Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

26

mar 19
FEDERER NEGLI OTTAVI A MIAMI
Duello Next Gen Tsitsipas-Shapovalov
Stefanos Tsitsipas (foto Getty Images)
Era il clou della giornata dedicata agli incontri di terzo turno della parte bassa di tabellone al "Miami Open", secondo Atp Masters 1000 stagionale, dotato di un montepremi di 8.359.45 dollari, e non ha tradito le attese. Sul Centrale dell’Hard Rock Stadium (la “casa” dei Miami Dolphins di football NFL), nuova sede dell’appuntamento sul cemento della Florida in precedenza ospitato a Crandon Park di Key Biscayne, Roger Federer ha ottenuto il pass per gli ottavi di finale dimostrando significativi progressi rispetto alla prima uscita: il il 37enne fuoriclasse svizzero, numero 5 Atp e quarta testa di serie, vincitore a Miami in tre occasioni (2005, 2006 e 2017), ha sconfitto per 75 63, in un’ora e mezza esatta di gioco, il serbo Filip Krajinovic, numero 103 Atp, “giustiziere” al secondo turno di Stan Wawrinka, numero 30 del seeding, cogliendo la terza affermazione in altrettanti confronti diretti (i due precedenti lo scorso anno, al secondo turno a Indian Wells e al primo poi nella sua Basilea).

ROGER EFFICACE AL SERVIZIO CONTRO KRAJINOVIC - “King Roger”, reduce dalla finale persa a Indian Wells contro Dominic Thiem, è andato man mano in crescendo. Ha recuperato un break incassato in avvio di prima frazione, poi dopo aver mancato lui sul 4-3 due opportunità per andare a servire per il set (7 palle break complessive salvate dal serbo) sul 5-5 30-40 si è tratto d’impaccio da una situazione delicata con una prima esterna vincente, seguita da un ace e da un serve and volley impeccabile. E sul 6-5, da autentico campione, ha alzato ulteriormente il livello così da incamerare il parziale in poco meno di un’ora. Sullo slancio il 37enne elvetico è volato sul 3-0 nel secondo set (striscia di cinque giochi consecutivi), dando un’inerzia ben precisa alla sfida, visto che ha conservato tale vantaggio senza concedere alcuna chance di rientro all’avversario, per chiudere la pratica con un game pressoché perfetto, con tre ace (14 totali, sette per partita, con il 73% di prime messe in campo). Federer si misurerà ora con il russo Daniil Medvedev, numero 15 della classifica mondiale e 13esima testa di serie, che è riuscito a prevalere per 76 5) 67(5) 76(0) sullo statunitense Reilly Opelka, numero 58 Atp dopo aver conquistato a New York il suo primo titolo nel circuito maggiore, al quale non sono bastati 22 ace (19 quelli messi a segno dal moscovita).




ANDERSON E THOMPSON AGLI OTTAVI - In una sezione di draw già orfana di attesi protagonisti quali Alexander Zverev, numero 3 del mondo e secondo favorito del torneo, nonché finalista dodici mesi fa, eliminato a sorpresa dal veterano spagnolo David Ferrer, 36 anni, numero 155 Atp, in gara con una wild card (nella notte italiana ci riprova sfidando per la prima volta il Next Gen di casa Frances Tiafoe, numero 34 della classifica mondiale e 28esima testa di serie), sono tanti i giocatori che puntano ad arrivare alle fasi decisive del torneo. Tra questi il sudafricano Kevin Anderson, numero 7 del ranking e sesto favorito del tabellone, che dopo i problemi al gomito che lo hanno costretto in infermeria per alcune settimane ha staccato il pass per gli ottavi di finale regolando 64 76(6) in un’ora e 48 il portoghese Joao Sousa, numero 41 Atp, che lo aveva battuto nel 2016, nei quarti a Nizza (terra battuta). Il gigante di Johannesburg si giocherà un posto nei quarti di finale con l’australiano Jordan Thompson, numero 77 Atp, capace di mettere sotto il terzo avversario di fila più quotato: dopo il britannico Cameron Norrie (n.51) e il russo Karen Khachanov, numero 12 della classifica mondiale e decimo favorito del seeding, il 24enne di Sydney ha fermato con un doppio 75 il bulgaro Grigor Dimitrov, numero 29 del ranking e 24esima testa di serie, che rientrava dagli Australian Open, raggiungendo per la prima volta gli ottavi in un "1000". Anderson si è aggiudicato l’unico precedente, nel 2016, al primo turno di Chengdu.

LE AMBIZIONI DEI NEXT GEN SHAPOVALOV E TSITSIPAS - Tra chi ambisce a recitare un ruolo importante a Miami ci sono anche i Next Gen Denis Shapovalov e Stefanos Tsitsipas che si incroceranno negli ottavi. Il 19enne mancino canadese, numero 23 del ranking e del draw, si è imposto per 63 76(5), in poco più di un'ora e mezza di gioco, sul russo Andrey Rublev, numero 99 Atp, passato attraverso le qualificazioni: il 20enne di Atene, numero 10 della classifica mondiale e ottava testa di serie, ha invece regolato con un doppio 64, in un'ora e 34 minuti, l'argentino Leonardo Mayer, numero 62 Atp.

RISULTATI LUNEDI’ – Terzo turno (parte bassa): (6) Anderson (RSA) b. J. Sousa (POR) 64 76(6), Thompson (AUS) b. (24) Dimitrov (BUL) 75 75, (13) Medvedev (RUS) b. (q) Opelka (USA) 76(5) 67(5) 76(0), (4) Federer (SUI) b. Krajinovic (SRB) 75 63, (20) Shapovalov (CAN) b. (q) Rublev (RUS) 63 76(5), (8) Tsitsipas (GRE) b. l.Mayer (ARG) 64 64, (18) Goffin (BEL) b. (14) Cecchinato (ITA) 64 64, (28) Tiafoe (USA) b. (wc) Ferrer (ESP) 57 63 63.

SINGOLARE MASCHILE

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       DPO  Cookie Policy  Privacy Policy