<![CDATA[ Ultim'ora della Federazione Italiana Tennis ]]> Sun, 23 Apr 2017 19:44:29 UTC <![CDATA[ ATP BUDAPEST - Lunedì esordio per Lorenzi. In tabelllone anche Fognini ]]>
In tabellone c'è anche Fabio Fognini: il 29enne di Arma di Taggia, che ha ricevuto una wild card, numero 29 del ranking mondiale e terza testa di serie, esordirà direttamente al secondo turno contro il vincente del match tra lo statunitense Ryan Harrison, numero 50 Atp, ed il russo Andrey Kuznetsov, numero 87 Atp.

Il numero uno del torneo è il francese Lucas Pouille, numero 14 Atp, mentre il secondo favorito del seeding è il croato Ivo Karlovic, numero 22 del ranking mondiale: entrambi entreranno in gara direttamente al secondo turno come tutte le prime quattro teste di serie.
---------------------

RISULTATI
"Gazprom Hungarian Open"
ATP World Tour 250
Budapest, Ungheria
22 – 30 aprile, 2017
€482.060 - terra rossa

SINGOLARE
Primo turno
(wc,3) Fabio Fognini (ITA) bye
(6) Paolo Lorenzi (ITA) c. Mikhail Kukushkin (KAZ)

Secondo turno
(wc,3) Fabio Fognini (ITA) c. vinc. Ryan Harrison (USA)-Andrey Kuznetsov (RUS)

DOPPIO
Primo turno
Paolo Lorenzi/Julio Peralta (ITA/CIL) c. Viktor Troicki/Nenad Zimonjic (SRB)

QUALIFICAZIONI
Primo turno
(1) Aljaz Bedene (GBR) b. Federico Gaio (ITA) 64 62 ]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ ATP BARCELLONA - SU SUPERTENNIS - Seppi debutta con Mikael Ymer. Sfide live dalle 11 ]]>
La prima testa di serie del torneo è lo scozzese Andy Murray, numero 1 della classifica mondiale, che ha ottenuto una wild card, mentre ha annunciato il proprio forfait a tabellone già compilato (per un infortunio al polso destro) il giapponese Kei Nishikori, secondo favorito del seeding. Terza testa di serie per lo spagnolo Rafa Nadal, reduce dal decimo trionfo a Monte-Carlo e vincitore già nove volte a Barcellona. Le prime 16 teste di serie entreranno in scena direttamente al secondo turno.

”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo ATP 500 di Barcellona. Questa la programmazione:
lunedì 24 aprile - LIVE alle ore 11.00, alle ore 12.30, alle ore 14.30 ed alle ore 16.30
martedì 25 aprile - LIVE alle ore 11.00, alle ore 12.30, alle ore 14.30 ed alle ore 16.30
mercoledì 26 aprile - LIVE alle ore 11.00, alle ore 12.30, alle ore 14.30 ed alle ore 16.30
giovedì 27 aprile - LIVE alle ore 11.00, alle ore 12.30, alle ore 14.30 ed alle ore 16.30
venerdì 28 aprile - LIVE alle ore 12.30, alle ore 14.30 ed alle ore 16.30 (quarti); differita alle ore 22.30
sabato 29 aprile - LIVE alle ore 13.30 ed alle ore 16.00 (semifinali)
domenica 30 aprile - LIVE alle ore 16.00 (finale)

-----------------------

RISULTATI
“Barcelona Open Banco Sabadell”
Atp World Tour 500
Barcellona, Spagna
24 - 30 aprile, 2017
€2.324.905 - terra battuta

SINGOLARE
Primo turno
Andreas Seppi (ITA) c. (wc) Mikael Ymer (SWE) ]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ SEMIFINALI FED CUP SU SUPERTENNIS - Bielorussia già in finale. Live USA-Rep.Ceca 2-2 ]]>



Tutto ancora da decidere nella semifinale in corso a Saddlebrook Resort, in Florida, tra Stati Uniti e Repubblica Ceca, campione in carica. Dopo il vantaggio delle padrone di casa grazie a Coco Vandeweghe che ha battuto per 64 60 Katerina Siniakova, è arrivato il pareggio ospite (2-2) firmato dalla 17enne Marketa Vondrousova che ha sconfitto per 62 75 Lauren Davis, chiamata a sostituire una Shelby Rogers piuttosto deludente nella prima giornata. Sarà dunque il doppio a decidere.

COSI' IN TV - “SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta la sfida di Barletta tra Italia e Taipei valida per i play off per la permanenza nel World Group II e le semifinali Bielorussia-Svizzera e Stati Uniti-Repubblica Ceca. Questa la programmazione:
domenica 23 aprile - alle ore 11.00 SuperTennis Today
dalle ore 11.30 LIVE ITALIA - Taipei terzo e quarto singolare, doppio;
con finestre su Bielorussia - Svizzera terzo e quarto singolare, doppio
dalle ore 17.00 LIVE Stati Uniti - Repubblica Ceca, terzo e quarto singolare, doppio
.

SEMIFINALI WORLD GROUP

Stati Uniti - Repubblica Ceca 2-2
Saddlenbrok Resort (terra), Florida, Stati Uniti
Sulla terra della Florida si affrontano le due nazioni più vincenti nella storia della Fed Cup. Gli Stati Uniti, con 17 titoli, sono i leader assoluti ma hanno alzato l’ultimo trofeo nel 2000: l’ultima finale il team a stelle e strisce l’ha giocata a San Diego nel 2010 perdendo contro l’Italia. Le americane non arrivavano in semifinale proprio da quell’edizione della competizione.
Grazie al successo di febbraio sulla Spagna (3-2), questa è invece la nona presenza consecutiva in semifinale per la Cechia, con 10 trofei in bacheca - è seconda dietro gli Usa nella speciale classifica - cinque dei quali conquistati negli ultimi sei anni (hanno fallito solo nel 2013 quando furono sconfitti in semifinale a Palermo dall’Italia): il più recente lo scorso novembre a Strasburgo, rimontando uno svantaggio di 1-2 contro la Francia.
Nel bilancio dei confronti diretti gli Statui Uniti sono in vantaggio per 9-2 ma l’ultima volta che le due squadre si sono affrontate, nel 2009, il secondo periodo d’oro della Repubblica Ceca non era ancora cominciato. Il capitano statunitense Kathy Rinaldi ha confermato per tre quarti la formazione vittoriosa a febbraio per 4-0 sulla Germania: la “new entry” è Lauren Davis, schierata al posto di Allison Riske. Piccola rivoluzione in casa ceca dove Petr Pala, oltre a fare a meno di Petra Kvitova (la sfortunata giocatrice rimasta ferita gravemente alla mano sinistra nel corso di una rapina alla vigilia di Natale) deve rinunciare anche a Karolina Pliskova e Barbora Strycova.
Stati Uniti: CoCo VandeWeghe, Lauren Davis, Shelby Rogers, Bethanie Mattek-Sands (capitano: Kathy Rinaldi-Stunkel)
Repubblica Ceca: Katerina Siniakova, Kristyna Pliskova, Denisa Alertova, Marketa Vondrousova (capitano Petr Pala)
sabato
CoCo VandeWeghe (USA) b. Marketa Vondrousova (CZE) 61 64
Katerina Siniakova (CZE) b. Shelby Rogers (USA) 63 63
domenica
CoCo VandeWeghe (USA) b. Katerina Siniakova (CZE) 64 60
Marketa Vondrousova (CZE) b. Lauren Davis (USA) 62 75
CoCo Vandeweghe/Bethanie Mattek-Sands (USA) c. Kristyna Pliskova/Katerina Siniakova (CZE)

BIELORUSSIA - Svizzera 3-2
Chizhovka Arena (veloce indoor), Minsk, Bielorussia
A Minsk le padrone di casa, dopo aver sconfitto nei quarti l’Olanda (4-1), sullo stesso campo hanno conquistato la prima, storica finale battendo per 3-1 la Svizzera. Anche se non hanno potuto contare sulla loro migliore giocatrice, Victoria Azarenka, ferma per maternità (Vika rientrerà a luglio nel torneo di Stanford), ma pronta a tifare per le compagne in tribuna. Nella sua breve storia la Bielorussia (le cui giocatrici fino al 1991 hanno gareggiato sotto la bandiera dell’URSS) vanta anche un record assoluto: il 5-0 rifilato all’Estonia nel 2011 - playoff World Group II - perdendo appena 13 giochi in cinque match.
Dovrà ancora attendere, invece, la Svizzera per provare ad eguagliare il suo miglior risultato: la finale del 1998 persa contro la Spagna. Il team rossocrociato è tornato solo lo scorso anno a competere nel World Group da quale era assente dal 2004.
Era il quarto confronto tra i due paesi ed ora la Bielorussia si è portata in parità (2-2).
Bielorussia: Aliaksandra Sasnovich, Aryna Sabalenka, Olga Govortsova, Vera Lapko (capitano Eduard Dubou)
Svizzera: Timea Bacsinszky, Viktorija Golubic, Belinda Bencic, Martina Hingis (capitano Heinz Guenthardt)
sabato
Aliaksandra Sasnovich (BLR) b. Viktorija Golubic (SUI) 63 57 75
Timea Bacsinszky (SUI) b. Aryna Sabalenka (BLR) 64 75
domenica
Aliaksandra Sasnovich (BLR) b. Timea Bacsinszky (SUI) 62 76(2)
Aryna Sabalenka (BLR) b. Viktorija Golubic (SUI) 63 26 64
Belinda Bencic/Martina Hingis (SUI) b. Olga Govortsova/Vera Lapko (BLR) 60 61

*******

TABELLONE PLAY OFF WORLD GROUP
(1) Francia - Spagna 4-0
(2) Russia - Belgio 2-3
(3) Germania - Ucraina 3-2
Slovacchia - (4) Olanda 2-3 ]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ 6° ITF COMBINED - S. MARGHERITA DI PULA - Uomini: Summaria e Ciurletti si qualificano - Quali donne: 4 italiane al turno decisivo ]]> Per quanto riguarda il torneo maschile le qualificazioni hanno promosso anche Corrado Summaria (nella foto) e Andres Gabriel Ciurletti portando a nove il numero dei tennisti italiani al via nel tabellone principale.
Lunedì si concludono invece le quali femminili che al turno decisivo vedono ancora in corsa 4 giocatrici italiane: Martina Caregaro, Ludmilla Samsonova, Giorgia Marchetti e Francesca Bullani.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE

QUALIFICAZIONI MASCHILI

SINGOLARE FEMMINILE ]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ WORLD GROUP: “SARA' UNA SFIDA!” - Filosofia Garbin: “O si vince o si impara” ]]> “Vittoria importante, ci tenevamo tantissimo. Vorrei fare i complimenti a tutti, non solo alle giocatrici ma aanche allo staff che lavora dietro le quinte. Sara è stata brava perché è andata oltre le difficoltà: il vento rendeva tutto più equilibrato, inoltre la sua avversaria ha espresso un buonissimo tennis”. Anche se la Errani ha portato a casa due punti, la “foto” di questo weekend è stato il successo di Martina Trevisan, un clamoroso 12-10 al terzo. “E' stato molto importante perché ha indirizzato tutto il weekend...per fortuna si è conclusa bene, anche se mi ha lasciato qualche capello bianco in più!”. “Tax” ha nuovamente posto l'accento sul clima sereno e tranquillo in seno al team. “Mi è piaciuto molto, inoltre alle spalle di queste ragazze c'è un movimento con altre giocatrici che stanno ottenendo buoni risultati, anche a livello internazionale. Stiamo ragionando sul lungo termine, c'è un lavoro che durerà qualche anno, ma ho avuto la sensazione che siano tutte migliorate nel corso della settimana”. E' un po' presto per pensare al futuro, anche se l'anno prossimo dovrebbe esserci l'approdo nel nuovo World Group a 16 squadre. “Intanto sono contenta di questo gruppo, le ragazze ci tengono davvero, ad esempio Rosatello e Paolini avevano giocato la Summer Cup proprio in Puglia – dice la Garbin, che nel 2018 potrà contare al 100% anche sulla Errani – per il futuro, anche se troveremo una squadra molto forte, vedo tutto come una grande sfida. Andremo e giocheremo contro chiunque, giocandoci le nostre carte. C'è ancora tanto da imparare, ma siamo pronte a crescere. Io dico sempre che si vince o si impara. E noi sapremo crescere anche attraverso situazioni non facili”.

SARITA: “STO RECUPERANDO”
Consapevole della superiorità rispetto alle avversarie, Sara Errani non ha esultato più di tanto dopo il successo sulla Lee. Non è stata la sua migliore partita ma ne è venuta fuori bene, regalando all'Italia il punto decisivo. “Nel primo set ho fatto fatica, non superavo quasi mai la metà campo. Lei giocava bene, spingeva molto e i suoi colpi erano profondi. Inoltre facevo fatica quando avevo il vento a sfavore. Nel secondo è andata un po' meglio e facevo più male con il dritto. Nel terzo, sul 4-0 lei ha giocato un bel game e sapevo che nei due giochi controvento avrei fatto fatica, infatti si è riavvicinata. A quel punto, per me era fondamentale sfruttare il vento negli ultimi due game”. La Errani è stata brava a gestire la pressione, l'obbligo di vincere e anche un pizzico di tensione. “Ero nervosa e non avevo buone sensazioni, anche perché non è così scontato vincere solo perché lo dice la classifica...”. Con questo successo, la Errani garantisce all'Italia un posto nel (probabile) World Group del 2018. “Io credo che l'Italia possa fare buone cose. Mi trovo molto bene con questo gruppo, ho trovato tanta voglia di migliorare, ma anche di scherzare e sdrammatizzare. Certo, le altre devono crescere ma lo stanno facendo. In fondo, nessuno nasce imparato. La probabile difficoltà del prossimo match? Se anche dovessimo perdere, ci sta. D'altra parte non è mai facile per la squadra favorita. Si è visto anche in questa partita, eravamo nettamente favorite invece Taipei si è difeso bene: come non è facile per noi, non lo sarà neanche per le altre. Credo che questa settimana sia stata molto utile per far crescere le altre, e forse sono cresciuta anche io. E poi dipenderà sempre da chi gioca”. Parlando della sua carriera individuale, adesso Sarita dovrà tenere conto del ranking per programmarsi: giocherà a Istanbul, poi forse Rabat o le qualificazioni di Madrid, dove però potrebbe anche non accedere. “La cosa buona è che non difendo punti da qui a fine stagione, quindi posso soltanto salire. Non penso tanto a numeri e classifiche, quanto a recuperare una piena condizione fisica, mentale e tennistica. Quando sarò al top, i risultati arriveranno di conseguenza. Fisicamente sto bene, mentre devo recuperare sul piano tennistico e mentale”.

Il doppio ha visto la vittoria di Taipei: Hsu-Chuang hanno portato il punto della bandiera alle asiatiche, ma è stata comunque una buona esperienza per Jasmine Paolini e Camilla Rosatello. Per la piemontese era l'esordio assoluto in Fed Cup. Camilla, tra l'altro, ha mostrato una certa umiltà. “Ero molto emozionata, la prima volta non si dimentica mai. Sono contenta per il risultato di squadra, e spero di esserci anche in futuro. Mi sento ancora un po' lontana dalla Errani, ma credo di avere tanti margini di miglioramento. In questi giorni ho imparato tanto, soprattutto da lei: di lei mi piace l'intensità che mette in ogni allenamento, e il modo di gestire i momenti difficili. Sono onorata di far parte di questo gruppo”. Soddisfatta anche la Paolini: “Ovviamente mi sarebbe piaciuto giocare anche in singolare, ma siamo una squadra e siamo tutte a disposizione del capitano. Sono contenta per la Trevisan, ma sarebbe stata dura trovarsi sull'8-8 al terzo!”. Il tutto mentre Tathiana, scherzando, ha aggiunto: “Beh, lei avrebbe vinto in due set!”.

LE DICHIARAZIONI DI TAIWAN

YA HSUAH LEE
“Ho adottato la stessa strategia di ieri, cercando di creare qualche problema alla Errani spingendo il più possibile”

“La mia necessità era di fare in fretta, cercando di non far rimbalzare troppo la palla per evitare di colpire troppo in alto. Il problema è che ho commesso qualche errore nei momenti importanti”

“Il problema alla gamba non riguarda la partita di ieri. Ero un po' stanca a causa della durezza della partita di oggi, e ho avvertito anche un po' di tensione”.

“Adoro questa competizione. Naturalmente speravo di vincere, ma è stata una bella esperienza. Spero di fare meglio in futuro”.

“Adesso torno a casa, mi riposerò qualche giorno e mi farò vedere dai medici per capire come sto. Tornerò a giocare a maggio, il mio prossimo torneo sarà a maggio, in Corea”.

SHI TING WANG
“Non posso dire di essere soddisfatta, però due singolari sono stati molto equilibrati e abbiamo portato a casa il doppio, anche se a risultato acquisito. Non credo proprio che le ragazze abbiano fatto un cattivo lavoro”

“In effetti ci mancavano due giocatrici importanti, però al prossimo match manca ancora tanto tempo. Di certo speriamo di migliorare: potremmo recuperare Kai-Chen Chang, mentre la Hsieh ha qualche problema con la federazione. Ci riproveremo la prossima volta”.

“La Lee ha giocato una grande partita ma ha sbagliato qualche palla di troppo, soprattutto all'inizio del terzo set, proprio come ieri. Però adoro il modo in cui è stata in campo, è stata bravissima. Ovviamente sono delusa, ma giocando in Italia e sulla terra battuta sapevamo che sarebbe stata molto difficile. Mi porto via due buoni singolari e la convinzione che sicuramente torneremo”.

“Taipei ha buone giocatrici, giovani e in crescita. Per loro è stata una trasferta positiva, mancava un'esperienza del genere. La Lee è abituata a giocare sul cemento, però è stata brava a disimpegnarsi anche sulla terra battuta”.
]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ FRANCAVILLA CHALLENGER - Main draw con 12 azzurri - Quali: Giacalone al turno decisivo ]]> nella foto) è al turno decisivo delle qualificazioni degli "Internazionali di Tennis d'Abruzzo", torneo challenger da 43mila euro di montepremi in corso sulla terra rossa del Circolo Tennis Francavilla al Mare: il siciliano si giocherà lunedì un posto nel tabellone principale con il ceco Petr Michnev, seconda testa di serie delle quali.

Per quanto riguarda il main draw sono già 12 gli azzurri al via: Alessandro Giannessi, seconda testa di serie, esordirà contro la speranza greca Stefanos Tsitsipas, Marco Cecchinato, numero 4 del seeding, è atteso da un derby azzurro con Salvatore Caruso, mentre Stefano Napolitano, sesto favorito del torneo, troverà dall'altra parte della rete il tedesco Marc Sieber. Ostacolo olandese per Lorenzo Giustino, ottava testa di serie, che sarà opposto a Igor Sijsling, Stefano Travaglia sarà protagonista di una sfida tutta italiana con Riccardo Bellotti mentre il terzo derby tricolore di primo turno vedrà in campo Matteo Donati e la wild card Simone Bolelli. Per quanto riguarda le altre tre wild card Matteo Berrettini esordirà contro il brasiliano Guilherme Clezar, Lorenzo Sonego dovrà vedersela con il francese Jonathan Eysseric mentre Andrea Pellegrino attende un giocatore proveniente dalle qualificazioni.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI ]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ MONTECARLO: 10 VOLTE NADAL - Ramos-Vinolas ko. E' suo il "record rosso” (50) ]]>


FINALE A SENSO UNICO - Rafa non ha mai perso una finale giocata contro un connazionale e contro Ramos-Vinolas ha vinto in due set entrambi i precedenti: le premesse per il buon Albert non sono certo incoraggianti. La cronaca. L’avvio del maiorchino è stato spietato: ha strappato una prima volta il servizio al 29enne di Barcellona nel quarto gioco e poi ha replicato al sesto prima di archiviare il primo parziale per 61 con un ace. Nella seconda frazione Ramos ha provato ad opporre una resistenza maggiore ma il Centrale del Principato è il campo di Nadal che nel quinto gioco ha messo a segno il break. Nell’ottavo gioco Rafa ha frustrato le residue speranze di Ramos infilando quattro punti consecutivi che gli hanno permesso di recuperare dallo 0-30 e nel nono gioco ha chiuso il discorso al terzo match-point su un doppio fallo di Ramos.

QUANTO VALE IL TITOLO N. 70 - Per Rafa - come detto - 70esimo titolo in carriera, e 29esimo trofeo Masters 1000, su 105 finali disputate: il primo successo a quasi un anno di distanza da Barcellona 2016 per un Nadal finalmente a segno dopo le tre finali perse nei primi quattro mesi del 2017, due volte contro Roger Federer (a Melbourne e Miami), una contro Querrey (Acapulco).
Ramos da parte sua si consola con la sua prima finale in un “1000” in un torneo in cui ha messo in fila, tra gli altri, il numero uno del mondo Murray negli ottavi (anche se con un bel po’ di aiuto da parte dello scozzese) ed il numero 8 (Cilic) nei quarti: ”Non ho vinto ma sono contento lo stesso: se ad inizio settimana mi avessero detto che avrei giocato la finale con un campione come Rafa non ci avrei creduto”. Da lunedì il 29enne mancino di Barcellona, lo scorso anno capace di arrivare nei quarti al Roland Garros, entrerà per la prima volta nei top 20 (numero 19).
Grazie a questo successo da lunedì Nadal risalirà invece al numero 5 del ranking mondiale. Rafa sorride mentre sul maxi schermo scorrono le immagni dei suoi dieci successi nel Principato a cominciare da quello datato 2005: ”Dopo un paio di finali perse quest’anno finalmente sono riuscito a vincere. E’ difficile per me esprimere cosa provo, cosa significa per me essere qui a stringere ancora il trofeo dopo tanti anni. Ringrazio la vita che mi ha dato questa possibilità”. La settimana prossima il maiorchino proverà a fare 10 anche a Barcellona - dove gli hanno intitolato il campo centrale - prima di provare a firmare la decima più prestigiosa, quella al Roland Garros di Parigi.



TABELLONE SINGOLARE
]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ WTA ISTANBUL - SU SUPERTENNIS - Errani debutta con ... una tennista di Taipei! ]]>
”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in esclusiva il torneo Wta International di Istanbul. Questa la programmazione:
venerdì 28 aprile - differita alle ore 02.00, alle ore 04.00, alle ore 06.00 ed alle ore 08.45
sabato 29 aprile - differita alle ore 03.30, alle ore 05.15, alle ore 07.15, alle ore 09.00 (quarti) ed alle ore 22.30 (semifinale 1)
domenica 30 aprile - differita alle ore 00.05 (semifinale 2); ed alle ore 18.15 (finale)

--------------------

RISULTATI
“TEB BNP Paribas Istanbul Cup”
WTA International
Istanbul, Turchia
24 - 30 aprile, 2017
$250.000 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
Sara Errani (ITA) c. Su-Wei Hsieh (TPE)
]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ 5° ITF COMBINED - S. MARGHERITA DI PULA - Titolo femminile alla russa Ivakhnenko ]]> Già assegnato da sabato il titolo maschile, vinto dal siciliano Salvatore Caruso, quarta testa di serie, oggi si è concluso il torneo femminile con la vittoria della russa Valentyna Ivakhnenko, che in finale ha sconfitto per 75 63 la spagnola Georgina Garcia Perez, sesta testa di serie.

SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE

QUALIFICAZIONI MASCHILI

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO FEMMINILE

QUALIFICAZIONI FEMMINILI ]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ FED CUP: AZZURRE BATTONO TAIPEI - Da Errani il punto decisivo per la giovane Italia ]]>
A punteggio acquisito Ching-Wen Hsu e Chia-Jung Chuang hanno conquistato il punto della bandiera superand per 64 64 Jasmine Paolini e Camilla Rosatello.
La prima giornata, sabato, aveva visto Martina Trevisan, all’esordio in singolare in maglia azzurra, imporsi in rimonta, con il punteggio di 26 63 12-10, dopo 2 ore e 57 minuti, su Ya-Hsuan Lee, mentre Sara Errani ha battuto per 6062 in appena un'ora Chieh-Yu Hsu .
Va ricordato che le azzurre avrebbero dovuto giocare in trasferta ma l'ITF ha accettato la richiesta di inversione del campo avanzata dalla Federazione asiatica.

IL PUNTO DECISIVO - Errani e Lee non si sono mai affrontate e Sara ha cominciato un po’ a rilento. I primi tre game sono stati altrettanti break: la prima a mantenere il servizio, al quarto gioco, è stata proprio la giocatrice di Taipei che tirando a tutta ogni colpo ha allungato sul 3-1. La Lee ha avuto anche la chance del 4-1 ma l’azzurra è stata brava a tenere (3-2) ed a riagganciare poi la sua avversaria sul 3 pari. Nel settimo gioco Sara ha salvato tre palle break ma sulla quarta è stata costretta nuovamente a cedere la battuta. Nell’ottavo game la Errani ha avuto l’opportunità di riagguantare la Lee sul 4 pari ma invece è stata la giocatrice di Taipei, più determinata e reattiva, a salire 5-3. E poco dopo ha archiviato il primo set per 63. In avvio di seconda frazione Sara è riuscita ad interrompere la striscia di quattro game consecutivi della Lee difendendo il turno di servizio nel secondo gioco (1-1). La giocatrice di Taipei è salita 2-1 ma l’azzurra piano piano ha ritrovato profondità nei colpi ed ha infilato un parziale di cinque giochi consecutivi che le ha permesso di pareggiare il conto dei set. Al cambio campo la Lee si è fatta fasciare appena sopra il ginocchio sinistro. Nella terza frazione la Errani non ha trovato più grossa resistenza da parte della cinese di Taipei molto meno reattiva negli spostamenti e troppo precipitosa nel provare a chiudere subito gli scambi. Sara è volata sul 4-0 prima che la Lee riuscisse non solo ad interrompere a nove la striscia di game consecutivi conquistati dalla romagnola ma anche a riavvicinarsi pericolosamente (4-3). La Errani, però, non si è disunita, ha conquistato gli ultimi due game e, chiudendo al secondo match-point, ha regalato il punto della vittoria all’Italia.

GIOIA AZZURRA - Sara Errani ci ha messo po’ ad entrare in partita. Per lei dopo aver perso il primo set anche qualche lacrima di rabbia ma poi si è ripresa con tanta grinta: ”Oggi era difficile perché c’era tanto vento” - ha spiegato la romagnola -. ”Non riuscivo a dare profondità: per tutto il primo set la mia palla non riusciva a superare la metà campo. Dal’inizio del secondo set sono riuscita a spingere un po’ di più allungando i colpi. Nel set decisivo ho perso un game delicato sul 4-0 ma sono riuscita a riprendermi ed a chiudere il match. Ora andrò ad Istanbul e poi giocherò probabilmente Madrid prima degli Internazionali BNL d’Italia a Roma”.
Prima vittoria sulla panchina azzurra per Tathiana Garbin, da quest’anno alla guida della nazionale femminile: ”Diciamo che adesso ho capito perché a Corrado Barazzutti sono venuti i capelli bianchi così presto …” - ha esordito scherzando -. ”Le condizioni di gioco erano complicate, c’era molto vento: in certe situazioni era proprio difficile giocare. La Lee non aveva nulla da perdere e Sara è stata brava a calmarsi e poi a dare tutto nel terzo set. Cosa le ho detto dopo che ha perso il primo set? Ho solo cercato di tranquillizzarla e lei è stata pronta a riprendersi. Le ho solo chiesto di tirare fuori l’energia che aveva dentro”. Una vittoria quella dell’Italia che può anche rivelarsi doppiamente importante, se ad agosto l’ITF confermerà l’intenzione di allargare il World Group a 16 squadre. ”Eravamo sul baratro tra serie B e C e forse possiamo ritornare già in A, ma non parliamo troppo presto” - ha aggiunto la Garbin - ”sono molto felice di aver scelto questa squadra e sono contenta di come stanno crescendo le ragazze”.

LE SQUADRE - Per questi play-off il capitano azzurro Tathiana Garbin ha convocato Sara Errani (n. 110 Wta), Jasmine Paolini (n. 190 Wta), Martina Trevisan (n. 221 Wta) e Camilla Rosatello (n. 301 Wta), alla sua prima chiamata in Fed Cup dopo esser stata aggregata come quinto elemento in febbraio a Forlì. La sua "collega" Shi-Ting Wang ha invece scelto di affidarsi a Ya-Hsuan Lee (n. 298 Wta), Chieh-Yu Hsu (n. 372 Wta), Ching-Wen Hsu (n. 419 Wta) e Chia-Jung Chuang, specialista del doppio (n.68 nella classifica Wta di doppio e senza ranking in singolare).

HEAD TO HEAD - Quello di Barletta è il secondo successo dell’Italia in altrettanti confronti con Taipei. In precedenza due squadre si erano affrontate nel 1985 quando sul cemento di Nagoya Green, in Giappone, nel primo turno del World Group, l’Italia di Sandra Cecchini e Raffaella Reggi, impegnate sia in singolare che in doppio, si impose per 3-0, concedendo alle avversarie (Su-Lin Lai, Chiu-Mei Ho e Hsiu-Tsuan Wen) appena quattro giochi.
Per quanto riguarda l’Italia, nell'ultimo decennio ha conquistato quattro Fed Cup (2006, 2009, 2010 e 2013) e giocato un'altra finale (2007) oltre a tre semifinali (2011, 2012 e 2014). Retrocessa dal Gruppo Mondiale nel 2016 per la prima volta dopo 18 anni, la squadra azzurra, dopo la sconfitta con la Slovacchia a Forlì, dovrà vincere per conservare un posto nel World Group II nella Fed Cup 2018.

COSI' IN TV - “SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta la sfida di Barletta tra Italia e Taipei valida per i play off per la permanenza nel World Group II e le semifinali Bielorussia-Svizzera e Stati Uniti-Repubblica Ceca. Questa la programmazione:
domenica 23 aprile - alle ore 11.00 SuperTennis Today
dalle ore 11.30 LIVE ITALIA - Taipei terzo e quarto singolare, doppio;
con finestre su Bielorussia - Svizzera terzo e quarto singolare, doppio
dalle ore 17.00 LIVE Stati Uniti - Repubblica Ceca, terzo e quarto singolare, doppio
.

RISULTATI

ITALIA - TAIPEI 3-1

sabato
Martina Trevisan (ITA) b. Ya-Hsuan Lee (TPE) 26 63 12-10
Sara Errani (ITA) b. Chieh-Yu Hsu (TPE) 60 62

domenica
Sara Errani (ITA) b. Ya-Hsuan Lee (TPE) 36 62 63
Ching-Wen Hsu/Chia-Jung Chuang (TPE) b. Jasmine Paolini/Camilla Rosatello (ITA) 64 64

-----------------------------

TABELLONE PLAY-OFF WORLD GROUP II
(1) ITALIA - China Taipei 3-1
(2) Romania - Gran Bretagna 3-2
Serbia - (3) Australia 0-4
(4) Canada - Kazakhstan 1-1
]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF HAMMAMET - Scala sconfitta in finale ]]> nella foto) nella finale del 15mila dollari di Hammamet, in Tunisia: la 22enne romagnola, sesta testa di serie, ha ceduto per 62 64 alla francese Tessah Andrianjafitrimo, prima favorita del torneo.
-------------------------------------

RISULTATI
"Hammamet Open"
Itf Pro Circuit
Hammamet, Tunisia
17 - 23 aprile, 2017
$15.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
(5) Manon Arcangioli (FRA) b. Alice Balducci (ITA) 62 46 62
(6) Camilla Scala (ITA) b. (wc) Bojana Markovic (SRB) 62 60
Panna Udvardy (HUN) b. Anna-Giulia Remondina (ITA) 64 75

Secondo turno
(6) Camilla Scala (ITA) b. Panna Udvardy (HUN) 63 16 76(4)

Quarti
(6) Camilla Scala (ITA) b. Fanny Ostlund (SWE) 60 75

Semifinali
(6) Camilla Scala (ITA) b. (q) Maristany Zuleta de Reales (ESP) 64 36 64

Finale
(1) Tessah Andrianjafitrimo (FRA) b. (6) Camilla Scala (ITA) 62 64 ]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ TUNISIA F15 - Vince Matteo Viola: è il 15esimo titolo per il veneto ]]> nella foto) ha conquistato il trofeo del 15mila dollari di Hammamet, in Tunisia: in finale il 29enne giocatore veneziano, quinta testa di serie, ha battuto per 64 63 l'argentino Hernan Casanova. Per il veneto si tratta del 15esimo titolo ITF in carriera.
------------------------------------------------

RISULTATI
"Hammamet Open"
Itf Future Circuit
Hammamet, Tunisia
17 – 23 aprile, 2017
$15.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
(1) Laurynas Grigelis (LTU) b. Francesco Vilardo (ITA) 63 62
Davide Galoppni (ITA) b. Franco Agamenone (ARG) 61 61
(5) Matteo Viola (ITA) b. (wc) Geoffrey Blancaneaux (FRA) 46 75 62

Secondo turno
Ljubomir Celebic (MNE) b. Davide Galoppini (ITA) 62 75
(5) Matteo Viola (ITA) b. (q) Theo Fournerie (FRA) 60 75

Quarti
(5) Matteo Viola (ITA) b. (q) Elliot Benchetrit (FRA) 26 63 76(4)

Semifinali
(5) Matteo Viola (ITA) b. Kirill Dmtriev (RUS) 64 64

Finale
(5) Matteo Viola (ITA) b. Hernan Casanova (ARG) 64 63 ]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ STOCCARDA: 1°T VINCI-SHARAPOVA! - Torneo live su SuperTennis da martedì ]]>
La numero uno del seeding è la tedesca Angelique Kerber che è anche la campionessa in carica: la numero due è la ceca Karolina Pliskova.

”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo Wta Premier di Stoccarda. Questa la programmazione:
martedì 25 aprile - LIVE alle ore 18.30 ed alle ore 20.30; differita alle ore 22.30
mercoledì 26 aprile - LIVE alle ore 18.30 ed alle ore 20.30; differita alle ore 22.30
giovedì 27 aprile - LIVE alle ore 18.30 ed alle ore 20.30; differita alle ore 22.30
venerdì 28 aprile - LIVE alle ore 18.30 ed alle ore 20.30 (quarti)
sabato 29 aprile - LIVE alle ore 18.30 (semifinale 2) e differita alle ore 20.30 (semifinale1)
domenica 30 aprile - LIVE alle ore 15.00 (finale)

--------------------

RISULTATI
"Porsche Tennis Grand Prix"
Wta Premier
Stoccarda, Germania
24 - 30 aprile, 2017
$776.000 - terra rossa indoor

SINGOLARE
Primo turno
Roberta Vinci (ITA) c. (wc) Maria Sharapova (RUS)

QUALIFICAZIONI
Primo turno
Dinah Pfizenmaier (GER) b. Camila Giorgi (ITA) 36 63 63 ]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ 6° ITF COMBINED - S. MARGHERITA DI PULA - Uomini: 3 italiani ad un passo dal main draw - Via alle quali femminili ]]> Per quanto riguarda il torneo maschile sono tre i tennisti italiani approdati al turno decisivo delle qualificazioni: si tratta di Corrado Summaria, Andres Gabriel Ciurletti e Roberto Ricardo.
Oggi scattano anche le qualificazioni femminili con 6 giocatrici italiane in corsa: tra loro Maruina Caregaro (nella foto), Ludmilla Samsonova e Giorgia Marchetti.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE

QUALIFICAZIONI MASCHILI

QUALIFICAZIONI FEMMINILI ]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ DERBY SPAGNOLO PER IL TITOLO - A Montecarlo c'è Ramos tra Nadal e la decima ]]>
NADAL TRAVOLGE GOFFIN, CHE ERRORE DELL'ARBITRO - Nel loro primo incrocio Nadal, numero 7 dedl seeding e quarta testa di serie - vincitore nove volte nel Principato, otto di fila tra il 2005 e il 2012 e poi nel 2016 - ha dominato (63 61 in poco meno di un'ora e mezzo di gioco) il belga David Goffin, numero 13 Atp e decima testa di serie, che aveva eliminato nei quarti Novak Djokovic. Il match è stato macchiato da un grave errore dell'arbitro di sedia Cédric Mourier nel sesto gioco del primo set, quando il belga si è visto negare il punto del 4-2 (colpo fuori dello spagnolo) dall'arbitro francese che sceso ha giudicato buona la palla ma indicando un altro segno (come mostrato anche dalle immagini) tra l'incredulità del giocatore di Liegi e del pubblico. Un episodio che ha fatto perdere lucidità a Goffin (alla fine ha rifiutato di stringere la mano Mourier) ed ha rappresentato la svolta della partita.

PRIMA FINALE IN UN '1000' PER RAMOS - In precedenza Ramos-Vinolas, dopo aver estromesso il numero 1 del mondo Andy Murray negli ottavi e poi nei quarti il croato Marin Cilic, numero 8 Atp e quinta testa di serie, ha aggiunto un altro scalpo eccellente al suo carniere, quello del francese Lucas Pouille, numero 17 Atp ed 11esima testa di serie: 63 57 61 il punteggio, dopo due ore e 16 minuti, in favore del 29enne mancino di Barcellona, lo scorso anno capace di arrivare nei quarti al Roland Garros, che cogliendo il secondo successo su tre confronti diretti con il 23enne di Grand-Synthe ha così ottenuto la sua prima finale in un '1000'.

RAFA A CACCIA DEL 70° TITOLO, IL 50ESIMO SULLA TERRA - Sarà la finale Atp numero 105 per il 30enne mancino di Manacor, a caccia del titolo numero 70 (l’ultimo vinto quasi un anno fa sulla terra di Barcellona), sarebbe il 29esimo a livello di Masters 1000: l’obiettivo del “signore della terra” è quello di alzare al cielo il primo trofeo stagionale, dopo le tre finali perse nei primi quattro mesi del 2017, due volte contro Roger Federer (a Melbourne e Miami) mentre ad Acapulco è stato stoppato da Sam Querrey, anche per non dover più condividere con Guillermo Vilas il record di titoli sulla terra (adesso sono 49 per entrambi).
Quinta finale, invece, per Ramos-Vinolas, che ha fin qui conquistato un solo trofeo, a Bastaad 2016.
Nadal si è aggiudicato i due precedenti, entrambi sulla terra di Barcellona, nel 2013 e 2014.

RISULTATI - Semifinali: (15) Ramos Vinolas (ESP) b. (11) Pouille (FRA) 63 57 61, 4) Nadal (ESP) b. (10) Goffin (BEL) 63 61.

TABELLONE SINGOLARE ]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ DIECI DOMANDE ALLA TERRA - Gli enigmi della primavera “rossa” ]]>
1 – NADAL, E' TEMPO DI “DECIMA”?
Il suo Real Madrid ha acciuffato la decima Champions League tre anni fa (poi è arrivata anche l'undicesima): lui è fermo a nove titoli a Monte Carlo, Barcellona e Roland Garros, Rafa punta a diventare il primo di sempre ad andare in doppia cifra in un singolo torneo. Ma senza nulla togliere al Principato e alla Catalogna, soltanto Parigi lo consegnerebbe alla leggenda. Se il Roland Garros iniziasse oggi, sarebbe il favorito: “Ho ritrovato il piacere di giocare a tennis” ha detto in questi giorni. Il fisico non è più esplosivo come un tempo, però la terra maschera le lacune e tanti giocatori partono già battuti prima di affrontarlo. Se non gli capita la sfortuna dell'anno scorso, quando si fece male al polso, può essere la volta buona.

2 – MASHA SARA' GIA' COMPETITIVA?
Senza la ruggine accumulata in 15 mesi di stop, sarebbe la favorita numero 1 per Parigi. Negli ultimi anni, Masha aveva trovato un ottimo feeling con la terra battuta. Non è un caso che il Roland Garros sia l'unico Slam vinto più di una volta. I detrattori si domandano come farà senza la spinta del meldonium, però la storia insegna che certi ritorni possono essere dirompenti: Kim Clijsters, ad esempio, vinse lo Us Open al terzo torneo dopo lo stop per maternità. Masha è favorita anche da una concorrenza che non può farle paura: Halep, Pliskova e Muguruza sarebbero le più accreditate, ma gli ultimi grandi tornei li hanno vinti Elena Vesnina e Johanna Konta...

3 – RIVEDREMO IL VERO DJOKOVIC?
Il serbo è stato la grande delusione del primo trimestre. Ha fallito tutti gli appuntamenti importanti e si è pure fermato per un problema al gomito. La terra non è la sua superficie migliore, però è l'ultima dove ha vissuto sensazioni positive. Inoltre c'è una ragione tecnica per sperare: sul rosso ci sono meno giocatori in grado di impensierirlo. Sulla terra è difficile che arrivi un Istomin e lo butti fuori, come accaduto in Australia. Nadal resta il più pericoloso, ma Nole ha decifrato il suo tennis già da tempo. A Monte Carlo ha dato qualche piccolo segnale di ripresa: le vittorie su Simon e Carreno Busta non sono state banali, anche se – a dire il vero – in altri tempi non avrebbe mai perso contro David Goffin. C'è spazio per migliorare, ma deve sbrigarsi. Il tempo corre...

4 – SPAZIO PER LE TERRAIOLE?
Erba e cemento offrono risultati piuttosto coerenti, mentre sulla terra battuta si può infilare qualche nome a sorpresa. Come detto, le specialiste sono poche: pensiamo a Carla Suarez Navarro, già finalista a Roma e oggi, forse, la più brava a mixare rotazioni e scivolate. Oppure a Simona Halep, il cui tennis leggero ma muscolare è perfetto per fare bene sul rosso. Anche Samantha Stosur riesce a elevare il suo tennis sui campi lenti, laddove il suo servizio in kick è ancora più incisivo. E poi ci sarebbero le italiane: la classifica non è amica di Sara Errani e Francesca Schiavone, ma le loro qualità sono note a tutte: l'exploit potrebbe anche essere dietro l'angolo.

5 – NEXT GEN ROSSA: SU CHI PUNTARE?
Tre Masters 1000 più uno Slam daranno punti importanti anche in vista delle Next Gen Finals di Milano. Le prossime settimane saranno importanti per Borna Coric e Casper Ruud. Il primo vanta già una buona esperienza e, oltre alla qualità tecnica, possiede anche un certo carattere. La vittoria a Marrakech lo ha confermato. Il norvegese è più acerbo, ma quanto mostrato a Rio de Janeiro è uno straordinario punto di partenza. Da diversi anni si allena in Spagna, dove gli hanno costruito un tennis robusto e perfetto per questi campi. Oggi è quinto nella Race to Milan: i punti raccolti nei prossimi due mesi saranno fondamentali per concedergli una chance di qualificazione.

6 – GARBINE, COSA VUOI FARE?
Allo scorso Roland Garros fece un capolavoro, battendo le migliori specialiste e superando Serena Williams nel suo territorio preferito: gli schiaffoni da fondocampo. Da allora, Garbine Muguruza non ha più giocato una finale. Resta saldamente tra le top-10, ma da lei ci si aspetta sempre il massimo, su tutte le superfici. Fino ad oggi non ha saputo gestire i successi: era già successo dopo la finale a Wimbledon, è accaduto di nuovo. E' tra le favorite, ma se anche dovesse ripetersi dovrà trovare continuità. La partnership con Sam Sumyk è sempre appesa a un filo, e secondo alcuni è una zavorra che le impedisce di spiccare il volo.

7 – MURRAY SARA' UN DEGNO NUMERO 1?
“Ho aspettative molto alte per questa fase della stagione” ha detto Andy prima di Monte Carlo. In effetti, l'anno scorso fu proprio la terra battuta a dargli lo slancio che gli avrebbe consentito di superare Djokovic a fine anno. Quest'anno si presenta con meno carica: il problema al gomito gli ha fatto saltare Miami e rallentato la preparazione, conducendolo a una brutta sconfitta contro Albert Ramos Vinolas. Anche per questo, ha chiesto una wild card per il torneo di Barcellona. Certo, se dovesse ripetere i risultati dell'anno scorso (finale a Madrid, vittoria a Roma, finale a Parigi) sarebbe sorprendente. E poi, dietro l'angolo, c'è il suo amato Wimbledon....”Se dovessi perdere il numero 1 non sarebbe una tragedia” ha detto un paio di mesi fa. Legittimo pensarlo...un po' meno dirlo.

8 – VECCHIETTE ALLA RISCOSSA?
Hanno quasi 72 anni in due, ma Venus Williams e Mirjana Lucic-Baroni sono state grandi protagoniste di avvio 2017. L'americana è tornata a giocare una finale Slam e ha ritrovato continuità: ha giocato bene a Indian Wells e anche a Miami, dove ha battuto la n.1 Angelique Kerber. Numero 12 WTA, rivuole le top-10. Per farlo, dovrà giocare bene sul rosso: non sarà facile, ma è l'unica fase della stagione in cui non avrà punti da difendere...Da parte sua, la Lucic è entrata nel Paese dei Balocchi tennistico con 15 anni di ritardo. Le imprese in Australia sono già archiviate: in chiave immediata, la semifinale a Charleston ci racconta che può fare ottime cose anche sulla terra. Secondo alcuni potrebbe addirittura ambire al Masters. Lei possiede le giuste ambizioni: “So di poter battere le migliori e non mi accontento di affrontarle. Quando scendo in campo, lo faccio per vincere e non per godermi lo scenario”.

9 – GLI ENIGMI KYRGIOS E FOGNINI
Due giocatori per cui vale sempre la pena pagare il biglietto sono l'australiano e l'azzurro. Quando giocano, può succedere di tutto. Kyrgios sembra finalmente esploso con le semifinali a Indian Wells e Miami, nonché per il modo in cui ha gestito la pressione in Coppa Davis. Sulla terra può fare ottime cose: lo ha già dimostrato raggiungendo la finale all'Estoril e battendo Roger Federer, due anni fa a Madrid. La partita della vita la giocherebbe altrove, ma se vuole diventare numero 1 non può permettersi di ignorare questa fase. C'è poi Fabio Fognini: c'è voluto qualche mese, ma la cura Franco Davin ha dato splendidi frutti a Miami. Un malanno fisico gli ha impedito di giocare in Davis e lo ha scontato, in parte, anche a Monte Carlo. Ma questo Fabio piace, sia tecnicamente che fisicamente. Da tempo che non azzecca un exploit su terra, potrebbe essere la volta buona. Il tutto, naturalmente, dando la priorità al figlio che sta per nascere e che potrebbe essere fonte di distrazione, ma anche di forza in chiave futura.

10 – E SE SPUNTASSE UN'ALTRA RUSSA?
Gli occhi sono tutti su Maria Sharapova, ma ci sono due nomi con le carte in regola per fare ottime cose: Svetlana Kuznetsova e Daria Kasatkina. La prima adora la terra (non a caso, si allena in Spagna da anni) e ha trovato una seconda giovinezza negli ultimi mesi. In una situazione di “vuoto di potere”, l'esperienza potrebbe essere un arma in più. Tra le teste di serie a Parigi, soltanto lei, Venus Williams e Angelique Kerber hanno vinto più di uno Slam (a meno che non giochi anche la sfortunata Petra Kvitova). La Kasatkina, classe 1997, sta crescendo rapidamente e ha appena conquistato il suo primo titolo, sulla terra verde di Charleston. E' la più giovane tra le top-30 e vanta grandi memorie a Parigi: due anni fa, ha vinto la prova junior.
]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ ATP BARCELLONA - SU SUPERTENNIS - Seppi in tabellone. Torneo live da lunedì ]]>
La prima testa di serie del torneo è lo scozzese Andy Murray, numero 1 della classifica mondiale, che ha ottenuto una wild card, mentre ha annunciato il proprio forfait a tabellone già compilato (per un infortunio al polso destro) il giapponese Kei Nishikori, numero 6 Atp e secondo favorito del seeding. Terza testa di serie per lo spagnolo Rafa Nadal, numero 7 Atp, vincitore già nove volte a Barcellona. Le prime 16 teste di serie entreranno in scena direttamente al secondo turno.

”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo ATP 500 di Barcellona. Questa la programmazione:
lunedì 24 aprile - LIVE alle ore 11.00, alle ore 12.30, alle ore 14.30 ed alle ore 16.30
martedì 25 aprile - LIVE alle ore 11.00, alle ore 12.30, alle ore 14.30 ed alle ore 16.30
mercoledì 26 aprile - LIVE alle ore 11.00, alle ore 12.30, alle ore 14.30 ed alle ore 16.30
giovedì 27 aprile - LIVE alle ore 11.00, alle ore 12.30, alle ore 14.30 ed alle ore 16.30
venerdì 28 aprile - LIVE alle ore 12.30, alle ore 14.30 ed alle ore 16.30 (quarti); differita alle ore 22.30
sabato 29 aprile - LIVE alle ore 13.30 ed alle ore 16.00 (semifinali)
domenica 30 aprile - LIVE alle ore 16.00 (finale)

-----------------------

RISULTATI
“Barcelona Open Banco Sabadell”
Atp World Tour 500
Barcellona, Spagna
24 - 30 aprile, 2017
€2.324.905 - terra battuta

SINGOLARE
Primo turno
Andreas Seppi (ITA) c. (wc) Mikael Ymer (SWE) ]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ PREQUALIFICAZIONI INTERNAZIONALI BNL D'ITALIA - Al CT La Meridiana successo di Stefania Rubini ]]> Venerdì, nella finale del doppio femminile open, ha vinto la coppia formata da Alessia Dario ed Alessia Visentin che con un secco 61 61 hanno alzato al cielo la coppa più grande. Nulla da fare in questo match nel quale il divario tecnico-tattico ne ha deciso le sorti fin dall’inizio. Nel singolare si sono confrontate la veterana Giulia Gabba, classe 1987, tesserata per lo T.C. Casale Monferrato, e Stefania Rubini del ’92 tesserata per il C.T. Bologna. L’esperienza della piemontese è servita a poco contro la velocità di palla e di gambe dell’avversaria che fin dal primo set ha preso il largo. L’orgoglio della Gabba è salito e la partita si è assestata su un livello più alto che ha visto comunque in vantaggio la giovane Rubini che ha chiuso per 63 61.

Nella chiusura delle sezioni per le atlete del singolare di terza categoria, vince lo scontro diretto Arianna Zucchini della società C.T. Bologna per 62 61 sulla rivale Sofia Sambù dell'A.T. Verona.
Nella finale di doppio, dedicato alle atlete di quarta categoria, vince la coppia formata da Tacchini/Corbellini contro quella composta da Tarozzi Tugnoli per 64 62. Nella finale di singolare di quarta categoria disputata venerdì in serata, vince Alice Monducci Delucca, tesserata per la società C.T. Cacciari Imola, su Manuela Benedettini Manuela tesserata per con il C.T. Cicconetti (RN) con il punteggio di 60 63.


]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ VOCE DELLE REGIONI - SU SUPERTENNIS - Lunedì spazio alla Liguria ]]>
Ecco la programmazione:

Lunedì 24 aprile: LIGURIA al termine dei primi due match LIVE da Barcellona (replica martedì 25 aprile alla fine del match LIVE da Stoccarda delle 20.30 e quella di mercoledì 26 aprile alle ore 08.30 circa) ]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ INTERNAZIONALI BNL D'ITALIA - Prequali: tutti i risultati provinciali e regionali - Superata quota 15mila iscrittii ]]> Gli iscritti ai tornei di prequalificazione agli Internazionali BNL d'Italia hanno già superato quota 15mila, ben oltre il totale registrato alla fine del 2016, senza considerare l'appuntamento finale delle prequalificazioni al Foro Italico. Un record: oltre sei volte in più rispetto agli US Open Play-Off, la manifestazione che gli USTA organizzano ogni anno in vista dello Slam newyrokese.

Anche quest’anno tutti hanno la loro chance di partecipare agli Internazionali BNL d’Italia, l’appuntamento più prestigioso della stagione, e di potersi misurare sulla mitica terra rossa romana in uno dei templi del tennis mondiale.
Nel 2011, quando è stato lanciato il progetto “Pre-Qualificazioni” agli Internazionali BNL d’Italia, probabilmente nessuno osava pensare che avrebbe avuto un successo così travolgente. Sei anni fa 884 giocatori risposero all’appello. Nel 2016, grazie anche a una campagna di comunicazione e informazione sempre più capillare, aggressiva e mirata, oltre 9mila tennisti sono scesi in campo in singolare e doppio con un sogno nel cuore: giocare sotto i pini del Foro Italico, con i raccattapalle griffati e Federer, Djokovic o Murray che si allenano nel campo accanto.

Per gareggiare basta avere la tessera FIT e possono iscriversi anche i non classificati purché di cittadinanza italiana.

SI COMINCIA DALLA FASE PROVINCIALE – Ecco la grande novità del 2017: si parte già dalle province. I primi tornei sono cominciati il 27 dicembre. Da ogni torneo i vincitori verranno promossi al tabellone regionale di conclusione della sezione quarta categoria in base al seguente quorum:
da 1 a 16 giocatori partecipanti: 1 qualificato
da 17 a 32 giocatori partecipanti: 2 qualificati
da 33 a 64 giocatori partecipanti: 3 qualificati
da 65 giocatori partecipanti: 4 qualificati
da 1 a 8 coppie partecipanti: 1 coppia qualificata
da 9 a 16 coppie partecipanti: 2 coppie qualificate
da 17 coppie partecipanti: 3 coppie qualificate

CALENDARIO TORNEI PROVINCIALI

QUALIFICATI ALLE FINALI REGIONALI (aggiornato all'11 aprile)

FASE REGIONALE – In ogni regione viene organizzato un torneo di conclusione di quarta di singolare e doppio, maschile e femminile. Questi giocatori, inoltre, vengono inseriti come qualificati nel tabellone regionale di terza categoria dei tornei di pre-qualificazione. I suddetti tornei proseguiranno infatti a livello regionale con i tabelloni di terza categoria, seconda e finale. Le date dei tornei sono diversificate nelle varie zone d’Italia ed è possibile partecipare anche a più appuntamenti. I giocatori e le giocatrici qualificati alla tappa finale del Foro Italico di Roma non possono partecipare ad altri tornei.

CALENDARIO TORNEI

QUALIFICATI BNL 2017 (aggiornato al 21 aprile)

WILD CARD PER GLI INTERNAZIONALI BNL D’ITALIA – Da ogni regione usciranno così i qualificati per la tappa finale al Foro Italico di Roma (dal 6 al 12 maggio 2017). Saranno sorteggiati due tabelloni di singolare maschile e femminile da 48 posti ciascuno e due tabelloni di doppio maschile e femminile da 16 coppie ciascuno valevoli per l’assegnazione delle wild card per gli Internazionali BNL d’Italia (13-21 maggio 2017) secondo le seguenti modalità:
singolare maschile: 2 wild card per il main draw
singolare femminile: 1 wild card per il main draw e 3 wild card per il tabellone delle qualificazioni
doppio maschile: 1 wild card per il main draw
doppio femminile: 1 wild card per il main draw

CAMPIONATI DI QUARTA CATEGORIA AL FORO – Per i giocatori di quarta categoria c’è un’ulteriore chance di giocare al Foro Italico a maggio. Dai tornei di conclusione di quarta, infatti, saranno ammessi ai Campionati di Quarta Categoria (sono accorpate alcune regioni: Piemonte e Val d’Aosta, Abruzzo e Molise, Basilicata e Puglia) due giocatori per regione nel singolare maschile e femminile e una coppia per regione nel doppio maschile e femminile. Saranno così incoronati i campioni italiani di quarta: appuntamento al Foro dal 19 al 21 maggio 2017. A tutti i qualificati verrà offerta l’ospitalità (albergo e pasti) per i giorni di svolgimento delle gare, oltre ad un rimborso forfettario chilometrico (ad esclusione dei qualificati del torneo laziale).

PRIZE MONEY – Tutti i tornei a partire dai tabelloni di conclusione di quarta categoria hanno un montepremi (il totale è 469.205 euro), che naturalmente aumenta via via che si salirà di livello.

TABELLA MONTEPREMI ]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ NEXT GEN - ATP FINALS MILANO - Acquista i biglietti online ]]>
L’ATP ha lanciato una classifica dedicata (“Race to Milan”) che culminerà con un grande evento finale: NEXT GEN ATP Finals, torneo analogo nella formula al Masters maschile, ma riservato ai giocatori nati a partire dal 1996. Un torneo del tutto nuovo che per le prossime cinque stagioni a partire dal 2017 si giocherà a Milano al polo fieristico di Rho, a un passo dalla zona Expo. Quest'anno l'appuntamento è in calendario dal 7 all’11 novembre 2017 ed è già possibile acquistare i biglietti.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE I BIGLIETTI

]]>
Sat, 3 Nov 2018 23:00:00 UTC
<![CDATA[ WTA STOCCARDA: VINCI-SHARAPOVA! - SuperTennis da martedì. Giorgi out nelle quali ]]>
Nelle qualificazioni è uscita di scena al primo turno Camila Giorgi: la 25enne marchigiana, numero 95 Wta, è stata sconfitta per 36 63 63, in un'ora e 45 minuti dalla coetanea tedesca Dinah Pfizenmaier, attualmente senza ranking.

”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo Wta Premier di Stoccarda. Questa la programmazione:
martedì 25 aprile - LIVE alle ore 18.30 ed alle ore 20.30; differita alle ore 22.30
mercoledì 26 aprile - LIVE alle ore 18.30 ed alle ore 20.30; differita alle ore 22.30
giovedì 27 aprile - LIVE alle ore 18.30 ed alle ore 20.30; differita alle ore 22.30
venerdì 28 aprile - LIVE alle ore 18.30 ed alle ore 20.30 (quarti)
sabato 29 aprile - LIVE alle ore 18.30 (semifinale 2) e differita alle ore 20.30 (semifinale1)
domenica 30 aprile - LIVE alle ore 15.00 (finale)

--------------------

RISULTATI
"Porsche Tennis Grand Prix"
Wta Premier
Stoccarda, Germania
24 - 30 aprile, 2017
$776.000 - terra rossa indoor

SINGOLARE
Primo turno
Roberta Vinci (ITA) c. (wc) Maria Sharapova (RUS)

QUALIFICAZIONI
Primo turno
Dinah Pfizenmaier (GER) b. Camila Giorgi (ITA) 36 63 63 ]]>
Wed, 3 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ FRANCAVILLA CHALLENGER - Qualificazioni: 5 italiani al 2° turno - Main draw con 12 azzurri al via ]]> nella foto), Gianluca Mager e le wild card Daniele Spinnato e Giuseppe Tresca.
Intanto è stato sorteggiato il tabellone principale che vede la presenza di 12 azzurri: Alessandro Giannessi, seconda testa di serie, Marco Cecchinato, numero 4 del seeding, Stefano Napolitano, sesto favorito del torneo, Lorenzo Giustino, ottava testa di serie, Stefano Travaglia, Riccardo Bellotti, Salvatore Caruso, Matteo Donati e le wild card Simone Bolelli, Matteo Berrettini, Lorenzo Sonego e Andrea Pellegrino.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI
]]>
Wed, 3 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ TUNISIA F15 - Viola centra la finale ]]> nella foto) ha centrato la finale del 15mila dollari di Hammamet, in Tunisia. Il 29enne giocatore veneziano, quinta testa di serie, in semifinale ha regolato con un doppio 64 il russo Kirill Dmtriev e nel match che assegna il titolo affronterà domenica l'argentino Hernan Casanova.
------------------------------------------------

RISULTATI
"Hammamet Open"
Itf Future Circuit
Hammamet, Tunisia
17 – 23 aprile, 2017
$15.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
(1) Laurynas Grigelis (LTU) b. Francesco Vilardo (ITA) 63 62
Davide Galoppni (ITA) b. Franco Agamenone (ARG) 61 61
(5) Matteo Viola (ITA) b. (wc) Geoffrey Blancaneaux (FRA) 46 75 62

Secondo turno
Ljubomir Celebic (MNE) b. Davide Galoppini (ITA) 62 75
(5) Matteo Viola (ITA) b. (q) Theo Fournerie (FRA) 60 75

Quarti
(5) Matteo Viola (ITA) b. (q) Elliot Benchetrit (FRA) 26 63 76(4)

Semifinali
(5) Matteo Viola (ITA) b. Kirill Dmtriev (RUS) 64 64

Finale
(5) Matteo Viola (ITA) c. Hernan Casanova (ARG)
]]>
Wed, 3 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ATP BUDAPEST - Fognini e Lorenzi teste di serie. Quali: fuori Gaio ]]> Il 29enne di Arma di Taggia, numero 29 del ranking mondiale, in quanto terza testa di serie esordirà direttamente al secondo turno dove attende il vincente del confronto fra lo statunitense Ryan Harrison e il russo Andrey Kuznetsov. Il 35enne senese, numero 37 Atp e sesto favorito del seeding, affronterà al primo turno il kazako Mikhail Kukushkin, numero 77 Atp: non ci sono precedenti tra i due.

Il numero uno del torneo è il francese Lucas Pouille, numero 17 Atp, mentre il secondo favorito del seeding è il croato Ivo Karlovic, numero 21 del ranking mondiale. Entrambi sono esentati dal primo turno come le prime quattro teste di serie.

Nelle qualificazioni disco rosso al primo turno per Federico Gaio: il 25enne di Faenza, numero 159 del ranking mondiale, è stato sconfitto 64 62 dal britannico Aljaz Bedene, numero 69 Atp e prima testa di serie delle quali, nelle ultime due settimane vincitore di altrettanti challenger, prima a Sophia Antipolis, in Costa Azzurra, e poi a Barletta. Per il 27enne nato in Slovenia e poi diventato cittadino britannico si tratta del terzo successo in altrettanti confronti diretti con il romagnolo.
---------------------

RISULTATI
"Gazprom Hungarian Open"
ATP World Tour 250
Budapest, Ungheria
22 – 30 aprile, 2017
€482.060 - terra rossa

SINGOLARE
Primo turno
(wc,3) Fabio Fognini (ITA) bye
(6) Paolo Lorenzi (ITA) c. Mikhail Kukushkin (KAZ)

Secondo turno
(wc,3) Fabio Fognini (ITA) c. vinc. Ryan Harrison (USA)-Andrey Kuznetsov (RUS)

DOPPIO
Primo turno
Paolo Lorenzi/Julio Peralta (ITA/CIL) c. Viktor Troicki/Nenad Zimonjic (SRB)

QUALIFICAZIONI
Primo turno
(1) Aljaz Bedene (GBR) b. Federico Gaio (ITA) 64 62 ]]>
Wed, 3 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF HAMMAMET - E' finale per Camilla Scala ]]> nella foto) è approdata all'ultimo atto del 15mila dollari di Hammamet, in Tunisia. In semifinale la 22enne romagnola, sesta testa di serie, ha prevalso con il punteggio di 64 36 64, dopo due ore e 25 minuti di partita, sulla spagnola Maristany Zuleta de Reales, proveniente dalle qualificazioni: nel match clou che assegna il titolo, domenica, Scala sfiderà la francese Tessah Andrianjafitrimo, prima favorita del torneo.
-------------------------------------

RISULTATI
"Hammamet Open"
Itf Pro Circuit
Hammamet, Tunisia
17 - 23 aprile, 2017
$15.000 - terra

SINGOLARE
Primo turno
(5) Manon Arcangioli (FRA) b. Alice Balducci (ITA) 62 46 62
(6) Camilla Scala (ITA) b. (wc) Bojana Markovic (SRB) 62 60
Panna Udvardy (HUN) b. Anna-Giulia Remondina (ITA) 64 75

Secondo turno
(6) Camilla Scala (ITA) b. Panna Udvardy (HUN) 63 16 76(4)

Quarti
(6) Camilla Scala (ITA) b. Fanny Ostlund (SWE) 60 75

Semifinali
(6) Camilla Scala (ITA) b. (q) Maristany Zuleta de Reales (ESP) 64 36 64

Finale
(6) Camilla Scala (ITA) c. (1) Tessah Andrianjafitrimo (FRA) ]]>
Wed, 3 Oct 2018 22:00:00 UTC
<![CDATA[ FOLLIA NASTASE, CACCIATO DALL'ITF - Fed Cup: insulti alle britanniche in Romania ]]> La partita tra Cirstea e Konta è stata interrotta due volte, la prima dopo che dall'angolo romeno sono stati sentiti insulti contro Johanna Konta, tanto da far intervenire l'arbitro con un avvertimento. Invece che prodigarsi per calmare il pubblico, l’ex campione ha litigato con l'arbitro, contestando l'avvertimento, con gravi offese, tanto da venire allontanato. L'espulsione in campo gli è costata poi quella "maggiore" dalla competizione: gli è stato infatti ritirato l’accredito venendo così messo alla porta direttamente dalla Fed Cup. Il gioco è poi ripreso, ma si è interrotto di nuovo dopo che la britannica, di nuovo offesa dai tifosi rumeni, è scoppiata in lacrime. A calmare gli animi è intervenuta Simona Halep, che è entrata in campo e ha chiesto al pubblico di smettere, perché la Romania rischiava di essere squalificata. La Konta ha poi vinto 62 63 pareggiando il precedente successo della Halep nel primo singolare.



LE DURE PAROLE DEL PRESIDENTE ITF - Un gravissimo episodio sul quale è intervenuto anche il Presidente della ITF, David Haggerty, in modo duro: "Si tratta di un comportamento inaccettabile da parte di un capitano di Fed Cup. Nessun giocatore, ufficiale di gara, operatore dei media o tifoso deve affrontare qualsiasi genere di abuso, e per tale ragione il signor Nastase non avrà più alcun ruolo in questo incontro. Un’inchiesta formale è stata già aperta nei suoi confronti e ogni decisione o sanzione verrà presa dall’Adjudication Panel ITF. Non faremo ulteriori commenti su un’inchiesta in corso".
Immediata anche la presa di distanze della federazione rumena, che ha annunciato di aver sollevato dall’incarico Nastase.

IL COMMENTO RAZZISTA SUL FIGLIO DI SERENA WILLIAMS - Tra gli elementi dell’investigazione della Federazione Internazionale anche quello che Nastase aveva detto e fatto nei giorni scorsi, a cominciare da un commento di tono razzista riguardo al prossimo figlio di Serena Williams. Durante la conferenza stampa dopo il sorteggio degli incontri, mentre Simona Halep stava rispondendo a una domanda sulla gravidanza della campionessa statunitense, il 70enne ex numero 1 della classifica mondiale si è girato in direzione di altri membri dello staff e in rumeno, parlando del futuro figlio di Serena, ha detto: "Vedremo quale colore avrà. Cioccolato con latte?".
Un portavoce della ITF ha sottolineato come "non sia tollerata alcuna forma di linguaggio o di comportamenti offensivi e discriminatori", confermando che "è iniziata un'indagine per avere in mano il quadro completo della situazione prima di prendere un'ulteriore e appropriata decisione".

LE BATTUTE DI PESSIMO GUSTO ALLA KEOTHAVONG - Solo qualche settimana fa, in un'intervista ai giornali del suo Paese, Nastase aveva accusato Serena Williams di aver preso negli anni sostanze dopanti, solo basandosi sul fisico della tennista americana. Inoltre sempre il capitano di Fed Cup rumeno si era reso protagonista di altri coloriti commenti anche nei confronti della collega britannica Anne Keothavong: dopo averle chiesto il numero di camera durante la cena ufficiale di giovedì, si è ripetuto anche davanti ai fotografi per le immagini ufficiali, abbracciando l'ex giocatrice, sposata e incinta di 18 settimane del suo secondo figlio, e dicendo "Continuiamo ad essere attratti".



]]>
Wed, 3 Oct 2018 22:00:00 UTC