<![CDATA[ News della Federazione Italiana Tennis ]]> Sun, 30 Apr 2017 16:42:06 UTC <![CDATA[ UN NADAL DA 10 E LODE SU TERRA - Thiem ko, Decima per Rafa pure a Barcellona ]]>
PER RAFA DOPO MONTE-CARLO 'DECIMA' ANCHE A BARCELLONA - Dunque, dopo il decimo trionfo a Monte-Carlo è Decima anche a Barcellona per il 30enne di Manacor, mettendo a segno la 53esima vittoria sulla terra catalana. In quella che era la sua quinta finale stagionale e 106esima complessiva in carriera, Nadal ha messo quindi in bacheca il 71esimo trofeo, il 51° titolo sulla terra, staccando definitivamente l’argentino Guillermo Vilas con 49 (ancor più lontani Muster con 40 e Borg ed Orantes con 30).
Thiem, alla 12esima finale in carriera, la seconda in questa stagione dopo quella raggiunta a Rio de Janeiro dove poi si è aggiudicato il trofeo, rimane invece a quota 8 titoli vinti.

La cronaca. Il maiorchino, in vantaggio per 2-1 nel bilancio dei precedenti, si è visto costretto a fronteggiare una palla break nel gioco di apertura, quindi nel quarto game portandosi 0-30 ha messo pressione all’austriaco, capace però di trarsi d’impaccio con un paio di vincenti (diritto in sventaglio e ace) per agguantare il 2-2. Thiem è stato lucido e preciso anche nel sesto gioco per annullare due chance di break con lo stesso schema (servizio a uscire ad aprirsi il campo e diritto vincente) e meritarsi il 3-3. Equilibrio e turni di battuta rispettati fino al 5-4, quando Nadal grazie ad un paio di scambi di notevole intensità ha recuperato dal 40-30 per il rivale, procurandosi un primo set point, subito concretizzato con un rovescio in rete del 23enne di Wiener-Neustadt (64 in 51 minuti). In apertura di seconda frazione, nel secondo game, Thiem ha dovuto cancellare tre pericolose palle break (le prime due consecutive sul 15-40), evitando che il mancino spagnolo potesse allungare. Solco che però Rafa ha scavato poco dopo, strappando il servizio all’austriaco nel quarto game (3-1) e diventando padrone assoluto in campo, per poi chiudere rapidamente 61, al secondo match point, quando Thiem ha mandato lunga una risposta di rovescio.

L’EMOZIONE DI RAFA: “GIORNO SPECIALE PER ME” - Ovviamente sorridente ed emozionato il campione, celebrato da una cerimonia di premiazione a d effetto. “Dominic avrai tempo di conquistare questo trofeo, ti auguro il meglio per il proseguo della stagione” – le prime parole di Rafa al microfono -. “E’ speciale per me vincere qui, in un club che ha visto la mia crescita. E il poter tenere in mano dieci volte questa coppa è davvero un giorno indimenticabile, come quello vissuto sette giorni fa a Monte-Carlo. Quello di Barcellona è uno dei tornei con maggior storia del circuito, e questo circolo è uno dei posti dove si respira davvero tennis. Ecco perché mi sento in dovere di dire grazie a tutti coloro che mi stanno vicino, in vario modo: senza di voi tutto questo non sarebbe stato possibile”.

THIEM: “HO PERSO SOLO DAL MIGLIORE DI SEMPRE SULLA TERRA” - Al coro di complimenti a Nadal si allinea anche Thiem: “Congratulazioni a Rafa per il decimo titolo, qualcosa di incredibile sia qui che a Monte-Carlo. Per me è stata una settimana positiva, in cui ho perso solo dal miglior giocatore di sempre sulla terra. E poi non tutte le settimane abbiamo la fortuna di giocare davanti a un pubblico così bello e caloroso…”, il commiato dell’austriaco dando appuntamento al prossimo anno.

I NUMERI DEL “SIGNORE DELLA TERRA” - Un successo dai significati molteplici, che arricchisce ulteriormente i record di Nadal. E se la sfida per il GOAT - il virtuale titolo di più grande di tutti i tempi - vede Federer in netto vantaggio soprattutto dopo quanto fatto vedere in questa prima parte di 2017, se parliamo di terra battuta però non c’è proprio partita. Rafa è diventato il primo tennista nell’Era Open (cioè dal 1968) a vincere per dieci volte lo stesso torneo ed il primo giocatore a conquistare 51 titoli sulla terra, staccando definitivamente l’argentino Guillermo Vilas con 49 (ancor più lontani Muster con 40 e Borg ed Orantes con 30). E poi sul “rosso” il 30enne Mancino di Manacor vanta un bilancio pazzesco: 375 match vinti contro appena 34 sconfitte, che vuol dire una percentuale del 92%. Ma il trofeo numero 71 messo in bacheca da Nadal - su 106 finali disputate - lo fa salire al quinto posto della classifica all-time preceduto solo da Jimmy Connors (inarrivabile con i suoi 109 titoli), Ivan Lendl (94), Roger Federer (91) e John McEnroe (77). Mentre nella classifica dei tornei Masters 1000 lo spagnolo, ora a quota 21 trofei, è preceduto solo da Novak Djokovic con 30 (terzo è Federer con 16).

GIA’ UN CAMPO CON IL SUO NOME - Proprio durante la cavalcata vincente nel Principato, lo scorso 20 aprile, i soci del Real Tenis Barcelona 1899 hanno deciso all’unanimità di intitolare il Centrale dell’Open Banc Sabadell al maiorchino, che da quest’anno si chiamerà infatti “Pista Rafa Nadal”. Lo spagnolo è andato a segno all’ex “Conde de Godò” dal 2005 al 2008, non ha partecipato nel 2009, ha trionfato ancora dal 2010 al 2013 e poi - dopo i ko con Almagro nel 2014 (quarti) e Fognini nel 2015 (ottavi) - è tornato al successo la scorsa edizione.
Nadal non è certo il primo tennista a cui viene intitolato un campo prestigioso: basta citare il Philippe Chatrier e il Suzanne Lenglen al Roland Garros, la Rod Laver Arena e la Margareth Court Arena a Melbourne, l’Arthur Ashe Stadium di Flushing Meadows piuttosto che la pista Manolo Santana e quella Arantxa Sanchez Vicario a Madrid o lo Stadio Pietrangeli al Foro Italico. Ma Rafa, che si è detto orgoglioso ed onorato, è l’unico tennista che ha ottenuto questo riconoscimento pur essendo ancora in attività, per di più con la possibilità di firmare un’altra “decima” sul campo che porta il suo nome. Impresa che ora gli è riuscita e che resterà – una volta di più – negli annali.

TABELLONE SINGOLARE ]]>
Sun, 30 Apr 2017 15:53:38 UTC
<![CDATA[ SHARAPOVA GUARDA GIA' A ROMA - "Per me è torneo importante come uno Slam" ]]> "Non sono arrabbiata" - le parole della 30enne siberiana nella conferenza stampa post partita - "Avrei voluto cogliere le opportunità avute quando ero un set e un break sopra e invece ho perso 12 dei successivi 14 punti. Da lì sono rimasta un po' delusa, lei ha preso fiducia, è tornata nel match e io non sono più riuscita a metterle pressione, e quando ciò si verifica contro una giocatrice che ha fatto così bene quest'anno è pericoloso. Ho terminato bene la partita a livello fisico, ho avuto anche la chance di agganciarla sul 5 pari, ma lei ha giocato due ottimi punti e alla fine ho perso".

MARIA: "CONTENTA DEL LIVELLO DEL MIO TENNIS" - Si sforza comunque di guardare gli aspetti positivi la tennista russa, che da lunedì sarà numero 262 nel ranking mondiale. "Se a inizio settimana mi avessero detto che avrei vinto tre partite in due set e che sarei uscita in semifinale al terzo set, ne sarei stata contenta. Sono davvero felice per come ho giocato e per come ho alzato l'intensità del mio tennis. Dopo una pausa così lunga non si è sicuri di quale possa essere il proprio livello, ma penso di aver costruito un'ottima base da cui ripartire", il giudizio di Masha, che ora si prepara per gli appuntamenti di Madrid e Roma, in attesa di conoscere quel che accadrà per il Roland Garros (se le verrà concessa o meno una wild card).

"PER ME MADRID E ROMA IMPORTANTI COME UNO SLAM" - In ogni caso Sharapova preferisce pensare solo alle prossime due tappe. "Sono importanti. In questo momento dopo così tanti mesi di stop ho bisogno di giocare partite, lo so che gli Slam sono i tornei più grandi che abbiamo nel tennis, ma per me Madrid e Roma sono importanti quanto i Major. Voglio vedere come il mio corpo risponderà, voglio sentire la stanchezza di un match duro, queste cose non puoi allenarle. Sto attraversando un processo" - conclude l'ex numero 1 del mondo - "ed è esattamente ciò che voglio". ]]>
Sun, 30 Apr 2017 09:53:23 UTC
<![CDATA[ STOCCARDA, CHI METTE IL TURBO? - Mladenovic-Siegemund la sfida per il titolo ]]>
Si è dunque interrotta in semifinale la corsa di Maria Sharapova. Rientrata nel circuito dopo la squalifica di 15 mesi per aver assunto Meldonium, la 30enne siberiana, in tabellone grazie ad una wild card, vincitrice per tre volte di fila del titolo (dal 2012 al 2014), è stata fermata al penultimo atto dalla francese Kristina Mladenovic, numero 19 del ranking mondiale, che si è imposta in rimonta per 36 75 64 in due ore e 38 minuti ricchi di emozioni.
Per la Mladenovic si tratta della sesta finale in carriera (un titolo vinto, lo scorso febbraio a San Pietroburgo), la terza in questa stagione dopo Acapulco e San Pietroburgo. Ora “Kiki” andrà a caccia del bis contro Laura Siegemund che da 'padrona di casa' a Stoccarda evidentemente si trasforma. La 29enne di Filderstadt, numero 49 Wta, in gara con una wild card, con il suo tennis spumeggiante ha infatti raggiunto per la seconda volta di fila la finale in questo torneo battendo per 64 75, in poco meno di un’ora e tre quarti di partita, la rumena Simona Halep, numero 5 del ranking mondiale e quarta favorita del seeding, dopo aver in precedenza già estromesso nei quarti la ceca Karolina Pliskova, numero 3 della classifica e seconda testa di serie,
Per la tedesca è la terza finale in carriera (un trofeo conquistato a Bastad lo scorso anno), la seconda - come detto - alla Porsche Arena.

”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo Wta Premier di Stoccarda. Questa la programmazione:
domenica 30 aprile - (finale)
alle ore 18.30
Mladenovic (FRA) c. Siegemund (GER)


]]>
Sun, 30 Apr 2017 13:05:01 UTC
<![CDATA[ FOGNINI E SEPPI AL VIA A MONACO - Fabio già al 2° turno. SuperTennis da lunedì ]]>
La prima testa di serie del torneo è il francese Gael Monfils, numero 17 del ranking mondiale, atteso al rientro dopo una serie di guai fisici, la seconda è lo spagnolo Roberto Bautista Agut, numero 18 Atp: entrambi esordiranno al secondo turno.

”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo ATP 250 di Monaco di Baviera. Questa la programmazione:
lunedì 1° maggio - LIVE alle ore 11.00, alle ore 13.00, alle ore 15.00 ed alle ore 17.00
martedì 2 maggio - LIVE alle ore 11.00, alle ore 13.00, alle ore 15.00 ed alle ore 17.00
mercoledì 3 maggio - LIVE alle ore 11.00, alle ore 13.00, alle ore 15.00 ed alle ore 17.00
giovedì 4 maggio - LIVE alle ore 11.00, alle ore 13.00, alle ore 15.00 ed alle ore 17.00
venerdì 5 maggio - LIVE alle ore 11.00, alle ore 13.00, alle ore 15.00 ed alle ore 17.00 (quarti)
sabato 6 maggio - LIVE alle ore 13.30 ed alle ore 15.00 (semifinali)
domenica 7 maggio - LIVE alle ore 13.00 (finale)

-----------------------

RISULTATI
“BMW Open"
Atp World Tour 250
Monaco di Baviera, Germania
1° - 7 maggio, 2017
€482.060 - terra battuta

SINGOLARE
Primo turno
(4) Fabio Fognini (ITA) bye
Andreas Seppi (ITA) c. Horacio Zeballos (ARG)

Secondo turno
(4) Fabio Fognini (ITA) c. vinc. (q)-(q)

DOPPIO
Primo turno
Fabio Fognini/Andreas Seppi (ITA) c. (wc) Matthias Bachinger/Maximilian Marterer (GER)
]]>
Sun, 30 Apr 2017 07:02:56 UTC
<![CDATA[ ISTANBUL: LA 'PRIMA' DI BELLOTTI - Raggiunge Lorenzi in tabellone: live da lunedì ]]> nella foto) ha centrato l'accesso al tabellone principale del “Teb BNP Paribas Istanbul Open”, torneo Atp 250 con un montepremi di 439.005 euro che si disputa sui campi in terra rossa della metropoli turca. Il 25enne nato a Vienna, numero 204 del ranking mondiale e sesta testa di serie delle quali, nel decisivo turno di qualificazione ha sconfitto per 62 61, in un'ora e 13 minuti, il lituano Laurynas Grigelis, numero 249 Atp. Per Bellotti si tratta della prima volta in carriera nel main draw di un torneo del circuito maggiore: il sorteggio per questo debutto gli ha dunque riservato come avversario nel primo turno il brasiliano Rogerio Dutra Silva, numero 69 del ranking mondiale: il 33enne di San Paolo si è aggiudicato l'unico precedente, disputato nel challenger di Lima del 2015.

Nel tabellone principale c'è anche Paolo Lorenzi: il 35enne senese, numero 38 Atp, protagonista a Budapest (semifinalista), entrerà in gara direttamente al secondo turno contro il vincente della sfida tra il serbo Laslo Djere, anche lui reduce da un ottimo torneo in Ungheria, e un giocatore proveniente dalle qualificazioni.

La prima testa di serie è il canadese Milos Raonic, numero 6 del ranking mondiale, al rientro nel circuito (era fermo per infortunio dal torneo di Miami): dietro di lui il croato Marin Cilic, numero 8 Atp, e l'argentino Diego Schwartzman, numero 34 Atp, che come Lorenzi hanno tutti un "bye" all'esordio.

”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo ATP 250 di Istanbul. Questa la programmazione:
lunedì 1° maggio - LIVE alle ore 18.00; differita alle ore 20.00 ed alle ore 22.00
martedì 2 maggio - LIVE alle ore 18.00; differita alle ore 20.00 ed alle ore 22.00
mercoledì 3 maggio - LIVE alle ore 18.00; differita alle ore 20.00
giovedì 4 maggio - LIVE alle ore 18.00; differita alle ore 20.00
venerdì 5 maggio - LIVE alle ore 18.00; differita alle ore 20.00 ed alle ore 22.00 (quarti)
sabato 6 maggio - LIVE alle ore 16.00 ed alle ore 18.00 (semifinali)
domenica 7 maggio - LIVE alle ore 16.00 (finale)

-----------------------

RISULTATI
“Teb BNP Paribas Istanbul Open”
Atp World Tour 250
Istanbul, Turchia
1° - 7 maggio, 2017
€439.005 - terra battuta

SINGOLARE
Primo turno
(q) Riccardo Bellotti (ITA) c. Rogerio Dutra Silva (BRA)
(4) Paolo Lorenzi (ITA) bye

Secondo turno
(4) Paolo Lorenzi (ITA) c. vinc. Laslo Djere (SRB)-(q)

QUALIFICAZIONI
Primo turno
(6) Riccardo Bellotti (ITA) b. Andres Molteni (ARG) 63 61

Turno di qualificazione
(6) Riccardo Bellotti (ITA) b. Laurynas Grigelis (LTU) 62 61 ]]>
Sun, 30 Apr 2017 10:25:09 UTC