Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

08

nov 18
NEXT GEN FINALS SU SUPERTENNIS
Semifinali De Minaur-Munar e Tsitsipas-Rublev
Next Gen 2018 : Alex De Minaur. (foto Costantini)
MILANO - Con Stefanos Tsitsipas e Alex De Minaur già in semifinale si è definito il quadro dei giocatori promossi dai round robin delle Next Gen ATP Finals 2018, torneo riservato ai migliori otto tennisti 21 ed under, in corso fino a sabato alla Fiera di Milano (montepremi 1.275.000 dollari, live su SuperTennis).
Per quel che riguarda il Gruppo A, grazie al successo per 4-1 4-3(3) 4-1, in appena 56 minuti, sull’americano Frances Tiafoe, lo spagnolo Jaume Munar ha eliminato matematicamente lo statunitense e poi ha dovuto aspettare l’ultimo match serale che concludeva il programma odierno per conoscere il proprio destino, facendo...il tifo per Tsitsipas. E il greco ha ripagato le sue speranze, battendo 4-1 4-3(2) 4-1, in un’ora e 1 minuto, il polacco Hubert Hurkacz, che era obbligato a mettere sotto il favorito numero uno di queste Next Gen Final per continuare la sua corsa nel torneo.
Nel Gruppo B (dove le certezze erano De Minaur in semifinale e Caruana eliminato) il russo Andrey Rublev ha superato per 4-3(7) 4-1 4-2, in 62 minuti, la wild card italiana Liam Caruana, ma per avere la certezza della qualificazione al penultimo atto il 21enne moscovita ha dovuto attendere l'esito del primo match serale, nel quale l’australiano De Minaur ha centrato la sua terza vittoria a Milano imponendosi per 4-3(8) 4-1 4-2, in un’ora e 10 minuti di gioco, sullo statunitense Taylor Fritz, che poteva sperare ancora di agguantare in extremis le semifinali.
Dunque le sfide che valgono l’accesso alla finale di sabato sera sono Tsitsipas-Rublev e De Minaur-Munar.

MUNAR MANDA A CASA TIAFOE - Il 20enne di Hyattsville, Maryland, numero 40 Atp, ed il 21enne maiorchino, numero 76 del ranking mondiale, non si erano mai affrontati in carriera. Lo spagnolo è scattato decisamente meglio dai blocchi, con l’americano che già nel secondo game ha dovuto fare ricorso al “deciding point” per riuscire a tenere il turno di battuta. L’impresa però non gli è riuscita nel quarto gioco quando ha subito il break. Munar ha ringraziato e poco dopo ha incamerato per 4-1 il primo parziale senza aver ceduto nemmeno un punto al servizio. In avvio di seconda frazione sono continuati i problemi per Tiafoe anche se lo statunitense è riuscito almeno a tenere i suoi turni di servizio mentre Munar sui suoi è stato assolutamente ingiocabile. E’ stato il tie-break a decidere: l’equilibrio è durato solo fino al 2 pari poi è stato “Munar show” con uno straordinario passante lungolinea ed ancora un incredibile diritto incrociato in recupero al termine di uno scambio mozzafiato, quello che, chiudendo per 7 a 3, ha consegnato allo spagnolo anche il secondo set (4-3). Il maiorchino ha continuato a spadroneggiare anche nel terzo set: ha tolto ancora la battuta all’americano nel secondo gioco, ha annullato due palle per il contro-break (le prime in tutta la partita) in quello successivo ed è volato 3-0 prima di siglare con il servizio – oggi il colpo in più per lo spagnolo - il definitivo 4-1.

RUBLEV NON SI DISTRAE CON CARUANA - Rublev è sceso in campo determinatissimo contro un avversario, Caruana, è vero già fuori dai giochi da mercoledì ma desideroso comunque di ben figurare. Il 21enne moscovita, numero 68 Atp, ha stappato il servizio al 21enne romano, numero 622 del ranking mondiale, già nel primo game. Il russo, dopo aver dominato i primi due turni di servizio, nel sesto gioco ha concesso tutte insieme quattro palle-break rimettendo in corsa il romano (3-3). A decidere è stato il tie-break che Rublev, pur partendo con un errore (sotto 2-0) ha finito per aggiudicarsi per 9 punti a 7 al quarto set-point. Il russo ha preso un break di vantaggio anche nel secondo parziale (secondo game) salendo 3-0: stavolta Caruana non è riuscito a rimettere tutto in discussione ed il 21enne moscovita ha incamerato anche il secondo set (4-1). Nella terza frazione il russo ha tolto immediatamente la battuta all’azzurro sfruttando il “deciding point”. Rublev ha continuato a servire moto bene (saranno ben 9 gli ace alla fine, che si aggiungono all’85% dei punti ottenuti quando ha messo la prima) chiudendo 4-2.

IL “DEMONE” DE MINAUR METTE SOTTO ANCHE FRITZ – Si sono già affrontati una volta nel tour Taylor Fritz e Alex De Minaur, nel giugno scorso al secondo turno del challenger inglese di Surbiton, sull’erba, con affermazione per 64 76 dell’australiano, poi giunto in finale. Proprio il 19enne di Sydney, numero 31 Atp (suo best ranking), il più giovane degli otto in gara, dopo esser stato 0-30 nel terzo game, ha mancato tre palle break sul 2-2, con lo statunitense ad aggrapparsi alla battuta (due ace) per risalire da 15-40 e poi far suo il “deciding point” grazie a un rovescio largo dell’avversario. Il pupillo di Lleyton Hewitt con un doppio fallo sul 40-30 ha regalato un set point a Fritz, cancellato però con un ace a portare la frazione al “gioco decisivo”: il 21enne californiano, numero 47 della classifica mondiale, è salito 4 a 1 e poi 6 a 3, ma De Minaur lo ha riagganciato sul 6-6, ha annullato con freddezza e solidità altre due palle set – sono stati 6 in tutto - e alla prima opportunità in suo favore ha incamerato la prima partita per 10 punti a 8. Sullo slancio nella seconda frazione l’aussie, veloce come un gatto sul campo così da costringere lo yankee ad andare fuori giri per provare a sfondare, ha breakkato nel quarto gioco, salendo 3-1 e con un ace aiutato dal nastro facendo suo anche il secondo set, così da estromettere Fritz dalla corsa per le semifinali. Il “Demonio”, in questa stagione finalista nei tornei Atp di Sydney e Washington, ha continuato a macinare punti e anche colpi da applausi, strappando il servizio al californiano nel terzo gioco del terzo set. Un piccolo calo di tensione del ragazzo di Sydney che si allena ad Alicante (la madre è spagnola) ha rischiato di costargli il contro-break, evitato al “punto decisivo” (3-1), per poi completare il suo percorso netto nel round robin.

HURKACZ SENZA SCAMPO, TSITSIPAS DOMINA IL GRUPPO A – Il primo incrocio in assoluto fra i due ha visto Tsitsipas, numero 15 del ranking mondiale, recuperare da 15-40 nel game di apertura e poi togliere lui la battuta al polacco (volée larga), attualmente numero 85 Atp in un’annata in cui ha vinto due titoli challenger (Poznan e Brest). Il 20enne di Atene, che nel 2018 ha conquistato il primo trofeo Atp a Stoccolma dopo esser stato finalista nel “500” di Barcellona e nel “1000” di Toronto, in entrambi i casi stoppato da un certo Rafa Nadal, non ha concesso chance all’avversario intascando la prima partita (4-1) con un rovescio lungo linea da applausi. Dominio dei servizi nel secondo set, risoltosi dunque al tie-break, nel quale Hurkacz è partito meglio (2 a 0) ma poi l’ellenico ha piazzato un parziale di sette punti consecutivi facendo sua la frazione. Nel terzo set è stato ancora Tsitsipas a “strappare” (2-0), fronteggiando poi tre chance per l’immediato contro-break del polacco a cui non sono bastati alcuni punti super. E il biondo Stefanos ha archiviato la pratica rispettando il ruolo di favorito in questo Gruppo.

ORDINE DI GIOCO - VENERDI' 9 NOVEMBRE

LA SITUAZIONE DEI GRUPPI

LIVE SU SUPERTENNIS - "SuperTennis", la tv della Fit, trasmette in diretta ed in esclusiva il torneo. Questa la programmazione:
venerdì 9 novembre - ore 18.30 e 22.00 Next Gen Today
alle ore 19.00 LIVE - Next Gen Milano (semifinale1)
De Minaur (AUS) c. Munar (ESP)
alle ore 21.00 LIVE - Next Gen Milano (semifinale2)
Tsitsipas (GRE) c. Rublev (RUS)

sabato 10 novembre - ore 18.30 e 22.00 Next Gen Today
alle ore 19.00 LIVE - Next Gen Milano (finale 3°posto)
alle ore 20.30 LIVE - Next Gen Milano (finale 1°posto)

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy