Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

11

gen 19
DRAMMA MURRAY: CARRIERA FINITA
"Spero di riuscire a giocare fino a Wimbledon"
Andy Murray (foto Getty Images)
”Non posso continuare a fare questo”. In una conferenza stampa pre-torneo shock a Melbourne Andy Murray ha confermato che prenderà parte agli Australian Open al via lunedì - torneo dove ha raggiunto per 5 volte la finale - ma ha anche annunciato che a causa del persistere del dolore all’anca ha deciso di chiudere la sua carriera e spera di riuscire a farlo sull’erba di Wimbledon, dove ha trionfato nel 2013 e nel 2016. Sì perché il 31enne di Dunblane non è sicuro nemmeno di riuscire a continuare fino a luglio. Venti mesi tra cure, operazione (esattamente un anno fa) e riabilitazione non sono infatti bastati a risolvere i problemi all’anca destra.



Il calvario del vincitore di 45 titoli Atp, tra cui tre Slam (oltre ai due Wimbledon citati gli Us Open 2012), e due ori olimpici, a Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016, non riesce a ritrovare la condizione ottimale per poter competere. ”Ho sopportato il dolore da venti mesi a questa parte” - ha detto Murray -. ”Le ho provate tutte per cercare di far stare meglio la mia anca. Ha aiutato ma non abbastanza: sono in condizioni migliori rispetto a sei mesi fa ma avverto ancora molto dolore. Ed è dura”.

Nonostante la delusione e il dispiacere il britannico, che si è allenato in questi giorni anche con Novak Djokovic, ha comunque confermato che sarà in campo nel primo turno contro lo spagnolo Roberto Bautista Agut. ”Ho intenzione di giocare” - ha detto - ”posso ancora competere a certi livelli anche se non quanto sarei felice di fare. Il dolore è davvero tanto ed io non voglio continuare a giocare in questa maniera. Durante l’off-season a dicembre ho parlato con il mio team” - ha aggiunto Andy - ”e ho detto che non potevo continuare ad andare avanti così, che avevo bisogno di mettere un punto perché non potevo continuare senza avere alcuna idea su quando il dolore sarebbe cessato”.

Murray spera di riuscire a chiudere la sua carriera “a casa sua”, sui prati di Church Road. ”Ho detto al mio team che cercherò di andare avanti fino a Wimbledon perché è lì che vorrei chiudere la mia carriera, però non sono certo di riuscirci” - ha ammesso -. ”Non sono sicuro di poter giocare avvertendo dolore per altri cinque mesi. Ho la possibilità di sottopormi ad un altro intervento chirurgico, un po’ più invasivo di quello che ho già fatto, che mi rimetterebbe in sesto l’anca. Mi permetterebbe di avere una migliore qualità della vita, di essere libero dal dolore. E’ qualcosa che sto seriamente considerando, ovviamente però non ci sono garanzie. Ma il motivo per cui sto prendendo in considerazione l’operazione non è quello di poter tornare al tennis professionistico ma semplicemente per avere una migliore qualità di vita”.



di Tiziana Tricarico

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO

1

Mi spiace molto per MURRAY lo capisco poiché anche io ho avuto problemi all 'anca nel mio caso la SX ma tramite l operazione avvenuta il 9/12/2015 a MILANO ROZZANO All HUMANITIS ai primi di marzo del 2016 ho ripreso a giocare e sto bene ...Mi risulta che anche Seppi si è operato all'anca mi pare nella primavera del 2016 e ha recuperato perfettamente ..A Murray i faccio i migliori auguri perché è un Grande Campione e spero risolva il problema

di nn (Venerdì, 11 Gennaio 2019 19:30)

ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy