<![CDATA[ Ultim'ora della Federazione Italiana Tennis ]]> Sun, 24 Sep 2017 17:41:56 UTC <![CDATA[ LAVER CUP LIVE SU SUPERTENNIS - Europa-Mondo 12-9: in diretta Federer-Kyrgios ]]> La giornata conclusiva (ogni successo vale 3 punti da regolamento) si è aperta con l'affermazione per 76(5) 76(6) della coppia formata da John Isner e Jack Sock sul duo composto da Marin Cilic e Tomas Berdych consentendo al team Mondo di accorciare le distanze. A riallungare per la compagine del Vecchio Continente ha pensato Sascha Zverev regolando con un doppio 64 Sam Querrey, ma un ispirato John Isner ha sconfitto per 75 76(1) Rafa Nadal tenendo in corsa il team Mondo (12-9 per l'Europa il punteggio) e rendendo decisiva l'ultima sfida fra Roger Federer e Nick Kyrgios.

SECONDA GIORNATA - Doppio impegno - in tutti i sensi - per Federer e Nadal. In una giornata dove ogni vittoria vale 2 punti, il capitano del Team Europa Bjorn Borg ha scelto di schierare i suoi assi sia in singolare che in doppio per incrementare il vantaggio sul Team Mondo del rivale John McEnroe. E lo svizzero e lo spagnolo hanno risposto presente. Federer, numero 2 Atp, ha debuttato in modo convincente nella manifestazione battendo per 64 62 lo statunitense Sam Querrey, numero 16 Atp, in un match con poca storia. Nadal, numero uno del ranking mondiale, si è imposto per 63 36 11-9 al super tie-break sull'altro americano Jack Sock, numero 21 Atp, dopo essersi fatto recuperare un set ed un break di vantaggio.
In serata il Team Mondo ha accorciato le distanze grazie al successo dell'australiano Nick Kyrgios, numero 20 Atp, che ha battuto in rimonta per 46 76(4) 10-6 il ceco Tomas Berdych, numero 19 Atp. E poi in chiusura il "doppio delle meraviglie", Roger Federer e Rafel Nadal, per la prima volta in campo insieme, ha sconfitto per 64 16 10-5 il duo yankee formato da Sam Querey e Jack Sock, portando sul 9-3 il vantaggio del team Europa sul team Mondo.

PRIMA GIORNATA - E' partito con il piede giusto il team dell'Europa che ha chiuso in vantaggio per 3-1 sul team Resto del Mondo la giornata d'apertura della competizione. Su un campo insolitamente grigio scuro, dagli out enormi, illuminato a giorno mentre le tribune sono quasi avvolte dall'oscurità - effetto scenografico elegante e di grande impatto - i protagonisti di questa tre-giorni hanno dato l'impressione di prendere fin dalle prime battute piuttosto seriamente l'evento, anche se in panchina il clima è stato molto goliardico.
Nel match inaugurale Marin Cilic, numero 5 Atp, si è imposto per 76(3) 76(0) sul 19enne Frances Tiafoe, numero 71 Atp, portando subito in vantaggio il team Europa, che sulla carta sembra decisamente favorito. L'austriaco Dominic Thiem, numero 7 Atp, ha poi incrementato il vantaggio superando per 76(15) 67(2) 10-7 lo statunitense John Isner, numero 17 del ranking mondiale.Incredibile il primo tie-break che "long John" si è aggiudicato per 17 punti a 15, al settimo set-point ma dopo averne annullati 4 al suo avversario. Mentre nel super tie-break finale l'austriaco è stato bravo a recuperare dal 4-0 iniziale.
In serata il tedesco Alexander Zverev, 20 anni, numero 4 Atp, si è aggiudicato per 76(3) 76(5) la sfida tutta Next Gen con il canadese Denis Shapovalov, 18 anni, numero 51 del ranking mondiale. Sasha ha avuto tre match-point già sul 5-4 del secondo parziale ma Denis si è salvato. Curiosamente i sette set dei primi tre singolari si sono tutti decisi al tie-break a riprova del grande agonismo in campo.
In chiusura di giornata è arrivata la prima vittoria per il team Mondo con l'australiano Nick Kyrgios e lo statunitense Jack Sock che hanno sconfitto per 63 67(7) 10-7 il ceco Tomas Berdych e lo spagnolo Rafael Nadal.

RISULTATI - Europa 9 - Mondo 3
domenica
Sock/Isner (Mondo) b. Berdych/Cilic (Europa) 76(5) 76(6)
A. Zverev (Europa) b. Querrey (Mondo) 64 64
Isner (Mondo) b. Nadal (Europa) 75 76(1)
Federer (Europa) c. Kyrgios (Mondo)

sabato
Roger Federer (Europa) b. Sam Querrey (Mondo) 64 62
Rafael Nadal (Europa) b. Jack Sock (Mondo) 63 36 11-9
Nick Kyrgios (Mondo) b. Tomas Berdych (Europa) 46 76(4) 10-6
Roger Federer/Rafael Nadal (Europa) b. Sam Querrey/Jack Sock (Mondo) 64 16 10-5
venerdì
Marin Cilic (Europa) b. Frances Tiafoe (Mondo) 76(3) 76(0)
Dominic Thiem (Europa) b. John Isner (Mondo) 76(15) 67(2) 10-7
Alexander Zverev (Europa) b. Denis Shapovalov (Mondo) 76(3) 76(5)
Nick Kyrgios/Jack Sock (Mondo) b. Tomas Berdych/Rafa Nadal (Europa) 63 67(7) 10-7

TEAM EUROPA: 5 TOP TEN PER BORG - Il format della competizione in onore del campionissimo australiano ricalca quello della Ryder Cup di golf, con una squadra a rappresentare l’Europa e l’altra invece semplicemente denominata ‘Mondo’, capitanate rispettivamente da due leggende della racchetta quali il glaciale Bjorn Borg (11 Major in bacheca: 6 Roland Garros e 5 Wimbledon consecutivi) e l’istrionico John McEnroe (7 titoli Slam individuali, a cui vanno aggiunti i dieci successi in doppio), grandissimi rivali sul campo in passato. Ogni squadra ha a disposizione in totale sei giocatori, quattro dei quali stabiliti attraverso il ranking ATP post-Wimbledon, mentre due sono stati scelti dai capitani nel lunedì post US Open.
Dunque l’Europa, dovendo rinunciare agli infortunati Andy Murray e Novak Djokovic, schiera il numero 1 del mondo Rafa Nadal, trionfatore a Flushing Meadows del suo 16esimo Slam, Roger Federer, numero 2 del ranking mondiale e con il successo a Wimbledon salito a quota 19 Major conquistati, Alexander Zverev (n. 4 Atp), Marin Cilic (n.5 Atp), Dominic Thiem (n. 7 Atp) e il padrone di casa Tomas Berdych, ex top ten e attualmente numero 19 del ranking. Nel ruolo di riserva l’altro spagnolo Fernando Verdasco (n. 40 Atp).

MC ENROE GUIDA IL TEAM MONDO - Dall'altra parte ci sono, in ordine di classifica, gli statunitensi Sam Querrey (numero 16 Atp) e John Isner (n. 17 Atp), l’australiano Nick Kyrgios (n. 20 Atp), l’altro yankee Jack Sock (n. 21 Atp), il talento canadese Denis Shapovalov, 18 anni e n. 51 del ranking mondiale, e il 19enne statunitense Frances Tiafoe, n.71 Atp. Quest’ultimo, capace ai recenti US Open di lottare per cinque set proprio contro Federer, ha preso il posto dell’argentino Juan Martin Del Potro (n. 24 Atp), che ha rinunciato non essendosi completamente ristabilito dopo la partecipazione all’ultimo Slam stagionale. La riserva del team Mondo è l’australiano Thanasi Kokkinakis, un altro Next Gen tornato prepotentemente alla ribalta dopo un lungo stop per problemi fisici (attualmente n. 215 Atp).

CALENDARIO: OGNI GIORNO 3 SINGOLARI E 1 DOPPIO - La formula della Laver Cup prevede tre giorni di incontri, con 3 singolari e un doppio in ciascuna giornata, e un doppio decisivo in caso di parità. Le scelte di formazione dei due capitani, come avviene nella Ryder Cup, saranno comunicate senza conoscere quelle della squadra avversaria. In particolare, venerdì 22 e sabato 23 settembre c'è una sessione diurna (a partire dalle ore 13, in programma due singolari) e serale (dalle 19: un singolo e il doppio), mentre domenica si gioca la finale in un´unica sessione, a partire dalle ore 12. Nell´eventuale terzo set sarà un tie-break a 10 punti a decidere l´esito dell´incontro. Ogni giocatore disputa minimo un singolare nella tre giorni del torneo e non più di due, in modo da dare spazio a tutti (almeno quattro dovranno disputare i doppi, e una stessa coppia non potrà disputare più di un match). Dopo i 12 match disputati, sarà giocato un doppio ´overtime´ al meglio dei tre coi vantaggi. Ogni match vinto darà alla squadra un punto venerdì, due sabato e tre domenica, rimanendo così aperta sino alla fine l’assegnazione del trofeo. Vincerà la prima squadra capace di arrivare a quota 13 punti su un totale di 24. Se si dovesse arrivare al 12-12, un quinto match di domenica sarà giocato per determinare il team vincitore della prima ‘Laver Cup’.

COSI’ IN TV - SuperTennis, la tv della Fit, trasmetterà in diretta le tre giornate della Rod Laver Cup, il tutto arricchito da SuperTennis Today, lo studio televisivo con commenti tecnici e curiosità.
Questa la programmazione:
domenica 24 settembre - ore 11.45 SuperTennis Today
LIVE dalle ore 12.00 Laver Cup:
doppio Berdych/Cilic (Europa) c. Sock/Isner (Mondo)
a seguire
A. Zverev (Europa) c. Querrey (Mondo)
a seguire
Nadal (Europa) c. Isner (Mondo)
a seguire
Federer (Europa) c. Kyrgios (Mondo)
]]>
Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ SFUMA IL 6° TITOLO PER FOGNINI - Rimontato a San Pietroburgo da Dzumhur ]]> al bosniaco Damir Dzumhur, numero 55 Atp.
Per il 25enne di Sarajevo, al terzo tentativo capace di imporsi su Fognini (i due precedenti confronti diretti si erano disputati su terra), si tratta del primo successo nel circuito maggiore dopo la finale persa a Winston Salem ad agosto, quando fu battuto dallo spagnolo Bautista Agut.

La cronaca. Dopo un avvio di partita difficile, con poca rapidità negli spostamenti e qualche errore di troppo, che lo hanno costretto ad annullare due palle break già nel secondo game, è stato Fognini a strappare la battuta all’avversario nel terzo gioco, un break conservato con attenzione dal ligure (3-1 e 4-2), che poi sul 5-3 ha tolto di nuovo il servizio a Dzumhur, intascando la prima frazione. Nel secondo set il bosniaco ha brekkato per il 3-2, con immediata replica dell’azzurro, che però sul 4-4 ha ceduto nuovamente la battuta e il 25enne di Sarajevo ha pareggiato il conto dei set tenendo a zero il game, chiuso con un ace. Il terzo si è aperto subito con un altro break in favore di Dzumhur, mentre Fabio è sembrato accusare la fatica della battaglia in semifinale per avere ragione dello spagnolo Bautista Agut, primo favorito del torneo. E sul 2-5 Fognini ha perso di nuovo il servizio, arrendendosi all’avversario.

Rimangono così cinque i trofei nella bacheca dell'azzurro (tutti vinti sul "rosso", l'ultimo lo scorso luglio a Gstaad), alla 14esima finale in carriera, la seconda in questa stagione e la seconda a San Pietroburgo dove era arrivato all'ultimo atto anche nel 2012.
------------------------

RISULTATI
"St Petersburg Open"
Atp World Tour 250
San Pietroburgo, Russia
17 - 24 settembre, 2017
$1.000.000 - veloce indoor

SINGOLARE
Primo turno
(3) Fabio Fognini (ITA) bye
Damir Dzumhur (BIH) b. (6) Paolo Lorenzi (ITA) 75 75
Thomas Fabbiano (ITA) b. Daniil Medvedev (RUS) 76(4) 75

Secondo turno
(3) Fabio Fognini (ITA) b. Mikhail Youzhny (RUS) 64 46 64
(8) Jan-Lennard Struff (GER) b. Thomas Fabbiano (ITA) 61 64

Quarti
(3) Fabio Fognini (ITA) b. Ricardas Berankis (LTU) 63 6

Semifinale
(3) Fabio Fognini (ITA) c. (1) Roberto Bautista-Agut (ESP) 26 76(7) 76(5)

Finale
Damir Dzumhur (BIH) b. (3) Fabio Fognini (ITA) 36 64 62

DOPPIO
Primo turno
Leander Paes/Purav Raja (IND) b. Fabio Fognini/James Cerretani (ITA/USA) 63 64
Roman Jebavy/Matwe Middelkoop (CZE/NED) b. Paolo Lorenzi/Rogerio Dutra Silva (ITA/BRA) 63 62
(3) Dominic Inglot/Daniel Nestor (GBR/CAN) b. Thomas Fabbiano/Damir Dzumhur (ITA/BIH) 26 63 10-6 ]]>
Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ VINCI SUBITO FUORI A WUHAN - Cede alla McHale. Il torneo su SuperTennis ]]>
La cronaca. Dopo aver mancato due palle break già nel gioco di apertura, è stata la Vinci a cedere per prima il servizio, nel quarto game (1-3), ritrovandosi poi sotto 4-1. Roberta ha annullato due opportunità per un secondo break nel sesto game accorciando sul 2-4, prima di strappare a sua volta la battuta alla 25enne di Teaneck e riagganciarla sul 4-4 tenendo a zero il proprio turno di servizio. Ma lì McHale ha saputo accelerare di nuovo e far sua la prima frazione, togliendo di nuovo la battuta alla tarantina con quattro punti consecutivi dal 15-0 Vinci. Break dell’azzurra e immediato contro-break della statunitense in avvio di secondo set, che ha visto però la pugliese brekkata al quarto gioco (1-3). Roberta ha reagito, recuperando fino al 3-3 e non ci sono state più occasioni di break fino al 5-4 McHale, quando l’italiana, sfumata una chance per il 5-5 sul 40-30, ha perso tre punti di fila e quindi il match.

In gara ci sono ben otto top-ten: uniche assenti l'ucraina Elina Svitolina e la statunitense Venus Williams, campionessa nell'edizione del 2015. La prima favorita del seeding è la numero uno Wta, la spagnola Garbine Muguruza che precede la rumena Simona Halep (n. 2 Wta), la ceca Karolina Pliskova (n. 4 Wta), la danese Caroline Wozniacki (n. 6 Wta), la britannica Johanna Konta (n. 7 Wta), la russa Svetlana Kuznetsova (n. 8 Wta), la slovacca Dominika Cibulkova (n. 9 Wta) e la lettone Jelena Ostapenko (n. 10 Wta), reduce dal titolo appena conquistato a Seoul. Le prime otto teste di serie entreranno in gara direttamente al secondo turno.
In tabellone anche la ceca Petra Kvitova, numero 13 del ranking mondiale ed undicesima testa di serie, campionessa in carica e vincitrice anche nel 2014. A Wuhan rientra nel circuito anche la statunitense Sloane Stephens, numero 17 Wta e 14esima testa di serie, trionfatrice agli ultimi Us Open.

RISULTATI DOMENICA - Primo turno: Tsurenko (UKR) b. Suarez Navarro (ESP) 63 76(12), (q) Linette (POL) b. Kontaveit (EST) 75 64, Siniakova (CZE) b. (13) Mladenovic (FRA) 63 62, (q) Puig (PUR) b. Barthel (GER) 60 67(0) 64, Barty (AUS) b. Bellis (USA) 75 60, (q) Sakkari (GRE) b. Putintseva (KAZ) 16 64 62, Makarova (RUS) b. (15) Sevastova (LAT) 64 62, (q) McHale (USA) b. Vinci (ITA) 64 64.

SuperTennis, la tv della FIT, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo Wta Premier 5 di Wuhan. Questa la programmazione:
domenica 24 settembre - LIVE
alle ore 09.00
Makarova (RUS) b. Sevastova (LAT) 64 62
differita alle ore 20.00
VINCI c. McHale (USA)

lunedì 25 settembre - LIVE alle ore 06.30, alle ore 08.30, alle ore 10.30, alle ore 12.00, alle ore 13.00 ed alle ore 14.30
martedì 26 settembre - LIVE alle ore 06.30, alle ore 08.30, alle ore 10.30, alle ore 12.00, alle ore 13.00 ed alle ore 14.30
mercoledì 27 settembre - LIVE alle ore 06.30, alle ore 08.30, alle ore 10.30, alle ore 12.30 ed alle ore 14.00
giovedì 28 settembre - LIVE alle ore 08.30, alle ore 10.30, alle ore 12.30 ed alle ore 14.30
venerdì 29 settembre - LIVE alle ore 11.30 ed alle ore 13.30 (semifinali)
sabato 30 settembre - LIVE alle ore 13.30 (finale)

----------------------

RISULTATI
"Dongfeng Motor Wuhan Open"
WTA Premier 5
Wuhan, Cina
24 - 30 settembre, 2017
$2.666.000 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
(q) Christina McHale (USA) b. Roberta Vinci (ITA) 64 64

TABELLONE
]]>
Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ SARDINIA OPEN - WHEELCHAIR TENNIS - Successi per Houdet e la Kruger - Quad: a segno il favorito Wagner ]]> Il tabellone maschile ha visto una finale tutta francese, con Stephane Houdet che, dopo essere andato sotto 1-3, ha piazzato un parziale di 11 game a uno, imponendosi sul connazionale Nicolas Peifer per 6-3 6-1. Nella stessa giornata i due transalpini avevano conquistato insieme il torneo di doppio, battendo 6-2 6-3 lo svedese Stefan Olsson e il belga Joachim Gerard, proprio i due avversari sconfitti nelle semifinali del singolare.
Nel femminile titolo a Katherina Kruger (nella foto), vincente 3-6 6-2 6-2 su Charlotte Famin. Le due atlete si sono poi affrontate anche nella finale del doppio, e la vittoria è andata ancora alla tedesca in coppia con la russa Lvova, che l'hanno spuntata 5-7 6-1 10-8 sulla francese e sull'azzurra Marianna Lauro.
Tra i Quad, il favoritissimo David Wagner, numero 1 del mondo, ha confermato i pronostici della vigilia imponendosi per 6-0 6-2 sul giovane outsider Maximilian Laudan. Il doppio è andato agli israeliani Itay Erenlib e Shraga Weinberg, impostisi 6-0 6-3 sul britannico Antony Cotterill e sul sudafricano Lucas Sithole.

MAIN DRAW MASCHILE.
Finale Singolare
1. Stephane Houdet (Fra,3) b. 2. Nicolas Peifer (Fra,5) 6-3 6-1

Finale Doppio
1. Stephane Houdet/Nicolas Peifer (Fra) b. 2. Joachim Gerard (Bel)/Stefan Olsson (Sve) 6-2 6-3

MAIN DRAW FEMMINILE.
Finale Singolare
1. Katharina Kruger (Ger,9) b. 2. Charlotte Famin (Fra,11) 3-6 6-2 6-2

Finale Doppio
1. Katharina Kruger (Ger)/Viktoriia Lvova (Rus) b. Charlotte Famin (Fra)/Marianna Lauro (Ita) 5-7 6-1 10-8

MAIN DRAW QUAD
Finale Singolare
1. David Wagner (Usa,1) b. Maximilian Laudan (Ger, 21) 6-0 6-2

Finale Doppio
Itay Erenlib/Shraga Weinberg (Isr) b. Antony Cotterill (Gbr)/Lucas Sithole (Saf) 6-3 6-0


SECOND DRAW MASCHILE.
Finale Singolare.
3. Thomas Von Daeniken (Svi) b. Jean-Bernard Veuthey (Svi) 1-6 6-4 6-2

Finale Doppio.
Herbert Keller/Thomas Suter (Svi) b. Jan Bostrom/Eric Lof (Sve) 6-3 6-1 ]]>
Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ CAMPIONATI ITALIANI - SECONDA CATEGORIA - Corinna Dentoni vince lo scudetto a Foggia - Ghedin-Campo finale a Casale Monferrato ]]> nella foto) la nuova campionessa italiana di Seconda Categoria. Sui campi del Tennis Club Foggia, al termine di una finale a senso unico, complici anche le non perfette condizioni fisiche della sua avversaria, la 2.1 toscana, seconda testa di serie, ha superato con un netto 60 61 l'emiliana Agnese Zucchini (2.3), che in semifinale aveva eliminato la sarda Anna Floris (2.1), campionessa uscente e numero uno del seeding.
"E' stata una esperienza bellissima" - le prime parole della giocatrice toscana - "e sono contentissima per questa vittoria. La partita è stata più facile del previsto ma devo riconoscere il valore di Agnese che oggi, bisogna ricordarlo, non era al meglio. Non era una partita vinta ancor prima di scendere in campo. Torno a casa con un ricordo bellissimo, in questa regione ho sempre la sensazione di essere a casa, la gente è ospitale ed anche in questa occasione l'organizzazione è stata perfetta".
Alla cerimonia di premiazione è intervenuto anche il consigliere nazionale della FIT, Isidoro Alvisi.

Lo scudetto tricolore di Seconda categoria maschile si assegna invece sui campi dello Sporting Club Nuova Casale: a contendersi il titolo - 12esima Zerbinati Cup-Memorial Giuseppe Manfredi - saranno Nicola Ghedin (2.2), che in semifinale ha superato Giorgio Portaluri (2.2), ritiratosi per un problema al braccio dopo aver perso il primo set per 63, ed Antonio Campo, classificato 2.2, che ha battuto in rimonta per 46 76(0) 64 Alberto Brizzi (2.1).

Di seguito i link per i tabelloni completi:

SECONDA CATEGORIA MASCHILE:
CAMPIONATO ITALIANO (SPORT CLUB NUOVA CASALE)

SINGOLARE MASCHILE – TABELLONE PRINCIPALE

DOPPIO MASCHILE

SINGOLARE MASCHILE – PRIMA SEZIONE


SECONDA CATEGORIA FEMMINILE:
CAMPIONATO ITALIANO (TC FOGGIA)

SINGOLARE FEMMINILE – TABELLONE PRINCIPALE

DOPPIO FEMMINILE

SINGOLARE FEMMINILE – PRIMA SEZIONE ]]>
Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ TUNISIA F27 - Baldi conquista il suo primo titolo ITF ]]> nella foto) completa il suo percorso netto nel 15mila dollari di Hammamet, in Tunisia. In finale il 21enne milanese, ottava testa di serie, ha sconfitto per 60 64, in un'ora e venti minuti di gioco, il portoghese Frederico Ferreira Silva, primo favorito del tabellone, conquistando così il suo primo titolo ITF individuale dopo 9 affermazioni in doppio.
------------------------------------------------

RISULTATI
"Hammamet Open"
Itf Future Circuit
Hammamet, Tunisia
18 - 24 settembre, 2017
$15.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
Francesco Ferrari (ITA) b. (q) Dimitriy Voronin (RUS) 63 62
(q) Marco Miceli (ITA) b. (wc) Aziz Dougaz (TUN) 62 62
Louis Wessels (GER) b. (q) Andrea Borroni (ITA) 60 60
Luca Giacomini (ITA) b. Evan Zhu (USA) 36 76(5) 75
(q) Guido Marson (ITA) b. Aaron Cortes Alcaraz (ESP) 62 62
(8) Filippo Baldi (ITA) b. (q) Harri Heliovaara (FIN) 64 63
Louis Chaix (FRA) b. Mirko Cutuli (ITA) 62 63
(5) Romain Barbosa (BEL) b. Nicolò Turchetti (ITA) 64 63
Alessandro Luisi (ITA) b. (q) Alexey Barishev (RUS) 63 64

Secondo turno
(1) Frederico Ferreira Silva (POR) b. Francesco Ferrari (ITA) 62 62
Louis Wessels (GER) b. (q) Marco Miceli (ITA) 63 64
Laurent Rochette (FRA) b. Luca Giacomini (ITA) 63 61
(6) Marcelo Zormann (BRA) b. (q) Guido Marson (ITA) rit.
(8) Filippo Baldi (ITA) b. Rudolf Molleker (GER) 62 63
(5) Romain Barbosa (BEL) b. Alessandro Luisi (ITA) 61 64

Quarti
(8) Filippo Baldi (ITA) b. (3) Baptiste Crepatte (FRA) 60 63

Semifinali
(8) Filippo Baldi (ITA) b. (2) Alexis Musialek (FRA) 46 64 62

Finale
(8) Filippo Baldi (ITA) b. (1) Frederico Ferreira Silva (POR) 60 64 ]]>
Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ ROMA DUE PONTI CHALLENGER - Nove azzurri nel main draw - Quali: otto italiani al 2° turno ]]> nella foto), Augusto Virgili, Andrea Vavassori, Riccardo Ghedin, Davide Galoppini, Daniele Spinnato ed Adelchi Virgili.

Il tabellone principale vede in gara 9 tennisti italiani, però il forfait di Florian Mayer (infortunio alla schiena), numero 1 del seeding, a draw già compilato ha comportato lo spostamento di Stefano Travaglia (come nona testa di serie) nella posizione prima occupata dal tedesco. Sarà quindi il 25enne di Ascoli Piceno l'avversario di Andrea Arnaboldi all'esordio, mentre la wild card Matteo Donati attende un qualificato o lucky loser. Per quanto riguarda gli altri azzurri, Lorenzo Giustino debutta contro un giocatore proveniente dalle qualificazioni, mentre la wild card Cristian Carli è stata sorteggiata al primo turno contro il rumeno Adrian Ungur. Marco Cecchinato, quarto favorito del seeding, attende un qualificato, così come Salvatore Caruso. Sarà derby tricolore pure tra Gian Marco Moroni (wild card) e Stefano Napolitano.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI ]]>
Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ WTA TASHKENT - SU SUPERTENNIS - Zvonareva nega a Paolini il main draw ]]> nella foto) nel turno di qualificazione del "Tashkent Open", torneo WTA International da 250mila dollari di montepremi, in corso sui campi in cemento della capitale dell’Uzbekistan. La 21enne di Castelnuovo di Garfagnana, numero 135 Wta e terza testa di serie delle “quali”, nel confronto che valeva un posto nel tabellone principale è stata sconfitta 60 62 dalla russa Vera Zvonareva, numero 303 Wta (ex top ten, è rientrata nel circuito da qualche settimana dopo una lunga pausa).

Nel tabellone principale non ci sono giocatrici italiane. La prima testa di serie è la ceca Kristyna Pliskova, numero 42 del ranking mondiale, campionessa in carica (sorella gemella dell'ex numero uno Karoilina); la seconda è l'ungherese Timea Babos, numero 53 Wta.

SuperTennis, la tv della FIT, trasmette in esclusiva il torneo Wta International di Tashkent. Questa la programmazione:
mercoledì 27 settembre - differita dalle ore 23.00
giovedì 28 settembre - differita dalle ore 22.30
venerdì 29 settembre - differita dalle ore 23.30 (semifinali)
sabato 30 settembre - LIVE alle ore 19.00 (finale)

------------------------

RISULTATI
"Tashkent Open"
WTA International
Tashkent, Uzbekistan
25 - 30 settembre, 2017
$250.000 - cemento

QUALIFICAZIONI
Primo turno
(3) Jasmine Paolini (ITA) b. Katarina Zavatska (UKR) 46 63 61

Turno di qualificazione
Vera Zvonareva (RUS) b. (3) Jasmine Paolini (ITA) 60 62 ]]>
Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ DZUMHUR, CHI ERA COSTUI? - Scopriamo il bosniaco che sfida Fognini ]]>
Il fatto è che il solido Dzumhur, sostenuto da una rigida dieta, ma soprattutto, scegliendo di sostituire al suo calendario la tradizionale terra rossa al ben più frequentato cemento, sta volando da otto settimane e mezza, passando dalle semifinali di Los Cabos alla prima finale Atp di Winston-Salem a questa di San Pietroburgo, dopo aver preso fiducia sui campi duri. All’inizio non è stato facile, all’alba del 2017, ha perso al primo turno a Chennai, Melbourne, poi Zenica e Sofia (contro Seppi), quindi è arrivato al terzo turno a Memphis, al secondo a Delray Beach, e soprattutto ai quarti a Dubai, dove ha guadagnato una montagna di fiducia superando d’acchito Wawrinka. Nei due Masters 1000 di Indian Wells e Miami non è andato oltre il secondo turno, né ha brillato sulla amica terra, fino ad aggiudicarsi il Challenger di Blois e fare il grande passo. Trasformandosi da timido comprimario in coraggioso avventuriero che non ha paura di misurarsi su tutte le superfici: “Ho deciso di giocare i tornei dove entravo per classifica, non solo quelli più convenienti”.

Il premio è stato il terzo turno agli Us Open, che ha perso, “giocando bene”, contro la stella nascente, Andrey Rublev. E la conferma che il duro lavoro fisico per tener testa agli omoni del tennis, settimana dopo settimana, lui che è piccolino, paga. “Mi ci sono applicato molto, era uno degli obiettivi anche prima di quest’anno, soprattutto dovevo migliorare la resistenza. E, così, nel periodo in cui non ho giocato bene, sulla terra, e non ho fatto risultati, ho migliorato la condizione atletica. Non essendo alto, devo avere grande varietà, di servizio e di colpi. Ora so che posso correre e rispondere molto bene e, se funziona il servizio, alzo il livello di tutto il gioco, così cerco di allungare i punti e di innervosire l’avversario. Inoltre, grazie a quella solida preparazione che ho fatto pochi mesi fa, posso giocare tutti i tornei, non sono stanco, sono affamato di risultati continui a livello finalmente più alto. Sto avendo buoni risultati, ho preso fiducia, perché non giocare? Voglio sfruttare il momento, chiudere l’anno alla grande e cominciare il 2018 davvero forte, così da arrivare vicino ai primi 30”.

Attenti a Dzumhur, è quello che l’anno scorso costrinse al ritiro Nadal - certo un Nadal diverso da oggi, ma pur sempre Nadal - a Miami: “Sono andato in campo con rispetto per lui, ma non troppo rispetto. Sentivo che poteva essere il mio giorno”. E ha una storia alle spalle che lo fa forte, di natura. E’ nato a Sarajevo il 20 maggio del 1992, un mese esatto dopo che le forze armate serbe hanno assaltato la città, cominciando quell’eccidio di 5000 civili durato ben quattro anni che ha fatto storia nella terribile guerra dei Balcani, e non solo. Da bambino, Dzumhur era uno dei più abituali praticanti degli squallidi campi da tennis ai margini della distruzione, fra un accampamento militare e un garage arrangiato, o nella palestra abbandonata che aveva sistemato papà, allenatore di tennis. Per arrotondare, da ragazzo, è stato anche attore, a 13 anni, nel film "Grbavica", che racconta di una madre violentata dai militari serbi. “Una storia molto seria, molto dura”, dice lui. Una storia che ha vinto il Golden Bear, al Festival Internazionale di Berlino. A 14, ha recitato da protagonista in un film tedesco, "Snipers Valley", su un giovane kosovaro albanese che cerca vendetta dopo la guerra in Kosovo.

Forse Dzumhur tornerà a recitare davanti a una macchina da presa: “Mi piacerebbe, è uno dei sogni della mia vita, mi viene naturale, non devo fare tante prove, sono subito in diretta”. Intanto recita a soggetto, ogni volta diverso, nel tennis. e si allena in quella Belgrado, cuore della Serbia che ha fatto piangere il suo cuore, insieme a colleghi serbi come Tipsarevic e Troicki: “Che mi hanno accolto benissimo”. Si allena a fronteggiare i grandi battitori: “A volte è frustrante, sapendo che possono mettere giù anche due-tre ace di fila, ma devi per forza accettarlo. Io devo restare concentrato, devo evitare gli errori, devo essere veloce e devo tenere nel dubbio l’avversario sulla prossima palla”.

Tutto questo Fabio Fognini lo sa, come sa che in realtà Dzumhur ha anche buone mani e sensibilità, oltre a cuore, gambe e cervello. ]]>
Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ OSTAPENKO RISPETTA - IL PRONOSTICO A SEOUL - Haddad Maia rimontata: 2° trofeo per la lettone ]]> nella foto) rispetta sino in fondo il ruolo di principale favorita e si aggiudica il "KEB Hana Bank-Incheon Airport Korea Open", torneo Wta International con montepremi di 250mila dollari che si è concluso sul cemento di Seoul, in Corea.
Nella quinta finale della sua carriera la lettone, numero 10 Wta, ha superato in rimonta, con il punteggio di 67(5) 61 64, in due ore e 15 minuti di partita, la brasiliana Beatriz Haddad Maia, numero 71 Wta, alla prima finale nel circuito maggiore. La 21enne mancina di San Paolo deve dunque rimandare l'appuntamento con il primo titolo e con il primo successo su una top ten (fin qui tre tentativi andati a vuoto).
Per la 20enne di Riga si tratta del secondo trofeo messo fin qui in bacheca, dopo il prestigiosissimo trionfo al Roland Garros di Parigi (in questa stagione Ostapenko è stata finalista anche a Charleston), compiendo un importante passo avanti nella Race to Singapore - la classifica valida per le Wta Finals - dove si porta in settima posizione.

FINALE: (1) Ostapenko (LAT) b. Haddad Maia (BRA) 67(5) 61 64 ]]> Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC <![CDATA[ WOZNIACKI PRINCIPESCA A TOKYO - Batte Pavlyuchenkova e centra il bis vincente ]]>
Dopo aver incassato un eloquente parziale di sette giochi a zero, la russa ha rotto finalmente il ghiaccio restando agganciata all'avversaria fino al 5-5 (nel decimo game Pavlyuchenkova ha fronteggiato una palla break), ma al dodicesimo gioco non è riuscita a tenere la battuta che poteva portarla al tie-break, cedendo al terzo match point a una Wozniacki che non ha concesso alcuna opportunità di break alla rivale calando il tris vincente nell'albo d'oro di questo torneo (il primo centro risale al 2010, poi nel 2014 'Caro' è stata finalista), così da eguagliare Steffi Graff e Gabriela Sabatini, anche se la "regina" di Tokyo rimane la svizzera Martina Hingis che detiene il record di 5 incoronazioni.

Per la 27enne di Odense si tratta del 26esimo trofeo in carriera in 49 finali disputate, a sfatare una sorta di tabù visto che in questa stagione aveva in precedenza perso per ben sei volte nell'atto conclusivo di un torneo (a Doha, Dubai, Miami, Eastbourne, Bastad e Toronto). "Era la mia settima finale quest'anno e più questa situazione andava più diventava difficile a livello mentale" - ha riconosciuto Wozniacki - Avendo già vinto qui, avevo dei ricordi positivi e sono felice di essere potuto rimanere concentrata e aggressiva in campo".
Restano 10 invece i titoli conquistati (l'ultimo a Rabat la scorsa primavera) dalla 26enne russa di Samara in 16 finali, la terza per lei nel 2017 dopo quelle vinte Rabat e Monterrey.

Finale: (3) Wozniacki (DEN) b. Pavlyuchenkova (RUS) 60 75. ]]>
Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ VOCE DELLE REGIONI - SU SUPERTENNIS - Lunedì alle ore 12.45 spazio al Veneto ]]>
Ecco la programmazione:

Lunedì 25 settembre: VENETO alle ore 12.45 circa (in replica martedì 26 settembre alle ore 18.45 circa e mercoledì 27 settembre alle ore 10.15)

Martedì 26 settembre: CAMPANIA alle ore 12.45 circa (in replica mercoledì 27 settembre alle ore 20.45 e giovedì 28 settembre alle ore 7.45)

Mercoledì 27 settembre: LOMBARDIA alle ore 13.45 circa dopo i LIVE del Wta di Wuhan(in replica giovedì 28 settembre alle ore 22.15 e venerdì 29 settembre alle ore 7.45) ]]>
Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ ATP METZ SU SUPERTENNIS - Paire-Gojowczyk è la sfida per il titolo ]]> nella foto
) si contendono il titolo del "Moselle Open", torneo Atp 250 dotato di un montepremi di 482.060 euro che si conclude sul cemento di Metz, in Francia. In semifinale il tedesco, numero 95 del ranking mondiale, proveniente dalle qualificazioni, ha superato il connazionale Mischa Zverev, numero 27 del ranking e quinto favorito del seeding ("fratellone" del Next Gen e top-five Sasha), costretto al ritiro per un problema fisico, dopo neanche mezz'ora di partita, sul punteggio di 63 1-0 in favore del suo avversario.
Nella semifinale della parte bassa, invece, il francese, numero 41 della classifica mondiale e settima testa di serie (nei quarti aveva annullato un match-point al belga David Goffin, numero 12 Atp e seconda testa di serie), ha sconfitto per 61 76(5), in un'ora esatta di gioco, il georgiano Nikoloz Basilashvili, numero 64 del ranking mondiale.

Per il 28enne di Monaco di Baviera si tratta della prima finale in carriera nel circuito maggiore. Quinta finale Atp, invece, per il 28enne di Avignone che ha fin qui conquistato un solo trofeo, a Bastad nel 2015.
Paire è avanti 2-1 nel bilancio dei confronti diretti con Gojowczyk.

"SuperTennis", la tv della Fit, trasmette in diretta ed in esclusiva il torneo ATP 250 di Metz. Questa la programmazione:
domenica 24 settembre - differita (finale)
alle ore 22.00
Gojowczyk (GER) c. Paire (FRA)
]]> Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC <![CDATA[ 'TENNIS & FRIENDS' - Settima edizione al Foro Italico il 7 e 8 ottobre - Evento che unisce salute, sport e spettacolo ]]> Giunta alla settima edizione, l'iniziativa – nata nel 2011 - è realizzata in collaborazione con la Fondazione Policlinico Agostino Gemelli, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Salute, di Roma Capitale, Regione Lazio, Aeronautica Militare, Polizia di Stato, Coni, Fit, Fir e Fise. L'evento, diventato ormai un appuntamento 'cult', rinnova e amplia l'area sanitaria. Sarà possibile effettuare check up gratuiti, con prenotazione in loco, all’interno di oltre 18mila m² del Villaggio della Salute (quasi settemila quelli effettuati lo scorso anno, in una sesta edizione che ha visto oltre ventimila partecipanti): dall’esame della tiroide alle mammografie e le transvaginali, passando per l’oculistica, l’otorino, il dentista, il diabetologo e molto altro, con a disposizione degli utenti i medici del Policlinico Gemelli, polo d’eccellenza.
Maggiori informazioni sul sito www.tennisandfriends.it.

Impreziosisce la manifestazione il Torneo di Tennis Celebrity che, nel corso di questi anni ha riunito tanti amici – come Paolo Bonolis, Maria De Filippi, Fiorello e molti altri testimonial storici di Tennis & Friends – giunti a testimoniare l’importanza della prevenzione.
]]>
Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ NEXT GEN - ATP FINALS A MILANO - Biglietti a prezzi speciali per le Scuole Tennis - Come fare per richiederli entro il 20 ottobre ]]> Sarà una preziosa occasione per le stelle del futuro per mostrare il proprio talento davanti ad un palcoscenico mondiale, Milano è la sede prescelta per questo straordinario evento, che si svolgerà dal 7 all’11 novembre 2017 al polo fieristico di Milano-Rho.

Gli allievi delle Scuole Tennis di categoria non superiore agli under 18, in possesso di tessera FIT 2017, potranno richiedere l’accesso al settore TOP ad un prezzo eccezionale di 10,00 euro.

I biglietti promozionali potranno essere richiesti solo per i giorni martedì 7, mercoledì 8 e giovedì 9 novembre 2017 e dovranno essere richiesti entro e non oltre le date indicate nell’allegata modulistica.

LETTERA INVITO PER LE SCUOLE TENNIS


Per informazioni è possibile contattare il seguente numero telefonico: 342 6302754 dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00 o scrivere all’indirizzo e-mail biglietteriascuoletennis@federtennis.it.
Tutte le conferme per la disponibilità dei biglietti richiesti saranno esclusivamente comunicate via e-mail entro le date indicate nelle lettere allegate.

Si ricorda che sarà data priorità ai Circoli i cui ragazzi abbiano partecipato ai Centri Federali Estivi nell’anno 2017. ]]>
Sat, 8 Dec 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ LAVER CUP LIVE SU SUPERTENNIS - Europa-Mondo 9-3. Rafa & Roger, che doppio! ]]> "Abbiamo parlato di tattica per tutta la giornata: è stato fantastico giocare insieme", ha detto Roger. "E' stato un bel match. E' stato bello sentire il tifo del pubblico dall'inizio alla fine. E soprattutto siamo contenti perché abbiamo vinto!", gli ha fatto eco Rafa.
Chissà se li rivederemo ancora in campo insieme....




SECONDA GIORNATA - Doppio impegno - in tutti i sensi - Federer e Nadal. In una giornata dove ogni vittoria vale 2 punti, il capitano del Team Europa Bjorn Borg ha scelto di schierare i suoi assi sia in singolare che in doppio per incrementare il vantaggio sul Team Mondo del rivale John McEnroe. E lo svizzero e lo spagnolo hanno risposto presente. Federer, numero 2 Atp, ha debuttato in modo convincente nella manifestazione battendo per 64 62 lo statunitense Sam Querrey, numero 16 Atp, in un match con poca storia. Nadal, numero uno del ranking mondiale, si è imposto per 63 36 11-9 al super tie-break sull'altro americano Jack Sock, numero 21 Atp, dopo essersi fatto recuperare un set ed un break di vantaggio.
In serata il Team Mondo ha accorciato le distanze grazie al successo dell'australiano Nick Kyrgios, numero 20 Atp, che ha battuto in rimonta per 46 76(4) 10-6 il ceco Tomas Berdych, numero 19 Atp. E poi in chiusura il "doppio delle meraviglie", Roger Federer e Rafel Nadal, per la prima volta in campo insieme, ha sconfitto per 64 16 10-5 il duo yankee formato da Sam Querey e Jack Sock, portando sul 9-3 il vantaggio del team Europa sul team Mondo.

PRIMA GIORNATA - E' partito con il piede giusto il team dell'Europa che ha chiuso in vantaggio per 3-1 sul team Resto del Mondo la giornata d'apertura della competizione. Su un campo insolitamente grigio scuro, dagli out enormi, illuminato a giorno mentre le tribune sono quasi avvolte dall'oscurità - effetto scenografico elegante e di grande impatto - i protagonisti di questa tre-giorni hanno dato l'impressione di prendere fin dalle prime battute piuttosto seriamente l'evento, anche se in panchina il clima è stato molto goliardico.
Nel match inaugurale Marin Cilic, numero 5 Atp, si è imposto per 76(3) 76(0) sul 19enne Frances Tiafoe, numero 71 Atp, portando subito in vantaggio il team Europa, che sulla carta sembra decisamente favorito. L'austriaco Dominic Thiem, numero 7 Atp, ha poi incrementato il vantaggio superando per 76(15) 67(2) 10-7 lo statunitense John Isner, numero 17 del ranking mondiale.Incredibile il primo tie-break che "long John" si è aggiudicato per 17 punti a 15, al settimo set-point ma dopo averne annullati 4 al suo avversario. Mentre nel super tie-break finale l'austriaco è stato bravo a recuperare dal 4-0 iniziale.
In serata il tedesco Alexander Zverev, 20 anni, numero 4 Atp, si è aggiudicato per 76(3) 76(5) la sfida tutta Next Gen con il canadese Denis Shapovalov, 18 anni, numero 51 del ranking mondiale. Sasha ha avuto tre match-point già sul 5-4 del secondo parziale ma Denis si è salvato. Curiosamente i sette set dei primi tre singolari si sono tutti decisi al tie-break a riprova del grande agonismo in campo.
In chiusura di giornata è arrivata la prima vittoria per il team Mondo con l'australiano Nick Kyrgios e lo statunitense Jack Sock che hanno sconfitto per 63 67(7) 10-7 il ceco Tomas Berdych e lo spagnolo Rafael Nadal.

RISULTATI - Europa 9 - Mondo 3
sabato
Roger Federer (Europa) b. Sam Querrey (Mondo) 64 62
Rafael Nadal (Europa) b. Jack Sock (Mondo) 63 36 11-9
Nick Kyrgios (Mondo) b. Tomas Berdych (Europa) 46 76(4) 10-6
Roger Federer/Rafael Nadal (Europa) b. Sam Querrey/Jack Sock (Mondo) 64 16 10-5
venerdì
Marin Cilic (Europa) b. Frances Tiafoe (Mondo) 76(3) 76(0)
Dominic Thiem (Europa) b. John Isner (Mondo) 76(15) 67(2) 10-7
Alexander Zverev (Europa) b. Denis Shapovalov (Mondo) 76(3) 76(5)
Nick Kyrgios/Jack Sock (Mondo) b. Tomas Berdych/Rafa Nadal (Europa) 63 67(7) 10-7

TEAM EUROPA: 5 TOP TEN PER BORG - Il format della competizione in onore del campionissimo australiano ricalca quello della Ryder Cup di golf, con una squadra a rappresentare l’Europa e l’altra invece semplicemente denominata ‘Mondo’, capitanate rispettivamente da due leggende della racchetta quali il glaciale Bjorn Borg (11 Major in bacheca: 6 Roland Garros e 5 Wimbledon consecutivi) e l’istrionico John McEnroe (7 titoli Slam individuali, a cui vanno aggiunti i dieci successi in doppio), grandissimi rivali sul campo in passato. Ogni squadra ha a disposizione in totale sei giocatori, quattro dei quali stabiliti attraverso il ranking ATP post-Wimbledon, mentre due sono stati scelti dai capitani nel lunedì post US Open.
Dunque l’Europa, dovendo rinunciare agli infortunati Andy Murray e Novak Djokovic, schiera il numero 1 del mondo Rafa Nadal, trionfatore a Flushing Meadows del suo 16esimo Slam, Roger Federer, numero 2 del ranking mondiale e con il successo a Wimbledon salito a quota 19 Major conquistati, Alexander Zverev (n. 4 Atp), Marin Cilic (n.5 Atp), Dominic Thiem (n. 7 Atp) e il padrone di casa Tomas Berdych, ex top ten e attualmente numero 19 del ranking. Nel ruolo di riserva l’altro spagnolo Fernando Verdasco (n. 40 Atp).

MC ENROE GUIDA IL TEAM MONDO - Dall'altra parte ci sono, in ordine di classifica, gli statunitensi Sam Querrey (numero 16 Atp) e John Isner (n. 17 Atp), l’australiano Nick Kyrgios (n. 20 Atp), l’altro yankee Jack Sock (n. 21 Atp), il talento canadese Denis Shapovalov, 18 anni e n. 51 del ranking mondiale, e il 19enne statunitense Frances Tiafoe, n.71 Atp. Quest’ultimo, capace ai recenti US Open di lottare per cinque set proprio contro Federer, ha preso il posto dell’argentino Juan Martin Del Potro (n. 24 Atp), che ha rinunciato non essendosi completamente ristabilito dopo la partecipazione all’ultimo Slam stagionale. La riserva del team Mondo è l’australiano Thanasi Kokkinakis, un altro Next Gen tornato prepotentemente alla ribalta dopo un lungo stop per problemi fisici (attualmente n. 215 Atp).

CALENDARIO: OGNI GIORNO 3 SINGOLARI E 1 DOPPIO - La formula della Laver Cup prevede tre giorni di incontri, con 3 singolari e un doppio in ciascuna giornata, e un doppio decisivo in caso di parità. Le scelte di formazione dei due capitani, come avviene nella Ryder Cup, saranno comunicate senza conoscere quelle della squadra avversaria. In particolare, venerdì 22 e sabato 23 settembre c'è una sessione diurna (a partire dalle ore 13, in programma due singolari) e serale (dalle 19: un singolo e il doppio), mentre domenica si gioca la finale in un´unica sessione, a partire dalle ore 12. Nell´eventuale terzo set sarà un tie-break a 10 punti a decidere l´esito dell´incontro. Ogni giocatore disputa minimo un singolare nella tre giorni del torneo e non più di due, in modo da dare spazio a tutti (almeno quattro dovranno disputare i doppi, e una stessa coppia non potrà disputare più di un match). Dopo i 12 match disputati, sarà giocato un doppio ´overtime´ al meglio dei tre coi vantaggi. Ogni match vinto darà alla squadra un punto venerdì, due sabato e tre domenica, rimanendo così aperta sino alla fine l’assegnazione del trofeo. Vincerà la prima squadra capace di arrivare a quota 13 punti su un totale di 24. Se si dovesse arrivare al 12-12, un quinto match di domenica sarà giocato per determinare il team vincitore della prima ‘Laver Cup’.

COSI’ IN TV - SuperTennis, la tv della Fit, trasmetterà in diretta le tre giornate della Rod Laver Cup, il tutto arricchito da SuperTennis Today, lo studio televisivo con commenti tecnici e curiosità.
Questa la programmazione:
domenica 24 settembre - ore 11.45 SuperTennis Today
LIVE dalle ore 12.00 Laver Cup: tre singolari e un doppio
]]>
Thu, 8 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ 10° ITF COMBINED - S.MARGHERITA DI PULA - Quali maschili: 15 gli italiani al 2° turno - Sorteggiato il tabellone delle qualificazioni femminili ]]> Nel torneo maschile sono 15 i tennisti italiani in corsa al secondo turno delle qualificazioni (tabellone a 64 posti): tra questi Federico Gaio (che entra in gara direttamente al secondo turno), il giovane Federico Arnaboldi (nella foto) e Francesco Moncagatto.
Sorteggiato intanto anche il tabellone delle qualificazioni femminili al via domenica. Sono 9 le giocatrici italiane ai nastri di partenza: tra queste Martina Caregaro, Lucrezia Stefanini, Claudia Giovine, Martina Spigarelli e Tatiana Pieri.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE

QUALIFICAZIONI MASCHILI

QUALIFICAZIONI FEMMINILI ]]>
Thu, 8 Nov 2018 23:00:00 UTC