Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

11

mar 19
FEDERER E QUEI PRIMATI NEL MIRINO
Roger continuerà nel 2020: i record possibili
Roger Federer  (foto Getty Images)
“Voglio continuare a giocare. Nel 2020 sarò alla ATP Cup e a Dubai”. Le parole di Roger Federer proiettano lo svizzero oltre la stagione 2019 e gli appassionati a ragionare di primati probabili, possibili, raggiungibili.

RANKING: ROGER PUO' BATTERE ROSEWALL - Federer ha ancora almeno una possibilità di essere il primo giocatore a finire sei stagioni da numero 1 del mondo. Al momento, infatti, eguaglia le cinque di Pete Sampras che ha dominato il ranking di fine anno dal 1993 al 1998. Se ci riuscisse, diventerebbe il più anziano numero 1 di fine anno nell'era Open, battendo il record di Ken Rosewall nel 1971 (37 anni e un mese). In qualunque momento, però, dovesse salire in testa alla classifica dopo Wimbledon 2019, Federer batterebbe il primato di Ken Rosewall, ancora numero 1 a 37 anni e quasi undici mesi a fine ottobre 1972. Vinse cinque titoli quell'anno, l'Australian Open, i tornei WCT di Miami, Charlotte e Dallas e il Queensland Open a Brisbane a novembre. Chiuse l'anno da numero 3 del mondo, a 38 anni e un mese. È, ad oggi, il più anziano a finire una stagione in top-3, e peraltro in top-5, nell'era Open. Un altro primato che Federer potrebbe togliergli anche alla fine del 2019.
Il fuoriclasse svizzero può puntare anche a diventare l'unico capace di chiudere 15 stagioni tra i primi 4 del mondo (condivide ora il primato con Jimmy Connors), e a completarne 17 tra i primi dieci (ora è a 16, come Jimbo e Andre Agassi).

TITOLI E FINALI: CACCIA A JIMBO - Il campione di Basilea ha dichiarato che non è uno dei suoi obiettivi prioritari, ma con il centesimo titolo in carriera a Dubai ne restano solo nove per eguagliare i 109 di Jimmy Connors, che vinse il primo a Jacksonville nel 1972 e l'ultimo a Tel Aviv nel 1989. Connors vanta anche il primato di finali nel circuito maggiore, 164: lo svizzero segue a quota 152.

VINCITORE SLAM PIU' ANZIANO DI SEMPRE - Rimane ancora Ken Rosewall, invece, il campione Slam più anziano di sempre. A 37 anni, nel 1972, vinse l'Australian Open contro Mal Anderson, anni 36, negli ultimi quattro istruttore di tennis e squash, in una finale fra due padri (tre figli Anderson, due Muscles). “Se io continuo a vincere titoli, non è un bene per il tennis”, diceva allora Rosewall al quotidiano australiano The Age. “I giovani di oggi hanno tutto troppo facilmente. Girano troppi soldi, non devono lottare per vivere”, spiegava Anderson. Certe questioni, evidentemente, non cambiano mai.

MEGLIO DI ASHE SE IN FINALE ALLE ATP FINALS - Federer, che è già il più anziano vincitore e partecipante nella storia delle ATP Finals, potrebbe acquisire il medesimo primato anche nella categoria dei finalisti. Nessuno, infatti, è arrivato a giocarsi il titolo al Masters oltre i 35 anni e sei mesi, l'età di Arthur Ashe battuto a New York da John McEnroe nell'edizione 1978, poco prima di annunciare il suo ritiro dal tennis. "Oggi speravo solo Ashe non riuscisse a dimostrare fino in fondo che gran giocatore è", disse McEnroe, capace di risalire da sotto 4-1 nel terzo contro il vecchio campione cui nel girone aveva lasciato appena quattro game.

EVERGREEN SU... ERBA - Potrebbe ancora diventare il più anziano a vincere un torneo sull'erba, primato che dal 2017 spetta a Ivo Karlovic che conquistò il titolo a Newport a 37 anni e quattro mesi. Più difficili da raggiungere, i 44 titoli da over 30 di Rod Laver. Allo svizzero, infatti, ne mancano 11.

PARTITE VINTE E GIOCATE NEL TOUR - Federer, già a Wimbledon quest'anno raggiungendo la semifinale, potrebbe diventare il primo a vincere 100 partite in uno stesso Slam nell'era Open. Un traguardo che potrebbe bissare nel 2020 all'Australian Open, torneo in cui ha ottenuto 97 successi finora.
Più vicino il primato di Connors in termini di match vinti e giocati considerati dall'ATP. Allo svizzero mancano 67 successi per eguagliare i 1256 di Jimbo. E fra 86 partite diventerà il giocatore con più match disputati nella storia dell'ATP.
Infine, "King Roger" può ancora diventare il primatista per vittorie al quinto set negli Slam. Ne ha ottenute 27, due in meno del recordman Pete Sampras.



di Alessandro Mastroluca

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       DPO  Cookie Policy  Privacy Policy