<![CDATA[ Ultim'ora della Federazione Italiana Tennis ]]> Mon, 30 May 2016 04:53:31 UTC <![CDATA[ ITF BRESCIA - Otto italiane al turno di qualficazione ]]> nella foto), Alberta Brianti, Alice Balducci e Lucia Bronzetti.

< ORDINE DI GIOCO lunedì 30 maggio

QUALIFICAZIONI ]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITALIA F13 - Padova - La pioggia rallenta le qualificazioni - Otto tennisti italiani già al turno decisivo ]]> nella foto), Marco Di Maro e Francesco Salviato.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE

QUALIFICAZIONI MASCHILI ]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ MUGURUZA, ANCORA QUARTI A PARIGI - Continua la favola Rogers. Pioggia protagonista ]]>
NON C'E' DUE SENZA TRE - Per il terzo anno di fila Garbine è nei quarti di finale del Roland Garros: negli ottavi la 22enne nata a Caracas, quarta favorita del seeding, ha sconfitto per 63 64, in un'ora e 38 minuti di gioco, la russa Svetlana Kuznetsova, numero 17 del ranking mondiale e 13esima testa di serie, vincitrice a Parigi nel 2009 dopo essere già stata finalista nel 2006. Pur commettendo ancora qualche errore di troppo, Muguruza ha dato l'impressione di aver fatto grossi passi avanti rispetto agli incontri precedenti: primo set deciso da un break all'ottavo gioco, seconda frazione più equilibrata con la spagnola avanti 3-1 e 4-2 che si è fatta riagguantare sul 4 pari. Nonostante il recupero di Sveta, però, Garbine non si è disunita, ha strappato di nuovo il servizio alla russa nel nono game ed in quello successivo ha archiviato l'incontro, anche se ha avuto bisogno di ben 5 match-point. Per la Muguruza - come detto - terza qualificazione ai quarti nel major francese dove nel 2014 è stata fermata dalla Sharapova (poi vincitrice del titolo) e lo scorso anno dalla Safarova. Questa volta le prospettive sono decisamente miglior visto che la spagnola dovrà vedersela con l'outsider statunitense Shelby Rogers.

GUARDA UN PO' CHI C'E' NEGLI OTTAVI - A dire il vero la Rogers più che un'outsider è la sorpresa di questo Roland Garros. L'americana, numero 108 del ranking mondiale, che nel turno precedente ha approfittato dell'ennesima giornata storta di Petra Kvitova in questa stagione (ma che all'esordio aveva eliminato anche un'altra ceca di lusso, Karolina Pliskova), ha regolato per 63 64 Irina-Camelia Begu, 25esima testa di serie. Per la 25enne di Bucarest, per la prima volta in carriera approdata al quarto turno di Parigi, c'è parecchio da recriminare: con tutto il rispetto per la Rogers, sarebbe stato difficile trovare di meglio. Ed invece a conquistare il pass per i quarti è stata la 23enne di Mount Pleasant, South Carolina, brava nel secondo set prima a recuperare un break di svantaggio e poi a non innervosirsi quando, avanti per 4-2, si è vista riagguantare. Shelby ha "resettato" 2 nel decimo gioco ha strappato a 15 il servizio all'avversaria chiudendo l'incontro. La Rogers lo scorso febbraio era stata finalista sul "rosso" di Rio de Janeiro, stoppata da Francesca Schiavone.

E POI ARRIVO' LA PIOGGIA - Alle 20.40 la decisione di sospendere i match e di rinviare tutto a lunedì. Sul "Suzanne Lenglen" sospesa la sfida tra Radwanska e Pironkova con la polacca avanti 62 3-0. Sul "Court 1" interotto anche il match tra Halep e Stosur con la rumenna in vantaggio per 5-3 nel primo set.

AGA E TSVETANA - Radwanska e la terra battuta non si sono mai amate particolarmente: del resto se dei 18 tornei vinti uno solo è stato conquistato sul "rosso" (Bruxelles 2012) una ragione deve pur esserci. A Parigi la polacca ha raggiunto una sola volta i quarti, nel 2013: intanto, però, è negli ottavi per la quinta volta in carriera. Aga, numero due del seeding, trova dall'altra parte della rete la bulgara Tsvetana Pironkova, mai così avanti sulla terra francese, che nel turno precedente ha "asfaltato" la statunitense Sloane Stephens, 19esima testa di serie, ancora una volta deludente.

SIMONA E SAM - La Halep, sesta testa di serie e finalista al Roland Garros due anni fa, al terzo turno ha rischiato parecchio al terzo turno contro la giapponese Naomi Osaka. La 24enne di Costanta si gioca un posto nei quarti con l'australiana Stosur, 21esima testa di serie, finalista nell'edizione del 2010 dello slam francese (stoppata dalla Schiavone), che ha eliminato la ceca Lucie Safarova, 11esima testa di serie, che la finale a Parigi l'ha invece giocata l'anno scorso (superata da Serena).

RISULTATI - (4) Muguruza (ESP) b. (13) Kuznetsova (RUS) 63 64, Rogers (IUSA) b. (25) Begu (ROU) 63 64.

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO FEMMINILE

QUALIFICAZIONI FEMMINILI
]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ROLAND GARROS - DAY 9 - Ottavi per Djokovic e le Williams sisters ]]> Palcoscenico del "Philippe Chatrier" per il numero uno del mondo Nole Djokovic e per le Williams sisters: sul "Suzanne Lenglen" la sfida Ferrer-Berdych.

Questo il programma sui campi principali:

Philippe Chatrier
a partire dalle ore 11
(12) David Goffin (BEL) c. Ernests Gulbis (LAT)
(1) Novak Djokovic (SRB) c. (14) Roberto Bautista Agut (ESP)
(1) Serena Williams (USA) c. (18) Elina Svitolina (UKR)
(9) Venus Williams (USA) c. (8) Timea Bacsinszky (SUI)

Suzanne Lenglen
a partire dalle ore 11
Marcell Granollers (ESP) c. (13) Dominic Thiem (AUT)
(11) David Ferrer (ESP) c. (7) Tomas Berdych (CZE)
(12) Carla Suarez Navarro (ESP) c. Yulia Putintseva (KAZ)
Kiki Bertens (NED) c. (15) Madison Keys (USA)

Questi i campi dei match degli azzurrini/e:

Court 4
3° match a partire dalle ore 11.00
(q) Federica BILARDO (ITA) c. (8) Elena Rybakina (RUS)
5° match
Federica BILARDO/Iga Swiatek (ITA/POL) c. (6) Jodie Burrage/Panna Udvardy (GBR/HUN)

Court 8
3° match a partire dalle ore 11.00
(q) Riccardo BALZERANI (ITA) c. (9) Miomir Kecmanovic (SRB)

Court 17
4° match a partire dalle ore 11.00
Tatiana PIERI/Lucrezia STEFANINI (ITA) c. Michaela Gordon/Maria Mateas (USA)

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE MASCHILE

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO MASCHILE

DOPPIO FEMMINILE

QUALIFICAZIONI MASCHILI ]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ MURRAY E WAWRINKA AI QUARTI - Gasquet stende Nishikori, Raonic ko con Ramos ]]>
MURRAY AI QUARTI TRA URLACCI E VINCENTI – Un Murray deciso a non ripetere le sofferenze dei primi turni, concentrato e attento soprattutto nei propri turni di servizio, con il chiaro intento tattico di far scambiare il più possibile l’aitante avversario e muoverlo sul campo. Isner fa valere – com’era prevedibile – la potenza della sua battuta, così la prima frazione giunge al tie break, controllato dal britannico fino al 4-2 e 5-3, ma poi riapertosi all’improvviso. Un errore grave di dritto regala il 5-5 allo statunitense, bravo e coraggioso a procurarsi il set point con una risposta aggressiva sulla seconda del giocatore di Glasgow, quanto ingenuo poi nell’attaccare sul rovescio Murray, che lo passa (6-6). E con una gran prima di servizio annulla anche la seconda palla set per il gigante di Greensboro, a sua volta chiamato a fronteggiare un set point sull’7-8 (risposta bimane in rete di Andy). Dopo aver cancellato una terza chance allo statunitense scuotendosi a gran voce a suon di ‘come on’, Murray fa suo il set (11 punti a 9). Ma sul 2-1 nel secondo torna – anche oggi – la pioggia e quindi tutti negli spogliatoi (anche se lo scozzese avrebbe voluto che il giudice di sedia decidesse l’interruzione un po’ prima…). Dopo quasi un’ora si riprende, turni di servizio rispettati fino al 5-4 per lo scozzese che al decimo game piazza il break (recuperando una smorzata e chiudendo con una volee di diritto a campo aperto) che gli vale il secondo set. E nel terzo, facendo un uso sempre più frequente del drop shot così da fiaccare ‘Big John’, il recente trionfatore degli Internazionali BNL d’Italia toglie la battuta a Isner al quarto gioco (3-1) e, dopo aver annullato due palle per il contro break al settimo game e altrettante sul 5-3, dopo 2 ore e 40 minuti approda ai quarti di finale cogliendo la settima vittoria in altrettanti testa a testa con lo statunitense (18 ace oggi a fronte di 57 errori). E il pugno chiuso di Andy, quasi rabbiosamente, la dice lunga sulle sue intenzioni di proseguire l’avventura al Bois du Boulogne.

CAPOLAVORO GASQUET CONTRO NISHIKORI - Per riuscirci dovrà comunque fare i conti con un Richard Gasquet particolarmente ispirato e capace di ridare corpo al tifo dei francesi dopo la dolorosa uscita di scena di Tsonga. Il 29enne di Beziers, numero 11 Atp e nona testa di serie, dopo la lezione inflitta all’australiano Nick Kyrgios si ripete contro un avversario ancora più quotato, ovvero il giapponese Kei Nishikori, numero 6 della classifica mondiale e quinta forza del tabellone, così da guadagnare per la prima volta i quarti di finale al Roland Garros in tredici partecipazioni (era giunto quattro volte agli ottavi): 64 62 46 62 il punteggio che fotografa il match capolavoro del pupillo di Grosjean e Bruguera, acclamato a gran voce dal pubblico del Centrale parigino. E dire che il nipponico era schizzato bene fuori dai blocchi, issandosi avanti 4-2, dopo aver ceduto la battuta in avvio. Ma la pioggia dà una mano al beniamino locale, che rientra in campo trasformato e con 4 giochi consecutivi fa suo il primo set con uno dei suoi rovesci a una mano, facendo esplodere il pubblico. Gasquet prosegue di slancio, piazza un break subito a inizio seconda partita e soprattutto un parziale di dieci game a due, spinto dal caloroso tifo del ‘Philippe Chatrier’, mandando in confusione il 26enne di Shimane. Il quale come tenuta mentale ha poco da invidiare al suo maestro Michael Chang (lo aveva dimostrato anche nei 5 set contro Verdasco nel turno precedente), dunque resta aggrappato al match e vincendo il terzo set prova a riaprire la partita. Ma il francese, dopo aver respirato un attimo, torna in cattedra e domina il quarto set, chiudendo in modo trionfale così da aggiudicarsi il settimo confronto diretto con il giapponese sui nove disputati, curiosamente però il primo sulla terra rossa dopo due battute d’arresto, l’ultima delle quali al Foro Italico, negli ottavi degli Internazionali d’Italia, un paio di settimane fa. E la Francia, almeno per ora, può sognare.

WAWRINKA, TROICKI E IL RACCATTAPALLE - Ha avuto invece ancora qualche alto e basso di troppo Wawrinka, il quale dopo aver intascata la prima frazione al tie-break (all’ottava palla set) ha un po’ perso di vista la giusta strada (il fisioterapista gli ha messo alcune gocce di collirio nell’occhio…), trovandosi sotto 4-1 nel secondo. Sotto gli occhi dei genitori, il tennista di Losanna ha reagito da par suo, riagganciando l’avversario sul 4-4, con epilogo dunque affidato al tie-break, dove mentre sugli spalti si aprivano gli ombrelli – per l’ennesima volta - l’elvetico annulla quattro set point (sul 3-6 e 6-7) prima di arrendersi alla quinta opportunità. Spinto dalla situazione contingente, ‘Stan the Man’ tira fuori il carattere nel terzo e strappa la battuta al quarto game all’avversario, costretto a chiamare lui stavolta il fisioterapista per un problema al fianco destro. E mentre Troicki viene massaggiato al cambio campo (4-1) per rimanere caldo Wawrinka scambia qualche palleggio con un raccattapalle, che ricorderà a lungo questa giornata. Il campione in carica chiude al nono game il set e parte subito con un break nel quarto, ormai a senso unico con il serbo (grinta da combattente da vendere) in difficoltà fisiche e non più in grado di reggere l’urto delle bordate dell’elvetico, che martedì nei quarti troverà dall’altra parte della rete lo spagnolo Albert Ramos-Vinolas.

RAONIC DELUDE, RAMOS-VINOLAS AI QUARTI - Si era infatti aperta con una sorpresa anche la giornata di domenica, l’ottava del tabellone principale del Roland Garros. Non un ritiro, comunque, stavolta, bensì un grande “Vamos” di gioia. Già, perché Milos Raonic, numero 9 del ranking mondiale e ottavo favorito del torneo, inciampa di fronte allo spagnolo Albert Ramos-Vinolas nel primo incontro sul ‘Suzanne Lenglen’: 62 64 64 il punteggio con cui in 2 ore e 22 minuti s’impone il 28enne mancino di Barcellona, 55esimo nella classifica mondiale e mai così avanti in uno Slam (non vinceva un match a Parigi dal 2011, poi quattro eliminazioni al primo turno). E così dopo aver sgambettato in cinque set lo statunitense Jack Sock, numero 25 Atp e 23 del seeding, lo spagnolo si regala un altro scalpo eccellente e davvero un bel momento di gloria, con i quarti di finale nello Slam su terra, lui che era balzato alla ribalta per aver sconfitto Roger Federer a Shanghai l’anno scorso, o anche per un successo ai danni di Nick Kyrgios all’ultimo Masters 1000 di Indian Wells. Con la sua regolarità e solidità nei colpi da fondo ha destabilizzato il gioco più potente del 25enne canadese nato a Podgorica (7 ace messi a segno): appena 11 errori non procurati per il catalano contro i 38 di Raonic, che in 31 discese a rete ha raccolto 17 punti.
“Non ho parole per dire come mi sento, ho giocato davvero una grande partita, rispondendo bene. Anche la lentezza del campo mi ha certo un po’ aiutato, così come anche il sostegno del pubblico”, il primo commento a caldo di Ramos-Vinolas, quasi incredulo, al microfono di Cedric Pioline. Invece un notevole passo indietro per il canadese, che veniva da due vittorie abbastanza agevoli e non riesce però ad eguagliare il suo miglior piazzamento all’ombra della Torre Eiffel, ottenuto nell’edizione 2014. Sicuramente un’occasione persa per l’allievo di Riccardo Piatti e Carlos Moya (considerando anche i vari forfait degli ultimi giorni…), chissà che davvero l’inserimento nel suo team di un personaggio come John McEnroe non possa giovare a Raonic almeno in termini di personalità e determinazione agonistica sul campo, negli appuntamenti che contano. Quella che fa la differenza fra un buon giocatore e un top player.

RISULTATI – Ottavi: Ramos-Vinolas (ESP) b. (8) Raonic (CAN) 62 64 64, (3) Wawrinka (SUI) b. (22) Troicki (SRB) 76(5) 67(7) 63 62, (9) Gasquet (FRA) b. (5) Nishikori (JPN) 64 62 46 62, (2) Murray (GBR) b. (15) Isner (USA) 76(9) 64 63.

SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE

QUALIFICAZIONI MASCHILI ]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF GRADO - Successo della rumena Bogdan ]]>
SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI ]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ROLAND GARROS JUNIOR - Esordio ok per Bilardo, Stefanini e Balzerani - Eliminata Tatiana Pieri ]]> nella foto) e Riccardo Balzerani hanno superato il primo turno del "Roland Garros Junior Championships 2016", torneo di categoria Grade A (terra battuta) in corso a Parigi. La Bilardo, passata attraverso le qualificazioni, ha battuto con un doppio 62 all'esordio nel main draw la paraguaiana Lara Escauriza ed ora dovrà vedersela con la russa Elena Rybakina, ottava testa di serie. Bene anche la Stefanini, pure lei qualificata, che ha battuto in rimonta per 06 62 62 l'australiana Baijing Lin: prossima avversaria la vincente del match tra la fancese Tessah Andrianjafitrimo, 14esima testa di serie, e la giapponese Ayano Shimizu.
Eliminata, invece, Tatiana Pieri che ha ceduto dopo aver avuto un set ed un break di vantaggio alla statunitense Usue Maitane Arconada, nona testa di serie: 16 64 60 il punteggio.

In campo maschile buona la prima per Riccardo Balzerani, passato attraverso le qualificazioni, che si è imposto per 76(5) 62 sul polacco Piotr Matuszewski. Prossimo avversario per il 17enne di Rieti, che di recente ha vinto il torneo giovanile “Città di Firenze", sarà il serbo Miomir Kecmanovic, nona testa di serie.
---------------------------------

RISULTATI
"Roland Garros Junior Championships 2016"
Parigi, Francia
29 - 5 giugno, 2016
Grade A - terra battuta

SINGOLARE MASCHILE
Primo turno
(q) Riccardo Balzerani (ITA) b. Piotr Matuszewski (POL) 76(5) 62

Secondo turno
(q) Riccardo Balzerani (ITA) c. (9) Miomir Kecmanovic (SRB)

SINGOLARE FEMMINILE
Primo turno
(9) Usue Maitane Arconada (USA) b. Tatiana Pieri (ITA) 16 64 60
(q) Federica Bilardo (ITA) b. Lara Escauriza (PAR) 62 62
(q) Lucrezia Stefanini (ITA) b. Baijing Lin (AUS) 06 62 62

Secondo turno
(q) Federica Bilardo (ITA) c. (8) Elena Rybakina (RUS)
(q) Lucrezia Stefanini (ITA) c. vinc. (14) Tessah Andrianjafitrimo (FRA)-Ayano Shimizu (JPN)

DOPPIO MASCHILE
Primo turno
Riccardo Balzerani/Yuta Shimizu (ITA/JPN) c. Liam Caruana/Sam Riffice (USA)

DOPPIO FEMMINILE
Primo turno
Tatiana Pieri/Lucrezia Stefanini (ITA) c. Michaela Gordon/Maria Mateas (USA)
Federica Bilardo/Iga Swiatek (ITA/POL) c. (6) Jodie Burrage/Panna Udvardy (GBR/HUN)

QUALIFICAZIONI MASCHILI
Primo turno
Corrado Summaria (ITA) b. (14) Juan Martin Jalie (ARG) 76(2) 64
Riccardo Balzerani (ITA) b. (6) Alastair Gray (GBR) 75 46 61

Turno di qualificazione
(1) Alejandro Davidovich Fokina (ESP) b. Corrado Summaria (ITA) 36 63 64
Riccardo Balzerani (ITA) b. (wc) Luis Dussin (FRA) 60 62

QUALIFICAZIONI FEMMINILI
Primo turno
(15) Lucrezia Stefanini (ITA) b. Jade Lewis (NZL) 64 62
Federica Bilardo (ITA) b. (8) Lara Salden (BEL) 61 26 64

Turno di qualificazione
(15) Lucrezia Stefanini (ITA) b. Jodie Anna Burrage (GBR) 76(5) 76(3)
Federica Bilardo (ITA) b. (11) Johana Markova (CZE) 64 62 ]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF EASTBOURNE - Caregaro in gara sull’erba inglese ]]> nella foto) è l’unica tennista italiana presente nel tabellone principale del torneo da 50mila dollari di Eastbourne, Gran Bretagna. Nel primo turno sull’erba inglese la 23enne di Aosta affronterà la cinese Yafan Wang, settima testa di serie.
--------------------

RISULTATI
" Aegon Eastbourne Trophy"
Itf Pro Circuit
Eastbourne, Gran Bretagna
30 maggio – 5 giugno, 2016
$50.000 - erba

SINGOLARE
Primo turno
Martina Caregaro (ITA) c. (7) Yafan Wang (CHN) ]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ NON PIOVE PIU' - Riprendono i match al Roland Garros ]]> ]]> Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC <![CDATA[ CAMPIONATI - ITALIANI STUDENTESCHI - Si gioca da lunedì in tre circoli pugliesi ]]>
Più di un centinaio gli iscritti in rappresentanza degli istituti di ben 14 regioni. In programma 8 tabelloni - compresi i due di consolazione - suddivisi tra singolare femminile e maschile e a squadre di 1° e 2° grado. Nei due tornei a squadre gli studenti di 1° grado (nati negli anni 2001 e 2002) scenderanno in campo per disputare 3 singolari ed un doppio sulla distanza dei due set su tre a 4 games, gli studenti di 2° grado (1999, 2000, 2001 e 2002 anticipatari) giocheranno invece due singolari ed un doppio.

Il torneo è stato presentato in conferenza stampa nei saloni dello Sporting Club Martina Franca alla presenza del consigliere nazionale della FIT, Isidoro Alvisi, del sindaco di Martina Franca, Franco Ancona, del coordinatore regionale del MIUR, Marino Pellico, del presidente del circolo ospitante, Beatrice Calella, del direttore del torneo, Angelo Sforza e di altri rappresentanti del mondo dello sport pugliese e non solo. Lunedì, in occasione della cerimonia inaugurale (Sporting Club Martina Franca, ore 18.30) attesa anche la presenza del presidente del Comitato Regionale Puglia, Donato Calabrese. Giudice Arbitro della manifestazione l'esperto Antonio Tannoia. ]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ MULTE ... PARIGINE - Il vincitore è Kyrgios, almeno per il momento... ]]> Considerando che il 21enne di Canberra ha guadagnato oltre 165mila dollari in questa edizione dello Slam parigino probabilmente non si arrabbierà più di tanto.... ]]> Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC <![CDATA[ FURTH CHALLENGER - Al via Arnaboldi, Fabbiano e Vanni ]]> nella foto), sesta testa di serie, debutterà contro l'altro tedesco Tobias Kamke.
---------------

RISULTATI
"Franken Challenge"
Atp Challenger
Furth, Germania
31 maggio - 5 giugno, 2016
€42.500 - terra battuta

SINGOLARE
Primo turno
Luca Vanni (ITA) (wc) Paul Woerner (GER)
Andrea Arnaboldi (ITA) c. Andrej Martin (SVK)
(6) Thomas Fabbiano (ITA) c. Tobias Kamke (GER) ]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ANCORA PIOGGIA A PARIGI - Interrotti i match dell'ottava giornata ]]> Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC <![CDATA[ ROLAND GARROS – DAY 8 - Murray e Nishikori cercano i quarti - Donne: in campo Radwanska e Halep ]]> Sono di scena sul ‘Suzanne Lenglen’ invece Andy Murray, numero 2 della classifica mondiale e secondo favorito di questo torneo, ed il canadese Milos Raonic (n.8).
Per quanto riguarda il torneo femminile, sul ‘Philippe Chatrier’, si parte con la spagnola Garbine Muguruza, quarta forza del tabellone, opposta alla russa Svetlana Kuznetsova (numero 13 del seeding), con in chiusura di giornata poi la romena Simona Halep, sesta testa di serie, chiamata a misurarsi con l’australiana Samantha Stosur, giocatrice che a Parigi ha spesso fatto grandi cose. Scenderà in campo per ultima sul ‘Suzanne Lenglen’ la polacca Agnieszka Radwanska, numero 2 del ranking Wta, preceduta (come secondo incontro) dal testa a testa fra la romena Irina-Camelia Begu e la statunitense Shelby Rogers.
Questo il programma sui campi principali:

Philippe Chatrier Court
a partire dalle ore 11
(13) Svetlana Kuznetsova (RUS) c. (4) Garbine Muguruza (ESP)
(22) Viktor Troicki (SRB) c. (3) Stan Wawrinka (SUI)
(5) Kei Nishikori (JPN) c. (9) Richard Gasquet (FRA)
(6) Simona Halep (ROU) c (21) Samantha Stosur (AUS)

Suzanne Lenglen Court
a partire dalle ore 11
(8) Milos Raonic (CAN) c. Albert Ramos-Vinolas (ESP)
(25) Irina-Camelia Begu (ROU) c. Shelby Rogers (USA)
(15) John Isner (USA) c. (2) Andy Murray (GBR)
Tsvetana Pironkova (BUL) c. (2) Agnieszka Radwanska (POL)

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE MASCHILE

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO MASCHILE

DOPPIO FEMMINILE

QUALIFICAZIONI MASCHILI ]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ BOSNIA F3 - Quinzi conquista il suo ottavo trofeo Itf ]]> nella foto) ha vinto il titolo del 10mila dollari di Kiseljak, nella Bosnia/Herzegovina: in finale il 20enne marchigiano di Porto San Giorgio, terza testa di serie del torneo, ha battuto per 62 64 il serbo Dejan Katic. Per "GQ" si tratta dell'ottavo trofeo Itf in carriera, il secondo in questa stagione dopo quello conquistato il mese scorso a Szeged, in Ungheria.
------------------------------------------------

RISULTATI
"Kiseljak Open 2016"
Itf Future Circuit
Kiseljak, Bosnia/Herzegovina
23 - 29 maggio, 2016
$10.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
Elmar Ejupovic (GER) b. Pietro Licciardi (ITA) 5-0 rit.
(3) Gianluigi Quinzi (ITA) b. Nino Serdarusic (CRO) 63 62

Secondo turno
(3) Gianluigi Quinzi (ITA) 6. Theo Fournerie (FRA) 62 3-0 rit.

Quarti
(3) Gianluigi Quinzi (ITA) b. Kristijan Mesaros (CRO) 36 60 4-2 rit.

Semifinali
(3) Gianluigi Quinzi (ITA) b. (1) Christian Lindell (SWE) 62 46 64

Finale
(3) Gianluigi Quinzi (ITA) b. Dejan Katic (SRB) 62 64 ]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ PROSTEJOV CHALLENGER - Cecchinato e Giannessi in tabellone ]]> nella foto) esordirà contro il russo Karen Khachanov.
---------------

RISULTATI
"Unicredit Czech Open"
Atp Challenger
Prostejov, Repubblica Ceca
30 maggio - 5 giugno, 2016
€106.500 - terra battuta

SINGOLARE
Primo turno
Alessandro Giannrssi (ITA) c. Gastao Etlis (POR)
(Alt) Marco Cecchinato (ITA) c. Karen Khachanov (RUS) ]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ CHI SARA' IL COACH DI MURRAY? - Spunta un nome a sorpresa: Sir Alex Ferguson ]]>
I media britannici hanno scritto di un pour parler con Tim Henman, idolo tennistico dei Sudditi di Sua Maestà la Regina Elisabetta (ma nello Slam di casa non è mai nadato oltre le semifinali) ed ex rampollo dell’Upper Class londinese, scalzato proprio da Andy, capace di riportare in patria la coppa più ambita, quella dei Championships, 77 anni dopo il mitico Fred Perry. Difficile pensare ad un ritorno di Lendl, si è parlato anche del suocero Nigel Sears, che allena Ana Ivanovic.

Ai media del Regno Unito piace spararle grosse e c’è chi ha scritto anche che Murray, dopo aver sorpreso tutti scegliendo qualche anno la Mauresmo, starebbe pensando a un vecchio scozzese dalla scorza dura. Udite, udite sarebbe Sir Alex Ferguson, icona dello sport britannico, capace di vincere alla guida del Manchester United, che ha guidato ininterrottamente per un periodo di 27 anni (dal 1986 al 2013) 13 Premier League e due Champions League. Che c'entra con il tennis? Non va dimenticato il nonno di Murray, Roy Erskine, era un calciatore professionista. E che lo stesso Andy è patito di calcio e a 15 anni fece un provino per i Glasgow Rangers, prima di optare per la racchetta. Ferguson potrebbe essere per lui una sorta di coach mentale. Il casting continua… ]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ VICENZA CHALLENGER - Titolo all'argentino Andreozzi, si ritira Riba ]]> Va ricordato che sabato in semifinale il 28enne di Barcellona aveva lottato per quasi tre ore per battere 75 al terzo Edoardo Eremin.

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI ]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ BIANCO O NERO? THIEM E’ GRIGIO - Pioggia, rinunce, sponsor: Parigi non decolla ]]>
Il gioco, fra bianco e nero, transitando sulle strisce pedonali di forza e resistenza, non è decisivo come nel fortunato gioco di Jerry Scotti. Ahinoi, va in caduta libera ma verso il grigio, a dispetto dell’abito nuovo e dell’atmosfera di uno Slam così blasonato. Anche il derby zebrato Thiem-Zverev, al di là della voglia di vincere dei due sicuri protagonisti di domani e dopodomani e delle loro evidenti qualità, non è eccitante come erano sempre le sfide Becker-Edberg o Sampras-Agassi. Difficilmente si esce dallo schema e ci si schioda da fondo campo per cercare davvero la volée e non essere trasportati a rete per benedire il punto ornai deciso. Questa, invece, dev’essere la chiave per le ambizioni di assoluta grandezza soprattutto per Sascha che, sul veloce, sopperisce, con la violenza di servizio e colpi di contro balzo ai limiti di spostamento di un ragazzo di quasi due metri. E il suo coach, Gunther Bresnik, che, fra gli altri ha allenato proprio Bum Bum Becker, gli potrà dare una mano decisiva.

Al di là del gusto personale per la linea zebrata, lo squadrone bianco-nero che ha invaso in massa Porte d’Auteuil non esalta. Anzi, ha già perso le due belle, la mora Ana Ivanovic e la bionda Angelique Kerber, ed anche il moro di Francia, Jo Wilfred Tsonga, mentre Tomas Berdych ha ritrovato un po’ di fiducia, da verificare nel test con David Ferrer. Insomma, al di là dell’audacia stilistica del suo ideatore giapponese, e di quelle strisce tanto insolite nel mondo animale, la zebra tradotta nel tennis rimane un incrocio non esaltante fra cavallo ed asino. Scopriamo che, se assaltata, diventa estremamente pericolosa. E, col caldo, le sue strisce possono coprire tutto il corpo e farla assomigliare sempre di più a un bel purosangue che sfreccia magari veloce e imprendibile verso il traguardo del Roland Garros. Del resto, nella scuderia bianco-nera, oltre a Thiem, ci sono ancora in gara un paio di puledrine niente male. Peccato che le previsioni meteo, a Parigi, siano decise sulla pioggia, e fino al 5 giugno.
]]>
Fri, 4 May 2018 22:00:00 UTC