Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

12

nov 09
INDAGINE DELLA MAKNO
Boom del tennis in televisione
Secondo le rilevazioni effettuate nella scorsa primavera da Makno, che è uno dei più innovativi istituti di ricerca di mercato mirante ad analizzare il pubblico (quello televisivo ma anche quello di internet e dei social network), nel 2009 si è registrato un notevole incremento degli spettatori che guardano il tennis in televisione. Questo incremento viene sostanzialmente a coincidere con la nascita del canale della FIT, SuperTennis, e riguarda tanto il confronto con gli anni immediatamente precedenti sia quello con le altre discipline sportive.
Se infatti dal 2002 al 2008 il numero dei fruitori di tennis sul piccolo schermo si attestava mediamente intorno al milione e mezzo di spettatori, solo nell’arco di questo ultimo anno il totale si è quasi raddoppiato, sfiorando la soglia dei tre milioni. Incremento che non si può invece riscontrare della stessa portata – sempre in riferimento alle indagini Makno – per altri sport, quali il nuoto, l’atletica e la pallavolo (per i quali si riscontra sì un aumento di utenza, ma di rilevanza inferiore rispetto a quanto accade per il tennis).

Crescita dei telespettatori del tennis

Proprio in virtù dell’incremento di pubblico registrato in questo ultimo anno, il tennis, con il 5,8% del pubblico che fruisce di sport in tv, si posiziona in termini di ascolto al quinto posto dietro soltanto a calcio (con il 43,2% di spettatori), automobilismo (27,3%), motociclismo (20%) e ciclismo (10,1%).

Tennis batte nuoto, atletica e volley

Quanto alla caratterizzazione del pubblico, gli spettatori del tennis in televisione sono per la maggior parte uomini (il 55,4% contro il 44,6 % di donne, a differenza della popolazione italiana che complessivamente registra un numero superiore di donne rispetto agli uomini), di un’età compresa tra i 35 e i 50 anni, con una buona istruzione (il 46,4 % del pubblico possiede un diploma di scuola media superiore e il 12,2 % è laureato) e di reddito medio (impiegati sono il 26,4% della popolazione, 11% dirigenti e liberi professionisti, il 9% sono lavoratori autonomi, per un totale pari al 46,4 % di spettatori.). Principalmente provengono dal nord Italia (per il 28,9%) e dal centro Italia (per il 26,6%).
Sono semplici appassionati, ma sono anche coloro che a tennis ci giocano, seppur magari solo amatorialmente, e sono presumibilmente anche coloro che indirizzano i propri figli nella scelta dello sport da praticare.
Da rilevare infatti che la famiglia “tipo” che assiste al tennis in televisione è di tre persone (il 29,1% di famiglie, dunque presumibilmente con un figlio a carico). Seguono al 25,3% le famiglie con 4 componenti. Solo il 6% del pubblico si registra come “single”, non inserito dunque in un nucleo familiare. Al 12,7% le famiglie con un numero di componenti superiore a 4.
L’ascoltatore tipo che guarda il tennis sul piccolo schermo è nel complesso il capofamiglia tra i 35 e i 54 anni con almeno un figlio, per una cifra che si attesta intorno al 31,7%. Segue al 22,7% il capofamiglia con più di 55 anni con almeno un figlio a carico. Solo lo 0,6% sono i single più giovani di 55 anni; allo stesso modo di scarsa rilevanza i capofamiglia di almeno 35 anni sempre senza nessun figlio (1,6%). Complessivamente gli ascoltatori che hanno almeno un figlio, indipendentemente dalla loro condizione matrimoniale, sono pari al 64,4%, contro il restante 35,6% degli ascoltatori.
Nel complesso dunque è il nucleo familiare a predominare, o quantomeno l’ascoltatore inserito all’interno di esso, che generalmente - si presume - tende ad orientare i propri figli verso le proprie passioni, i propri interessi, verso quello sport che segue e che anche – lo si può legittimamente pensare - spesso pratica.
L’obiettivo di un canale che trasmette 24 ore di solo tennis, quale è SuperTennis (l’unico canale al mondo – va detto - di proprietà di una Federazione, dunque non di carattere commerciale) è quello di alimentare una cultura e una passione per uno sport forse fino allo scorso anno poco trasmesso, poco pubblicizzato, poco enfatizzato sul piccolo schermo; di arrivare, dunque, là dove il tennis era ancora poco conosciuto, di maturare e accrescere un interesse per uno sport sin dalla giovane età, di accrescere la voglia di calpestare la terra rossa sin da piccoli, di facilitare e canalizzare l’apprendimento.

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy