Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

26

mag 19
PLISKOVA E SVITOLINA FACILE
Muguruza rimonta, Kerber saluta
Elina Svitolina (foto Getty Images)
Le regine di Roma, Pliskova e Svitolina, avanzano senza problemi a Parigi. Per una ex numero uno che si salva (Muguruza), invece, ce n’è un’altra (Kerber) che dice au revoir al Roland Garros già al primo turno. Vittoria in due set per la Stephens, finalista dodici mesi fa.

Sull’onda dell’entusiasmo del suo titolo più importante sul “rosso”, conquistato domenica scorsa agli internazionali BNL d’Italia al Foro Italico, Karolina Pliskova, numero due del ranking e del seeding, nel suo esordio a Parigi ha letteralmente spazzato via la statunitense Madison Brengle, numero 97 Wta, battuta per la quarta volta in altrettante sfide. La 27enne di Louny al Roland Garros è stata semifinalista due anni fa.

Tutto facile anche per un’altra regina di Roma, Elina Svitolina, a segno al Foro nel 2017 e nel 2018, numero 9 del ranking e del seeding, che ha regolato con un doppio 63 Venus Williams, numero 52 Wta. “Venere”, alla 21esima presenza nel Major francese dove vanta la finale del 2002 (stoppata da Serena), ha avuto una piccola chance di rientrare nel secondo set quando si è trovata avanti 3-1 ma la 24enne di Odessa, che al Roland Garros ha raggiunto due volte i quarti (nel 2015 e nel 2017) ha infilato cinque giochi consecutivi.

Vittoria in due set pure per Sloane Stephens: la statunitense, numero 7 del ranking e del seeding, finalista nella passata edizione, si è imposta per 63 76(4) sulla giapponese Misaki Doi, numero 110 Wta, dopo aver recuperato un break di svantaggio nel secondo parziale.

Ha ceduto un set, invece, Garbine Muguruza, numero 19 del ranking e del seeding, campionessa nell’edizione del 2016, ma poi ha rimesso le cose a posto contro la statunitense Taylor Townsed, numero 98 Wta, che quando il match va per le lunghe è sempre costretta a fare i conti con una forma fisica inadeguata a sostenere il suo tennis brillante. La 25enne spagnola nata a Caracas, che in questo torneo è stata anche semifinalista lo scorso anno e nei quarti nel 2014 e nel 2015, dopo aver annullato alla 23enne di Chicago una delicata palla-break nel secondo gioco della seconda frazione ha finito per imporsi 57 62 62, dominando gli ultimi due set ancor più di quanto non dica il risultato.

Il primo nome eccellente a salutare il Roland Garros è stato quello della tedesca Angelique Kerber, quinta testa di serie: la 31enne mancina di Brema, numero 5 del ranking e del seeding, ha ceduto per 64 62, in appena 73 minuti di partita, alla russa Anastasia Potapova, 18enne di Saratov, numero 81 del ranking mondiale. “Angie”, costretta al ritiro a Madrid per un infortunio alla caviglia destra rimediato in allenamento (e a causa del quale era stata costretta a rinunciare anche a Roma), alla vigilia di Parigi si era detta già contenta di poter scendere in campo: la Kerber, che all’ombra della Tour Eiffel ha raggiunto i quarti nel 2012 ed ancora dodici mesi fa, quest’anno aveva la chance di poteva puntare a completare il Careeer Grand Slam.

Subito fuori anche una delle “past champion” del torneo parigino, la russa Svetlana Kuznetsova, numero 101 del ranking mondiale, vincitrice del titolo esattamente 10 anni fa, battuta per 64 62, in appena 67 minuti dalla slovacca Kristina Kucova, numero 203 Wta, passata attraverso le qualificazioni.

CLICCA QUI PER IL TABELLONE FEMMINILE

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       DPO  Cookie Policy  Privacy Policy