Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

09

ott 15
WTA PECHINO SU SUPERTENNIS
Quarti: Errani cede in tre set alla Bacsinsky
Sara Errani (foto Getty Images)
Finisce nei quarti di finale la corsa di Sara Errani nel "China Open", ultimo Wta Premier Mandatory del 2015, dotato di un montepremi di 5.678.653, in corso sui campi in cemento del Beijing Olympic Park al China National Tennis Center di Pechino. La 28enne romagnola, numero 20 Wta, ha ceduto per 06 63 75, dopo due ore ed undici minuti di battaglia, alla svizzera Timea Bacsinszky, numero 17 Wta e dodicesima testa di serie, che si è così aggiudicata il terzo confronto su quattro contro l'azzurra. La cronaca. Sara parte non bene, benissimo: Timea deve pazientare fino al terzo game del secondo parziale per riuscire a conquistare un gioco. Però, dopo gli otto game di fila dell'azzurra, ne arrivano cinque consecutivi per l'elvetica che sale 5-2 e poco dopo pareggia il conto dei set. Nella frazione decisiva, bella e combattuta, il buon momento della Bacsinszky continua: la svizzera sale 3-0 ma Sara la riagguanta sul tre pari. Si lotta punto a punto e non ci sono più palle break-fino al dodicesimo game quando quella offerta dalla Errani è anche un match-point: l'azzurra chiude nel modo peggiore, con un doppio fallo. Peccato, perché nel gioco precedente Sara si era trovata avanti 30-0 sul servizio dell'avversaria poi però ha finito per pagare a caro prezzo un ultimo game con troppo "seconde" attaccabili, un invito a nozze per la Bacsinszky.
Nel complesso comunque un gran torneo per Sarita: dopo aver eliminato all'esordio la ceca Petra Kvitova, numero 4 Wta e seconda testa di serie del torneo, contro la quale aveva sempre perso nei sei confronti precedenti, al secondo turno si è presa la rivincita sulla francese Caroline Garcia, numero 39 del ranking mondiale, che l'aveva sconfitta al primo turno di Wuhan la scorsa settimana. Quindi ha eliminato Andrea Petkovic, numero 21 Wta e 13edicesima testa di serie, al terzo turno. Grazie al successo sulla tedesca la Errani ha stabilito un record mai centrato da una giocatrice azzurra in passato: raggiungere almeno i quarti in tutti i quattro WTA Premier Mandatory. Nel 2013 ce l’aveva fatta nei primi tre, Indian Wells, Miami e Madrid: ora ci è riuscita a Pechino.

Sabato in semifinale la Bacsinszky dovrà vedersela con la serba Ana Ivanovic, sesta testa di serie, che nei quarti ha battuto per 63 75 la russa Anastasia Pavlyuchenkova, rimontando da 1-4 nella seconda frazione.
Nell'altra sfida saranno di fronte la polacca Agnieszka Radwanska, quarta testa di serie, che ha sconfitto per 61 64 la tedesca Angelique Kerber (n. 10), e la spagnola Garbine Muguruza, quinta testa di serie, che si è imposta per 61 75 sulla statunitense Bethanie Mattek-Sands, proveniente dalle qualificazioni, dopo aver fallito la chance di chiudere già sul 61 5-2.

"SuperTennis", la tv della Fit, trasmette in diretta ed in esclusiva il torneo. Questa la programmazione:
sabato 10 ottobre - LIVE (semifinali)
dalle ore 8.30
- Ivanovic (SRB) c. Bacsinszky (SUI)
a seguire
- A.Radwanska (POL) c. Muguruza (ESP)

domenica 11 ottobre - LIVE alle ore 10.00 (finale)

----------------------

RISULTATI
"China Open"
Wta Premier Mandatory
Pechino, Cina
3 - 11 ottobre, 2015
$5.678.653 - cemento

SINGOLARE
Primo turno
(15) Roberta Vinci (ITA) bye
(3) Flavia Pennetta (ITA) b. (wc) XinYun Han (CHN) 75 46 64
(12) Timea Bacsinszky (SUI) b. Camila Giorgi (ITA) 16 64 63
Sara Errani (ITA) b. (2) Petra Kvitova (CZE) 75 64

Secondo turno
(15) Roberta Vinci (ITA) b. Alison Van Uytvanck (BEL) 62 62
(3) Flavia Pennetta (ITA) b. Teliana Pereira (ITA) 36 60 64
Sara Errani (ITA) b. Caroline Garcia (FRA) 64 36 61

Terzo turno
Anastasia Pavlyuchenkova (RUS) b. (3) Flavia Pennetta (ITA) 36 64 63
(q) Bethanie Mattek-Sands (USA) b. (15) Roberta Vinci (ITA) 61 36 62
Sara Errani (ITA) b. (13) Andrea Petkovic (GER) 36 63 62

Quarti
(12) Timea Bacsinszky (SUI) b. Sara Errani (ITA) 06 63 75

DOPPIO
Primo turno
Sara Errani/Flavia Pennetta (ITA) b. Darija Jurak/Arina Rodionova (CRO/AUS) 61 63

Secondo turno
(1) Martina Hingis/Sania Mirza (SUI/IND)ITA) b. Sara Errani/Flavia Pennetta (ITA) 16 64 10-6

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO

5

Mauro "crede" che Sara abbia giocato bene e combattuto: evidentemente non ha visto l'incontro.
Guardalo in replica prima di scrivere quello che "credi".

La prestazione di Sara nel finale è stata penosa, l'ultimo game con lei alla "battuta" che butta pallonetti innocui fuori dal rettangolo di servizio, due doppi falli, uno sul match point, è già esposta al pubblico ludibrio su Youtube.

Considerato il livello altissimo di Sara, che non si discute, a maggior ragione questa prestazione è stata assolutamente imbarazzante.

Più un giocatore è di alto livello, più è doveroso essere critici quando gioca male.

di Fabius (Venerdì, 9 Ottobre 2015 19:45)

4

Sottoscrivo pienamente cio' che ha scritto SWIMMER, a Sarita pesa il fardello del servizio praticamente inesistente, peccato che se no' fra l'intelligenza e carattere e tecnica occuperebbe stabilmente la top ten

di nicolino (Venerdì, 9 Ottobre 2015 16:36)

3

Credo che Errani abbia giocato bene e abbia combattuto come sa fare lei, così oggi e così tutto il torneo. Onestamente tra le due meritava di piu di andare in semifinale. La svizzera è stata fortunatoa in alcune situazioni e non ha fatto assolutamente niente di eccezionale per meritare la vittoria.

di mauro (Venerdì, 9 Ottobre 2015 12:42)

2

Non concordo con quanto scritto da Ienny, la forza di Sara è nella determinazione e nell'intelligenza tattica applicata anche in modo sublime ai colpi tecnici; l'unica cosa frustante, e mi rivolgo al presidente della FIT, è il fatto che tenniste alte mt. 1,68 o 1,64 come Sarita, nel circuito WTA ce ne sono decine ma tutte hanno un servizio molto più efficace di lei. Ma può essere che la numero 1 d'Italia, che rappresenta il tennis femminile nel mondo, deve servire in quel modo subendo già dal primo servizio il tennis dell'avversarie? Presidente Binaghi convinca Sara ad affidarsi ai tecnici della scuola federale per correggere la memoria motoria del suo gesto nel servizio. A meno che non abbia fisiologicamente delle limitazioni articolari non riesco a capire qual è l'impedimento a ciò. Per il sottoscritto Sara è una grande tennista,

di SWIMMER (Venerdì, 9 Ottobre 2015 12:33)

1

Dispiace dirlo ma Sara ha meritato di perdere: servizio inadeguato (non è una novità) e particolarmente fallace, poca incisività nei momenti cruciali e poco lucida tatticamente. Alla prossima....

di lenny (Venerdì, 9 Ottobre 2015 09:13)

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       DPO  Cookie Policy  Privacy Policy