<![CDATA[ News della Federazione Italiana Tennis ]]> Mon, 6 Jul 2015 20:29:40 UTC <![CDATA[ INTERNAZIONALI BNL D'ITALIA - Prevendita al via. Fino al 26 luglio i Circoli ]]> La FIT ha anche deciso di riservare tre settimane (dal 7 al 26 luglio) ai Circoli di Tennis per l’acquisto dei biglietti delle sessioni diurne del Centrale, prima di aprire la vendita al pubblico.

Come nel 2015 il Torneo avrà la formula del “combined event”, con le prove maschile e femminile nell’arco di nove giorni. Nella stessa giornata, dunque, come avviene nei quattro tornei del Grande Slam, sarà possibile ammirare tutti i protagonisti e le protagoniste più acclamati del circuito internazionale: Djokovic, Federer, Nadal, Murray, Sharapova, Serena Williams e le nuove stelle come Bouchard, Halep o Muguruza. E tanti altri. Ovviamente gli appassionati potranno tifare per tutti gli azzurri e le azzurre, da Fabio Fognini a Andreas Seppi e Simone Bolelli, da Sara Errani a Flavia Pennetta, Camila Giorgi, Francesca Schiavone, Karin Knapp. Senza dimenticare i giovani emergenti come Matteo Donati e Gianluigi Quinzi.
Il via mercoledì 4 maggio 2016, la conclusione domenica 15. Si conferma quindi il grande salto di qualità per un appuntamento ormai a pieno titolo tra i più prestigiosi ed apprezzati del calendario mondiale: non è azzardato definirlo il “quinto” Slam della stagione.

Ecco le modalità di vendita dei biglietti e abbonamenti degli Internazionali BNL d’Italia 2016:

Calendario delle vendite:
- Abbonamenti Campo Centrale e Grand Stand Arena: 7 luglio 2015
- Biglietti sessioni diurne Campo Centrale solo per i Circoli di Tennis: 7-26 luglio 2015
- Biglietti sessioni serali Campo Centrale: 7 luglio 2015
- Biglietti sessioni diurne Campo Centrale: 27 luglio 2015
- Biglietti Grand Stand Arena e Ground: 7 luglio 2015

Gli abbonati dell’edizione 2015 potranno esercitare il diritto di prelazione con le seguenti modalità:
- dal 7 luglio al 14 ottobre 2015 sarà possibile confermare il medesimo posto acquistato per l’edizione 2015;
- dal 15 ottobre al 21 ottobre 2015 sarà possibile effettuare, solo se non si è già proceduto alla conferma del vecchio posto, il cambio posto tra quelli non confermati;
- dal 22 ottobre 2015 tutti i posti non confermati potranno essere acquistati in vendita libera.

E’ possibile effettuare online l’acquisto di abbonamenti e biglietti attraverso i siti web www.federtennis.it, www.internazionalibnlditalia.it e per informazioni rivolgersi al numero verde della Biglietteria Centrale del Foro Italico (800.622662) o scrivere all'indirizzo ticketoffice@federtennis.it. Inoltre possono essere acquistati presso la Biglietteria Centrale del Foro Italico. ]]>
Sun, 5 Jul 2015 22:40:30 UTC
<![CDATA[ GASQUET DISINNESCA KYRGIOS - Nei quarti la sorpresa Pospisil: ora Murray ]]> Gasquet nei quarti sfidera Stan Wawrinka, favorito numero 4. Il tennista di Losanna, trionfatore sulla terra rossa del Roland Garros, era tutto da decifrare sui prati, ma sinora non ha ceduto un set: 7-6 (3) 7-6 (7) 6-4 al belga Goffin.

Per un giovane emergente che si ferma, un altro che vola nei quarti. Si tratta di Vasek Pospisil, 21enne canadese, numero 54 del ranking. E’ stato bravo ad infilarsi nel corridoio giusto e ha battuto in cinque set rimontando lo svantaggio di due il serbo Victor Troicki, testa di serie numero 22: 46 67 (4) 64 63 63. Il tennista del Vernon, anche lui alto oltre uno e novanta, non era mai andato prima oltre il terzo turno in un torneo dello Slam.

Ha chiuso il torneo con 165 ace in quattro incontri: Ivo Karlovic ne ha collezionati 29 contro Andy Murray sul Centre Court, ma sono serviti a poco contro lo scozzese che vanta una delle migliori risposte del circuito: 76 (7) 64 57 64 lo score finale. Il 36enne croato, il giocatore più alto del circuito con i suoi 211 centimetri, può recriminare soprattutto sul primo set perso al tie break, in cui era andato avanti 4-2 e ha messo in rete una volée a campo aperto sul 7-7. Nel quarto ha anche recuperato un break di svantaggio a Murray, ma si è arreso al decimo game su una volée appena out come certificato dall’occhio di falco rischiesto da Murray, che nei quarti troverà Pospisil.

Sempre nella parte bassa sorprende, soprattutto per la misura, la netta vittoria di Gilles Simon, numero 12 del seeding, contro il ceco Tomas Berdych, numero 6 e finalista a Wimbledon nel 2010: 63 63 62. Sono dunque due i francesi nei quarti, cosa che non accadeva dal 1991 (Forget e Champion). Mercoledì nei quarti Simon troverà Roger Federer, che ha agevolmente battuto l’ultimo spagnolo ancora in corsa, Roberto Bautista-Agut: 62 62 63. Il campione svizzero, come un anno fa, è arrivato ai quarti senza mai cedere un turno di servizio.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE MASCHILE

DOPPIO MASCHILE ]]>
Mon, 6 Jul 2015 18:45:32 UTC
<![CDATA[ A SERENA IL SISTER ACT N. 26 - Venus battuta in 2 set. Ora trova Azarenka ]]> "Non è mai facile giocare contro qualcuno al quale vuoi bene perché è difficile rimanere concentrati", ha detto a caldo Serena che già con la qualificazione agli ottavi del major londinese si era garantita la qualificazione al Masters Wta di Singapore. Un altro record per lei: mai nessuna, da quando l'evento conclusivo del circuito femminile prevede solo otto giocatrici (2003), si era qualificata con tanto anticipo. Ancora: in caso di vittoria del torneo, Serena in classifica avrebbe il doppio dei punti della numero due (Sharapova), una cosa mai accaduta prima nella storia del tennis.
Prossima avversaria per la Williams, nei quarti martedì, la bielorussa Victoria Azarenka (n. 23) che ha bruscamente riproporzionato le ambizioni di Belinda Bencic (n. 30), superata per 62 63. La 25enne di Minsk, prima di un 2014 da dimenticare, si era sempre dimostrata l'unica in grado di creare veramente problemi all'americana. E lo ha confermato anche quest'anno sia a Madrid che al Roland Garros, con tanto di match-point a favore.
Sorride Serena e sorride il tennis a stelle e strisce che per la prima volta dal 2004 (nell'occasione furono la stessa Serena, Lindsay Davenport e Jennifer Capriati) porta tre sue rappresentanti nei quarti: oltre la Williams sono infatti ancora in corsa Madison Keys, numero 21 del tabellone, e la sorprendente Coco Wandeweghe, che ha eliminato la finalista del Roland Garros Lucie Safarova.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO FEMMINILE
]]>
Mon, 6 Jul 2015 13:42:27 UTC
<![CDATA[ WIMBLEDON - DOPPIO DONNE - Pennetta/Hsieh ai quarti, out Knapp/Vinci ]]> Pennetta e Hsieh hanno cominciato a giocare insieme lo scorso marzo ad Indian Wells: in precedenza Flavia faceva coppia con la svizzera Martina Hingis mentre Su-Wei con l'indiana Sania Mirza (che a loro volta sono in gara insieme: a Londra sono le prime teste di serie).
Da sottolineare che per la 33enne brindisina si tratta della terza volta nei quarti del major londinese dove vanta due semifinali, raggiunte nel 2010 in coppia con l'argentina Gisela Dulko (le due sono state anche le numero uno della specialità) e nel 2012 in coppia con Francesca Schiavone.

Finisce negli ottavi, invece,l'avventura di Karin Knapp e Roberta Vinci: la coppia azzurra - di recente formazione (la Vinci lo scorso anno ha conquistato il titolo ai "The Championships" insieme a Sara Errani centrando il Career Grand Slam) - ha ceduto per 46 62 86, in due ore e dieci minuti di gioco, all'australiana Casey Dellacqua ed alla kazaka Yaroslava Shvedova, none teste di serie. Peccato perché Karin e Roberta sono state in vantaggio di un set e di un break ed ancora, nella frazione decisiva, sono state avanti 5-3 e sul 5-4 hanno avuto anche un match-point, cancellato da una risposta di rovescio incrociata strettissima della Shvedova.
---------------------------

RISULTATI
“The Championships”
Grand Slam
Wimbledon (Londra), Gran Bretagna
29 giugno - 12 luglio, 2015
£26.750.000 - erba

SINGOLARE
Primo turno
(19) Sara Errani (ITA) b. Francesca Schiavone (ITA) 62 57 61
Aleksandra Krunic (SRB) b. Roberta Vinci (ITA) 62 64
Zarina Diyas (KAZ) b. (24) Flavia Pennetta (ITA) 63 26 64
(31) Camila Giorgi (ITA) b. Teliana Pereira (BRA) 76 (4) 63
Magdalena Rybarikova (SVK) b. Karin Knapp (ITA) 76(6) 3-0 rit.

Secondo turno
Aleksandra Krunic (SRB) b. (19) Sara Errani (ITA) 63 67(2) 62
(31) Camila Giorgi (ITA) b. Lara Arruabarrena (ESP) 60 76 (5)

Terzo turno
(5) Caroline Wozniacki (DEN) b. (31) Camila Giorgi (ITA) 62 62

DOPPIO
Primo turno
Francesca Schiavone/Kimiko Date-Krumm (ITA/JPN) b. Klaudia Jans-Ignacik/Andreja Klepac (POL/SLO) 64 62
Karin Knapp/Roberta Vinci (ITA) b. Chin-Wei Chan/Nicole Melichar (TPE/USA) 62 64
(7) Flavia Pennetta/Su-Wei Hsieh (ITATPE) b. Elena Bogdan/Simona Halep (ROU) 64 61

Secondo turno
(1) Martina Hingis/Sania Mirza (SUI/IND) b. Francesca Schiavone/Kimiko Date-Krumm (ITA/JPN) 60 61
Karin Knapp/Roberta Vinci (ITA) b. (8) Andrea Hlavackova/Lucie Hradecka (CZE) 63 36 64
(7) Flavia Pennetta/Su-Wei Hsieh (ITATPE) b. Alexandra Panova/Margarita Gasparyan (RUS) 63 64

Terzo turno
(9) Casey Dellacqua/Yaroslava Shvedova (AUS/KAZ) b. Karin Knapp/Roberta Vinci (ITA) 46 62 86
(7) Flavia Pennetta/Su-Wei Hsieh (ITATPE) b. Anna-Lena Groenefeld/Coco Vandeweghe (GER/USA) 36 60 97

Quarti
(7) Flavia Pennetta/Su-Wei Hsieh (ITATPE) c. (4) Timea Babos/Kristina Mladenovic (HUN/FRA)

QUALIFICAZIONI
Primo turno
(5) Margarita Gasparyan (RUS) b. Alberta Brianti (ITA) 62 60 ]]>
Mon, 6 Jul 2015 17:15:20 UTC
<![CDATA[ WIMBLEDON, CHE SORPRESE! - Si chiamano Garbine, Timea, Madison e Coco ]]>
Americane protagoniste: in tre nei quarti di finale. Non accadeva dal 2004. Detto della vittoria di Serena su Venus (vedi news) andiamo con ordine. Tutto sommato Madison Keys (n. 21) ha fatto il suo dovere battendo 36 64 62 la bielorussa Olga Govortsova, proveniente dalle qualificazioni. La 26enne di Minsk, numero 122 Wta (ma da giovane prometteva bene: è stata numero 35 nel 2008), nel primo set le ha messo paura ma la 20enne di Rock Island ha saputo reagire raggiungendo per la prima volta i quarti a Wimbledon (36 64 61). La Keys è seguita dall'inizio dell'anno da Lindsay Davenport ed i consigli dell'ex number one statunitense stanno finalmente apportando dei miglioramenti, soprattutto sotto l'aspetto tattico, nel gioco della giovane americana, la più accreditata tra le eredi delle Williams sisters. Prossima avversaria per lei la polacca Agnieszka Radwanska (n. 13) che ha fatto valere la sua miglior attitudine erbivora rispetto a Jelena Jankovic (n. 28). La serba, protagonista sabato della clamorosa eliminazione della campionessa in carica Petra Kvitova, ha ceduto per 75 64. Per "Aga" una vera e propria boccata d'ossigeno i quarti raggiunti sui prati di Church Road, dove ha ottenuto la sua prima, e fin'ora unica finale Slam, nel 2012 (stoppata da Serena), in una stagione fin qui piuttosto deludente che l'ha vista scivolare fuori dalle top ten.

Assolutamente una sorpresa, invece, la qualificazione ai quarti - la prima in assoluto in un major - di Coco Vandeweghe, che ha eliminato per 76(1) 76(4) Lucie Safarova, sesta testa di serie, semifinalista qui dodici mesi fa. Vero è che la 28enne ceca di Brno, finalista all'ultimo Roland Garros, aveva fatto fatica anche nei turni precedenti, ma alzi la mano chi avrebbe mai pronosticato la massiccia newyorkese tra le migliori otto a Wimbledon. Gran servizio e qualche problema di mobilità, a Coco non fa di certo difetto l'autostima: "Gioco a tennis perché penso di poter diventare la numero uno", aveva detto nei giorni scorsi la 23enne statunitense, che prima della Safarova aveva rispedito a casa anche Karolina Pliskova (n. 11) e Sam Stosur (quest'ultima rifilandole dodici giochi di fila). Sulla sua strada la Vandeweghe troverà la russa Maria Sharapova, quarta testa di serie, che si è sbarazzata non senza problemi (64 64) della kazaka Zarina Diyas (n. 30), per la seconda volta di fila negli ottavi a Londra. Wimbledon, undici anni fa, proiettò Masha nell'Olimpo mondiale. Da allora per la Sharapova più delusioni che gioie, e soltanto un'altra finale giocata e persa nel 2011 contro la Kvitova. Ora la bella siberiana è di nuovo nei quarti: non le accadeva da quattro anni.

Se Coco è la sorpresa con la "S" maiuscola Muguruza e Bacsinszky lo sono in chiave solo leggermente minore. Garbine, avvenente spagnola di origini venezuelane, 20esima testa di serie, ha rifilato un doppio 64 alla danese Caroline Wozniacki (n. 5), che per la quinta volta di fila si ferma negli ottavi dei "The Championships". E pensare che nelle due precedenti apparizioni nel major londinese la 21enne nata a Caracas aveva vinto un match soltanto: in questa edizione, prima della Wozniacki, aveva rispedito a casa anche la Lucic, semifinalista a Wimbledon addirittura nel 1999, ed Angelique Kerber, la tedesca che un paio di settimane fa aveva conquistato il suo primo trofeo sui prati a Birmingham. Nei quarti la Muguruza troverà la svizzera Timea Bacsinszky (n. 15), che ci ha messo un po' per venire a capo del tennis di Monica Niculescu, la rumena "propietaria" del dritto più strano del circuito. Nella sua "prima carriera" la 26enne di Losanna non aveva mai vinto due match di fila in un major: ecco però che nella "seconda" la Bacsinszky si è presa il lusso, nel giro di un mese, di fare semifinale a Parigi e raggiungere i quarti a Londra. Nel corso del torneo Timea si è sbarazzata anche di due tedesche pericolose come Goerges e, soprattutto, "ace-woman" Lisicki (finalista nel 2013) che per solito sull'erba di Wimbledon si trasforma.

Se Timea accarezza sogni di gloria, Belinda per il momento deve attendere. Glielo ha fatto capire senza mezzi termini Victoria Azarenka, che l'ha sconfitta per 62 63. La Bencic (n. 30), 18enne di Flawil, ha le stimmate della fuoriclasse, ma ha ancora bisogno di fare esperienza a questi livelli. Allenata per anni da mamma Hingis, supportata in tribuna da Martina, all'All England Club Belinda ha vinto il titolo junior nel 2013, anno in cui è stata numero uno del mondo della categoria: alla vigilia di Wimbledon ha conquistato ad Eastbourne il suo primo titolo Wta. Ma per il trono di Wimbledon c'è ancora da attendere. Per quanto riguarda l'Azarenka, Vika sta tornando. Non ha avuto un tabellone impossibile la ex numero uno del mondo, ma non ha ceduto un set. A Wimbledon è arrivata due volte in semifinale, nel 2011 e nel 2012, i suoi anni d'oro. Sulla strada della 25enne di Minsk martedì ci sarà Serena, che è già andata vicina a battere a Madrid e a Parigi. C'è da scommettere che ancora una volta sarà battaglia.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE FEMMINILE

DOPPIO FEMMINILE
]]>
Mon, 6 Jul 2015 17:20:47 UTC