Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

11

gen 19
E SE VINCESSE SABALENKA?
Chris Evert e Pat McEnroe puntano su Aryna
Aryna Sabalenka  (foto Getty Images)
Chris Evert e Patrick McEnroe scaldano i motori per gli Australian Open al via lunedì e puntano insieme su Sabalenka come outsider di Melbourne, nel segno di altre grandi picchiatrici regine a sorpresa degli Slam, da Ostapenko al Roland Garros 2017 a Naomi Osaka agli Us Open 2018.
“Negli ultimi due anni ci sono state otto diverse vincitrici in altrettanti Slam, come si fa a fare un nome solo per Melbourne? Non avrei mai pensato che Osaka vincesse gli Us Open e nemmeno che Kerber vincesse Wimbledon. Serena sta migliorando, il servizio le funziona sempre sui campi veloci, Osaka e Kerber sono in fiducia. Punterei su queste tre e poi… Sabalenka. Penso che sia quella da tener d’occhio. Anche fra le donne, è un questione di talento e di abilità, di piccole cose intangibili, come chi desidera maggiormente la vittoria, un po’ di fortuna, un cammino più facile che fa risparmiare energie. Com’è successo l’anno scorso ad Halep a Parigi”, puntualizza la Signora del tennis, forte di 18 titoli dello Slam. Che insiste: “In Aryna vedo la fame e vedo l'audacia. E quindi la non paura e la fiducia, e vedo anche l’intensità negli occhi. Nei prossimi anni vincerà più di un Major”. E il fratellino di John McEnroe è ancor più diretto: “L’anno scorso avevo predetto che la Osaka avrebbe vinto un Major, pensavo a Wimbledon e ce l’ha fatta agli Us Open, dettagli, ma stavolta vado sicuro: la vincitrice degli Australian Open sarà Sabalenka. Poi ci sono Halep, Kvitova, Pliskova e Svitolina”.

Che possibilità ha la Next Gen che ha dato spettacolo negli ultimi due anni nelle Finali alla Fiera di Rho? Per McEnroe non è ancora pronta: “Fra di loro ci sono ragazzoni alti e forti, come Tsitsipas e Khachanov, con Zverev, che ha più possibilità di quel bel gruppetto di vincere un Major. Mentre i nostri Fritz, Tiafoe e Opelka sono ancora più indietro”. Per la Evert ci sono: “Thiem, specialmente sulla terra, Coric, e poi Khachanov, Zverev, Tsitsipas, tutta gente con un bel po’ di talento, in crescita”. Ma tutti e due non vedono altri vincitori a Melbourne al di fuori da Djokovic e Federer. “Con un piccolo vantaggio atletico per Nole, perché Roger sta bene è in forma, ma ha il peso dell’età e si trascina qualche dubbio sulla tenuta”, sottolinea Chris. Che scommette sul lavoro di coach Agassi con Dimitrov.



di Vincenzo Martucci

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       DPO  Cookie Policy  Privacy Policy