Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Paddle
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

11

ott 17
LE AVVERSARIE DI PRATO E GENOVA
A1 donne: occhio al TC Parioli. Il via domenica
Ludmilla Samsonova
Da quattro anni, la domanda è sempre la stessa: qualcuno riuscirà a interrompere l'egemonia del Tennis Club Prato e del Tennis Club Genova? Ininterrottamente finaliste dal 2013 (con tre vittorie a una per Prato), le liguri e le toscane stanno monopolizzando la Serie A1 femminile. L'anno scorso finirono nello stesso girone, ma si ritrovarono ugualmente a Montecatini. Quest'anno, l'ultimo atto si giocherà a Foligno e sì, biancorosse e biancoblu sono ancora le favorite. I regolamenti a tutela dei vivai sono più incisivi tra gli uomini, ma hanno avuto una qualche influenza anche tra le ragazze. In due parole: l'obbligo di schierare almeno una giocatrice Under 30 (e che abbia giocato almeno due anni nelle categorie giovanili del club di appartenenza) mette a nudo la progettualità dei club. E Genova e Prato sono ben messe: le prime possono contare su Liudmila Samsonova, classe 1998 e una delle giovani azzurre più interessanti, mentre le seconde rispondono con Martina Trevisan, non certo bisognosa di presentazioni: ormai stabile tra le top-200 WTA, quest'anno ha fatto il suo esordio (vincente) in Fed Cup. Con queste premesse, Prato e Genova partono davanti a tutte anche nel 2017. Prima di entrare nel dettaglio dei gironi, una curiosità: il campionato è pressoché uguale all'anno scorso, con la sola new entry del Club Atletico Faenza. Motivo? L'USD Beinasco aveva centrato la promozione con la sua seconda squadra. Tuttavia, avendo già un team in A1, i regolamenti (ovviamente) impediscono allo stesso club di avere due squadre nello stesso campionato. E così il sorteggio ha stabilito il ripescaggio di una delle due retrocesse: è andata bene al Club Tennis Ceriano, che peraltro ha messo a segno un interessante colpo di mercato. La formula è sempre la stessa: due gironi da quattro squadre, gare di andata e ritorno, prime due alle semifinali incrociate (prime contro seconde), ultime due ai play-out (terze contro quarte).

GIRONE 1 - TC Genova, USD Beinasco, TC Parioli, TC Cagliari
Raggruppamento bellissimo: tutte le quattro squadre sono legittimate a sognare. Tuttavia, diamo un pizzico di credito in più al TC Genova. Persa Alice Balducci (che si è accasata a Faenza), hanno ripiegato sull'olandese Bibiane Shoofs, 29 anni e n.227 WTA. Con lei, la francese Elixane Lechemia (n.375). Dando per scontata la presenza continuativa di “Tina” Brianti e della Samsonova, se riusciranno a portare le straniere in almeno 4-5 partite, sono le favorite. In caso contrario, dovranno ricorrere a un vivaio discreto (Ivaldi, Assereto e Ravera) ma non da scudetto. Sarà proprio il vivaio il problema di Beinasco: Gatto Monticone e Di Sarra sono un lusso per la A1, poi hanno Reka Luca Jani (ex TC Genova) e la slovacca Sramkova, nostro spauracchio in Fed Cup. Il problema è che potranno schierare solo due delle quattro big, con l'obbligo di inserire la baby Federica Rossi o Anna Turco, entrambe 2.4. Alla lunga, potrebbero pagarla. Stesso discorso per il Tennis Club Cagliari, che conferma l'ottimo tridente degli anni passati: Cristiana Ferrando, Alice Matteucci e Claudia Giovine. Con Anna Floris fuori causa per ragioni anagrafiche, scenderà in campo la 16enne Barbara Dessolis (classificata 2.5), oppure una tra le più esperte Francesca Piu e Carlotta Lehner (entrambe 2.7). Un handicap da non sottovalutare. In un contesto simile, merita un discorso a parte il Tennis Club Parioli. Detto che accanto a Roberta Vinci c'è un grande asterisco, Martina DI Giuseppe e Martina Caregaro offrono buone garanzie. La buona notizia, tuttavia, riguarda il vivaio: se Nastassja Burnett stesse bene, sarebbe davvero un valore aggiunto. Con i giusti incastri, il trio potrebbe anche essere da scudetto. Senza dimenticare buone alternative come Greta Arn e Beatrice Lombardo (quest'ultima è un elemento del vivaio). Se troveranno continuità...

GIRONE 2 – TC Prato, CT Ceriano, CA Faenza, Circolo della Stampa
Il sorteggio ha dato una mano alle campionesse in carica. Anche nel 2017, capitan Carla Mel si affiderà all'usato sicuro: oltre a Martina Trevisan, ovvia n.1, ci saranno le solite Corinna Dentoni e Maria Elena Camerin. Avversarie a parte, due potenziali ostacoli verso il primo posto: in primis, i possibili impegni internazionali della Trevisan, che potrebbero farle saltare qualche partita. In secundis, l'impossibilità di schierare il doppio Dentoni-Camerin, che tante soddisfazioni ha regalato nel corso degli anni. In caso di necessità, è pronta a subentrare la giovane Lucrezia Stefanini, già top-500 WTA e discreta doppista. Alla bisogna, ci saranno anche le giovani Lisa Piccinetti e Giulia Peoni, entrambe Under 18. Nonostante qualche trappola disseminata nel percorso, Prato sembra ancora davanti a tutti. Lo scorso anno, le toscane batterono in semifinale lo Sporting Stampa di Torino. Saranno proprio le piemontesi l'ostacolo più difficile: la leader sarà Camilla Rosatello, top-300 WTA e già nel giro della Fed Cup, coadiuvata dalla forte greca Despina Papamichail (n.372 WTA) e dalla rumena Michele Alexandra Zmau (n.825). Ci sarebbe anche il neoacquisto Karin Knapp: fosse al 100%, il club di Corso Agnelli sarebbe da scudetto. Ma Karin, dopo tante vicissitudini, è un'incognita. La numero 3 sarà Anna Maria Procacci, 2.4 con qualche punto WTA. In rosa anche Federica “Joe” Gardella. Ceriano e Faenza dovrebbero lottare per il terzo posto. Le ripescate lombarde hanno acquistato una giocatrice fortissima: Conny Perrin, top-200 WTA, è nota anche per la sua love story con la collega Tara Moore. Al di là di questo sarà un valore aggiunto, ma è ovvio che non garantirà più di 1-2 presenze nel girone. Alla bisogna c'è Anne Schaefer, mentre l'ossatura sarà composta da Alice Moroni e Valeria Prosperi. Farà esperienza l'Under 16 Gloria Stuani, classificata 2.6. Più o meno sullo stesso livello il Club Atletico Faenza: il neoacquisto Alice Balducci si aggiunge ad Agnese Zucchini e Camilla Scala: poiché quest'ultima (n.422 WTA) è elemento del vivaio, il trio sarà questo. In caso di necessità, ci sarà la 2.4 Chiara Arcangeli. Entrambe le squadre sembrano attrezzate per la salvezza, ma – come sempre – sarà una questione di incastri.

In definitiva, la nostra valutazione è la seguente.
LOTTA PER LO SCUDETTO: TC Prato, TC Genova, TC Parioli
POSSIBILI SORPRESE: USD Beinasco, Sporting Stampa Torino, TC Cagliari
LOTTA PER LA SALVEZZA: CT Ceriano, CA Faenza
Il bello del campionato è che le linee di demarcazione sono molto, molto sottili. Appuntamento a domenica.



di Riccardo Bisti

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy