Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

18

apr 19
SUPER FOGNINI STENDE ZVEREV
Primi quarti da "1000" per Sonego. Fuori Ceck
Lorenzo Sonego (foto Getty Images)
Inarrestabile Lorenzo Sonego: fantastico Fabio Fognini. Due azzurri nei quarti a Montecarlo mancavano dal 1978 quando Barazzutti superò Panatta prima di uscire in semifinale: e in un Masters 1000 non accadeva dal 2005 (Seppi e Volandri, entrambi poi sconfitti nei quarti). Vira decisamente verso il tricolore il Rolex Monte-Carlo Masters", terzo “1000” stagionale, dotato di un montepremi di 5.207.405 euro, in corso sulla terra rossa del Country Club di Montecarlo, nel Principato di Monaco. Sul Court des Princes per la prima volta in carriera, grazie alla quinta vittoria di fila tra quali e main draw, Sonego è approdato nei quarti in un “1000”. Il 23enne torinese, numero 96 del ranking mondiale, promosso dalle qualificazioni, dopo essersi imposto nel derby tricolore di primo turno contro Andreas Seppi, numero 46 Atp, ed aver eliminato il russo Karen Khachanov, numero 12 del ranking mondiale e ottava testa di serie del torneo (primo top-20 battuto in carriera), ha sconfitto per 62 75, in un’ora e 24 minuti di partita, il britannico Cameron Norrie, numero 56 Atp, che prima di questo torneo non aveva mai vinto una partita nel main draw di un “1000”. Grazie a questo risultato Sonego è praticamente certo di entrare per la prima volta in carriera tra i primi settanta del ranking. La cronaca. Il piemontese ha sfruttato il pessimo inizio del britannico volando 4-0, vantaggio che gli ha consentito di archiviare per 6-2 in cui ha concesso e difeso una sola palla-break nel sesto gioco. Nel momento di chiudere, sul 40-0, Sonego ha commesso due doppi falli di fila ma sul terzo set-point è arrivato l’errore di diritto di Norrie. Nel terzo gioco della seconda frazione il 23enne nato a Johannesburg ha salvato tre palle-break consecutive ma la quarta gli è stata fatale e Sonego ne ha approfittato poi per allungare sul 3-1. Da lì in avanti il piemontese è rimasto concentrato ma sul più bello, quando ha servito per chiudere sul 5-4 ha concesso due palle-breake: Lorenzo ha annullato la prima ma non la seconda, ed al termine di uno scambio sfiancante il britannico lo ha riagguantato sul 5 pari. Il 23enne piemontese, però, non si è perso d’animo e si è ripreso immediatamente il break di vantaggio prima di chiudere al dodicesimo gioco al primo match-point. Venerdì nei quarti Sonego troverà dall’altra parte della rete il serbo Dusan Lajovic, numero 48 Atp, che a sorpresa ha eliminato con un doppio 63 l’austriaco Dominic Thiem, numero 5 del ranking e 4 del seeding. Tra Sonego ed il 28enne di Belgrado non ci sono precedenti.




In chiusura di giornata, sul Centrale intitolato a Ranieri III, è arrivata la sorpresa griffata Fognini: il 31enne di Arma di Taggia, numero 18 del ranking mondiale e 13esimo favorito del seeding, che nel Principato vanta una splendida semifinale nel 2013 quando fu fermato solo da Djokovic, ha eliminato per 76(6) 61, in un’ora e mezza di gioco, il tedesco Alexander Zverev, numero tre del ranking e del seeding, semifinalista dodici mesi fa, battendolo per la prima volta in tre sfide. La cronaca. Il primo a concedere il break è stato Zverev con un doppio fallo nel quinto gioco, ma Fognini ha restituito immediatamente il favore nel gioco successivo. Il tedesco ancora in difficoltà nel settimo game ma sotto 15-40 ha infilato quattro punti consecutivi. A decidere il parziale è stato il tie-break che Fabio si è aggiudicato per 8 punti a 6 al secondo set-point. Il ragazzone di Amburgo, che compirà 22 anni sabato, ha accusato la delusione di un set lottato e perso di un soffio e nel secondo gioco della seconda frazione ha perso ancora il servizio. Fabio ha approfittato del momento, ha costretto il suo avversario sempre molto lontano dalla linea di fondo ed ha allungato sul 3-0. La racchetta di “Sascha” ha pagato il nervosismo del suo padrone ma lo sfogo non è servito al tedesco che ha subito un secondo break nel sesto gioco da un Fognini trasformato rispetto alle ultime uscite e determinato nell’archiviare la pratica alla svelta. Venerdì il ligure si giocherà la possibilità di raggiungere la sua seconda semifinale nel Principato con il croato Borna Coric, numero 13 Atp e nono favorito del seeding: un unico precedente, favorevole all’azzurro che si è imposto in tre set lottati nei quarti di Umago nel 2014 (quando Borna aveva solo 17 anni).




Nulla da fare, invece, per Marco Cecchinato: il 26enne palermitano numero 16 del ranking mondiale e 11esima testa di serie, dopo aver battuto in rimonta lo svizzero Stan Wawrinka, numero 36 Atp, vincitore dell’edizione del 2014, ha ceduto per 64 46 64, dopo due ore ed un quarto di lotta, l’argentino Guido Pella, numero 35 del ranking mondiale. Peccato per il siciliano che si era aggiudicato tre dei quattro precedenti, compreso l’ultimo in semifinale a Buenos Aires, lo scorso febbraio, sulla strada verso il suo terzo trofeo Atp. La cronaca. Cecchinato è partito male perdendo subito la battuta in avvio ma poi ha inanellato quattro giochi di fila salendo 4-1. Dopo aver fallito la chance di salire 5-1 con il servizio a disposizione per archiviare il primo parziale, il siciliano si è fatto riagguantare sul 4 pari e poi con un doppio fallo ha spedito Pella a servire per chiudere il set. L’argentino non se lo è fatti ripetere due volte ed ha siglato il quinto gioco di fila, siglando il 6-4. In avvio di seconda frazione Cecchinato ha fermato l’emorragia anche se è apparso sofferente. Dopo aver subito il break nel terzo gioco ha chiesto l’intervento del fisioterapista che al cambio campo gli ha trattato la schiena. Alla ripresa il 28enne di Bahia Blanca ha salvato tre palle per il contro-break ma non la quarta (2-2). I due hanno lottato punto a punto fino al decimo gioco quando con un passante di rovescio in back stretto Marco ha stappato la battuta al sudamericano pareggiando il conto dei set (6-4). Andamento della frazione decisiva saldamente ancorato ai turni di servizio fino al nono gioco, quando l’azzurro ha salvato due palle-break ma la terza gli è stata fatale. E nel game successivo Pella ha firmato il suo primo successo sul palermitano a livello Atp. Per Marco 38 vincenti ma anche 43 gratuiti.

RISULTATI GIOVEDI' - terzo turno (ottavi): (10) Medvedev (RUS) b. (6) Tsitsipas (GRE) 62 16 64, Pella (ARG) b. (11) Cecchinato (ITA) 64 46 64, (1) Djokovic (SRB) b. Fritz (USA) 63 60, (q) Sonego (ITA) b. Norrie (GBR) 62 75, (2) Nadal (ESP) b. Dimitrov (BUL) 64 61, Lajovic (SRB) b. (4) Thiem (AUT) 63 63, (13) Fognini (ITA) b. (3) A.Zverev (GER) 76(6) 61, (9) Coric (CRO) b. Herbert (FRA) 64 62.
----------------------------------

RISULTATI
"Rolex Monte-Carlo Masters"
ATP World Tour Masters 1000
Monte-Carlo, Principato di Monaco
14 - 21 aprile, 2019
€5.207.405 - terra rossa

SINGOLARE
Primo turno
(q) Lorenzo Sonego (ITA) b. Andreas Seppi (ITA) 76(4) 64
(13) Fabio Fognini (ITA) b. (q) Andrey Rublev (RUS) 46 75 64
(11) Marco Cecchinato (ITA) b. Damir Dzumhur (BIH) 4-0 rit.
Grigor Dimitrov (BUL) b. Matteo Berrettini (ITA) 75 64

Secondo turno
(q) Lorenzo Sonego (ITA) c. (8) Karen Khachanov (RUS) 76(4) 64
(13) Fabio Fognini (ITA) c. Gilles Simon (FRA)
(11) Marco Cecchinato (ITA) b. Stan Wawrinka (SUI) 06 75 63

Terzo turno (ottavi)
(q) Lorenzo Sonego (ITA) b. Cameron Norrie (GBR) 62 75
(13) Fabio Fognini (ITA) b. (3) Alexander Zverev (GER) 76(6) 6
Guido Pella (ARG) b. (11) Marco Cecchinato (ITA) 64 46 64

Quarti
(q) Lorenzo Sonego (ITA) c. Dusan Lajovic (SRB)
(13) Fabio Fognini (ITA) c. (9) Borna Coric (CRO)

DOPPIO
Primo turno
Marton Fucsovics/Guido Pella (HUN/ARG) b. Matteo Berrettini/Fabio Fognini (ITA) 64 63
Maximo Gonzalez/Horacio Zeballos (ARG) b. Marco Cecchinato/Andreas Seppi (ITA) 63 64

QUALIFICAZIONI
Primo turno
Lorenzo Sonego (ITA) b. (3) Yoshihito Nishioka (JPN) 62 46 60
Thomas Fabbiano (ITA) b. (13) Feliciano Lpez (ESP) 36 64 62
(wc) Julian Ocleppo (ITA) b. (6) Mischa Zverev (GER) 76(2) 76(4)

Turno di qualificazione
Lorenzo Sonego (ITA) b. Marco Trungelliti (ARG) rit.
(4) Juan Ignacio Londero (ARG) b. Thomas Fabbiano (ITA) 64 61
Guido Andreozzi (ARG) b. (wc) Julian Ocleppo (ITA) 63 61

SINGOLARE MASCHILE








di Tiziana Tricarico

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO

3

Spero che per Fognini non sia l'ennesima fiammata destinata a spegnersi subito.... Complimenti a Sonego bravo davvero..... I prossimi turni non sono impossibili per nessuno dei due e allora perché non sperare di avere due italiani in semifinale.... Peccato per Ceccinato

di Luca (Giovedì, 18 Aprile 2019 20:52)

2

secondo me, gli è mancata solo un po' di continuità al servizio. Con la prima, nessun problema ...

di stefano arrighi (Giovedì, 18 Aprile 2019 19:29)

1

Il nostro Check si dimostra sempre un ottimo tennista ed ha il merito (piuttosto raro) di saper perdere con un sorriso...
Adesso credo sia giunto ad un bivio: se vorrà mantenere un posto in alta classifica, sarà necessario un cambio tattico, nel senso di maggiore aggressività seguendo il servizio e migliore gestione della risposta al servizio avversario. Altrimenti, non potendo sfruttare come l'anno passato l'effetto sorpresa, sarà costretto a cedere ad avversari che ormai impostano gli incontri su palle tese o liftate sul suo rovescio difensivo, punto debole del nostro, che rimane sempre più spesso troppo lontano dalla riga di fondo. Chissà se il suo allenatore annuisce..

di paolo (Giovedì, 18 Aprile 2019 14:27)

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       DPO  Cookie Policy  Privacy Policy