Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Paddle
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?
... a proposito di tennis

 

RSS

La parola ai tesserati

Se sei un tesserato FIT puoi iscriverti al Blog e pubblicare un tuo post, se la tessera è di tipo atleta e ti iscrivi alla newsletter riceverai via e-mail la TUA classifica.

CERCA IN TRIBUNA APERTA

CERCA
 
Giovedì, 1 Giugno 2017 alle 11:53

FALLO DI PIEDE

di Emanuele Solda'
capita spesso di incontrare in torneo avversari che commettono in modo sistematico macroscopici falli di piede. Ora, ci si sofferma spesso in lunghe e vivaci discussioni nel giudicare un segno in o out, ma il fallo di piede ( parlo di evidente fallo) viene ignorato.
Io ritengo che sia una violazione importante del regolamento ma poichè diventa difficile per il giocatore chiamare il fallo, a chi spetterebbe la chiamata del foot fault? Al giudice arbitro?
>
labels:

commenti

7

  Ho tre figli a scuola tennis, due da 6 anni ed uno da due anni. E' con i due più grandi (il più piccolo non fa tornei) l’U14 il maschio e la femminuccia U12 che fin dai primi tornei questo aspetto ignorato del regolamento mi ha fatto venire le 'ulcere allo stomaco' ma non ho mai mollato di farlo notare al GA e anche in sede di ufficiali raduni tecnici (Tirrenia nel 2015, Castel di Sangro 2016 ecc.), risposta: nisba!
Fin dalla scuola tennis non si dà la giusta e doverosa importanza e fin dai primi tornei si ignora completamente finendo per alimentare comportamenti antisportivi che nulla hanno a che fare col tennis. Sono convinto che se la federazione fosse assolutamente più decisa nel far rispettare il fallo di piede fin dalla prima lezione di tennis e dal primo piccolo torneo crescerebbero nel tempo tennisti più bravi e volenterosi oltre che educati invece di furbetti (direi furboni) che vanno avanti senza rispettare il regolamento battendo avversari solo innervositi dalla sfacciataggine di questi!
Si litiga per un millimetro se la palla è dentro o fuori dalla riga ma se si serve con due piedi nel campo nessuno dice niente, mia figlia si è allenata sempre servendo senza toccare la riga di fondocampo e spesso ha perso in sedi ufficiali contro avversarie che battevano dentro (e di molto), semplicemente: non è giusto!!
Faccio appello alla federazione perché prendano provvedimenti affinché nel tempo i tennisti bravi ed educati superino in numero quelli furbi.
La scusa di arbitrarsi da soli è solo una situazione di comodo per la federazione, se nelle istituzioni scolastiche e/o concorsi si lasciassero soli i ‘concorrenti’ cosa pensate che succederebbe? L’indicibile, chi copia supera il concorso/esame/tema in classe, chi si comporta bene, no!
Propongo l’arbitro ufficiale ad ogni partita nei tornei riconosciuti dalla FIT ad ogni livello e grado per una sana crescita tennistica, forse col tempo vedremo anche dei risultati a livello nazionale!
Per finire, anch’io gioco a tennis ed è una pena vedere il 99% dei giocatori di club servire dentro invece di dare il buon esempio …. veterani … ma ‘veterani’ di che!!!
Che almeno ‘veterana’, direi ‘saggia’ sia la FIT.
Si tratta della prima palla in gioco e se già da questa non si rispetta il regolamento non ci si diverte più, in quanto come in ogni gioco e/o sport ci si diverte solo se TUTTI rispettano il regolamento. Grazie dell’opportunità a Emanuele.
Buon tennis a tutti. Ciao. Dante (Pure-Drive7)

di Dante Cerasuolo (Mercoledì, 21 Giugno 2017 10:15)

6

  L'anno scorso durante un singolare dei veterani il giudice su segnalazione del giocatore ha richiamato verbalmente il giocatore che commetteva un macroscopico fallo di piede.....può esserci tolleranza se si parla di qualche cm,ma vedere avversari che servono forte ed entrano di 20 o 30 cm in campo è un altro discorso.Personalmente ho sempre chiamato io GA ed ho chiesto un intervento.

di Luca Ciamarone (Lunedì, 19 Giugno 2017 21:57)

5

  Rispondo a Pallonetto, scusandomi per l'italiano un po' zoppicante del mio precedente intervento.
In effetti durante le partite i GA si fanno vedere piuttosto poco, titolari o meno che siano. A loro parziale scusante va detto che devono (dovrebbero) seguire più partite in contemporanea. Tuttavia, in più di un'occasione, il GA non l'ho visto nemmeno alla finale.
Tornando alla questione del fallo di piede, ho notato che comunque l'orientamento generale è quello del "volemose bene". Vale a dire che il giocatore medio, se anche si accorge del servizio scorretto dell'avversario, tende in linea di massima a non lamentarsene e a proseguire la partita.
Che questo sia giusto o no, lascio a voi giudicare.

di mauro (Lunedì, 19 Giugno 2017 15:31)

4

  Riscrivo il mio commento di qualche giorno fa che non è stato pubblicato spero non per motivi di censura perché se così fosse per un commento tecnico allora non ha senso che esista questa tribuna.
Mi riferisco a Mauro del commento 3:
gli strumenti perché il GA possa intervenire ci sono, ma non sempre in un torneo il GA titolare è presente.
Sicuramente ci sarà il GA di affiliato, ma il livello di preparazione per la maggior parte di costoro lascia molto desiderare danneggiando tutto il settore arbitrale.

di pallonetto (Domenica, 18 Giugno 2017 10:39)

3

  Accompagnando mio figlio nei vari tornei, anch'io vedo parecchi giocatori (non solo di quarta, ma anche di terza categoria) che commettono continuo fallo di piede senza alcun problema. E non mi riferisco a servizi scorretti per 3 o 4 centimetri, che volendo si possono anche accettare a questi livelli, ma di servizi spesso eseguiti entrando in campo 30/40 centimetri, se non addirittura con entrambi i piedi. Posso testimoniare che non ho mai ho visto un GA intervenire.

di mauro (Giovedì, 15 Giugno 2017 14:16)

2

  Sono assolutamente in accordo con Emanuele,il fallo di piede dovrebbe essere considerato.
Mi è successo che all'inizio di una mia partita ho notato che l'avversario in battuta entrava in campo di un passo completo (circa mezzo metro) e serviva molto bene.
L'ho fatto notare gentilmente e lui tutto seccato asserendo che gioca solo per divertirsi ha servito da sotto per tutti 3 i set.
Io ero completamente in confusione non sapendo come comportarmi, indeciso se approfittare rispondendo forte o essere corretto e rimettere solo la palla.
Ho optato per la seconda soluzione sbagliando anche perchè lui con quell'atteggiamento è stato scorretto e in più era preparato a quella situazione e sapeva che l'avversario può andare in confusione quando uno serve da sotto.
Per fortuna che avversari così scorretti mi capitano molto di rado, smetterei subito di fare tornei se succedesse spesso, quasi sempre gioco e mi diverto con avversari corretti e gentili.

di Fausto Zazzaroni (Domenica, 11 Giugno 2017 08:31)

1

  Quando non c'è l'arbitro la chiamata spetta al GA che sta in campo, così recita la norma.

di pallonetto (Sabato, 10 Giugno 2017 21:44)

* inserisci il tuo commento
* nickname
e-mail
* codice di controllo (contro lo spam)
Inserisci il codice di controllo visualizzato sopra.
(caratteri sensibili alle maiuscole/minuscole)
CAPTCHA Image
* campi obbligatori
INVIA
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy