Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Paddle
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

17

lug 17
“TORNEREI N. 1 PER UNA SETTIMANA”
Super Federer, favorito agli Us Open, rilancia
Roger Federer (foto Tonelli)
“Che anno è? Rafa vince Parigi senza perdere un set, Federer si prende la corona di Wimbledon senza perdere una set”, twitta Lleyton Hewitt. Già, che anno è questo incredibile 2017? Che pozione miracolosa hanno bevuto i formidabili protagonisti del tennis mondiale degli ultimi due decenni, che veleno hanno ingurgitato i protagonisti delle ultime stagioni, i “gemelli” del maggio ’87, Djokovic e Murray?
Udite, udite: Federer ha vinto gli Australian Open, poi ha vinto Miami e Indian Wells, quindi ha vinto Wimbledon, collezionando due Slam su tre, per ritoccare a quota 19 il suo primato maschile, con l’acme dell’ottavo Wimbledon-record. Ma c’è di più, a 36 anni da compiere l’8 agosto, con gli ultimi 18 trascorsi sui campi da tennis, è ancora il più in forma dei Fab Four, tutti più giovani di lui, tutti incapaci di accettare la vecchia regola dello sport: fermarsi, allenarsi, gareggiare, e poi fermarsi, allenarsi e rigiocare, e ancora e ancora. I sei mesi di riposo suoi e i tre di Rafa sembrano aver ricaricato le pile dei due campioni, tanto che, oggi come oggi, guardando agli Us Open del 28 agosto, Federer e Nadal non sono due dei favoriti, ma sono in assoluto i due favoriti per il titolo. Con la differenza che, mentre lo spagnolo ha sempre avuto problemi sul cemento americano, dove ha vinto due titoli in tre finali (ma solo nel periodo 2010-2013) perché la superficie è particolarmente pericolosa per le sue articolazioni, lo svizzero ne ha costruito un feudo, con sei finali consecutive e cinque urrà nel 2004-2009, e poi ci ha giocato la finale 2015, fermandosi anche in tre semifinali amare. E considera il cemento la superficie più facile, e quindi quella che gli infonde fiducia, sulla scia del nuovo trionfo a Wimbledon.

Dove lo rivedremo? “Non so esattamente, la squadra ed io ci metteremo intorno a un tavolo e parleremo un po’ di tutto. In genere gioco sempre di più nella seconda parte della stagione, non salterò l’Asia e il circuito americano e poi i tornei indoor europei. Gioco sempre il più possibile, se mi sono fermato sei mesi non è stato perché ho voluto, ma perché ho dovuto. Dobbiamo ancora decidere se andare in Canada o no. Di sicuro giocherò Cincinnati, e gli Us Open, poi la Laver Cup a Praga, Shanghai e in Europa”.
Anche se, nella conferenza stampa più ristretta del lunedì, mentre Wimbledon smobilita, un pensierino sulla riconquista del numero 1 del mondo riappare nella testa del campione, dopo questa prima parte della stagione trionfale: “Sono sempre stato più attento ai titoli che alla classifica, ancor di più adesso che, con questo sistema di punti, sei premiato moltissimo giocando bene gli Slam, non so se sono disposto a giocare di più e con continuità per cercare di chiudere l’anno al numero 1 del mondo o se invece non sarebbe comunque una grande soddisfazione riprendermi il numero 1 anche per una sola settimana. E’ una delle cose da discutere con la squadra…”.

Intanto Andy Murray, che ha assistito al successo del doppio misto del fratello Jamie, è rimasto quasi sempre seduto anche dopo il match, sofferente e ancora incerto sull’operazione chirurgica che forse dovrà subire all’anca. E Novak Djokovic medita seriamente di staccare la spina, saltando decisamente l’ultimo Slam, per aspettare con calma e serenità l’arrivo del secondogenito…



di Vincenzo Martucci

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO

5

Sta a vedere che è colpa di Federer se Nadal si è fermato agli ottavi, sconfitto da quel Müller che è stato sconfitto da Cilic che è stato sconfitto da Federer...

di Er+ (Martedì, 18 Luglio 2017 12:52)

4

Mi sa che Roger e Rafa ci hanno abituato troppo bene da più di un decennio a questa parte!

di zefran (Martedì, 18 Luglio 2017 12:01)

3

Ma veramente pensate che Nadal avrebbe battuto questo federer sull'erba? Lo avrebbe impegnato certo, ma alla fine avrebbe perso. Vi ricordo che Federer, grazie anche ad una evoluzione genica del suo rovescio, non ha più il complesso di Nadal e negli ultimi tre confronti lo ha battuto nettamente!!! Spero


di Sab (Martedì, 18 Luglio 2017 11:24)

2

In questa edizione di Wimbledon una sola partita degna: NADAL-MULLER, se Nadal avesse vinto probabilmente il Titolo sarebbe stato suo. Per il resto delusione totale, purtroppo non ci sono ricambi ai grandi livelli, meglio non parlare del Torneo femminile.

di JeffersonAirfrank (Martedì, 18 Luglio 2017 09:49)

1

Un Wimbledon di bassa qualità, una delle peggiori finali tra uomini mai vista.
Tutto apparecchiato per Federer dal caso, sconfitta di NADAL NELL'UNICA PARTITA degna di questo torneo, e dal ritiro di Djokovic!
Non ha avuto avversari, emozioni in finale zero, non capisco l'entusiasmo del pubblico che ha pagato fior di sterline!
Speriamo negli Open degli Stati Uniti

di sergiocz (Lunedì, 17 Luglio 2017 15:20)

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy