Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

02

set 09
US OPEN - Murray e Djokovic avanti
Safina e Sharapova ok, Ivanovic gia' fuori
Maria Sharapova agli US Open 209 (foto Tonelli)
Tutto come da copione nel tabellone singolare, brividi e sorprese in quello femminile con l’eliminazione di Ana Ivanovic e la sofferta vittoria della numero uno Dinara Safina. Questi i verdetti della seconda giornata degli US Open, quarto ed ultimo Slam della stagione in corso su campi in cemento di Flushing Meadows a New York.

DINARA CHE BRIVIDO - Un esordio così complicato non lo aveva certo messo in preventivo: Dinara Safina, numero uno del mondo, aveva di fronte al primo turno degli US Open la sconosciuta Olivia Rogowska, australiana di 18 anni e numero 167 mondiale. Doveva essere poco più di un allenamento, giusto per entrare nel clima torneo. Invece la ventiduenne russa ha dovuto sudare più di due ore e mezza per avere ragione della resistenza della rivale, che aveva pure vinto il primo set: 67 (5) 62 64 lo score finale. “Non ho rotto nessuna racchetta… questo già è un aspetto positivo”, ha poi detto Dinara.
Nella terza e decisiva partita la Safina si è trovata sotto prima 3-0, quindi 4-2 dopo che la Rogowska aveva salvato diverse palle del 3-3. A soli due games da una clamorosa eliminazione: sarebbe stata la prima testa di serie numero uno della storia del torneo ad uscire di scena al primo turno degli US Open. Buon per lei che la giovane ed inesperta australiana si è fatta prendere dalla paura di vincere. Dinara, seppur a fatica, ha infilato quattro giochi di fila rimettendo le cose a posto. Primo turno superato ma tanto dubbi. La Safina è apparsa fallosa e insicura: 11 doppi falli e 48 errori gratuiti sono davvero troppi per una numero uno. Deve ringraziare l’avversaria che di doppi falli ne ha collezionati 13 accompagnati dalla bellezza di 65 errori non procurati. E a proposito di numero uno chissà che la pressione di essere ancora a caccia del primo titolo in uno Slam non cominci a pesare su Dinara. E’ in testa al ranking dal 20 aprile scorso, ma è anche la quarta tennista dell’era open ad essere diventata la “regina” della classifica mondiale senza aver ancora vinto un titolo dello Slam: prima di lei era accaduto con la belga Kim Clijsters nell’agosto 2003, con la francese Amelie Mauresmo nel settembre 2004 (entrambe vinsero successivamente dei titoli dello Slam) e con la serba Jelena Jankovic nel 2008. E c’è chi, Serena Williams su tutte, non perde occasione di ricordarglielo.

ANA CONTINUA A DELUDERE - Fuori al primo turno dopo aver sprecato un match point. Ana Ivanovic, undicesima favorita del torneo, si è arresa a Kateryna Bondarenko in tre set: 26 63 76 (7) per l’ucraina, numero 52 Wta, dopo due ore e mezza. La serba nella terza e decisiva partita ha recuperato lo svantaggio di 4-1, ma è stata tradita dagli errori gratuiti (50 in totale) cedendo al tie break. La ventunenne serba, ex numero uno mondiale, non supera il quarto turno in un torneo dello Slam dalla vittoria al Roland Garros nel giugno 2008. Lo scorso anni a Flushing Meadows fu eliminata al secondo turno dalla francese Julie Coin.

ESORDIO SOFT PER MARIA - Tutto facile per Maria Sharapova (nella foto), testa di serie numero 29 e vincitrice agli US Open nel 2006, che ha esordito rifilando un secco 63 60 alla bulgara Tsvetana Pironkova. La russa per l’occasione ha sfoggiato una nuova “mise” nera con delle bande argentate. “Un omaggio all’architettura di New York con i suoi grattacieli”, ha detto Maria dopo il match.

FAVORITI AVANTI TUTTA Nel tabellone maschile nessun problema per i principali favoriti. Il britannico Andy Murray (n.2e finalista lo scorso anno) ha battuto il lettone Ernests Gulbis per 75 63 75, il serbo Novak Djokovic (n.4) ha eliminato il croato Ivan Ljubicic sempre in tre set (63 61 63), infine il francese Jo-Wilfried Tsonga (n.7) si è sbarazzato dello statunitense Chase Buchanan con il netto punteggio di 60 62 61.

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       DPO  Cookie Policy  Privacy Policy