<![CDATA[ News della Federazione Italiana Tennis ]]> Mon, 25 May 2015 15:11:31 UTC <![CDATA[ ROLAND GARROS - AZZURRI - Bene Fognini, fuori Vanni. Più tardi c'è Bolelli ]]>
Nulla da fare, invece, per Luca Vanni: il 29enne toscano, dopo aver superato le qualificazioni, all'esordio assoluto nel main draw di uno Slam ha ceduto per 63 36 63 64 all’australiano Bernard Tomic, 27sima testa di serie, che si è preso così la rivincita per la sconfitta rimediata dall'azzurro nel primo turno del Masters 1000 di Madrid.

Sempre oggi esordio anche per Simone Bolelli, che a Parigi ha raggiunto il terzo turno nel 2008: il primo ostacolo è il belga Steve Darcis che è avanti per 2-1 nei precedenti , tutti peraltro giocati sul veloce.

Martedì tocca agli altri tre tennisti italiani in tabellone. L’altro qualificato, Andrea Arnaboldi, dovrà vedersela con un altro australiano, James Duchworth, che si è aggiudicato entrambi i precedenti confronti (giocati però sul veloce). Per il 27enne canturino si tratta della seconda partecipazione al tabellone principale del major parigino: lo scorso anno, dopo aver superato le quali, fu battuto al primo turno da Simone Bolelli. Paolo Lorenzi dovrà vedersela con il lussemburghese Gilles Muller: nessuno dei due ha mai fatto granché al Roland Garros ma la superficie potrebbe avvantaggiare l'azzurro anche se il lussemburghese - avanti 2-1 nei precedenti - ha vinto l'unico confronto sulla terra, datato peraltro 2004.
Ad esclusione di Seppi che ha pescato subito Isner, sorteggi tutto sommato positivi. Impegno tosto - come detto - per Andreas Seppi, al rientro dopo l'infortunio all'anca che lo ha tenuto fuori da Monte-Carlo in avanti: il 31enne di Caldaro, che nello Slam francese vanta il quarto turno (ottavi) nel 2012, sfiderà lo statunitense John Isner, sedicesima testa di serie, arrivato anche lui negli ottavi proprio lo scorso anno (uno pari il bilancio dei precedenti con Andreas che ha vinto il match disputato sul "rosso", al secondo turno di Roma 2012).

-------------------------

RISULTATI
"Roland Garros"
Grand Slam
Parigi, Francia
24 maggio - 7 giugno, 2015
€28,028,600 - terra rossa

SINGOLARE
Primo turno
Paolo Lorenzi (ITA) c. Gilles Muller (LUX) - martedì
(27) Bernard Tomic (AUS) b. (q) Luca Vanni (ITA) 63 36 63 64
Andreas Seppi (ITA) c. (16) John Isner (USA) - martedì
(q) Andrea Arnaboldi (ITA) c. James Duchworth (AUS) - martedì
Simone Bolelli (ITA) c. Steve Darcis (BEL) - lunedì: Court 16, 4° match a partire dalle ore 11
(28) Fabio Fognini (ITA) b. Tatsuma Ito (JPN) 63 62 62

DOPPIO
Primo turno
(6) Simone Bolelli/Fabio Fognini (ITA) c. Enzo Couacaud/Quentin Halys (FRA)
Andreas Seppi/Sergiy Stakhovsky (ITA/UKR) c. (8) Alexander Peya/Bruno Soares (AUT/BRA)
(28) Fabio Fognini (ITA) c. vincente Benoit Paire (FRA) – (q) Gastao Elias (POR)


QUALIFICAZIONI
Primo turno
Andrea Arnaboldi (ITA) b. (30) Denis Kudla (Usa) 46 63 62
Elias Ymer (SWE) b. Roberto Marcora (ITA) 63 16 62
(6) Luca Vanni (ITA) b. Adrian Ungur (ROU) 64 67(5) 16-14
Thomas Fabbiano (ITA) b. (wc) Guillaume Rufin (FRA) 64 62
Matteo Viola (ITA) b. Mirza Basic (BIH) 62 75
Victor Hanescu (ROU) b. Potito Starace (ITA) 64 46 64
Filippo Volandri (ITA) b. (16) Austin Krajicek (USA) 76(3) 61
(18) Marco Cecchinato (ITA) b. Jordan Thompson (AUS) 75 62

Secondo turno
Andrea Arnaboldi (ITA) c. Pierre-Hugue Herbert (FRA) 64 36 27-25
(6) Luca Vanni (ITA) b. Thomas Fabbiano (ITA) 36 63 62
(29) Andrey Golubev (KAZ) b. Matteo Viola (ITA) 64 64
Michael Berrer (GER) b. Filippo Volandri (ITA) 64 75
(18) Marco Cecchinato (ITA) b. Jason Jung (USA) 75 61

Turno di qualificazione
Andrea Arnaboldi (ITA) b. Marco Trungelliti (ARG) 57 75 63
(6) Luca Vanni (ITA) b. (29) Andrey Golubev (KAZ) 64 36 63
Michael Berrer (GER) b. (18) Marco Cecchinato (ITA) 64 62 ]]>
Mon, 25 May 2015 13:45:47 UTC
<![CDATA[ FOGNINI: ESORDIO OK - "Ottimo match, le sensazioni sono buone" ]]> “Il primo incontro in un torneo dello Slam è sempre delicato - ha sottolineato il ligure di arma di Taggia, che ieri ha festeggiato il suo 28esimo compleanno - sono soddisfatto perché penso di aver giocato un ottimo match. Sono sempre stato superiore al mio avversario e non gli ho lasciato chance di rientrare. Ho avuto la giusta continuità in campo e non mi sono mai distratto”.
Ha messo a segno 9 ace e battuto spesso ad oltre 190 orari, segno che il servizio, spesso suo tallone d’Achille, ha funzionato alla grande. “Vero, oggi il servizio mi ha spesso aiutato a velocizzare l’incontro senza rischiare nulla. In tornei così duri e lunghi, e probabilmente il Roland Garros tra i quattro Slam è il più complicato in questo senso, gestire le energie e non sprecarne, troppe quando è possibile, è importante e può pagare se vai avanti”.
Sulla terra parigina Fognini vanta i quarti del 2011, quando fu costretto a rinunciare alla sfida contro Djokovic per un infortunio. “Qui ho sempre giocato ottime partite - ha confermato il ligure - sto attraversando un buon periodo di forma e le sensazioni sono buone. L'importante è pensare solo alla prossima sfida”. ]]>
Mon, 25 May 2015 11:54:51 UTC
<![CDATA[ ROLAND GARROS - AZZURRE - Giorgi e Pennetta al 2° turno. Vinci out ]]>
Più tardi in campo anche Sara Errani. Urna tutto sommato benevola con la numero uno azzurra, testa di serie numero 17, che nelle ultime tre edizioni dello slam francese ha infilato una finale (2012), una semifinale (2013) ed i quarti lo scorso anno: primo impegno per la 28enne romagnola contro la statunitense Allison Riske che ha vinto l'unico precedente giocato sul cemento di Wuhan la scorsa stagione.


Domenica esordio positivo per Flavia Pennetta e Camila Giorgi. La 33enne brindisina, testa di serie numero 28, che a Parigi vanta gli ottavi del 2010, ha rispettato il pronostico battendo però con qualche sofferenza la polacca Magda Linette, 23 anni e numero 100 mondiale: 63 57 61 in due ore. Un match che Flavia, partita fortissimo (subito 4-0), sembrava controllare agevolmente e che si è complicato nel secondo set. Sul 5-3 l’azzurra ha servito per il match, ma ha ceduto quattro game di fila consegnando il parziale alla rivale. Brava e lucida la Pennetta a rimettere le cose a posto nel terzo e decisivo set: 61 senza rischiare più nulla. Al secondo turno attende la slovacca Magdalena Rybarikova, 26 anni e numero 57 della classifica. Due i precedenti, entrambi nel 2009, e bilancio in parità: vittoria della slovacca a Hobart e successo della Pennetta a New Haven, sempre sul cemento.

La Giorgi, numero 37 del ranking mondiale, ha sconfitto con il punteggio di 75 63 in un’ora e 29 minuti la tedesca Tatjana Maria, numero 75 Wta. La 23enne marchigiana è sempre stata in vantaggio: nel primo set è salita sul 2-0, poi sul 5-3, ma ha subito la rimonta della rivale che l’ha agganciata sul 5-5 anche grazie a qualche errore di troppo dell’azzurra, soprattutto di diritto. Brava Camila a non farsi condizionare e a chiudere il set sul 75. Meglio nel secondo parziale in cui la Giorgi è apparsa più sicura: 5-2, quindi 63 finale. Prossima avversaria la spagnola Garbine Muguruza, 21enne spagnola di origini venezuelana numero 21 mondiale, che al Roland Garros lo scorso anno raggiunse i quarti battendo Serena Williams. Camila ha vinto entrambi i precedenti: nel 2013 a Madrid sulla terra rossa e nel 2014 a New Haven sul cemento e sempre in tre set.

In tabellone ci sono altre due azzurre. Il sorteggio peggiore è toccato a Karin Knapp, reduce dal secondo titolo Wta in carriera conquistato a Norimberga: la 27enne di Brunico, due volte al terzo turno sulla terra francese (2007 e 2008), ha infatti "pescato" subito la danese Caroline Wozniacki, quinta favorita del seeding (quarti nel 2010), avanti 2-0 nei precedenti, entrambi giocati però sul cemento. Giocherà martedì, come Francesca Schiavone, trionfatrice nel 2010 ed ancora finalista l’anno successivo, che trova la 23enne cinese Qiang Wang (nessun precedente).
--------------------------

RISULTATI
"Roland Garros"
Grand Slam
Parigi, Francia
24 maggio - 7 giugno, 2015
€28,028,600 - terra rossa

SINGOLARE
Primo turno
(17) Sara Errani (ITA) c. Allison Riske (USA) - lunedì: Court 7, 3° match a partire dalle ore 11
Karin Knapp (ITA) c. (5) Caroline Wozniacki (DEN) - martedì
Francesca Schiavone (ITA) c. Qiang Wang (CHN) - martedì
(29) Alize Cornet (FRA) b. Roberta Vinci (ITA) 46 64 61
(28) Flavia Pennetta (ITA) b. Magda Linette (POL) 63 57 61
Camila Giorgi (ITA) b. Tatjana Maria (GER) 75 63

Secondo turno
Camila Giorgi (ITA) c. Garbine Muguruza
(28) Flavia Pennetta (ITA) c. Magdalena Rybarikova (SVK)

DOPPIO
Primo Turno
(14) Karin Knapp/Roberta Vinci (ITA) c. Alize Lim/Laura Thorpe (FRA)
Kimiko Date-Krumm/Francesca Schiavone (JPN/ITA) c. Denisa Allertova/Petra Cetkovska (CZE)
(4) Su-Wei Hsieh/Flavia Pennetta (CHN/ITA) c. Clothilde De Bernardi/Sherazad Reix (FRA)

QUALIFICAZIONI
Primo turno
Nastassja Burnett (ITA) b. (4) Lin Zhu (CHN) 62 61
Alberta Brianti (ITA) b. Eri Hozumi (JPN) 61 61

Secondo turno
Beatriz Haddad Maia (BRA) b. Nastassja Burnett (ITA) 63 63
Andrea Hlavackova (CZE) b. Alberta Brianti (ITA) 64 67(7) 63 ]]>
Mon, 25 May 2015 11:14:38 UTC
<![CDATA[ UN "SELFIE" CON ROGER - Polemiche sicurezza: spettatore entra in campo ]]> Lo stesso Federer si è lamentato dell’accaduto qualche minuto più tardi in conferenza stampa: “Era già successo ieri durante un allenamento, prima un ragazzino, poi altri tre in campo. Oggi ecco la stessa cosa con uno spettatore sul centrale, dove è lecito pensare che nessuno del pubblico possa mettere piede. Qualcuno dell’organizzazione è già venuto a scusarsi da me, ma il problema resta e lo avevo già fatto presente ieri. Sono sicuro che ne prenderanno nota”.

Non è successo nulla, ma il ricordo di quanto accaduto 22 anni fa, era il 30 aprile del 1993, è ancora vivo nel tennis. Quel giorno Monica Seles, 19enne serba numero uno del mondo, fu accoltellata alla schiena da Gunther Parche, squilibrato tedesco ossessionato dal tifo per Steffi Graf, che decise di punire con un coltello da cucina la grande rivale della tedesca. Durante i quarti di finale del torneo di Amburgo, ad un cambio campo, Parche si sporse dalla prima fila ferendo per fortuna non gravemente la Seles.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO FEMMINILE ]]>
Sun, 24 May 2015 17:29:33 UTC
<![CDATA[ UN GIAPPONESE A PARIGI - E se fosse l’anno di Nishikori? ]]> Lo attendono test più probanti, ma Nishikori ha un senso dell’anticipo tale da mettere in difficoltà persino Djokovic, come ha dimostrato la scorsa estate agli US Open travolgendolo in semifinale. Resta da verificare l’adattamento alla superficie: 3 su 5 sulla terra è ben altra cosa rispetto al cemento e non a caso il tennista asiatico più forte di sempre a Parigi vanta solo un ottavo nel 2013. Da allora è tuttavia cresciuto: ha giocato una finale a New York ed è più sicuro dei propri mezzi. Per potenzialità e continuità è con ogni probabilità il più vicino ai Fab Four che da anni dominano il circuito.
“So bene che gli Slam sono tornei molto differenti rispetto agli altri - ha detto Kei - però l’obiettivo che voglio pormi è vincere il Roland Garros”. Sulla terra rossa nelle scorse settimane ha vinto a Barcellona, è stato semifinalista a Madrid dove ha battuto uno specialista come Ferrer e ha raggiunto i quarti a Roma, dove si è arreso in tre set a Djokovic. Sempre nel 2015 ha perso solo due volte contro giocatori non compresi tra i top ten (Feliciano Lopez e Isner).
A Parigi dalla sua parte di tabellone ci sono Verdasco, Bautista-Agut, il beniamino di casa Tsonga, Fognini: dovesse essere rispettato il seeding nei quarti troverebbe Berdych (numero 4), poi in una eventuale semifinale potrebbe incrociare Federer.
“Non guardo così lontano, penso solo al prossimo match - ha sottolineato Kei - è l’approccio migliore per fare strada in un torneo duro e lungo due settimane come uno Slam. Ho lavorato tanto e bene e mi sento pronto”.
Infine su Chang: “Ha vinto qui al Roland Garros, quindi mi può dare i consigli giusti”. Dovesse sfidare Federer in semifinale, permetterebbe al suo coach di ritrovare la sua “vittima” nella finale parigina di 26 anni fa: all’angolo di King Roger c’è infatti Stefan Edberg.

Prima giornata del torneo e nessuna sorpresa. Esordio sul velluto per Federer: 63 63 64 ad Alejandro Falla, numero 111 Atp, che nel 2010 a Wimbledon costrinse lo svizzero a rimontare due set di svantaggio. Questa volta a King Roger sono bastati tre set per archiviare la pratica: 63 63 64. Durante il match c’è stata anche una pacifica invasione di campo di un ragazzino che voleva farsi fotografare accanto al suo campione preferito. Tutto facile anche per il connazionale Stanislas Wawrinka, testa di serie numero 8, che ha superato con un netto 63 62 63 il turco Marsel Ilhan.
Nel tabellone femminile esordio positivo per Simona Halep, finalista della scorsa edizione: 75 64 alla russa Evegenyia Rodina.


ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO FEMMINILE ]]>
Sun, 24 May 2015 15:14:51 UTC