Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Paddle
Tennis in Carrozzina
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?
... a proposito di tennis

 

RSS

La parola ai tesserati

Se sei un tesserato FIT puoi iscriverti al Blog e pubblicare un tuo post, se la tessera è di tipo atleta e ti iscrivi alla newsletter riceverai via e-mail la TUA classifica.

CERCA IN TRIBUNA APERTA

CERCA
 
Mercoledì, 6 Novembre 2013 alle 18:52

CLASSIFICA HELP ME...

di Ludwig Berruquier
Buonasera a tutti... Se io a metà anno sono passato 4.1 (da 4.3).. le partite fatte prima del passaggio di metà anno vengono considerate anche per il cambi di classifica di fine anno?? Poi un altra domanda... se io ho battuto un 3.5 a giugno, quando non erano ancora uscite le classifiche di metà anno ma il torneo non valeva più per le classifiche vecchie... e il tipo e diventato 3.4.. Mi da i punti da 3.4 o da 3.5?? e l'ultima domanda il metodo di simulazione(delle classifiche) qua su internet è affidabile?
Grazie.
>
commenti:
( 4 )
+
aggiungi un commento
>
labels:
classifiche.
Sabato, 1 Dicembre 2012 alle 16:05

ANTEPRIMA CLASSIFICHE

di Angelo Mancuso
Si comunica che in data odierna sono state spedite le anteprime delle classifiche agli utenti rtegistrati MyFit.

Per un errore tecnico, alcuni messaggi sono stati inviati con la classifica dell'anno passato, stiamo provvedendo al nuovo invio.

Confermiamo la pubblicazione sul portale delle classifiche ufficiali lunedi 3/12.

Ufficio Organizzativo
>
commenti:
( 24 )
+
aggiungi un commento
>
labels:
classifiche, anteprima
Domenica, 8 Aprile 2012 alle 10:56

CLASSIFICHE

di Gianluca Rossino
Salve, volevo sapere da 4.4 quanti punti servirebbero per passare di categoria,
per arrivare 4.3 e magari 4.2? Non ho ben capito come funziona il passaggio eventuale di metà anno e come si calcolano successivamente i punti.
Grazie
>
commenti:
( 4 )
+
aggiungi un commento
>
labels:
classifiche, promozioni, rossino
Lunedì, 20 Giugno 2011 alle 10:55

CALCOLO CLASSIFICA E COEFFICIENTE VITTORIE

di Valerio Marconi
Salve, vorrei tornare su un punto saliente/importante ma mai del tutto chiaro... il Calcolo della classifica e del coefficiente vittorie/sconfitte che attribuisce +1/2/3 fino +5 incontri in base alle vittorie/sconfitte dell'anno. La domanda è... a fine anno tutti i punteggi verranno RICALCOLATI dal computerone della FIT in base alle classifiche conseguite da chi hai incontrato? Esempio vero... se io ho incontrato un NC che diventa 4.1 ... la mia vittoria varrà come se avessi battuto un 4.1 a fine anno per il calcolo della mia nuova classifica? Allo stesso modo... se io perdo con un NC che diventa poi 4.1 e ci perdoo con la mia attuale classifica di 4.2... se viene calcolato come NC... nel fattore vittorie/sconfitte mi conta -3 se calcolato come NC e 0 se calcolato 4.1... cosa accade secondo voi? Grazie delle risposte Un saluto e buona giornata...
>
commenti:
( 23 )
+
aggiungi un commento
>
labels:
classifiche coefficiente vittorie sconfitte calcolo
Sabato, 13 Febbraio 2010 alle 14:10

CLASSIFICHE DOPPIO

di Fabio Ferrantino
Salve, qualcuno sa dirmi se verranno mai ripristinate le classifiche di doppio?

Saluti
Fabio
>
commenti:
( 10 )
+
aggiungi un commento
>
labels:
classifiche doppio
Giovedì, 13 Marzo 2008 alle 12:18

DIBATTITO SUI NUOVI TORNEI NAZIONALI

di Giancarlo Baccini
Ricevo da Alessandro Tosi e pubblico:
"So che non c'entra niente ...ma come si fa a ideare una formula come quella dei nuovi tornei agonistici (dagli Open ai Quarta Categoria). Per ogni torneo sono obbligatori addirittura tre tabelloni di qualificazioni e un tabellone principale... Chi ha inventato questa formula non ha pensato che porterà al collasso dei circoli, visto che dal primo turno del primo tabellone di qualificazione alla finale ci sono 12/13 turni: quindi o si fanno durare i tornei due settimane (ma voglio vedere a quel punto come si farà a gestire la presenza contemporanea degli altri tornei e dei campionati a squadre?) oppure si fanno una marea di doppi turni, falsando palesemente il torneo e impedendo alla gente che lavora (l'80% dei Terza e Quarta Categoria) di partecipare. Forse in Federazione pensano che tutti i tesserati siano dei professionisti...
In secondo luogo questa formula di fatto rende molto difficile incontrare persone sopra classifica: soltanto 3-4 qualificati, e con 2/3 partite dure alle spalle, potranno giocarsi un positivo. Vedrete che così crollerà il numero di persone che salgono in classifica, e non tener di conto di questo incentivo è una grave mancanza.
Insomma il mio parere è che questa nuova formula non abbia alcun senso e porterà al collasso dell'attività agonistica, anche se credo che nel giro di qualche mese sarà accantonata a causa della marea di proteste che arriveranno in Federazione....Quello che mi chiedo è se le persone che impongono queste "idee innovative" abbiano mai preso una racchetta in mano..."

Risponde il Settore Organizzativo della FIT:
"L'ultima riforma del regolamento tecnico sportivo è semplicemente il completamento di un progetto che la Federazione Italiana Tennis ha avviato otto anni fa e la cui attuazione è stata confortata da un crescente gradimento da parte dei praticanti, come dimostrano in maniera inequivocabile il boom dei tesserati agonisti (che in precedenza calavano da più di un decennio) e soprattutto quello del numero delle partecipazioni ai tornei.
La riforma del regolamento è ampiamente ispirata all'innovativo sistema adottato prima in Francia e poi in Belgio e nei cantoni Svizzeri di lingua francese. I giocatori sono altamente motivati a partecipare a questo tipo di torneo perchè gli viene garantito un esordio nelle gare contro giocatori di classifica pressochè uguale, e, in caso di vittoria, gli è possibile incontrare giocatori via via meglio classificati e realizzare il famoso "positivo". Inoltre, la suddivisione verticale dei tabelloni permette la conclusione dei tornei limitatamente alle varie categorie (seconda, terza, quarta categoria ed anche ai quarta categoria non classificati). In questo modo il giocatore "medio" può trovare la propria soddisfazione vincendo il torneo della propria categoria e totalizzando più punti - dunque più promozioni in classifica - grazie ai "bonus" attribuiti dai successi intermedi.
Per quanto riguarda gli appunti tecnici, desidero osservare che il torneo organizzato con le nuove regole consta del medesimo numero di incontri rispetto ai tabelloni tradizionali (che siano ad estrazione o a selezione). Ovviamente se si concludono le sezioni, che ricordo non essere obbligatorie, verranno disputati pochi incontri in più, programmabili nei giorni finali del torneo stesso in modo da concentrare tutte le finali in contemporanea.
Per quanto riguarda la durata del torneo ed il numero dei turni, credo che si tratti di un falso problema. Infatti il torneo può essere dimensionato sulla base delle esigenze del singolo circolo, prevedendo un numero limitato di partecipanti oppure limitando il torneo ad una determinata categoria di giocatori. I circoli dovrebebro ragionare sempre più su un impegno dei campi meno massiccio e più diluito nel tempo (15 gg.) come succede in Francia. Dove sta scritto che i tornei devono durare 7 gg. e non 3 o 15 ? E' solo un'abitudine.
Tanto per fare un esempio, vorrei far notare come il torneo numericamente più grande che si organizza in Italia, ovvero il Lemon Bowl di Roma, è stato nello scorso dicembre-gennaio disputato nell'arco del medesimo tempo previsto anche negli anni precedenti, nonostante il numero degli iscritti sfosse ancora maggiore (oltre 1700). Anche all'ASD Remador di Torino è stato organizzato un torneo open indoor maschile e femminile in soli otto giorni. Entrambi i tornei sono stati organizzati tenendo conto delle nuove normative e hanno riscusso l'unanime gradimento degli atleti partecipanti.
Esistono delle grandissime potenzialità nascoste dietro a questi nuovi tornei, ed il tempo aiuterà a scoprirle tutte, ma di sicuro il Giudice Arbitro impegnato a dirigere queste manifestazioni sarà in grado di proporre incontri interessanti ed equilibrati sin dal primo turno evitando il noioso incontro che finisce 60 60 senza il divertimento di nessuno dei contendenti...
Un ulteriore vantaggio è la possibilità di cadenzare le iscrizioni e quindi consentire una maggiore partecipazione dei giocatori ai tornei. Basti pensare che prima un giocatore impegnato in un torneo open che veniva sconfitto al primo turno doveva aspettare almeno sette giorni per poter disputare un nuovo incontro. Ora invece potrà iscriversi subito in un torneo in corso di svolgimento.
Una considerazione circa i "doppi turni" E' assolutamente vero che saremo spesso di fronte a tornei che prevederanno la disputa di doppi turni, ma è anche vero che gli stessi verranno programmati dai Giudici Arbitri prevalentemente nei giorni festivi sopratutto per quanto riguarda i giocatori di classifica elevata, gia abituati ad impegni del genere. E poi, bisogna incentivare a tutti i livelli la disputa del doppio turno giornaliero (anche pomeridiano), primo perchè è formativo (anche per i più giovani), secondo perchè è la cosa che veramente consente a tutti i giocatori di fare 3 tornei alla settimana e quindi va incontro a chi lavora e studia e vuole fare in un tempo breve molti incontri e/o molti tornei.
Infine, a proposito del numero dei giocatori qualificati, è sbagliato pensare che saranno 3 o 4. Il loro numero è assolutamente proporzionale a quello dei partecipanti, perchè queste nuove regole sono molto più elestiche di quelle del passato e la loro elasticità consente di confezionare un "tabellone su misura" in base alla quantità degli iscritti, evitando il casuale ed approssimativo incasellamento dei giocatori in moduli prestabiliti".

>
commenti:
( 67 )
+
aggiungi un commento
>
labels:
tornei fit, classifiche nazionali
Lunedì, 12 Novembre 2007 alle 11:51

EH, SI'... L'ITALIA E' IN CRISI (2)

di Giancarlo Baccini
Con l'ingresso di Fabio Fognini fra i Top 100 della classifica ATP (a soli 20 anni: dai tempi di Furlan non ce la faceva uno altrettanto giovane) il tennis italiano eguaglia il suo record storico di 5 giocatori di élite mondiale a fine stagione, record risalente al 1992. Questo due settimane dopo aver migliorato quello di Top 50, che adesso sono tre (Volandri, Starace e Seppi) come mai era successo prima.
Anche nella classifica WTA siamo al massimo storico eguagliato: 8 giocatrici, come nel 1990.
Tutto questo in un contesto dove, con l'emersione dei paesi ex comunisti e di quelli orientali, la competizione s'è fatta infinitamente più dura rispetto a 15 anni fa.
Eh, sì!... Tommasi e compagnia bella hanno proprio ragione. Da quando c'è questa gestione federale il tennis italiano è entrato in una crisi irreversibile...
>
commenti:
( 62 )
+
aggiungi un commento
>
labels:
classifiche, atp, wta
Domenica, 14 Ottobre 2007 alle 16:22

EH, SI'... L'ITALIA E' IN CRISI

di Giancarlo Baccini
Per la serie "Il tennis italiano è in crisi", la vittoria di Flavia Pennetta a Bangkok ha portato a tre il numero delle giocatrici azzurre capaci di vincere un torneo WTA nella stessa stagione (c'erano già riuscite la Vinci a Bogotà e la Schiavone a Bad Gastein). Si tratta di un record storico eguagliato, perché soltanto nel 1990 si era verificato un evento simile, grazie a Reggi, Cecchini e Bonsignori.
Sempre a causa della crisi del tennis italiano, una quarta azzurra, Mara Santangelo, quest'anno ha vinto il titolo di doppio al Roland Garros e al Foro Italico, mentre tre juniores azzurri hanno conquistato titoli del Grande Slam di categoria, tutti in doppio: Trevisan a Parigi e Fabbiano-Lopez a Wimbledon.
Ah, dimenticavo: la squadra di Fed Cup si è laureata vicecampione del mondo... Eh, sì. Le cose non sono mai andate peggio!
>
commenti:
( 47 )
+
aggiungi un commento
>
labels:
classifiche, atp, wta, pennetta, vinci, schiavone, santangelo, trevisa, lopez, fabbiano
SEMIFINALE DAVIS 2014 - SVIZZERA-ITALIA - GINEVRA - 12-14 SETTEMBRE 2014 - COMPRA IL TUO BIGLIETTO!
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006