale aveva perso due volte su tre). Ora trova dall'altra parte della rete Garbine, 21enne spagnola di origini venezuelane, che ai "The Championships" non si era mai spinta più in la del secondo turno, ma che questa volta strada facendo ha eliminato Lucic, semifinalista a Wimbledon addirittura nel 1999, ed Angelique Kerber, la tedesca che un paio di settimane fa aveva conquistato il suo primo trofeo sui prati a Birmingham. Proprio contro la Kerber la spagnola ha vinto il combattutissimo tie-break (14-12) che ha deciso il primo set: per lei dopo la vittoria anche qualche lacrima. Nel bilancio dei confronti diretti Garbine è avanti 2-1 su Caroline: la danese si è aggiudicata però l'ultima sfida, in semifinale a Tokyo lo scorso anno.

(15) Timea Bacsinszky (Sui) c. Monica Niculescu (Rou)
Nella sua "prima carriera" la 26enne di Losanna non aveva mai vinto due match di fila in un major. Ecco che nella "seconda" la Bacsinszky si è presa il lusso, nel giro di un mese, di fare semifinale a Parigi e raggiungere il quarto turno a Londra. Timea si è sbarazzata di due tedesche pericolose come Goerges e, soprattutto, "ace-woman" Lisicki (finalista nel 2013) che per solito sull'erba di Wimbledon si trasforma. Sulla carta è favorita contro la 27enne di Slatina, anche lei in passato mai oltre il secondo turno a Wimbledon. Se non che Monica, "propietaria" del diritto più anomalo del circuito - un colpo stranamente affettato, decisamente brutto a vedersi ma estremamente efficace - negli scontri diretti è avanti per 4-1. Tutti i match in questione appartengono a Bacsinszky Uno: la versione 2.0 sembra molto più determinata e consapevole della sua forza.

(21) Madison Keys (Usa) c. (q) Olga Govortsova (Blr)
Dopo due stop di fila al terzo turno finalmente la 20enne di Rock Island è arrivata negli ottavi di Wimbledon. Nel suo box siede da inizio stagione Lindsay Davenport ed i consigli dell'ex number one statunitense stanno finalmente apportando dei miglioramenti, soprattutto sotto l'aspetto tattico, nel gioco della giovane americana, la più accreditata tra le eredi delle Williams sisters. Per Madison ora c'è la Govortsova: la 26enne di Minsk, numero 122 Wta (ma da giovane prometteva bene: è stata numero 35 nel 2008), partita dalle qualificazioni, si è infilata nel settore presidiato da Makarova e Cornet. La bielorussa al secondo round ha eliminato proprio la francese che lo scorso anno buttò fuori Serena ed al terzo turno si è confermata poi contro la Rybarikova. La Keys si è aggiudicata l'unico precedente.

(13) Agnieszka Radwanska (Pol) c. (28) Jelena Jankovic (Srb)
"Aga" sui prati di Church Road si trova piuttosto bene: qui del resto ha raggiunto la sua prima, e fin'ora unica finale Slam, nel 2012 (stoppata da Serena). La polacca, in questa stagione scivolata fuori dalle top ten, ha ceduto fin'ora solo dodici giochi. Prossima avversaria per lei Jelena Jankovic, che ha firmato l'impresa del terzo turno eliminando in un match incredibile la campionessa in carica Petra Kvitova. Così la 30enne di Belgrado si è ritrovata per la quinta volta negli ottavi ai "The Championships" (nelle quattro precedenti occasioni non è mai riuscita ad andare oltre). J.J. non è certamente una giocatrice "da erba" ma sui prati londinesi in passato si è tolta qualche soddisfazione: ha battuto Venus nel 2006, Safarova nel 2007 e Wozniacki nel 2008, curiosamente sempre al terzo turno.... Nel bilancio dei precedenti Radwanska è avanti 5-2 ma Jelena, che fin qui ha sempre vinto in tre set, è pronta a vendere cara la pelle.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO FEMMINILE
]]>
Wed, 6 May 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ WIMBLEDON: OTTAVI MASCHILI - Mancano 7 delle prime 16 teste di serie ]]> Di seguito una breve analisi delle sfide degli ottavi.

(1) Novak Djokovic (SRB) c. (14) Kevin Anderson (RSA)
Nole, che a Wimbledon ha conquistato il titolo lo scorso anno e nel 2011, conduce 4-1 nei precedenti e sin qui non ha perso un set. Sull’erba londinese ha già battuto nel 2001 il 29enne sudafricano, mai oltre gli ottavi nei Championships. L’unico successo di Anderson è del 2008 sul cemento a Miami.

(9) Marin Cilic (CRO) c. Denis Kudla (USA)
Il coach del croato, Goran Ivanisevic, sa come si vince a Wimbledon: lo ha fatto nel 2001. L’impressione è che il suo allievo non si muova granché bene sui prati e sin qui si sia tenuto a galla soprattutto grazie al servizio: Cilic si è salvato 12-10 al quinto contro un altro granatiere del circuito, lo statunitense Isner. Insomma l’erba non è il cemento di Flushing Meadows, dove il croato nato a Medjugorje ha trionfato l’anno scorso. Non ci sono precedenti con Kudla; il 22enne statunitense della Virginia, in tabellone grazie ad una wild vard e numero 105 Atp, è una delle sorprese del torneo e mai si era spinto oltre il secondo turno in uno Slam.

(4) Stanislas Wawrinka (SUI) c. (16) David Goffin (BEL)
Due precedenti entrambi a favore dello svizzero; ha trionfato al Roland Garros, non ha perso un set nei primi tre turni, ma sull’erba è ancora un’incognita. Per Goffin, 24enne belga, sono i primi ottavi a Wimbledon (lo stesso risultato lo ha ottenuto sulla terra rossa del Roland Garros nel 2012).

(21) Richard Gasquet (FRA) c. (26) Nick Kyrgios (AUS)
Il francese, ex enfant prodige del tennis mondiale, al terzo turno ha fatto fuori un altro grande talento finora inespresso, il bulgaro Dimitrov. Conduce 2-1 nei precedenti con Kyrgios, che però lo ha battuto lo scorso anno a Wimbledon annullandogli nove match point. Il ventenne australiano di padre greco e madre malese con la sua esuberanza e il suo tennis potente, che sembra fatto apposta per i prati, può essere la grande novità di questa edizione dei Championships e sbancare il torneo. Ha le stimmate e il carisma del potenziale numero uno del futuro.

Vasek Pospisil (CAN) c. (22) Victor Troicki (SRB)
Il 25enne di Vernon è il canadese che non ti aspetti dopo l’eliminazione di Raonic. Bravo ad infilarsi nel corridoio giusto, è al primo ottavo in uno Slam. Un traguardo che il 29enne Troicki aveva già raggiunto a Wimbledon nel 2009: ha fermato la corsa del tennista rasta Dustin Brown, riportandolo a terra dopo che il giamaicano-tedesco aveva messo ko Nadal. Non ci sono precedenti.

(23) Ivo Karlovic (CRO) c. (3) Andy Murray (GBR)
I precedenti non lasciano dubbi: 5-0 per lo scozzese, che ha già battuto il croato a Wimbledon nel 2012. Murray ha vinto il torneo nel 2013, 77 anni dopo il mitico Fred Perry, e giocato la finale l’anno prima. Il gigante di Zagabria, giocatore più alto del circuito con i suoi 211 centimetri, a 36 anni ha centrato gli ottavi nello Slam londinese, dove vanta i quarti nel 2009, a suon di ace: nei primi tre incontri ne ha collezionati 136: il record ai Championships è del suo connazionale Goran Ivanisevic, che nel 2001, quando vinse il torneo, arrivò a quota 212.

(6) Tomas Berdych (CZE) c. (12) Gilles Simon (FRA)
Il francese conduce 6-4 nei precedenti, ma il favorito è il ceco, che a Wimbledon ha raggiunto la finale nel 2010. Simon invece sui prati di Church Road non si è mai spinto oltre il quarto turno.

(20) Roberto Bautista-Agut (ESP) c. (2) Roger Federer (SUI)
Gli spagnoli orfani di Nadal, si aggrappano al 27enne di Castellon de la Plana, mai così avanti in uno Slam e bravo a sfruttare il corridoio giusto. Ma Federer, che va a caccia dell’ottavo trionfo a Wimbledon, il 18esimo in uno Slam, è nettamente favorito. Due i precedenti entrambi lo scorso anno (US Open e Shanghai) e entrambi a favore del 33enne campione di Basilea. ]]>
Wed, 6 May 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ TODI CHALLENGER - Via alle qualificazioni ]]> nella foto), Lorenzo Giustino, Salvatore Caruso, Flavio Cipolla e Stefano Napolitano.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI

]]>
Wed, 6 May 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ PREVEZA CUP - Finale amara per Iannaccone ]]> -----------------------

RISULTATI
"Preveza Cup"
Itf Junior Circuit
Preveza, Grecia
30 giugno - 5 luglio, 2015
Grade 5 - cemento

SINGOLARE MASCHILE
Quarti
Francesco Forti (ITA) b. (wc) Athanassios Manekas (GRE) 64 75
(wc) Riccardo Perin (ITA) b. (q) Guido Marson (ITA) 76(4) 16 62
Federico Iannaccone (ITA) b. (8) Vasileios Iliopoulos (GRE) 62 64

Semifinali
(1) Christos Antonopoulos (GRE) b. Francesco Forti (ITA) 36 61 62
Federico Iannaccone (ITA) b. (wc) Riccardo Perin (ITA) 64 60

Finale
(1) Christos Antonopoulos (GRE) b. Federico Iannaccone (ITA) 61 62

SINGOLARE FEMMINILE
Quarti
(LL) Magdalini Adaloglou (GRE) b. Lisa Piccinetti (ITA) 63 76(7)
(q) Athanasia Tselou (GRE) b. Benedetta Ivaldi (ITA) 76(3) 63 ]]>
Wed, 6 May 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ WIMBLEDON - DAY 7 - Si torna in campo lunedì per gli ottavi ]]>
Centre Court
a partire dalle ore 13 locali, le 14 in Italia
(1) Serena Williams (USA) c. (16) Venus Williams (USA)
(23) Ivo Karlovic (CRO) c. (3) Andy Murray (GBR)
(20= Roberto Bautista Agut (ESP) c. (2) Roger Federer (SUI)

Court 1
a partire dalle ore 13 locali, le 14 in Italia
(4) Maria Sharapova (RUS) c. Zarina Diyas (KAZ)
(4) Stan Wawrinka (SUI) c. (16) David Goffin (BEL)
(1) Novak Djokovic (SRB) c. (14) Kevin Anderson (RSA)

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO FEMMINILE ]]>
Wed, 6 May 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ WIMBLEDON STORY - LE GRANDI FINALI SU SUPERTENNIS - Stasera alle 19.30 Djokovic vs Murray (2013) ]]> Domenica alle ore 19.30 il match che ha assegnato il titolo maschile ai "The Championships" del 2013: protagonisti Novak Djokovic ed Andy Murray. Il 26enne serbo di Belgrado, numero uno del mondo, è alla sua seconda finale londinese dopo quella vinta nel 2011 contro Nadal. Ma anche il 26enne scozzese di Dunblane gioca la sua seconda finale dopo essere stato l'anno precedente il primo suddito di Sua Maestà ad approdare al match-clou di Wimbledon dal 1938. In Gran Bretagna l'attesa è fortissima anche perché proprio Murray, vincendo gli Us Open del 2012, ha interrotto un digiuno Slam che oltre Manica durava da 287 tornei. I due campioni danno vita ad una sfida emozionante, assolutamente da non perdere. ]]> Wed, 6 May 2015 22:00:00 UTC <![CDATA[ TROPPO FORTE MURRAY - Seppi ko con lo scozzese sul Centre Court ]]> Una volta tornati in campo hanno vinto sei giochi consecutivi. Tanto che a fine incontro, quando si sono stretti la mano, Andreas ha scherzato con Murray: “Hai usato la mia stessa tattica…”, gli ha detto ed entrambi hanno riso.

Il 31enne altoatesino aveva battuto solo una volta Murray e proprio sull’erba: nel 2006 nei quarti a Nottingham. Allora il tennista di Dunblane aveva appena 19 anni ed è diventato un altro giocatore, uno dei più forti del circuito. E’ arrivato a Wimbledon in forma strepitosa, avendo vinto tre degli ultimi quattro tornei e perdendo solo da Djokovic in semifinale a Parigi in cinque set. Al Queen's, tradizionale appuntamento che precede i Championships, ha dato una dimostrazione di forza imbarazzante vincendo il torneo per la quarta volta nel Club della Regina a mani basse, anche se, va detto, non c’erano i suoi principali rivali, da Djokovic a Federer. Sta impressionando soprattutto nei colpi di inizio gioco: serve benissimo e risponde ancora meglio, qualità fondamentali sui prati. In più gioca senza avere sulle spalle il macigno di una nazione intera che aspetta il trionfo. Quel peso se l’è tolto, come detto, due anni emulando il mitico Fred Perry.

Nei primi due set non c’è stata partita, con Murray che è subito scappato via sin dall’inizio e l’azzurro costretto sempre a rincorrere. Due i break in favore dello scozzese sia nel primo che nel secondo parziale e doppio 62. Nel terzo Andreas è partito meglio difendendo con successo il proprio turno di battuta, poi sul 2-1 in suo favore, come detto, ha chiesto l’intervento del medico per il problema alla gamba. E qui, per circa mezzora, la partita è girata con lo scozzese alle prese con il dolore alla spalla. Improvvisamente il britannico ha smesso di forzare al servizio e Seppi ne ha approfittato: 61 il terzo parziale e un break in apertura di quarto, quando è stato il 28enne di Dunblane a chiedere lo stop per farsi curare. “Nel terzo set sono riuscito a spingere di più, all’inizio non sentivo la palla, non trovavo il giusto timing”, ha sottolineato l’altoatesino. Peccato che dopo il medical time out, come d’incanto, è tornato il Murray dei primi due set, anche grazie ad un calo di Andreas, che probabilmente ha pagato la tensione più che la fatica, ha smesso di spingere con le gambe e ha commesso qualche errore di troppo negli scambi da fondo perdendo la misura dei colpi. Dallo 0-1 lo scozzese non ha concesso più nulla infilando sei game consecutivi e chiudendo il match.

Esce di scena così l’ultimo azzurro in corsa nel torneo maschile: Seppi sull’erba dello Slam londinese vanta un ottavo nel 2013, quando venne fermato da Juan Martin Del Potro. Su Centre Court aveva giocato solo alle Olimpiadi di Londra 2012: perse sempre con l’argentino.

________________

RISULTATI
“The Championships”
Grand Slam
Wimbledon (Londra), Gran Bretagna
29 giugno - 12 luglio, 2015
£26.750.000 - erba

SINGOLARE
Primo turno
(5) Key Nishikori (JPN) b. Simone Bolelli (ITA) 63 67(4) 62 36 63
(wc) James Ward (GBR) b. (LL) Luca Vanni (ITA) 67(4) 62 64 63
Jiri Vesely (CZE) b. Paolo Lorenzi (ITA) 76 (7) 76 (6) 64
(30) Fabio Fognini (ITA) b. Tim Smyczek (USA) 64 63 62
(25) Andreas Seppi (ITA) b. Brydan Klein (GBR) 63 62 62

Secondo turno
Vasek Pospisil (CAN) b. (30) Fabio Fognini (ITA) 63 64 16 63
(25) Andreas Seppi (ITA) b.Borna Coric (CRO) 46 64 67 (3) 61 61

Terzo turno
(3) Andy Murray (GBR) b. (25) Andreas Seppi (ITA) 62 62 16 61

DOPPIO
Primo turno
Guillermo Garcia-Lopez/Malek Jaziri (ESP/TUN) b. (5) Simone Bolelli/Fabio Fognini (ITA) 75 76(2) 63
Jonathan Erlich/Philipp Petzschner (ISR/GER) b. Andreas Seppi/Albert Ramos-Vinolas (ITA/ESP) 64 62 46 63

QUALIFICAZIONI
Primo turno
(3) Guido Pella (ARG) b. Roberto Marcora (ITA) 64 46 63
(25) Elias Ymer (SWE) b. Thomas Fabbiano (ITA) 46 63 64
Matteo Donati (ITA) b. Yuki Bhambri (IND) 76 (5) 26 62
(5) Luca Vanni (ITA) b. Maxime Hamou (FRA) 64 62
Matteo Viola (ITA) b. (10) Alejandro Gonzalez (COL) 61 64
Andrea Arnaboldi (ITA) b. Renzo Olivo (ARG) 64 76 (4)

Secondo turno
Matteo Donati (ITA) b. Yoshihito Nishioka (JPN) 46 76(1) 62
(5) Luca Vanni (ITA) b. Konstantin Kravchuk (RUS) 76(5) 63
Jan Mertl (CZE) b. Matteo Viola (ITA) 64 76(3)
Andrea Arnaboldi (ITA) b. Guido Andreozzi (ARG) 75 76(2)

Turno di qualificazione
Hiroki Moriya (JPN) b. Matteo Donati (ITA) 64 63 62
Luke Saville (AUS) b. (5) Luca Vanni (ITA) 46 46 63 76(7) 64
(12) Dustin Brown (GER) b. Andrea Arnaboldi (ITA) 76(1) 63 64 ]]>
Mon, 6 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ KVITOVA SHOCK, VINCE JANKOVIC - "Doppio colpo" Karlovic: a 36 anni è al 4° turno ]]> "Non so dire quanto sia felice - ha ammesso J.J. a caldo - battere sul centrale di Wimbledon la campionessa in carica è un'emozione grandissima. Soprattutto visto che negli ultimi anni qui avevo giocato piuttosto male". Jankovic non è certamente una giocatrice "da erba" ma sui prati londinesi in passato si è tolta qualche soddisfazione: ha battuto Venus Williams nel 2006, Lucie Safarova nel 2007 e Caroline Wozniacki nel 2008, curiosamente sempre al terzo turno.... Lunedì negli ottavi troverà Aga Radwanka, tredicesima testa di serie (n. 28), che sta vivendo una stagione tutt'altro che esaltante: la polacca è avanti 5-2 nei precedenti ma Jelena ha vinto l'ultima sfida, giocata lo scorso anno al Foro Italico.

Con il successo della Jankovic si è delineato il quadro degli ottavi (4° turno) femminili. Da segnalare la sofferta vittoria della spagnola Muguruza (n. 20), mai così avanti a Wimbledon, che ha eliminato in tre set la tedesca Kerber (n. 10), il successo della Bacsinszky (semifinalista all'ultimo Roland Garros), che ha battuto "l'erbivora" tedesca Lisicki, assolutamente irriconoscibile, e l'exploit di Olga Govortsova: la 26enne di Minsk, numero 122 Wta (ma da ragazzina prometteva bene: è stata numero 35 nel 2008), partita dalle qualificazioni, si è infilata nel settore presidiato da Makarova e Cornet (al secondo round ha eliminato proprio la francese) e al terzo turno si è imposta sulla slovacca Magdalena Rybarikova che prima di quest'anno, in sette partecipazioni, sui prati di Church Road non aveva mai vinto una partita. Negli ottavi la Govortsova sfiderà la statunitense Keys (n. 21). Proprio Madison ha firmato il poker a stelle e strisce in questo terzo turno. Sono ben quattro infatti le statunitensi ancora in corsa: Serena Williams, Venus Williams, la Keys e Coco Vandeweghe. Non accadeva dal 2004: in quell'edizione ci erano riuscite ancora Serena, Lindsay Davenport, Amy Frazier e Jennifer Capriati.

In compenso a livello maschile c'è un solo tennista statunitense negli ottavi a Wimbledon - è una buona notizia visto che nelle ultime due edizioni del torneo non ce n'era stato nemmeno uno... - e si tratta pure di una sorpresa: la wild card Dennis Kudla, numero 105 del ranking mondiale, bravo a sfruttare il corridoio liberatosi dopo il ritiro di Nishikori. Tanto per non fare paragoni con il settore rosa l'ultima volta che gli Stati Uniti hanno avuto quattro loro rappresentati negli ottavi è stata nel 1999 con Pete Sampras, Andre Agassi, Jim Courier e Todd Martin. Ma quelli erano altri tempi. Nella parte bassa del tabellone, impegnata in questa sesta giornata, da segnalare la vittoria in quattro set del croato Ivo Karlovic, 36 anni, su Tsonga, propiziata da un "doppio tocco" sulla volée di diritto con la quale il gigante di Zagabria ha cancellato uno dei due set-point che avrebbero potuto prolungare l'incontro al quinto.
Prima volta negli ottavi di uno Slam per il canadese Vasek Pospisil, vincitore lo scorso anno del titolo del doppio ai "The Championships" in coppia con lo statunitense Jack Sock, che ha dato un grosso dispiacere agli appassionati britannici eliminando in cinque set James Ward, bravo a sfruttare il forfait di Ferrer in quello spicchio di draw. Ha faticato più del dovuto Tomas Berdych, finalista nel 2010, contro lo spagnolo Andujar che prima di quest'anno non aveva mai vinto in carriera un match sull'erba, e persino Sua Maestà Roger Federer ha concesso un set al bombardiere aussie Sam Groth. Ora una giornata di riposo per tutti - la domenica di mezzo a Wimbledon non si gioca - prima di tornare in campo lunedì per gli ottavi. Da adesso in poi vietato distrarsi.

SINGOLARE MASCHILE

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO MASCHILE

DOPPIO FEMMINILE
]]>
Mon, 6 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITALIA F17 - Sassuolo - Quali: Carli già nel MD, altri 11 italiani al turno decosivo ]]> nella foto).

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE

QUALIFICAZIONI MASCHILI ]]>
Mon, 6 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF BRUXELLES - Finale anche per Alice Matteucci ]]> nella foto), prima favorita del seeding, ha centrato l'ingresso nella finale del 10mila dollari di Bruxelles, in Belgio: in semifinale la giocatrice italiana ha battuto per 62 64 la tedesca Dana Kremer, proveniente dalle qualificazioni. Ultimo ostacolo - domenica - la belga Elyne Boeykens.
--------------------------

RISULTATI
"Iris Ladies Trophy"
Itf Pro Circuit
Brussels, Belgio
29 giugno - 5 luglio, 2015
$10.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
(1) Alice Matteucci (ITA) b. (q) Emily Casteleyn (BEL) 62 64
(5) Alice Balducci (ITA) b. Laetitia Sarrazin (FRA) 64 62

Secondo turno
(1) Alice Matteucci (ITA) b. (q) Lisa Matviyenko (GER) 76(0) 76(4)
(5) Alice Balducci (ITA) b. Margot Yerolymos (FRA) 63 62

Quarti
(1) Alice Matteucci (ITA) b. (5) Alice Balducci (ITA) 61 26 64

Semifinali
(1) Alice Matteucci (ITA) b. (q) Dana Kremer (GER) 62 64

Finale
(1) Alice Matteucci (ITA) c. Elyne Boeykens (BEL) ]]>
Mon, 6 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ PADOVA CHALLENGER - Gaio si ferma in semifinale ]]> nella foto) nell'"Atp Challenger 2001 Team Padova", torneo dotato di un montepremi di 42.500 euro in corso sui campi in terra rossa del Centro Sportivo 2000 di Padova. Il faentino, proveniente dalle qualificazioni, ha ceduto per 36 63 75, in quasi due ore e un quarto di gioco, allo spagnolo Albert Montanes, quarto favorito del seeding.
Nell'altra semifinale successo dello slovacco Andrej Martin che ha battuto per 67(5) 64 62 il francese Calvin Hemery.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI ]]>
Mon, 6 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF AMARANTE - Ferrando centra la finale ]]> nella foto) è in finale nel 10mila dollari di Amarante, in Portogallo: in semifinale la giocatrice italiana, numero due del tabellone, ha sconfitto per 63 36 63 la spagnola Ainhoa Atucha Gomez. Ultimo ostacolo - domenica - la tedesca Julia Wachaczyk.
--------------------------

RISULTATI
"Amarante Ladies Open"
Itf Pro Circuit
Amarante, Portogallo
29 giugno - 5 luglio, 2015
$10.000 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
(1) Corinna Dentoni (ITA) b. (q) Laura Marti (ESP) 60 61
(2) Cristiana Ferrando (ITA) b. (wc) Mariana Oliveira (POR) 61 60

Secondo turno
Joana Vale Costa (POR) b. (1) Corinna Dentoni (ITA) 76(4) 61
(2) Cristiana Ferrando (ITA) b. Angela Leweurs (FRA) 46 64 61

Quarti
(2) Cristiana Ferrando (ITA) b. Clemence Fayol (FRA) 46 61 61

Semifinali
(2) Cristiana Ferrando (ITA) b. Ainhoa Atucha Gomez (ESP) 63 36 63

Finale
(2) Cristiana Ferrando (ITA) c. Julia Wachaczyk (GER) ]]>
Mon, 6 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ WIMBLEDON JUNIOR - Pellegrino e la Torelli subito fuori - In tabellone anche Bonacia e Mosciatti ]]> nella foto) e Beatrice Torelli nel primo turno dei "The Junior Championships" di Wimbledon, in corso sui prati dell'All England Club. Pellegrino è stato sconfitto 64 60 dallo svizzero Johan Nikles mentre la Torelli, unica azzurrina in gara, ha ceduto per 60 63 all'ungherese Fanni Stollar, undicesima testa di serie.

Va ricordato che nel tabellone maschile sono in corsa anche Federico Bonacia e Marco Mosciatti, quest'ultimo passato attraverso le qualificazioni.
-----------------------

RISULTATI
"The Junior Championships"
Itf Junior Circuit
Wimbledon, Gran Bretagna
4 - 12 luglio, 2015
Grade A - terra

SINGOLARE MASCHILE
Primo turno
(q) Marco Mosciatti (ITA) c. Lukas Klein (SVK) - lunedì, 3° match sul Court 19
Federico Bonacia (ITA) c. (q) EmilReinberg (USA) - lunedì, 3° match sul Court 9
Johan Nikles (SUI) b. Andrea Pellegrino (ITA) 64 60

DOPPIO MASCHILE
Primo turno
Federico Bonacia/Andrea Pellegrino (ITA) c. Geoffrey Blancaneaux/Aziz Dougaz (FRA/TUN)
Marco Mosciatti/Marko Osmakic (ITA/SUI) c. Marcelo Tomas Barrios Vera/Juan Jose Rosas (CHI/PER)

QUALIFICAZIONI MASCHILI
Primo turno
(4) Marco Mosciatti (ITA) b. Liam Caruana (USA) 36 64 75

Turno di qualificazione
(4) Marco Mosciatti (ITA) b. (16) Yshai Oliel (ISR) 63 64

SINGOLARE FEMMINILE
Primo turno
(11) Fanni Stollar (HUN) b. Beatrice Torelli (ITA) 60 63

DOPPIO FEMMINILE
Primo turno
Beatrice Torelli/Viktoria Kuzmova (ITA/SVK) c. (wc) Anna Brogan/Freya Christie (GBR)

QUALIFICAZIONI FEMMINILI
Primo turno
(13) Eleni Christofi (GRE) b. Jessica Pieri (ITA) 62 36 63
(9) Ludmilla Samsonova (ITA) b. (wc) Emily Appleton (GBR) 26 61 61

Turno di qualificazione
Sophia Chow (BRA) b. (9) Ludmilla Samsonova (ITA) 16 60 63
]]>
Mon, 6 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ GIORGI CEDE ALLA WOZNIACKI - La danese perfetta, Camila troppo fallosa ]]>
Primo set dal risultato forse troppo severo per l’azzurra, poi nel secondo la maggiore consistenza della 25enne danese, che mai prima ai Championships era andata oltre gli ottavi, ha avuto nettamente il sopravvento sul tennis istintivo dell’italiana, il cui tennis è sempre spinto all’estremo e spesso troppo rischioso. Quella che è la sua qualità migliore, talvolta diventa il suo peggior limite. Camila ha cominciato in salita commettendo due doppi falli nel primo game (in totale sono stati nove): sotto 2-0 ha rimontato fino al 2-2, ma ha subito quattro game di fila della rivale dopo aver avuto la palle del 3-2 e anche quella del 3-3. “Dopo averla agganciato nel primo set - racconta - pensavo che la partita potesse cambiare. Purtroppo ho commesso troppi errori, ho avuto troppo fretta. Soprattutto nel secondo set non sceglievo mai il momento gusto per accelerare”. La Wozniacki, solidissima con il rovescio bimane (un po’ meno di diritto), ha sfoderato un paio di lob sulle accelerazioni della Giorgi che hanno lasciato di sasso l’azzurra, che probabilmente ha anche pagato la tensione di una sfida che non la vedeva nettamente sfavorita. Strano, visto che pur non essendo ancora mai entrata tra le top 30 vanta un clamoroso 60% di vittorie contro le prime 10 del mondo. Tra le sue vittime più illustri Sharapova e Azarenka, due ex n.1.

Inoltre proprio sull’erba, quella olandese di 's-Hertogenbosch, tre settimane fa, aveva conquistato il suo primo titolo Wta: sui prati di Church Road vanta gli ottavi nel 2012 ed il terzo turno già nel 2013, oltre che in questa edizione. E in passato aveva battuto la Wozniacki per due volte, All’ex numero è legata una delle sue vittorie più belle: l’ha battuta nel 2013 sull’Arthur Ashe al terzo turno degli US Open in tre set (46 64 63)

Nel secondo parziale Camila si è smarrita ed ha continuato ad infilare un errore dopo l’altro. Impietoso il computo dei gratuiti: 30 contro appena 3 della danese (praticamente come giocare contro un muro di gomma), un bilancio che suona come una condanna.

Ad ammetterlo è lei stessa: “Ho fatto tutto io. Da fondo sbagliavo, le volée non le chiudevo, tiravo il lungolinea quando avrei dovuto scegliere l’incrociato. Soprattutto non ero reattiva come al solito, le gambe non rispondevano”.

Una spiegazione a questo calo fisico l’ha data il padre Sergio, il suo coach: “Era già successo contro la Arruabarrena nel turno precedente anche se poi aveva vinto. Dopo aver vinto in Olanda è stata male già prima di Eastbourne e ha perso quasi tre chili e questo fisicamente l’ha condizionata. Ad un torneo dello Slam devi arrivare in condizioni perfette, sennò paghi”.

---------------------------

RISULTATI
“The Championships”
Grand Slam
Wimbledon (Londra), Gran Bretagna
29 giugno - 12 luglio, 2015
£26.750.000 - erba

SINGOLARE
Primo turno
(19) Sara Errani (ITA) b. Francesca Schiavone (ITA) 62 57 61
Aleksandra Krunic (SRB) b. Roberta Vinci (ITA) 62 64
Zarina Diyas (KAZ) b. (24) Flavia Pennetta (ITA) 63 26 64
(31) Camila Giorgi (ITA) b. Teliana Pereira (BRA) 76 (4) 63
Magdalena Rybarikova (SVK) b. Karin Knapp (ITA) 76(6) 3-0 rit.

Secondo turno
Aleksandra Krunic (SRB) b. (19) Sara Errani (ITA) 63 67(2) 62
(31) Camila Giorgi (ITA) b. Lara Arruabarrena (ESP) 60 76 (5)

Terzo turno
(5) Caroline Wozniacki (DEN) b. (31) Camila Giorgi (ITA) 62 62

DOPPIO
Primo turno
Francesca Schiavone/Kimiko Date-Krumm (ITA/JPN) b. Klaudia Jans-Ignacik/Andreja Klepac (POL/SLO) 64 62
Karin Knapp/Roberta Vinci (ITA) b. Chin-Wei Chan/Nicole Melichar (TPE/USA) 62 64
(7) Flavia Pennetta/Su-Wei Hsieh (ITATPE) b. Elena Bogdan/Simona Halep (ROU) 64 61

Secondo turno
(1) Martina Hingis/Sania Mirza (SUI/IND) b. Francesca Schiavone/Kimiko Date-Krumm (ITA/JPN) 60 61
Karin Knapp/Roberta Vinci (ITA) b. (8) Andrea Hlavackova/Lucie Hradecka (CZE) 63 36 64
(7) Flavia Pennetta/Su-Wei Hsieh (ITATPE) b. Alexandra Panova/Margarita Gasparyan (RUS) 63 64

Terzo turno
Karin Knapp/Roberta Vinci (ITA) c. (9) Casey Dellacqua/Yaroslava Shvedova (AUS/KAZ)
(7) Flavia Pennetta/Su-Wei Hsieh (ITATPE) c. Anna-Lena Groenefeld/Coco Vandeweghe (GER/USA)

QUALIFICAZIONI
Primo turno
(5) Margarita Gasparyan (RUS) b. Alberta Brianti (ITA) 62 60 ]]>
Mon, 6 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF TORINO - Quali: 2° turno con 20 tenniste italiane in corsa ]]> nella foto), Anastasia Grymalska, Anna-Giulia Remondina e Stefania Rubini.

ORDINE DI GIOCO del 5 luglio

QUALIFICAZIONI ]]>
Mon, 6 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ EX PILSEN WILSON CUP - Summaria e la Stefanini centrano la finale ]]> nella foto) si sono qualificati per la finale della "Ex Pilsen Wilson Cup", torneo junior di categoria Grade 2 in corso sui campi in terra battuta di Plzen, nella Repubblica Ceca. Summaria, secondo favorito del seeding, si giocherà il titolo con il ceco Patrik Rikl, favorito numero uno del tabellone, mentre la Stefanini, settima favorita del torneo, affronterà la wild card ceca Tereza Prochazkova.
-----------------------

RISULTATI
"Ex Pilsen Wilson Cup"
Itf Junior Circuit
Plzen, Repubblica Ceca
1° - 5 luglio, 2015
Grade 2 - terra

SINGOLARE MASCHILE
Quarti
(2) Corrado Summaria (ITA) b. (6) Filip Duda (CZE) 76(3) 46 60

Semifinali
(2) Corrado Summaria (ITA) b. Petr Hajek (CZE) 63 64

Finale
Semifinali
(2) Corrado Summaria (ITA) c. (wc, 1) Patrik Rikl (CZE)

SINGOLARE FEMMINILE
Quarti
(7) Lucrezia Stefanini (ITA) b. Victoria Emma (USA) 16 75 62

Semifinali
(7) Lucrezia Stefanini (ITA) b. Lea Boskovic (CRO) 46 75 61

Finale
(7) Lucrezia Stefanini (ITA) c. (wc) Tereza Prochazkova (CZE) ]]>
Mon, 6 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITALIA F16 - Busto Arsizio - Vince lo sloveno Nik Razborsek: dalle qualificazioni al titolo ]]>
SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE

QUALIFICAZIONI MASCHILI ]]>
Mon, 6 Apr 2015 22:00:00 UTC