<![CDATA[ Ultim'ora della Federazione Italiana Tennis ]]> Wed, 4 Mar 2015 22:40:54 UTC <![CDATA[ WTA MONTERREY - SU SUPERTENNIS - Errani trova Babos, giovedì tocca alla Schavone ]]> Al secondo turno c'è anche Francesca Schiavone , numero 70 Wta, che ha ottenuto una wild card, impegnata giovedì contro Caroline Garcia, numero 29 Wta e terza testa di serie, di 13 anni più giovane, che ha eliminato all’esordio Karin Knapp: la francese ha vinto l’unico precedente contro 34enne milanese (Parigi indoor 2013).

La favorita numero uno è la serba Ana Ivanovic, numero 5 Wta, campionessa in carica: per lei secondo turno - sempre nella notte italiana - con la francese Pauline Parmentier, numero 103 Wta. Nel seeding anche la russa Anastasia Pavlyuchenkova, quinta testa di serie, che giovedì gioca il secondo turno con la svedese Johanna Larsson, numero 53 Wta.

”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo a partire dai quarti. Questa la programmazione:
sabato 7 marzo - LIVE dalle ore 00.00 (quarti), dalle ore 23.00: semifinali
lunedì 9 marzo - LIVE dalle ore 01.00 finale

----------------------

RISULTATI
"Abierto Monterrey Afirme"
WTA International
Monterrey, Messico
2 - 8 marzo, 2015
$500.000 - cemento

SINGLARE
Primo turno
(3) Caroline Garcia (FRA) b. Karin Knapp (ITA) 75 76(5)
(wc) Francesca Schiavone (ITA) b. (q) Bethanie Mattek-Sands (USA) 36 76(3) 64
(2) Sara Errani (ITA) b. Lauren Davis (FRA) 60 63

Secondo turno
(wc) Francesca Schiavone (ITA) c. (3) Caroline Garcia (FRA)
(2) Sara Errani (ITA) c. (q) Timea Babos (HUN) ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ QUIMPER CHALLENGER - Anaboldi out, resta in corsa Marcora ]]> nella foto) è stato eliminato al secondo turno dell'“Open BNP Paribas Banque de Bretagne Quimper”, torneo challenger Atp dotato di un montepremo di 42.500 euro in corso sul veloce indoor di Quimper, in Francia. Il lombardo, numero 195 Atp, ha ceduto con un doppio 62 alla wild card di casa Maxime Teixera, numero 352 Atp, lunedì "giustiziere" anche di Matteo Viola, ottavo favorito del seeding.
Resta in corsa Roberto Marcora, numero 223 Atp, che giovedì - sempre al secondo turno - deve vedersela con il francese, Benoit Paire, numero 107 Atp e quarto favorito del seeding.
------------------

RISULTATI
“Open BNP Paribas Banque de Bretagne Quimper”
ATP Challenger
Quimper, Francia
2 - 8 marzo, 2015
€42.500 - veloce indoor

SINGOLARE
Primo turno
Andrea Arnaboldi (ITA) b. (q) Teri Groll (FRA) 16 64 62
(wc) Maxime Teixera (FRA) b. (8) Matteo Viola (ITA) 62 64
Roberto Marcora (ITA) b. (q) Calvin Hemery (FRA) 67(5) 64 64

Secondo turno
(wc) Maxime Teixera (FRA) b. Andrea Arnaboldi (ITA) 62 62
Roberto Marcora (ITA) c. (4) Benoit Paire (FRA) ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ CANADA F1 - Avanzano Donati e Mager ]]> nella foto) hanno superato il primo turno del 15mila dollari di Gatineau, in Canada. Donati, numero otto del seeding, ha liquidato con un doppio 62 lo statunitense Brandon Donaldson, proveniente dalle qualificazioni (prossimo ostacolo l'americano Tennys Sandgren), mentre Mager ha battuto per 60 64 il canadese Alexis Galarneau, anche lui qualificato (prossimo avversario lo statunitense Jarmere Jenkins, numero uno del seeding).
--------------------------

RISULTATI
"Futures de Gatineau presente par Rouge FM"
Itf Circuit Futures
Gatineau, Canada
2 - 8 marzo, 2015
$15.000 - veloce indoor

SINGOLARE
Primo turno
Gianluca Mager (ITA) b. (q) Alexis Galarneau (CAN) 60 64
(8) Matteo Donati (IITA) b. (q) Brandon Donaldson (USA) 62 62

Secondo turno
Gianluca Mager (ITA) c. (1) Jarmere Jenkins (USA)
(8) Matteo Donati (IITA) c. Tennys Sandgren (USA) ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF SOLARINO - Quarti per Remondina e Caregaro ]]> nella foto) e Martina Caregaro hanno centrato l'ingresso nei quarti di finale della "Volkl Cup 1", torneo Pro Circuit femminile da 10mila dollari di montepremi in corso sui campi in cemento del Zaiera Tennis Resort di Solarino (Siracusa). Al secondo turno la Remondina, quarta testa di serie, si è aggiudicata per 62 61 il derby tricolore contro la qualificata Dalila Spiteri (prossimo ostacolo la thailandese Helen De Cesare, proveniente dalle qualificazioni), mentre la Caregaro, terza favorita del seeding, si è imposta per 36 61 63 su Deborah Chiesa nell'altra sfida azzurra di giornata (prossima avvesaria la francese Carla Touly).

ORDINE DI GIOCO del 5 marzo

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF ANTALYA - Dentoni debutto ok, Arcidiacono out ]]> nella foto) nel 10mila dollari di Antalya, in Turchia: la toscana, ottava testa di serie, ha battuto al primo turno per 64 62 la rumena Ioana Loredana Rosca. Prossima avversaria la tedesca Lisa Ponomar.
Nulla da fare, invece, per Federica Arcidiacono che, dopo aver superato le qualificazioni, ha ceduto all'esordio nel main draw per 61 62 alla tedesca Kim-Alice Grajdek.
-------------------------

RISULTATI
"2015 Itf Men's and Women's combined"
Itf Circuit Futures
Antalya, Turchia
2 - 8 marzo, 2015
$10.000 - terra rossa

SINGOLARE
Primo turno
Kim-Alice Grajdek (GER) b. (q) Federica Arcidiacono (ITA) 61 62
(8) Corinna Dentoni (ITA) b. Ioana Loredana Rosca (ROU) 6462

Secondo turno
(8) Corinna Dentoni (ITA) c. Lisa Ponomar (GER) ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ITF EL KANTAOUI - Bianca Turati agli ottavi, Sartori fuori ]]> nella foto) è negli ottavi di finale del 10mila dollari di El Kantaoui, in Tunisia: la giovane azzurra, che ha sconfitto all'esordio per 36 63 63 la qualificata russa Elena Belenova, giovedì si gioca un posto nei quarti con la francese Manon Arcangioli, prima testa di serie del torneo.
Disco rosso, invece, per Giulia Sartori che, dopo aver superato le qualificazioni, ha ceduto all'esordio nel main draw per 57 64 63 alla belga Catherine Chantraine, settima favorita del seeding.
--------------------------

RISULTATI
"Sportevasion ITF Future Winter Tour"
Itf Pro Circuit
El Kantaoui, Tunisia
2 - 8 marzo, 2015
$10.000 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
Bianca Turati (ITA) b. (q) Elena Belenova (RUS) 36 63 63
(7) Catherine Chantraine (BEL) b. (q) Giulia Sartori (ITA) 57 64 63

Secondo turno
Bianca Turati (ITA) c. (1) Manon Arcangioli (FRA) ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ CROAZIA F3 - Restano in corsa solo Bellotti, Naso e Nicola Ghedin ]]> nella foto), Gianluca Naso, terza testa di serie, e Nicola Ghedin si sono qualificati per il secondo turno del 10mila dollari di Umago, in Croazia: subito fuori, invece, Marco Bortolotti, i qualificati Antonio Terzo, Francesco Borgo ed Alessandro Colella, ed il lucky loser Tommaso Lago.
--------------------------

RISULTATI
"Istarska rivijera, Umag"
Itf Futures Circuit
Umago, Croazia
2 - 8 marzo, 2015
$10.000 - terra battuta

SINGOLARE
Primo turno
(8) Petru-Alexandru Luncanu (ROU) b. (q) Francesco Borgo (ITA) 62 62
Ljubomir Celebic (MNE) b. (q) Antonio Terzo (ITA) 62 60
(q) Luka Ilic (SRB) b. (LL) Tommaso Lago (ITA) 63 64
(3) Gianluca Naso (ITA) b. Mario Haider-Maurer (AUT) 63 64
(6) Michal Schmid (CZE) b. Marco Bortolotti (ITA) 62 16 60
(q) Nik Razborsek (SLO) b. (q) Alessandro Colella (ITA) 61 64
Nicola Ghedin (ITA) b. (wc) Fred Simonsson (SWE) 61 64
(2) Riccardo Bellotti (ITA) b. (q) Borut Puc (CRO) 76(6) 64

Secondo turno
(3) Gianluca Naso (ITA) c. (LL) Matej Maruscak (SVK)
(2) Riccardo Bellotti (ITA) c. Nicola Ghedin (ITA) ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ TUNISIA F8 - Anche Bega e Giacalone al secondo turno ]]> nella foto) ed Alessandro Bega hanno superato il primo turno del 10mila dollari di El Kantaoui, in Tunisia: subito fuori, invece, Claudio Grassi, Claudio Fortuna, le wild card Antonio Massara e Simone Roncalli, Alberto Cammarata ed il qualificato Giacomo Oradini.
----------------------

RISULTATI
"Sportevsion ITF Future Winter Tour"
Itf Circuit Future
El Kantaoui, Tunisia
2 - 8 marzo, 2015
$10.000 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
(1) Julien Cagnina (BEL) b. Claudio Grassi (ITA) 75 61
(q) Lennart Zynga (GER) b. Alberto Cammarata (ITA) 63 63
Denis Bejtulahi (SRB) b. (wc) Simone Roncalli (ITA) 63 62
(8) Erik Crepaldi (ITA) b. (wc) Antonio Massara (ITA) 61 62
(7) Omar Giacalone (ITA) b. (q) Nils Brinkman (GER) 60 61
Maxime Tabatruong (FRA) b. (q) Giacomo Oradini (ITA) 63 63
Alessandro Bega (ITA) b. (wc) Anis Ghorbel (TUN) 63 46 61
(5) Salvatore Caruso (ITA) b. Claudio Fortuna (ITA) 63 60

Secondo turno
(8) Erik Crepaldi (ITA) c. Denis Bejtulahi (SRB)
(7) Omar Giacalone (ITA) c. (q) Antoine Hoang (FRA)
Alessandro Bega (ITA) c. (4) Yaraslau Shyla (BLR)
(5) Salvatore Caruso (ITA) c. Viktor Durasovic (NOR) ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ TURCHIA F9 - Sinicropi avanti, Bonadio eliminato ]]> nella foto) ha esordito positivamente nel 10mila dollari di Antalya, in Turchia: il tennista italiano, quinta testa di serie, ha battuto per 64 61 il ceco Vaclav Safranek ed al prossimo turno troverà l'ucraino Yuriy Kryvoy, proveniente dalle qualificazioni.
Eliminato, invece, Riccardo Bonadio che ha ceduto per 75 63 al francese Maxime Chazal, sesta testa di serie.
--------------------------

RISULTATI
"2015 Itf Men's and Women's combined"
Itf Circuit Futures
Antalya, Turchia
2 - 8 marzo, 2015
$10.000 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
(6) Maxime Chazal (FRA) b. Riccardo Bonadio (ITA) 75 63
(5) Riccardo Sinicropi (ITA) b. Vaclav Safranek (CZE) 64 61

Secondo turno
(5) Riccardo Sinicropi (ITA) c. (q) Yuriy Kryvoy (UKR) ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ EGITTO F8 - Al via c'è anche Marfia ]]> -------------------------

RISULTATI
"Soho Square Egypt F8 Men's Future"
Itf Circuit Futures
Sharm El Sheikh, Egitto
2 - 8 marzo, 2015
$10.000 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
(6) Theo Fournerie (FRA) b. Matteo Marfia (ITA) 75 61 ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ IL FUTURO DI MARTINA - Garbin: "Caregaro vale le prime 50” ]]> Nessuno immagina che proprio in quel fisico impressionante di robusta valligiana, asciutto e muscoloso, si nasconda l’anello debole del progetto. Arriva una terrificante sequela di infortuni, uno più grave dell’altro: prima la schiena, poi un grave problema ai tendini dell’avambraccio destro, risolto solo da una delicatissima operazione al tunnel carpale (con tempi di recupero lunghissimi) e infine una rovinosa caduta che porta alla frattura scomposta del polso sinistro. In tanti avrebbero mollato, ma non la nostra cocciuta montanara. Martina continua a frequentare il circuito ITF, si rifiuta anche solo di prendere in considerazione l’idea di lasciare, nonostante una classifica che, ovviamente, non riesce a decollare. Poi la scorsa settimana, quando forse nessuno ci sperava più, ecco che arriva l’exploit: l’azzurra riceve dal Settore Tecnico della Federazione una wild card per il torneo da 25.000 dollari di Beinasco, e si ferma solo in semifinale, dopo aver letteralmente annichilito, nei quarti, una solida giocatrice come la tedesca Tatiana Maria (più nota con il cognome da ragazza, Malek). Una che vanta un best rank di 64 del mondo, praticamente presa a pallate dall’azzurra. Con questo risultato, la nostra torna, a distanza di ben 5 anni, a migliorare quel famoso best ranking, portandosi intorno al numero 325.
Ce ne parla il tecnico federale Tatiana Garbin, responsabile del Settore Over 18 femminile, che ha seguito Martina e le altre nostre ragazze durante il torneo.
“Uno degli obiettivi del nuovo settore Over 18 è la valorizzazione di quelle nostre giocatrici che, per un motivo o per un altro, non sono ancora riuscite a fare il salto nel circuito maggiore, pur avendo ottime qualità. Una di queste è sicuramente Martina Caregaro”.
L’azzurra ha preparato il torneo di Beinasco con una settimana di allenamento a Tirrenia, assieme al suo tecnico (Gino d’Angelo, che la segue presso il Circolo Tennis Viterbo) e a Tatiana.
“In allenamento Martina è impressionante, esprime già ampiamente un livello da top 50! Purtroppo i gravi infortuni che ha subito le hanno fatto perdere sicurezza, e il suo carattere molto emotivo per ora non le permette di esprimersi al meglio in partita, dove spesso non riesce a ragionare e gioca in modo troppo istintivo, prendendo rischi eccessivi e facendo scelte sbagliate. Ma ha un potenziale notevole”.
L’azzurra ha concordato la programmazione agonistica con il Settore Tecnico. “Si, lei tendenzialmente non deve più giocare i piccoli tornei da 10.000 dollari. Deve abituarsi a giocare con tenniste forti, perché il livello lo ha. Tra qualche settimana partirà per la Florida, per due importanti ITF, e poi per il Sudamerica, dove dovrebbe entrare nelle qualificazioni del Wta di Bogotà. Noi del Settore Tecnico faremo di tutto per aiutarla”.
]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ INTERNAZIONALI BNL D'ITALIA - Pre-quali: dopo Firenze si gioca a Torino e Bari ]]> Per gareggiare basta avere la tessera FIT e possono iscriversi anche i non classificati.

A differenza della passata stagione le date dei tornei sono diversificate nelle varie zone d’Italia e gli appuntamenti sono più numerosi. Si sono conclusi domenica primo marzo i tornei maschile e femminile al Match Ball di Firenze (gli iscritti sono stati in totale 689, 473 uomini e 216 donne): hanno vinto aniele Capecchi ed Elora Dabija. In corso c’è il torneo maschile al Monviso Sporting Club di Torino (terminerà il 15 marzo e gli iscritti sono 309). Dal 4 marzo appuntamento maschile e femminile al CT Bari.

TABELLONI MATCH BALL FIRENZE

TABELLONI MONVISO SPORTING CLUB TORINO

TABELLONI CT BARI


CALENDARIO TORNEI OPEN BNL 2015 E NUMERO ISCRITTI


Il vincitore e la vincitrice di ogni torneo verranno invitati a partecipare al torneo di pre-qualificazioni degli Internazionali BNL d’Italia che si terrà a Roma dal 5 al 7 maggio 2015.

E’ possibile partecipare anche a più tornei e per ogni partita vinta i giocatori avranno un bonus ai fini delle classifiche nazionali di 15 punti (fino ad un massimo di 45).

A tutti i partecipanti verrà regalato un biglietto per gli Internazionali BNL d’Italia, come negli anni precedenti per le giornate di sabato 9, domenica 10 o lunedì 11 maggio.

L’iniziativa, adottata anche dall’USTA (la federtennis statunitense), che ogni anno lancia tra aprile e giugno dei tornei di pre-qualificazione allo Slam americano aperti a tutti i tesserati senza vincolo di livello o classifica, ha riscosso negli anni un grandissimo successo con un numero di iscrizioni sempre in crescendo: nel 2014 sono stati oltre 3.000 i partecipanti ai tornei open BNL di pre-qualificazioni per gli Internazionali BNL d’Italia.

Tutti i tabelloni sono consultabili nel Portale Unico delle competizioni del sito: basta cercare in “tornei in corso” e scrivere BNL nella descrizione del nome della manifestazione. ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ARRIVA TENNIS MAGAZINE - Il settimanale dalla parte di chi gioca ]]>
Parleremo di tecnica, tattica, allenamento; di preparazione fisica e mentale, di medicina e di alimentazione. Andremo in campo con i nostri tester per provare le ultime novità in fatto di racchette e corde, di calzature e di linee di abbigliamento tecnico. E infine approfondiremo le regole del gioco con l'aiuto di arbitri internazionali. Cominceremo con due guest star, subito a nostra disposizione: Andreas Seppi e il suo allenatore Massimo Sartori ci spiegheranno alcuni degli schemi di allenamento che utilizzano nelle loro giornate. Esercizi svolti da pro, dunque, ma che sono alla portata di tutti e che potremo provare a fare anche noi, per migliorare il nostro diritto o il nostro rovescio, il servizio, le volée. Un buon bagaglio tecnico, però, non conta così tanto se non è supportato da una buona condizione atletica. Ecco perché vi porteremo dai migliori preparatori d'Italia, per capire come lavorare sui muscoli che concorrono a un esecuzione corretta ed efficace di ogni colpo.

Ascolteremo le parole di un mental trainer esperto, che ci darà i suoi consigli sul piano delle strategie psicologiche da adottare, nonché indicazioni importanti per lavorare sulla nostra testa. Un aspetto che non è mai da trascurare, nemmeno a livello di quarta categoria. Par fare tutto questo ovviamente bisogna essere in buona salute, seguire la giusta alimentazione, conoscere il proprio corpo e prevenire gli infortuni. Ecco dunque arrivare con Tennis Magazine i grandi specialisti in campo medico. Vi aiuteremo inoltre aiuterà a scegliere l’attrezzo giusto, a incordarlo con il filamento più adatto e alla tensione ideale per il vostro gioco. E così faremo anche per le calzature e i grip, le maglie con tessuti tecnologici e quelle che spiccano sul piano stilistico. Infine, vi sorprenderete nel venire a conoscenza di regole del gioco che nemmeno tanti professionisti conoscono così bene.

Ogni mercoledì da non perdere quindi, in prima serata, alle 21.05, con repliche al giovedì, alle 16.30 e alle 22.30. Tutto questo sul canale 64 del digitale terreste, sul 224 della piattaforma satellitare Sky. E, con il decoder specifico, su TV Sat, oltre che sul sito www.supertennis.tv. Quattro modi per non perdersi quello che sarà un vero e proprio corso gratuito tenuto dai migliori esperti di ogni settore. ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ONLINE LA RIVISTA SETTIMANALE - La Davis e la novità Tennis Magazine ]]>
di Enzo Anderloni
(tratto da SuperTennis Magazine – n.6 2015 – 4 marzo)

Vite parallele, una passione fortissima in comune, un gruppo di amici si ritrova sulla spiaggia oceanica con la tavola da surf sotto il braccio. E’ la mattina di un mercoledì diverso dagli altri: sta per arrivare la grande onda. Un film indimenticabile, da brividi

Noi (e voi) sotto il braccio abbiamo una racchetta (o meglio, almeno due, uguali) e affrontiamo solo un campo da tennis. Però anche per noi è un oceano di passioni. E anche per noi questo è un mercoledì particolare. Insieme alla rivista che state leggendo parte infatti oggi un altro appuntamento settimanale dedicato a chi pensa al tennis come al “suo” momento. Si chiama “Tennis Magazine” ed è un nuovo programma del nostro canale televisivo SuperTennis, pensato soprattutto per chi gioca.

Va in onda in prima serata, alle 21.05, a partire da oggi, ogni mercoledì (repliche al giovedì, alle 16.30 e alle 22.30). Parla di tecnica, tattica, allenamento; di preparazione fisica e mentale, di medicina e di alimentazione. Scende in campo con noi (e voi) a provare le ultime novità in fatto di racchette e corde, di calzature e di linee di abbigliamento tecnico, approfondisce le regole del gioco.

E’ il primo magazine specializzato in tv. Incontra gli esperti del nostro mondo che mettono la loro esperienza a disposizione di tutti gli appassionati sul canale 64 del digitale terreste, sul 224 della piattaforma satellitare Sky. E, con il decoder specifico, su TV Sat. E’ realizzata da un’unica grande redazione, che unisce televisione e magazine digitale, al servizio di tutti gli appassionati.

In quest’ottica va a chiedere per esempio al coach di Seppi, Max Sartori, di far vedere alcuni degli schemi di allenamento che utilizza con Andreas per potenziare i suoi colpi. Esercizi che possiamo provare a fare anche noi per migliorare il nostro diritto o il nostro rovescio, il servizio o la volée.

Poi bussa alla porta del preparatore fisico e chiede come lavorare sui muscoli che concorrono a un esecuzione corretta ed efficace di quei colpi. E se mentre li giocate vi assale la tensione? Si va dal mental trainer e si ascoltano i suoi consigli sul piano delle strategie psicologiche da adottare.

Par fare tutto questo ovviamente bisogno essere in buona salute, seguire la giusta alimentazione, conoscere il proprio corpo e prevenire gli infortuni. Ecco arrivare con Tennis Magazine i grandi specialisti in campo medico. E si siedono sulla vostra panchina, a formare un team simile a quello che fa da supporto ai migliori giocatori del mondo. Alla stessa maniera Tennis Magazine vuole aiutare a scegliere l’attrezzo giusto, a incordarlo con il filamento più adatto e alla tensione ideale per il vostro gioco. E così farà anche per le calzature e i grip, le maglie con tessuti tecnologici e quelle che spiccano sul piano stilistico, lanciando nuove mode.

Questa rivista consegnata gratuitamente nella vostra casella mail; il nuovo programma Tennis Magazine in tv alle 21.05. Se la racchetta è il vostro pane quotidiano, il mercoledì è la vostra giornata. Un mercoledì da leoni.



Per scaricare il numero completo della nuova rivista settimanale potete
CLICCARE QUI

Registrandovi al servizio My Fit Score potrete riceverla automaticamente ogni mercoledì via newsletter.
La rivista è sfogliabile su questo sito ma anche scaricabile in formato pdf (e stampabile)

SuperTennis Magazine – n.6 2015
In questo numero

Coppa Davis: azzurri a dura prova
Da venerdì ad Astana contro i kazaki che fecero tremare Federer
Pag. 5
Mercoledì, 21.05
E’ l’ora di Tennis Magazine

Il nuovo settimanale tv
Dalla parte di chi gioca
Pag. 3
Nuova sfida Roger-Rafa
Chi invecchia meglio?
Pag.10
Pro Kennex e Tecnifibre
L’unione che fa il comfort

Pag. 21

E inoltre
Batch-Point Pag.8
Speciale Davis: parla Barazzutti Pag.9
Borna Coric, l’emergente Pag.11
I numeri della settimana Pag.12
Tennis in tv Pag.14
Il nuovo corso per dirigenti Pag.16
Pre-qualificazioni Internazionali BNL d’Italia: la tappa di Firenze Pag.17
Circuito FIT Tpra: accetta la sfida Pag.18
Personal coach: la palla va attraversata Pag.20
La regola del gioco: il tempo spaccato Pag.22 ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ TROFEO TENNIS FIT - KINDER+SPORT 2015 - Il 7 marzo il via dell’edizione 2015 - 105 tornei in 17 regioni d’Italia ]]> Dopo 9 anni, la FIT ha voluto, per l’interesse suscitato nel mondo del tennis giovanile, inserire il circuito nel programma tecnico, per sviluppare e diffondere con maggiore determinazione i valori fondanti del progetto Kinder+Sport ovvero la crescita personale, l’educazione e la socialità, con l’obiettivo di promuovere l’attività fisica per i ragazzi, incoraggiando stili di vita attivi e ispirando le nuove generazioni alla cultura del movimento.

Quest'anno verranno organizzati 105 tornei, che toccheranno 17 regioni d'Italia e potranno partecipare i ragazzi/e nati dal 1999 al 2007 tesserati FIT.
Chiuderà la manifestazione itinerante, il Master Nazionale, dal 25 al 31 luglio (sede da definire) al quale potranno partecipare i vincitori e i finalisti di tutte le tappe in calendario.

Il circuito “Trofeo Tennis FIT Kinder + Sport”, giunto alla decima edizione, è cresciuto anno dopo anno: nel 2014 sono stati 14.000 i partecipanti in totale. In 550 hanno preso parte al Master Nazionale, che si è giocato all’Angiulli di Bari. Sempre nel 2014, come ormai tradizione, sono stati coinvolti i campioni del tennis mondiale: lo scorso 7 aprile Fabio Fognini ha incontrato i giovani tennisti a Bra, mentre l’11 maggio il francese Jo-Wilfried Tsonga è stato ospite all’Empire di Roma durante gli Internazionali BNL d’Italia.

Al fianco del circuito Trofeo Tennis FIT Kinder+Sport c’è anche Supertennis. La televisione della Federazione Italiana Tennis racconterà la manifestazione con servizi e curiosità.

CALENDARIO

Iscrizioni e informazioni on line sul sito www.trofeotennis.it

Segui l’evento anche su:

www.federtennis.it

www.supertennis.tv

www.kinderpiusport.it

www.facebook.com/Kinderpiusport
www.instagram.com/Kinderpiusport
www.youtube.com/Kinderpiusport ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ INDIA F1 - Quarti per Riccardo Ghedin ]]> ----------------------

RISULTATI
"Itf Men's Futures 10k"
Itf Circuit Future
Chandigarh, India
2 - 8 marzo, 2015
$10.000 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
(7) Riccardo Ghedin (ITA) b. Lakshit Sood (IND) 60 62

Secondo turno
(7) Riccardo Ghedin (ITA) b. (q) Kelsey Stevenson (CAN) 76(4) 64

Quarti
(7) Riccardo Ghedin (ITA) c. (3) David Perez Sanz (ESP) ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ PALITO-PICO, DA FRATELLI A RIVALI - Del Potro, Monaco, la Davis e il “conventillo” ]]> Se Juan Monaco e Juan Martin Del Potro fossero italiani, la loro storia sarebbe perfetta per la nota trasmissione di Canale 5 “C’è Posta per Te”. Maria De Filippi esordirebbe così: “Questa è la storia di un’amicizia finita”. Ma i due sono argentini, e nessuno ha intenzione di chiedere scusa. A rimetterci, ancora una volta, potrebbe essere il tennis albiceleste, atteso da un delicato derby di Coppa Davis contro il Brasile. Giocheranno Leonardo Mayer, Carlos Berlocq, Diego Schwartzman e Federico Delbonis, eppure i protagonisti sono loro, Juan e Juan Martin. Il primo non è stato convocato dal neo-capitano Daniel Orsanic, il secondo è protagonista di un ritorno in grande stile. Anche se non potrà giocare (il recupero dalla terza operazione al polso richiede ancora qualche settimana), siederà in panchina e farà un gran tifo. Ma senza “Pico”, suo concittadino, ex compagno di squadra, ex amico. Convinto che dietro la mancata convocazione ci sia lo zampino di Del Potro. Un Del Potro che non ne vuole più sapere di lui, così come non ne voleva sapere di Nalbandian e di Zeballos. Non li ha citati, ma era chiaro che si riferisse a loro quando parlava del “conventillo” che per anni – a suo dire – ha rovinato il tennis argentino. “conventillo” è un termine intraducibile, intende un gruppo di persone di basso livello che convivono nella stessa casa. Un po’ comari, un po’ serpi. Secondo Del Potro, il tennis argentino si era ridotto così, con la colpevole complicità dei dirigenti. Anni fa, quando era ancora un ragazzino, Del Potro nutriva una certa venerazione per gli altri tennisti di Tandil, la sua città natale. Sono tutti cresciuti presso il Club Independiente, piccolo club con sei campi in terra battuta. C’erano poche palline per allenarsi, inverni con un freddo maledetto. “E’ capitato diverse volte che volessimo allenarci, ma non era possibile perchè i campi erano ghiacciati – ha raccontato Monaco – aspettavamo anche 4-5 ore per poter giocare, e ingannavamo il tempo giocando contro il muro”. Laggiù, sotto la guida di Marcelo Gomez, “El Negro”, e Mario Bravo, è nata la magia di un club che ha prodotto diversi top-100. Sono partiti da lì Maximo Gonzalez, Diego Junqueira, Guillermo Perez Roldan, Mariano Zabaleta...e anche Monaco e Del Potro. “Palito”, ultimo (e migliore) prodotto di Tandil, da ragazzino disse una frase molto pesante. “Vedo Mariano Zabaleta come un padre e Juan Monaco come un fratello”. La loro amicizia sembrava inscalfibile: ne hanno vissute tante, anche in Coppa Davis, e spesso si sono ritrovati al Club Independiente, dove non è cambiato nulla rispetto a 10, 20, 30 anni fa. Parlano con i ragazzini e provano a stimolarli, passando il tappeto insieme a loro.

Ma negli ultimi anni si è rotto qualcosa. Le crepe risalgono a sette anni fa, quando l’Argentina giocò la finale di Davis contro la Spagna, a Mar del Plata. Con Del Potro e Nalbandian erano favoriti, anche perchè la Spagna era priva di Rafa Nadal. Ma “Palito”, contro il parere di Nalbandian, andò a Shanghai per giocare le ATP World Tour Finals la settimana prima. Risultato? Si infortunò contro Feliciano Lopez e non potè giocare nell’ultima giornata, condannando il povero Josè Acasuso a un’altra giornata d’inferno (dopo quella vissuta due anni prima a Mosca). Si dice che tra Del Potro e Nalbandian ci fu un’epica litigata negli spogliatoi, con il secondo furioso per la scelta di Del Potro di giocare il Masters. Le smentite (deboli, a dire il vero) non hanno cancellato il mito, anzi, lo hanno alimentato. E i 13 seggiolini di distanza tra i due, mentre Acasuso lasciava l’Insalatiera a Fernando Verdasco, furono il simbolo della rottura. Da allora – inevitabilmente – il tennis argentino si è diviso in due fazioni. Fu l’inizio della fine del patto di sangue tra gli ex ragazzi di Tandil. All’epoca Monaco era fuori dal giro, ma già l’anno dopo sarebbe diventato titolare. E ha sempre giocato, anche a costo di sacrifici, anche sulle superfici peggiori, anche a costo di brutte figure. Una devozione per l’Insalatiera che lo ha avvicinato a Nalbandian, che per sollevare ‘sto benedetto trofeo avrebbe donato un rene. E’ già leggenda l’episodio del 2010, quando si fece mezzo mondo per arrivare in extremis in Svezia e dare una mano ai compagni. Nel suo piccolo, Monaco ha fatto quel che ha potuto, senza grosse imprese. Il suo bilancio parla di 11 vittorie e 12 sconfitte. La vittoria più bella risale a due anni fa, quando battè Gilles Simon. Per il resto, nè infamia nè lode. Però c’è sempre stato. “Io ho sempre dato tutto per la Davis, penso che sia un torneo unico, diverso da tutti gli altri. Rappresentare il proprio paese è il massimo. E se dovessero chiamarmi, sarò sempre disponibile al 100%. La Davis, per me, sarà sempre una priorità” ha detto in questi giorni difficili, in cui ha dovuto ingoiare la mancata convocazione nonostante la finale a Buenos Aires, che lo ha riportato tra i top-50 ATP. Il suo modo di vivere la Davis, così simile a quello di Nalbandian, lo ha allontanato da Del Potro, per cui l’Insalatiera è diventata via via meno importante. Nella stessa intervista in cui definiva Monaco un fratello, disse di avere tre sogni: diventare numero 1 ATP, vincere lo Us Open e trionfare in Coppa Davis. Nonostante le finali del 2008 e del 2011, si è progressivamente allontanato dall’Insalatiera. Oltre alle tensioni con Nalbandian, non l’ha mai vista come una priorità assoluta. E forse ha percepito in Monaco una “pericolosa” vicinanza con Nalbandian, a quel “conventillo” che proprio non sopporta. E così – secondo alcuni – sarebbe stato lui a chiedere di non convocare Monaco per la sfida contro il Brasile. “Io non c’entro nulla con l’esclusione di Monaco – ha detto Del Potro – è stata una decisione difficile che spettava al capitano, che ne ha spiegato le ragioni. Sono esclusivamente sportive. Il tennis argentino è cambiato, i giocatori non vogliono più il ‘conventillo’. Sono contento che i dirigenti abbiamo ascoltato le mie richieste, che non riguardano solo la Davis ma il tennis argentino a 360 gradi. Noi rappresentiamo il paese tutto l’anno, non solo nelle settimane di Davis”. Gli appassionati si sono scatenati, lasciando migliaia di commenti nei siti specializzati, nei forum, nelle pagine web dei giornali. Tra ironie, scontri virtuali e persino qualche parolaccia, si sono divisi in due fazioni. C’è chi sta dalla parte di Del Potro, accusando Nalbandian di aver fatto quello che voleva negli ultimi anni, togliendo autorità ai capitani e creando una specie di dittatura a cui Del Potro non avrebbe voluto sottostare. C’è chi invece punta il dito contro Del Potro, reo di creare lo stesso clima che avrebbe portato Nalbandian, con l’aggravante di non aver mai messo la Davis davanti a tutto.

In tutto questo ne ha fatto le spese Juan Monaco, gettato via come un ferrovecchio nonostante debba ancora compiere 31 anni. E il nostro Andreas Seppi insegna che dopo i 30 c’è ancora spazio per le imprese. Lui l’ha presa male perchè alla Davis, in fondo, ci tiene per davvero. “Ma mi sento fuori dal progetto. Non faccio parte del team e nessuno mi ha chiamato. Vivo il circuito da 12 anni e so come vanno le cose. La mia relazione con Del Potro è nulla: ho saputo che tornerà in Davis perchè ho letto i suoi comunicati. Mi fa piacere, ma non ho avuto alcun dialogo con lui”. Probabilmente, Monaco ha firmato la sua “condanna” un paio d’anni fa, dopo un successo contro la Germania. In una gioiosa conferenza stampa, i componenti di quel team (con lui c’erano anche Zeballos, Nalbandian e Berlocq, anche se quest’ultimo non avrebbe mai fatto parte del ‘conventillo’), i giornalisti chiesero se la squadra avesse ricevuto un messaggio da Del Potro. “Del Potro chi?” risposero. Qualcuno pensa che Palito non abbia dimenticato quello sgarbo. E così, nel campo in terra battuta approntato presso il centro espositivo Tecnopolis, davanti a 8.290 spettatori, giocheranno i meno esperti Mayer e uno tra Berlocq e Delbonis. “Cercherò di dare il mio apporto con la massima umiltà” ha detto Del Potro, che punta a tornare per Miami o i primi tornei sul rosso, anche a costo di tirare solo il rovescio in back per qualche torneo (“Meglio un recupero attivo, dentro il circuito”). Al contrario, Monaco resta ai margini dopo una settimana difficile. Come se non bastasse la delusione sportiva, domenica scorsa ha giocato la finale di Buenos Aires con l’ex fidanzata Luisana Lopilato in tribuna, la stessa che lo sosteneva nel 2007, quando vinse il titolo in finale sul nostro Alessio Di Mauro. Durante quella premiazione, le dedicò il trofeo. Stavolta la Lopilato era in tribuna accanto al marito Michael Bublè. “Pico” si è consolato con il buon rendimento sul campo e si è sfogato sui social network, dove è particolarmente attivo. Dopo aver cancellato le tracce della polemica, ha dedicato diversi post all’amato Estudiantes, la sua squadra del cuore, per cui nutre una passione folle, quasi spasmodica. E la Davis? “Ho parlato con alcuni colleghi, chiedendo se ritenessero frettolosa la decisione di diramare le convocazioni prima del torneo di Buenos Aires. Credo che Orsanic avrebbe potuto aspettare qualche giorno, non ci sarebbero stati problemi e forse avrei avuto qualche chance. Di sicuro ha cambiato idea: in Australia ci aveva detto che avrebbe chiamato cinque giocatori e poi avrebbe aspettato fino all’ultimo, perchè si trattava di una decisione diffcile. Invece è passato appena un torneo e ha chiamato altri giocatori. Mi ha detto che non mi vedeva troppo bene. E’ una sua opinione, la rispetto”. Così dice, ma forse pensa tutt’altro. Ad esempio, che Orsanic non abbia voluto scontentare un Del Potro finalmente recuperato per la Davis. Eh si, la magia di Tandil è proprio terminata. Chissà cosa ne pensa Marcelo Gomez.
]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ ASTANA TRA PASSATO E FUTURO - Gelo, vento e la Davis. Giovedì il sorteggio ]]>
Per le strade di Astana niente lascia capire che siamo in uno stato che è il nono per dimensioni sulla Terra, ma che ha una popolazione di poco superiore a quella di Lombardia e Piemonte messe assieme. Uno stato transcontinentale a cavallo tra Europa e Asia, nato nel 1990 dalla disgregazione dell’ex Unione Sovietica: la più grande nazione del mondo senza sbocco sul mare (il Mar Caspio è un lago), ricco di risorse minerarie dal petrolio al gas, dal carbonio al nichel, passando per il ferro e i diamanti, ma che in pochi conoscevano prima del film “Borat”, Golden Globe 2007: racconta la storia di un giornalista kazako inventato e interpretato da Sacha Baron Cohen. Una regione straordinariamente ricca di materie prime, ma con un clima tra i più ostili al mondo, con inverni glaciali alternati ad estati torride: si può passare dai meno 40 ai più 40.

E’ qui, nella steppa, che il Presidente Nursultan Nazarbayev, miliardario signore e padrone del Kazakistan, ha deciso di far nascere Astana senza badare a spese. Dal 1997 è la nuova capitale al posto di Almaty, polverosa città a 50 km dal Kirghstan e dalla Cina. Ufficialmente perché la sonnolenta città dell’ex URSS, con i suoi viali di platani larghi e disordinati, era troppo a sud. Troppo periferica, troppo vicina alla Cina rispetto al resto del paese, e lontana dalle strategiche miniere che sono concentrate nel Centro-Nord. La capitale è stata spostata per ragioni geografiche e logistiche, ma anche per motivi culturali e politici: al nuovo e ricco Kazakistan di Nazarbayev premeva costruire dal nulla l’identità di un paese giovane e fiero, ma legato a doppio filo con la Russia (la lingua ufficiale è il kazako, ma tutti parlano ancora il russo). E’ nata così Astana, che in kazako significa letteralmente “Capitale”, simbolo di potenza visionaria tra grattacieli, piramidi e una foresta che la protegge dagli impetuosi venti glaciali.

Qui la globalizzazione si tocca con mano, impera. Nei bar si possono bere cappuccini schiumosi, identici a quelli che trovi a New York, e sulle pareti degli sfarzosi alberghi, talvolta un po' kitsch, sono affisse le foto delle popstar più famose del momento. Si mangiano risottini con le zucchine o i funghi e quasi non c'è traccia del beshbarmak, il tipico piatto kazako: un bollito di carne condito con salsa di cipolla (tutt'altro che leggero) servito in un grande piatto tondo. Il termine beshbarmak significa “cinque dita”, perché il piatto si mangia (anzi si mangiava) con le mani. ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ WTA MONTERREY - SU SUPERTENNIS - Bene Errani e Schiavone, fuori la Knapp ]]> Sara Errani, numero 12 Wta e seconda testa di serie, ha liquidato per 63 60 la statunitense Lauren Davis, numero 54 Wta, che ha perso i primi 11 giochi dell'incontro prima di riuscire ad aggiudicarsene uno. Prossima avversaria per Sara la qualificata ungherese Timea Babos, numero 90 Wta (uno a uno i precedenti).
Bene anche Francesca Schiavone , numero 70 Wta, che ha ottenuto una wild card e ha superato per 36 76(3) 64 la statunitense Bethanie Mattek-Sands, numero 187 Wta, proveniente dalle qualificazioni. Al secondo turno la 34enne milanese affronterà Caroline Garcia, numero 29 Wta e terza testa di serie, di 13 anni più giovane, che ha eliminato all’esordio Karin Knapp, terza azzurra in gara, con il punteggio di 75 76(5): peccato per l'altoatesina che sul 5-4 del primo parziale ha fallito un set-point. La francese ha vinto l’unico precedente contro la Schiavone (Parigi indoor 2013).

La favorita numero uno è la serba Ana Ivanovic, numero 5 Wta, campionessa in carica: per lei esordio positivo (61 76) contro l'ex top ten ceca Nicole Vaidisova, attualmente numero 370 Wta e passata attraverso le qualificazioni, tornata dopo cinque anni a frequentare un main draw del circuito maggiore (Memphis 2010). Nel seeding anche la russa Anastasia Pavlyuchenkova, quinta testa di serie, vincitrice nel 2010, 2011 e 2013. Al primo turno ha sconfitto per 46 63 60 la slovacca Anna Schmiedlova.

”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo a partire dai quarti. Questa la programmazione:
sabato 7 marzo - LIVE dalle ore 00.00 (quarti), dalle ore 23.00: semifinali
lunedì 9 marzo - LIVE dalle ore 01.00 finale

----------------------

RISULTATI
"Abierto Monterrey Afirme"
WTA International
Monterrey, Messico
2 - 8 marzo, 2015
$500.000 - cemento

SINGLARE
Primo turno
(3) Caroline Garcia (FRA) b. Karin Knapp (ITA) 75 76(5)
(wc) Francesca Schiavone (ITA) b. (q) Bethanie Mattek-Sands (USA) 36 76(3) 64
(2) Sara Errani (ITA) b. Lauren Davis (FRA) 60 63

Secondo turno
(wc) Francesca Schiavone (ITA) c. (3) Caroline Garcia (FRA)
(2) Sara Errani (ITA) c. (q) Timea Babos (HUN) ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC
<![CDATA[ DAVIS WG SU SUPERTENNIS - Convocati 1°T: Kazakistan-Italia e GBR-USA live ]]>
”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmetterò in diretta ed esclusiva Kazakistan-Italia e Gran Bretagna-Usa. Previsto anche uno studio con commenti e servizi sul week end di Davis. Questa la programmazione:
venerdì 6 marzo: LIVE dalle ore 7 Kazakistan-Italia (singolari); LIVE dalle ore 14 Gran Bretagna-Usa (singolari)
sabato 7 marzo: LIVE dalle ore 9 Kazakistan-Italia (doppio); LIVE dalle ore 14 Gran Bretagna-Usa (doppio)
domeica 8 marzo: LIVE dalle ore 9 Kazakistan-Italia (singolari); LIVE dalle ore 14 Gran Bretagna-Usa (singolari)


************************

Queste le convocazioni:

GERMANIA c. FRANCIA
Fraport Arena, Francoforte (cemento indoor)

Germania
Philipp Kohlschreiber
Benjamin Becker
Jan-Lennard Struff
Andre Begemann
Capitano: Michael Kohlmann

Francia
Gilles Simon
Gael Monfils
Richard Gasquet
Nicolas Mahut
Capitano: Arnaud Clement


GRAN BRETAGNA c. USA
Emirates Arena, Glasgow (cemento indoor)

Gran Bretagna
Andy Murray
James Ward
Dominic Inglot
Jamie Murray
Capitano: Leon Smith

USA
John Isner
Donald Young
Mike Bryan
Bob Bryan
Capitano: Jim Courier


REPUBBLICA CECA c. AUSTRALIA
Cez Arena, Ostrava (cemento indoor)

Repubblica Ceca
Lukas Rosol
Jiri Vesely
Jan Mertl
Adam Pavlasek
Capitano: Jaroslav Navratil

Australia
Nick Kyrgios
Bernard Tomic
Samuel Groth
Lleyton Hewitt
Capitano: Wally Masur


KAZAKISTAN c. ITALIA
National Tennis Centre, Astana (cemento indoor)

Kazakistan
Mikhail Kukushkin
Andrey Golubev
Aleksandr Nedovyesov
Dmitry Popko
Capitano: Dias Doskarayev

Italia
Fabio Fognini
Andreas Seppi
Simone Bolelli
Paolo Lorenzi
* aggregato come quinto uomo Luca Vanni
Capitano: Corrado Barazzutti


ARGENTINA c. BRASILE
Tecnopolis, Buenos Aires (terra rossa outdoor)

Argentina
Leonardo Mayer
Federico Delbonis
Diego Schwartzmann
Carlos Berlocq
Capitano: Daniel Orsanic

Brasile
Thomaz Bellucci
Joao Souza
Marcelo Melo
Bruno Soares
Capitano: Joao Zwetsch


SERBIA c. CROAZIA
Kraljevo Sports Centre, Kraljevo (cemento – indoor)

Serbia
Novak Djokovic
Viktor Troicki
Filip Krajinovic
Nenad Zimonjic
Capitano: Bogdan Obradovic

Croazia
Borna Coric
Mate Delic
Marin Draganja
Franko Skugor
Capitano: Zeljko Krajan


CANADA c. GIAPPONE
Doug Mitchell Thunderbird Sports Centre, Vancouver (cemento indoor)

Canada
Milos Raonic
Vasek Pospisil
Frank Dancevic
Daniel Nestor
Capitano: Martin Laurendeau

Giappone
Kei Nishikori
Go Soeda
Tatsuma Ito
Yasutaka Uchiyama
Capitano: Minoru Ueda


BELGIO c. SVIZZERA
Country Hall du Sart Tilman, Liege (cemento indoor)

Belgio
David Goffin
Steve Darcis
Ruben Bemelmans
Niels Desein
Capitano: Johan van Herck

Svizzera
Yann Marti
Adrien Bossel
Henri Laaksonen
Michael Lammer
Capitano: Severin Luthi ]]>
Thu, 2 Apr 2015 22:00:00 UTC