Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

13

mar 18
FRITZ SI CANDIDA A LEADER NEXT GEN
Ottavi in un 1000 nella sua California: 'Da sogno'
Taylor Fritz (foto Getty Images)
E’ stato a pochissimi centimetri dall’uscire di scena subito al primo turno, se solo il diritto inside-out del suo miglior amico e testimone di nozze Reilly Opelka non fosse stato appena largo, invece ora Taylor Fritz si ritrova agli ottavi di finale del "BNP Paribas Open" in pieno svolgimento sui campi in cemento di Indian Wells. E la sua prima volta tra i top 16 di un Masters 1000 è arrivata proprio nella sua terra, in California. Difficile chiedere di più, insomma, per il 20enne nato a Rancho Santa Fe, che dopo essere sopravvissuto al derby a stelle e strisce iniziale ha messo sotto il russo Andrey Rublev, numero 31 della classifica mondiale e 27esima testa di serie, attuale leader della Race to Milan per le Next Gen ATP Finals, e poi anche l’esperto spagnolo Fernando Verdasco, numero 39 Atp e fresco di sgambetto a un certo Grigor Dimitrov nel turno precedente, piegato in rimonta per 46 62 76(1).

FRITZ: “VINCERE UN MATCH COSI’ E’ COME UN SOGNO” - “Una partita così equilibrata può finire con il successo di uno o dell’altro, basta poco o niente, e quindi in campo sei nervoso. Rende invece la sensazione ancora migliore quando riesci a vincerla e hai anche il sostegno della folla... È come un sogno", ammette il giovane americano che aveva cominciato la stagione al numero 105 della classifica mondiale, distante dal 53esimo posto, suo best ranking. Ma Taylor si è rilanciato alla grande passando dal circuito challenger: titolo a Newport Beach (guarda caso in California) a gennaio, dopo la finale raggiunta a Noumea, in Nuova Caledonia, nel primo appuntamento dell’anno.

TAYLOR E LA FREDDEZZA NEI TIE-BREAK DECISIVI - Dopo il successo sul filo di lana con il mancino iberico, il bilancio di Fritz è ora di 11-1 nei tie-break decisivi. "Penso che questo dato indichi uno dei miei punti di forza in campo, cioè quello di riuscire a giocare il mio miglior tennis nei momenti importanti. Quando si arriva al tie-break, non mi innervosisco troppo" riconosce Fritz - "Probabilmente è la statistica di cui sono più orgoglioso nella mia carriera da tennista, il record dei tie-break nel terzo set: dimostra che sono mentalmente forte".

ORA LA SFIDA CON CORIC CHE VALE I QUARTI DI FINALE - Lo yankee che già un paio di stagioni fa era atteso al grande salto, prima di dover dedicare attenzioni ed energie a qualche infortunio e questioni personali (come il matrimonio e l’essere padre) è adesso atteso da un esame assai probante per le sue ambizioni: nel match che vale un ambito posto ai quarti di finale a Indian Wells troverà infatti il croato Borna Coric, ovvero colui che ha perso il minor numero di game (appena 9 in tre incontri) nella metà superiore del tabellone, rifilando una severa lezione allo spagnolo Roberto Bautista Agut (61 63 in un'ora e 22 minuti), numero 16 del ranking mondiale e 13esimo favorito del seeding, reduce dal titolo a Dubai, dopo aver in precedenza “maltrattato” anche Albert Ramos Vinolas, numero 22 Atp e 19esima testa di serie. "Dal primo match stavo giocando molto bene e poi gradualmente ho iniziato a giocare ancora meglio e meglio. Contro Bautista Agut fino al 61 3-0 stavo probabilmente giocando forse il miglior tennis della mia vita, stavo giocando molto aggressivo, lo mettevo costantemente sotto pressione ma senza commettere errori gratuiti", il commento del 21enne di Zagabria (tra i protagonisti della prima edizione delle Next Gen ATP Finals di Milano), che sta traendo giovamento dagli insegnamenti di un coach di prim’ordine quale Riccardo Piatti.



di Gianluca Strocchi

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
A1 live score
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy