Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?
... a proposito di tennis

 

RSS

La parola ai tesserati

Se sei un tesserato FIT puoi iscriverti al Blog e pubblicare un tuo post, se la tessera è di tipo atleta e ti iscrivi alla newsletter riceverai via e-mail la TUA classifica.

CERCA IN TRIBUNA APERTA

CERCA
 
Martedì, 11 Dicembre 2018 alle 11:22

REGOLAMENTO E ROTTURA CORDE

di Raffaele Mauri
Buongiorno,

poiché si dice che nel tennis c'è una regola per ogni casistica vi sottopongo il seguente quesito (al quale, premetto, ricevo risposte diverse da Giudici Arbitri diversi):
se il vostro avversario rompe le corde di tutte le sue racchette a disposizione durante un game non concluso nel corso di una partita di Torneo, come ci si deve comportare?
Il giocatore può uscire dal campo in cerca di una racchetta supplementare per diversi minuti? Può allontanarsi semplicemente chiedendo l'autorizzazione del suo avversario e non quella del Giudice Arbitro?
Al suo rientro si riparte esattamente dal punteggio dell'interruzione?
Ho fatto una ricerca all'interno del Regolamento del Tennis e l'unico riferimento che ho trovato è il seguente: " Se, per circostanze non dipendenti dal giocatore, gli indumenti, le calzature, o l'equipaggiamento (esclusa la racchetta) si deteriorano in modo tale che sia impossibile o non consigliabile che egli continui il gioco, l'Arbitro può sospendere il gioco mentre si pone rimedio all'inconveniente."
Quindi non mi è chiaro il significato e le conseguenze di quel "(esclusa la racchetta)".

Grazie in anticipo per ogni commento in aiuto.
>
labels:

commenti

9

  SCUSA SWIMMER, AVEVO LETTO MALE MA NELL'ESPOSIZIONE DEI FATTI SONO STATO PRECISO. HO CONFUSO I NOMINATIVI DELLE RISPOSTE

di GAME (Lunedì, 14 Gennaio 2019 14:51)

8

  Scusa Game commento 7, hai scritto che Trasponder è stato preciso; al che mi lascia perplesso poiché da quanto ricordo il giocatore che rompeva le corde poteva giocare o terminare un punto e poi doveva obbligatoriamente cambiare racchetta perché cambiavano le caratteristiche previste dalle regole del tennis. Trasponder ha detto che poteva giocare con la corda rotta finché può; è per caso cambiato il regolamento riguardo la rottura delle corde? mi farebbe piacere saperlo poiché non ne sono a conoscenza. Grazie e saluti.

di swimmer (Sabato, 12 Gennaio 2019 13:53)

7

  Ciao Raffaele,
il tennis è bello perchè ognuno può dire la sua.
Qualcuno ti ha dato risposte precise altri invece si inventano regole del tipo che un giocatore può finire l'incontro con corde rotte.
C'è un regolamento che è di facile interpretazione. Trasponder e pallonetto sono stati precisi. Preciso solamente che la rottura delle corde e quindi giustamente la tua riflessione sul significato della dicitura "esclusa la racchetta" ha un significato diverso riguardo il comportamento che arbitro e GA in mancanza di arbitro deve avere per il rispetto delle regole. Cerco di essere più chiaro possibile:
Il giocatore, alla rottura delle corde deve sostituire la racchetta e se le ha finite può chiedere a terzi per procurarsela ma da questo momento si entra nel campo del codice di comportamento anti sportivo per perdita di tempo.
Dunque, non perde l'incontro direttamente tranne se non è lui stesso a deciderlo mal'arbitro ed il GA dove non c'è l'arbitro inizia ad applicare la violazione di codice come da carte federali che porteranno alla conclusione dell'incontro se non verrà trovata un'altra racchetta. quindi perdita del 15 dopo 20 secondi conteggiando tutti i punti fino alla chiusura dell'incontro.

di GAME (Mercoledì, 9 Gennaio 2019 14:50)

6

  Trasponder 56. Pallonetto ha dato la risposta più corretta possibile. Il giocatore può giocare (concludere) solo il punto nel momento che si rompono le corde ma non i successivi. Se nessuno può aiutarlo, prestandogli una racchetta, perde l'incontro.

di swimmer (Sabato, 5 Gennaio 2019 13:55)

5

  Caro Tresponder56, stabilito definitivamente che un giocatore non può uscire dal
campo e girare per il circolo prima di tornare per completare la partita quindi
perché il Giudice arbitro lo ha permesso? Per quanto riguarda la tua domanda
sull’under 10 sono 3 anni che la Federazione non concede più nulla osta e
comunque i permessi riguardavano non la partecipazione a tutti i tornei ma la sola partecipazione all’attività under 12 per un massimo di 4 tornei l’anno. Questo è il testo integrale dell’ultima autorizzazione datata 2015, come vedi non si parla di attività open ma di soli tornei under 12: "Si riporta l’elenco dei giocatori Under 10 per i quali il Consiglio Federale, su proposta del Settore
Tecnico, ha autorizzato la partecipazione ai Tornei Under 12. Tale autorizzazione è per un limite massimo di 4 tornei per l’anno 2015 ed ha validità nazionale."
Ripeto solo per attività under 12, dal 1910 anno di fondazione della FIT non era
mai stato concesso ad un under 10 di giocare tornei open, quindi QUALCUNO
dovrebbe spiegare perché a Padova è potuto succedere.

di tiebreaka7 (Sabato, 5 Gennaio 2019 13:32)

4

  Il giocatore non può uscire dal campo senza il permesso del G.A. Desideravo solamente dire a pallonetto che non perde la partita perché paradossalmente può giocare ancora con la corda rotta finché può…A tiebreaka7, invece desideravo chiedere, sempre se ricordo bene, un Under10 può disputare tornei in questo caso open con il nulla osta della Fit ?

di tresponder56 (Venerdì, 4 Gennaio 2019 20:34)

3

  Dai dati estrapolati dal primo messaggio ho potuto risalire al torneo incriminato, dove ho effettivamente trovato il ragazzino under 10 iscritto e arrivato al terzo turno come ha suggerito tiebreak7. Negli ultimi tempi ho constatato un drastico calo nella preparazione dei “nuovi” GA. A volte l’impressione è che siano più interessati al potere che credono di avere in questo ruolo rispetto al rappresentare veramente una carica piena di responsabilità e di regolamenti. Se l’umiltà e la preparazione sui regolamenti sono le più grandi carenze dei GA, a Padova e nel Veneto più in generale la situazione è diventata invivibile per noi genitori di giocatori non professionisti… Vorrei dire la mia anche sul torneo parallelo del Plebiscito (stessa organizzazione del 2000, stessi standard per la scelta del GA?) che dopo 24 ore dalla pubblicazione degli orari del primo e secondo giorno di gara ha cancellato tutto per un “errore tecnico” da fantascienza. Su 23 iscritte al tabellone femminile di 4^ categoria le teste di serie 6, 7 e 8 entravano al primo turno, la 9 e la 10 al secondo, dalla 1 alla 5 al terzo. Il fatto è che oltre a questa fantasiosa entrata in tabellone, tutti e tre i turni erano formati da giocatrici di classifica 4.1, cosa impossibile secondo il regolamento. Gli orari erano già pubblicati e il GA ha rifatto il tabellone, cancellato il doppio turno maschile del giorno dopo e ripubblicato il nuovo tabellone femminile dove, misteriosamente, le coppie sono state risorteggiate esattamente come nella vecchia versione. Così durante la notte l’accaduto è stato fatto passare per un “errore tecnico” mentre giocatrici che erano in turno nel pomeriggio sono state spostate alla mattina con un preavviso ridicolo. Ai piani alti non si accorgono di casi come quelli esposti oppure fanno finta di niente? Se il settore arbitrale Veneto è la punta di diamante della Federazione c’è da chiedersi qual è il livello della concorrenza.

di GiovanniC (Venerdì, 28 Dicembre 2018 18:48)

2

  Caro Mauri, ovviamente un giocatore non può uscire dal campo e girare per il circolo in cerca di una nuova racchetta, ma puoi ritenerti fortunato per quanto ulteriormente successo nel corso di quello stesso torneo.
Lo stesso giudice arbitro ha inserito in tabellone e fatto giocare un under 10, giunto poi al terzo turno ed eliminando quindi 2 giocatori, che oltre alla figuraccia di avere perso con un under 10 scoprono di aver anche perso con un fantasma che non poteva essere inserito in un torneo open.

di tiebreaka7 (Domenica, 16 Dicembre 2018 21:55)

1

  Il giocatore può chiedere all'Arbitro o al G.A. di uscire, ma non gli verrà consentito e tanto meno non può uscire spontaneamente. Equivale all'ingiustificato abbandono del campo. Può chiedere una racchetta a qualcuno presente o all'avversario stesso. In mancanza perde l'incontro.

di pallonetto (Domenica, 16 Dicembre 2018 21:39)

* inserisci il tuo commento
* nickname
e-mail
* codice di controllo (contro lo spam)
Inserisci il codice di controllo visualizzato sopra.
(caratteri sensibili alle maiuscole/minuscole)
CAPTCHA Image
* campi obbligatori
INVIA
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy