<![CDATA[ Ultim'ora della Federazione Italiana Tennis ]]> Mon, 1 Sep 2014 13:38:18 UTC <![CDATA[ SULLE ORME DELLA HINGIS - Bencic: quarti agli US Open a 17 anni ]]> Ma chi è Belinda Bencic? Tanto per cominciare è la campionessa junior di Wimbledon 2013 (ha pure le stesse iniziali di un certo Bjorn Borg, ma questo è solo un dato curioso), dove quest’anno ha raggiunto il terzo turno, ma soprattutto ha una serie impressionante di similitudini con una sua illustre connazionale, Marina Hingis.
Se sei svizzera e ti fa da allenatrice per dieci anni Melanie Molitor - cioè la madre di Martina Hingis - e per giunta anche la tua famiglia ha origini ceche, allora i paragoni diventano inevitabili. Così come le speranze dei tifosi elvetici che, sebbene "viziati" abbondantemente da Roger Federer, ancora rimpiangono la “loro” Martina. Tirando le somme, un peso mica da poco da sopportare per Belinda, 17enne di Flawil. Papà Ivan le ha messo in mano la racchetta ad appena 4 anni e a sette anni l’ ha spedito nella scuola di “Frau” o “Madame” - come preferite - Hingis (“Ha buone basi, è versatile e credo che abbia possibilità di sfondare”, il giudizio della madre di Martina) dove Belinda è rimasta fino ad un paio di anni fa.
A Flushing Meadows è arrivata fresca di best ranking: numero 58. In questa stagione la Bencic ha raggiunto a Charleston la sua prima semifinale Wta, per di più partendo dalle qualificazioni (l’ultima a riuscirci era stata proprio la Hingis), mettendo in riga giocatrici esperte come la russa Maria Kirilenko o l’azzurra Sara Errani, ma imballandosi sul più bello nel match contro la slovacca Jana Cepelova, scagliando la racchetta e dimostrando tutta l’inesperienza dei suoi 17 anni. La strada per la vetta è ancora lunga per questa ragazza che nel 2013 ha infilato la doppietta Roland Garros-Wimbledon junior (ancora come la Hingis nel 1994) e che ha una prerogativa curiosa rispetto a tante altre: non urla e non geme ogni volta che colpisce la palla. Belinda ha un grande senso dell’anticipo e grande potenza, ed è tatticamente più matura della sua età. Senza trascurare una volontà d’acciaio. E poi è brava a non mettersi fretta: “Devo solo concentrarmi sul mio gioco, i risultati arriveranno”, diceva qualche tempo fa. E pare proprio che abbiano già cominciato a farlo. ]]>
Wed, 8 Jan 2014 23:00:00 UTC
<![CDATA[ ITALIA F30 – TRIESTE - Al via il tabellone principale ]]> Marco Bortolotti e Pietro Rondoni, quarta e sesta testa di serie, sono gli unici due italiani compresi nel seeding.
Sono sei gli italiani che hanno superato le qualificazioni.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI
]]>
Wed, 8 Jan 2014 23:00:00 UTC
<![CDATA[ GENOVA CH. - Ramos n. 1 - Quali: tre azzurri ad un passo dal main draw ]]> nella foto) e Gianluca Naso.

Sorteggiato intanto il tabellone principale, al via martedì. Subito una super sfida al primo turno: di fronte la testa di serie numero 2 Dustin Brown, che ha trionfato nell’edizione 2013 del torneo, e Viktor Troicki, uno dei giocatori più attesi del torneo, reduce dal successo nel challenger di Como.già numero 12 della classifica mondiale. Un match che si annuncia straordinario: “Proprio così, possiamo dire che si tratta di una finale anticipata visto il valore dei due giocatori: sarà un grande spettacolo per gli spettatori di Valletta Cambiaso - sottolinea Giorgio Tarantola, direttore tecnico del torneo -, ma non solo: nel primo turno sono previsti altri incontri di livello”. La testa di serie numero 1, lo spagnolo Albert Ramos, affronterà un qualificato. Il francese Paire, testa di serie numero 3, sfiderà il portoghese Sousa, di grande interesse anche il match tra Giannessi e Andreozzi. L’altro azzurro Arnaboldi sfiderà il numero sette del tabellone Bedene. Puntano in alto Volandri e Starace che troveranno sulla loro strada il bulgaro Ignatik e lo svedese Lindell. Mentre Cecchinato aspetta Basilashvili. Lo spagnolo Montanes, già trionfatore a Valletta Cambiaso e testa di serie numero 4, si troverà di fronte l’ungherese Fucsovics. Le ultime due wild card assegnate, Mager e Picco, giovani talenti di Park Tennis Genova e Tennis Club Genova, sfideranno Hajek e Setkic.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI ]]>
Wed, 8 Jan 2014 23:00:00 UTC
<![CDATA[ SHANGHAI CHALLENGER - Al via Vanni e Fabbiano ]]> nella foto) e Thomas Fabbiano in gara nel challenger di Shanghai, torneo da 50mila dollari di montepremi in corso sui campi in cemento della metropoli cinese. Vanni, reduce dalla semifinale di Bangkok ed accreditato della quinta testa di serie, gioca all'esordio con il neozelandese Jose (Rubin) Statham, mentre Fabbiano, ottava testa di serie, trova dall'altra parte della rete la wild card di casa Wei Qiang Zheng.
----------------------

RISULTATI
"Road to the Shanghai Rolex Masters"
ATP Challenger Tour
Shanghai, Cina
1 - 7 settembre, 2014
$50.000 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
(8) Thomas Fabbiano (ITA) c. (wc) Wei Qiang Zheng (CHN)
(5) Luca Vanni (ITA) c. Jose (Rubin) Statham (NZL) ]]>
Wed, 8 Jan 2014 23:00:00 UTC
<![CDATA[ ALPHEN A/D RIJN CHALL. - Tre gli italiani in tabellone ]]> nella foto) sfida all'esordio lo spagnolo Daniel Gimeno-Traver, terzo favorito del seeding, Lorenzo Giustino gioca contro Takanyi Garanganga dello Zimbabwe mentre Matteo Viola, settima testa di serie, deve vedersela con l'altro spagnolo Daniel Munoz-De La Nava.
----------------------

RISULTATI
"Tean International 2014"
ATP Challenger Tour
Alphen aan den Rijn, Olanda
1 - 7 settembre, 2014
€42.500 - terra battuta

SINGOLARE
Primo turno
Matteo Donati (ITA) c. (3) Daniel Gimeno-Traver (ESP)
Lorenzo Giustino (ITA) c. Takanyi Garanganga (ZIM)
(7) Matteo Viola (ITA) c. Daniel Munoz-De La Nava (ESP) ]]>
Wed, 8 Jan 2014 23:00:00 UTC
<![CDATA[ BRASOV CHALLENGER - Nel main draw Cipolla e Marcora ]]> nella foto), che esordirà contro un giocatore proveniente dalle qualificazioni, e di Roberto Marcora, sorteggiato contro lo spagnolo Pere Riba, secondo favorito del torneo
----------------------

RISULTATI
"BRD Brasov Challenger"
ATP Challenger Tour
Brasov, Romania
1 - 7 settembre, 2014
€35.000 - terra battuta

SINGOLARE
Primo turno
Flavio Cipolla (ITA) c. (q)
Roberto Marcora (ITA) c. (2) Pere Riba (ESP) ]]>
Wed, 8 Jan 2014 23:00:00 UTC
<![CDATA[ PENNETTA A CACCIA DEI QUARTI - E domani la Errani sfida la Wozniacki per le SF ]]> Se Flavia dovesse spuntarla, per il terzo anno di fila il tennis femminile azzurro avrebbe due rappresentanti nei quarti dello Slam americano. Nel 2012 ci fu il derby Errani-Vinci (con la vittoria di Sara), nel 2013 sempre la Vinci fu fermata dalla Pennetta.

Ieri, infatti, obiettivo quarti centrato da Sara Errani. La 27enne romagnola, tredicesima testa di serie, ha sconfitto negli ottavi per 63 26 60, in un'ora e tre quarti di gioco, la croata Mirjana Lucic-Baroni. La 32enne nata a Dortmund, in Germania, numero 121 Wta (ma è stata numero 32 nel 1998 e l’anno successivo raggiunse le semifinali a Wimbledon), a New York era partita dalle qualificazioni ed era stata protagonista nel turno precedente dell'eliminazione della favorita numero due del torneo, la rumena Simona Halep.
Una partita strana, che dopo un primo set dominato dall’azzurra, ha rischiato di complicarsi per la Errani, forse un po' stanca dopo l'impresa al terzo turno contro Venus Williams. Sara è partita subito forte (3-0 e poi 4-2), la Lucic ha accorciato fino al 3-4, ma poi la romagnola ha archiviato il primo parziale con un netto 63. Ad inizio secondo set la Lucic ha chiamato il “medical time out” e la fisioterapista praticamente le ha immobilizza il ginocchio destro. L’ennesima fasciatura per la croata scesa in campo già incerottata alla spalla destra e al ginocchio sinistro. Dopo aver perso il primo game della seconda frazione, però, Mirjana si è strappata la fasciatura ed improvvisamente ha cominciato a tirare ogni colpo a tutto braccio: nel terzo game ha strappato la battuta a Sara e poi ha replicato il break al settimo gioco pareggiando poco dopo il conto dei set. La Errani è sembrata in affanno, ma nel set decisivo è stata brava a ripartire subito forte senza concedere all'avversaria neppure un game.
Sara, che torna così nei quarti due anni dopo la splendida finale del 2012 (fermata solo da Serena Williams), martedì non troverà Maria Sharapova, ma Caroline Wozniacki. L’ex n.1 del mondo, finalista agli US Open nel 2009 a 19 anni, ha eliminato la russa, favorita numero 5, per 64 26 62. La danese, testa di serie numero 10, conduce 2-1 nei precedenti, lìultimo dei quali disputato però ben quattro anni fa.

RISULTATI
Grans Slam - “US Open 2014”
Flushing Meadows, New York (Usa)
25 agosto - 8 settembre, 2014
$38.300.000 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
Vania King (USA) b. Francesca Schiavone (ITA) 63 36 63
(11) Flavia Pennetta (ITA) b. Julia Goerges (GER) 63 46 61
Tsevetana Pironkova (BUL) b. Karin Knapp (ITA) 64 63
(28) Roberta Vinci (ITA) b. Paula Ormaechea (ARG) 63 63
(13) Sara Errani (ITA) b. Kirsten Flipkens (BEL) 61 75
(q) Anastasia Rodionova (AUS) b. Camila Giorgi (ITA) 16 75 63

Secondo turno
(11) Flavia Pennetta (ITA) b. Shelby Rogers (USA) 64 63
(28) Roberta Vinci (ITA) b. Irina-Camelia Begu (ROU) 26 64 61
(13) Sara Errani (ITA) b. (q) Anastasia Rodionova (AUS) 64 76 (2)

Terzo turno
(11) Flavia Pennetta (ITA) b. (wc) Nicole Gibbs (USA) 64 60
Shuai Peng (CHN) b. (28) Roberta Vinci (ITA) 64 63
(13) Sara Errani (ITA) b. (19) Venus Williams (USA) 60 06 76 (5)

Quarto turno (ottavi)
(11) Flavia Pennetta (ITA) c. (29) Casey Dellacqua (AUS)
(13) Sara Errani (ITA) b. Mirjana Lucic-Baroni (CRO) 63 26 60

Quarti
(13) Sara Errani (ITA) c. (10) Caroline Wozniacki (DEN)

DOPPIO
Primo turno
(1) Sara Errani/Roberta Vinci (ITA) b. Andreja Klepac/M.Torro-Flor (SLO/ESP) 62 26 60
Martina Hingis/Flavia Pennetta (SUI/ITA) b. Andrea Petkovic/Magdalena Rybarikova (GER/SVK) 61 3-0 ritiro
(4) Ekaterina Makarova/Elena Vesnina (RUS) b. Daniela Hantuchova/Francesca Schiavone (ITA) 62 64
(2) Su-Wei Hsieh/Shuai Peng (TPE/CHN) b. Irina-Camelia Begu/Karin Knapp (ROU/ITA) 64 57 63

Secondo turno
Jarmila Gojdosova/Ajla Tomljanovic (AUS) b. (1) Sara Errani/Roberta Vinci (ITA) 64 16 64
Martina Hingis/Flavia Pennetta (SUI/ITA) b. (15) Anastasia Pavlyuchenkova/Lucie Safarova (RUS/CZE) 63 60

Terzo turno
Martina Hingis/Flavia Pennetta (SUI/ITA) c. Jarmila Gojdosova/Ajla Tomljanovic (AUS)

Tabellone ed ordine di gioco:

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE FEMMINILE ]]>
Wed, 8 Jan 2014 23:00:00 UTC
<![CDATA[ FERRER FUORI, PASSA SIMON - Il francese elimina il n. 4. Federer dà spettacolo ]]> Per il valenciano, invece, è la seconda bocciatura Slam consecutiva e, per la prima volta dal 2010, chiuderà la stagione senza aver raggiunto almeno una semifinale in uno dei big four. Si potrebbe parlare di crisi, dopo il secondo turno a Wimbledon, ma potrebbe semplicemente trattarsi di un po' di sazietà: nelle ultime tre stagioni, Ferrer si è tolto tutte le soddisfazioni che sperava di ottenere, e forse qualcosa in più.
Per papà Simon, invece, è un risultato senz'altro inatteso, e la sua sfida di ottavi contro Marin Cilic è tutto tranne che chiusa. Il croato, che sta facendo tutto nel migliore dei modi per scordarsi in fretta la squalifica per doping, ha sconfitto per 63 36 63 64 il sempre insidioso Kevin Anderson.

Nel torneo maschile prosegue il cammino di Roger Federer: 46 61 61 61 contro lo spagnolo Marcel Granollers. Lo svizzero, favorito numero due, è partito male (sotto 5-3), poi su Flushing Meadows si è abbattuto un vero e proprio nubifragio. Al rientro in campo dopo circa un paio d’ore di stop il vincitore di 17 titoli dello Slam ha recuperato il break di svantaggio, ha ceduto servizio e set nel gioco seguente, ma poi ha dato spettacolo dominando senza concedere più nulla al rivale. Dalla sua parte di tabellone è uscito David Ferrer, testa di serie numero 4, battuto per 63 36 61 63 dal francese Gilles Simon.


Tabelloni e ordine di gioco:

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE MASCHILE
]]>
Wed, 8 Jan 2014 23:00:00 UTC
<![CDATA[ LA SODDISFAZIONE DI SARA - "Avevo bisogno di match per trovare ritmo" ]]> “Nel secondo set ho accusato la stanchezza - racconta Sara - e ho cercato di ricaricarmi per partire il meglio possibile nel terzo. Ringrazio lo staff medico azzurro che mi ha aiutato in questi giorni seguendomi al meglio”.
Nel secondo set la Lucic-Baroni è stata devastante con le sue accelerazioni: “E’ il suo gioco - continua la romagnola - devi saperlo accettare e restare mentalmente nel match. Dovevo cercare di allungare gli scambi per farla sbagliare il più possibile”.
Un risultato prestigioso dopo un periodo non brillantissimo. Sin qui aveva ottenuto pochi risultati nell’estate sul cemento americano: ko al primo turno a Montreal e New Haven, sconfitta al secondo turno a Cincinnati. “Nell’ultimo mese qui negli Stati Uniti non avevo giocato granché bene - ammette - .
Martedì nei quarti non troverà Maria Sharapova, ma Caroline Wozniacki. L’ex n.1 del mondo, finalista agli US Open nel 2009 a soli 19 anni, ha infatti eliminato a sorpresa Maria Sharapova in tre set (6-4 2-6 6-2). La danese conduce 2-1 nei precedenti. “E’ una giocatrice molto solida – ha detto Sara – sbaglia poco e dopo un periodo negativo ha ripreso a giocare molto bene. A Istanbul l'ho vista battere la Roberta (Vinci, ndr) in finale”. ]]>
Wed, 8 Jan 2014 23:00:00 UTC
<![CDATA[ CAROLINE TORNA GRANDE - La Wozniacki batte la Sharapova. Ora Sara ]]> Ma, senza andare alla ricerca delle cause dell'intolleranza a New York di Maria, in questi ottavi di finale la vera ragione della sua sconfitta non va cercata lontano. Dall'altra parte della rete c'era infatti la miglior versione della Wozniacki che si sia vista negli ultimi tre anni abbondanti.
Basta guardare il match point che, dopo 2 ore e 37 minuti, ha sancito la sua splendida vittoria: uno scambio difensivo, sul servizio di Maria, capovolto e chiuso con un rovescio lungolinea preciso e doloroso come una puntura di vespa. Gli schemi e il gioco che le hanno permesso di rimanere in vetta al mondo per quasi due anni, senza però mai portarla alla gloria Slam.
“E' una sensazione indescrivibile” ha detto raggiante a Mary Joe Fernandez, pochi secondi dopo il match point. “Essere qui, giocare una partita del genere, con questo pubblico: è questo il motivo per cui ci alleniamo e facciamo sacrifici” prima di aggiungere, “ora penso di meritarmi un po' di cioccolata”.

Sarà scontato, banale e forse fuori luogo rivangare il recente e doloroso passato sentimentale della danese, ma il modo vagamente meschino con cui il suo ex Rory McIlroy l'ha lasciata poco prima dell'altare potrebbe essere stata la scossa di cui aveva in qualche modo bisogno.
Troppe volte, dopo la sua permanenza al numero 1 del mondo e aver trovato nel golfista irlandese l'apparente anima gemella, Caroline aveva dato l'impressione di essersi seduta, di aver perso la fame che l'aveva resa una campionessa. Dallo scorso Wimbledon in avanti, invece, il suo sguardo è cambiato. Ha già fatto cadere tre tabù che si portava dietro dal triennio deludente che speriamo si possa dire concluso: oltre alla prima vittoria su Masha da Indian Wells 2011, a Cincinnati è tornata a battere una Top 5 (2011) e adesso torna nei quarti di finale di uno Slam per la prima volta dagli Australian Open del 2012.
Insomma, dalla sconfitta al primo turno del Roland Garros, Caroline si è rialzata compilando un record da Top5: 23 vittorie contro appena 5 sconfitte.
“Non voglio che il mio nome sia legato al suo per sempre” ha detto in un'intervista al New York Times alla vigilia del torneo: “Sono la mia persona, ho la mia carriera. Gli anni che abbiamo avuto insieme sono stati grandi, e purtroppo le cose dovevano finire come sono finite”.
Tre mesi dopo la separazione, avvenuta con una breve telefonata di lui più o meno 48 ore dopo l'invio delle partecipazioni al matrimonio, Caroline sembra aver ripreso a correre. In senso tanto figurato quanto letterale: a novembre programma di correre la maratona di New York – ovviamente la sua città preferita – per raccogliere fondi in favore dei bambini disagiati. E, per la freschezza che ha espresso durante i 160 minuti passati sul campo negli ottavi, anche la preparazione per la gara podistica più famosa del mondo sembra improvvisamente un'ottima idea.

Sarà Caroline ad affrontare Sara Errani nei quarti di finale. Si sono incontrate tre volte in carriera, ma per certi punti di vista sarà un incontro inedito. L'ultima sfida risale infatti al 2010, quando erano due giocatrici, due persone, completamente diverse, in momenti altrettanto differenti delle rispettive vite e carriere. Caroline ha vinto la prima e l'ultima partita, Sara quella di mezzo. Martedì, tutto ciò conterà meno di zero.


Tabelloni e ordine di gioco:

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE FEMMINILE
]]>
Thu, 7 Jul 2016 22:00:00 UTC
<![CDATA[ SARA E' NEI QUARTI A NEW YORK - Lucic battuta. Lunedì in campo c'è Flavia ]]> La cronaca. Una partita strana che ha rischiato di complicarsi per l'azzurra, forse un po' stanca dopo l'impresa del turno precedente contro Venus Williams. Errani parte subito forte (3-0 e poi 4-2), la Lucic accorcia fino al 3-4 ma poi Sara archivia il primo parziale per 63. Concluso il set la Lucic chiama il "medical time out" e la fisioterapista praticamente le immobilizza il ginocchio destro, ennesima fasciatura per la croata scesa in campo già incerottata alla spalla destra ed al ginocchio sinistro. Dopo aver perso il primo game della seconda frazione, però, Mirjana si strappa la fasciatura ed improvvisamente comincia a tirare ogni colpo a tutto braccio: nel terzo gioco strappa la battuta a Sara e poi replica il break al settimo gioco pareggiando poco dopo il conto dei set. La Errani accusa il colpo ma nel set decisivo riparte subito forte senza concedere all'avversaria - che pure nel quinto gioco ce la mette tutta - neppure il "game della bandiera".
Sara, che torna così nei quarti due anni dopo la splendida finale del 2012 (fermata solo da Serena Williams),martedì nei quarti non troverà Maria Sharapova, ma Caroline Wozniacki. L’ex n.1 del mondo, finalista agli US Open nel 2009 a 19 anni, ha eliminato Maria Sharapova, favorita numero 5, per 64 26 62. La danese, testa di serie numero 10, conduce 2-1 nei precedenti.

Lunedì impegno di ottavi di finale per Flavia Pennetta. La 32enne brindisina, testa di serie numero 11 e semifinalista a Flushing Meadows la scorsa stagione, attende la 29enne mancina australiana Casey Dellacqua, testa di serie numero 29. Un solo precedente che risale però al 2007: vinse la Pennetta a Bangkok 75 al terzo sempre sul cemento.

RISULTATI
Grans Slam - “US Open 2014”
Flushing Meadows, New York (Usa)
25 agosto - 8 settembre, 2014
$38.300.000 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
Vania King (USA) b. Francesca Schiavone (ITA) 63 36 63
(11) Flavia Pennetta (ITA) b. Julia Goerges (GER) 63 46 61
Tsevetana Pironkova (BUL) b. Karin Knapp (ITA) 64 63
(28) Roberta Vinci (ITA) b. Paula Ormaechea (ARG) 63 63
(13) Sara Errani (ITA) b. Kirsten Flipkens (BEL) 61 75
(q) Anastasia Rodionova (AUS) b. Camila Giorgi (ITA) 16 75 63

Secondo turno
(11) Flavia Pennetta (ITA) b. Shelby Rogers (USA) 64 63
(28) Roberta Vinci (ITA) b. Irina-Camelia Begu (ROU) 26 64 61
(13) Sara Errani (ITA) b. (q) Anastasia Rodionova (AUS) 64 76 (2)

Terzo turno
(11) Flavia Pennetta (ITA) b. (wc) Nicole Gibbs (USA) 64 60
Shuai Peng (CHN) b. (28) Roberta Vinci (ITA) 64 63
(13) Sara Errani (ITA) b. (19) Venus Williams (USA) 60 06 76 (5)

Quarto turno (ottavi)
(11) Flavia Pennetta (ITA) c. (29) Casey Dellacqua (AUS)
(13) Sara Errani (ITA) b. Mirjana Lucic-Baroni (CRO) 63 26 60

Quarti
(13) Sara Errani (ITA) c. (10) Caroline Wozniacki (DEN)

DOPPIO
Primo turno
(1) Sara Errani/Roberta Vinci (ITA) b. Andreja Klepac/M.Torro-Flor (SLO/ESP) 62 26 60
Martina Hingis/Flavia Pennetta (SUI/ITA) b. Andrea Petkovic/Magdalena Rybarikova (GER/SVK) 61 3-0 ritiro
(4) Ekaterina Makarova/Elena Vesnina (RUS) b. Daniela Hantuchova/Francesca Schiavone (ITA) 62 64
(2) Su-Wei Hsieh/Shuai Peng (TPE/CHN) b. Irina-Camelia Begu/Karin Knapp (ROU/ITA) 64 57 63

Secondo turno
Jarmila Gojdosova/Ajla Tomljanovic (AUS) b. (1) Sara Errani/Roberta Vinci (ITA) 64 16 64
Martina Hingis/Flavia Pennetta (SUI/ITA) b. (15) Anastasia Pavlyuchenkova/Lucie Safarova (RUS/CZE) 63 60

Terzo turno
Martina Hingis/Flavia Pennetta (SUI/ITA) c. Jarmila Gojdosova/Ajla Tomljanovic (AUS)

TABELLONE SINGOLARE FEMMINILE ]]>
Thu, 7 Jul 2016 22:00:00 UTC
<![CDATA[ US OPEN JUNIOR - Out Bianca Turati. In corsa 4 azzurrini ]]> nella foto) nel primo turno degli US Open Junior in corso a New York: l'azzurrina ha ceduto per 62 64 alla russa Anna Kalinskaya, undicesima testa di serie. A fine match la Turati è stata colta da crampi ed è uscita dal campo in carrozzina ma si è ripresa subito.
Nel tabellone maschile sono quattro gli azzurrini al via: Filippo Baldi, Matteo Berrettini, Simone Roncalli ed Andrea Pellegrino (gli ultimi tre sono partiti dalle qualificazioni).
--------------------------

RISULTATI
"US Open Junior Tennis Championships 2014"
New York, Stati Uniti
1 - 7 settembre, 2014
Grade A - cemento

SINGOLARE MASCHILE
Primo turno
Filippo Baldi (ITA) c. Yusuka Takahashi (JPN)
(q) Andrea Pellegrino (ITA) c. Seong-chan Hong (KOR)
(q) Simone Roncalli (ITA) c. Boris Pokotilov (RUS)
(q) Matteo Berrettini (ITA) c. Eduardo Nava (USA)

DOPPIO MASCHILE
Primo turno
Matteo Berrettini/Andrea Pellegrino (ITA) c. (8) Duckhee Lee/Marc Polmans (KOR/AUS)
Filippo Baldi/Lucas Miedler (ITA/AUT) c. Makoto Ochi/Yusuke Takahashi (JPN)

QUALIFICAZIONI MASCHILI
Primo turno
(2) Matteo Berrettini (ITA) b. Robert Levine (USA) 57 63 63
(4) Jordi Arconada (ARG) b. Nicolo Turchetti (ITA) 63 64
Simone Roncalli (ITA) b. (14) Benjamin Hannestad (DEN) 63 76 (4)
(9) Andrea Pellegrino (ITA) b. Jacob Brumm (USA) 64 61

Primo turno
(2) Matteo Berrettini (ITA) b. Mert Adanali (TUR) 64 62
Simone Roncalli (ITA) b. Connor Hance (USA) 60 67(6) 61
(9) Andrea Pellegrino (ITA) b. Luis Valero (COL) 75 62

SINGOLARE FEMMINILE
Primo turno
(11) Anna Kalinskaya (RUS) b. Bianca Turati (ITA) 62 64

DOPPIO FEMMINILE
Verena Hofer/Bianca Turati (ITA) c. (4) Olga Fridman/Jelena Ostapenko (UKR/LAT)

QUALIFICAZIONI FEMMINILI
Primo turno
(1) Fiona Ferro (FRA) b. Verena Hofer (ITA) 61 62 ]]>
Thu, 7 Jul 2016 22:00:00 UTC
<![CDATA[ GENOVA CH. - In corso le quali - Ecco il main draw: n. 1 lo spagnolo Ramos ]]> “Proprio così, possiamo dire che si tratta di una finale anticipata visto il valore dei due giocatori: sarà un grande spettacolo per gli spettatori di Valletta Cambiaso - sottolinea Giorgio Tarantola, direttore tecnico del torneo -, ma non solo: nel primo turno sono previsti altri incontri di livello”. La testa di serie numero 1, lo spagnolo Albert Ramos, affronterà un qualificato. Il francese Paire, testa di serie numero 3, sfiderà il portoghese Sousa, di grande interesse anche il match tra Giannessi e Andreozzi. L’altro azzurro Arnaboldi sfiderà il numero sette del tabellone Bedene. Puntano in alto Volandri e Starace che troveranno sulla loro strada il bulgaro Ignatik e lo svedese Lindell. Mentre Cecchinato aspetta Basilashvili. Lo spagnolo Montanes, già trionfatore a Valletta Cambiaso e testa di serie numero 4, si troverà di fronte l’ungherese Fucsovics. Le ultime due wild card assegnate, Mager e Picco, giovani talenti di Park Tennis Genova e Tennis Club Genova, sfideranno Hajek e Setkic.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI ]]>
Thu, 7 Jul 2016 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF BAGNATICA - Grymalska sconfitta in finale ]]>
SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI ]]>
Thu, 7 Jul 2016 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF U18 RADENSKA OPEN - Riccardo Roberto ko in finale ]]> -----------------------

RISULTATI
“Radenska Open”
ITF Junior
Maribor, Slovenia
25 - 31 agosto, 2014
Grade 4 - terra battuta

SINGOLARE MASCHILE
Quarti
(4) Alexander Erler (AUT) b. (9) Andrea Guerrieri (ITA) 46 61 61
(8) Riccardo Roberto (ITA) b. (3) Jannik Giesse (GER)

Semifinali
(8) Riccardo Roberto (ITA) b. (13) Karlo Boljat (CRO) 63 46 75

Finale
(4) Alexander Erler (AUT) b. (8) Riccardo Roberto (ITA) 76(3) 75 ]]>
Thu, 7 Jul 2016 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITALIA F30 - Trieste - Cinque italiani centrano la qualificazione ]]> nella foto), Lorenzo Sonego e Davide Pontoglio.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI

]]>
Thu, 7 Jul 2016 22:00:00 UTC
<![CDATA[ COMO CHALLENGER - Successo di Victor Troicki ]]> nella foto) il vincitore del "Città di Como" torneo challenger da 35mila euro di montepremi che si è concluso sui campi in terra battuta della città lombarda. In finale il serbo, passato attraverso le qualificazioni, ha battuto per 63 62 in poco più di un'ora di gioco l'irlandese Louk Sorensen.

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI ]]>
Thu, 7 Jul 2016 22:00:00 UTC
<![CDATA[ IRAN F9 - Stop in semifinale per Marfia ]]> ----------------------

RISULTATI
Itf Future - “OPT Circuit-Iran F9”
Teheran, Iran
25 - 31 agosto, 2014
$10.000 - terra battuta

SINGOLARE
Primo turno
(5) Jordi Munoz-Abreu (VEN) b. (q) Fabio Mercuri (ITA) 63 76(9)
(8) Luca Pancaldi (ITA) b. (wc) Reza Kohastani (IRI) 62 62
Matteo Marfia (ITA) b. Mark Vervoort (NED) 64 76(5)

Secondo turno
(8) Luca Pancaldi (ITA) b. Gokberk Ergeneman (TUR) 64 60
Matteo Marfia (ITA) b. (4) Markos Kalovelonis (GRE) 63 67(5) 63

Quarti
Matteo Marfia (ITA) b. (8) Luca Pancaldi (ITA) 62 61

Semifinali
(2) Alexis Musialek (FRA) b. Matteo Marfia (ITA) 75 46 62 ]]>
Thu, 7 Jul 2016 22:00:00 UTC