Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

04

lug 09
WIMBLEDON F. - Serena fa tris
Venus sconfitta in finale
Serena e Venus Williams (Foto Tonelli)
A sei anni di distanza Serena Williams (nella foto) è tornata sul trono di Wimbledon: in finale ha battuto per 76(3) 62, in un’ora e ventisette minuti di gioco, la sorella Venus ed ha conquistato il suo terzo titolo ai Championships.

LA FINALE - E’ un buon match per tutto il primo set: Venere tiene con estrema facilità i turni di servizio pur realizzando pochissimi ace e a dispetto di un lancio di palla che spesso non la soddisfa, ma ha rete ci va poco e male. Serena al contrario appare molto concentrata anche se un po’ contratta. La musica cambia completamente nel tie-break, ed in pratica la finale finisce li. La cronaca. Nella prima frazione dirige il servizio. La prima a tremare è Serena che all’ottavo gioco recupera dal 15-40 (soprattutto sulla seconda palla break Venus spedisce fuori un passante di diritto incrociato praticamente a campo aperto): poi piazza due ace ed aggancia la sorella sul 4 pari. La logica conclusione di un set dominato dal servizio non può essere che il tie-break dove è Serena a prendere il largo ed ha chiudere per sette punti a tre con un pallonetto degno di nota. Nel sesto game del secondo set Venus concede la prima palla break di tutto l’incontro e subito dopo, con un doppio fallo, consegna il break a Serena che vola 4-2 e poco dopo, con il servizio, 5-2. Nell’ottavo game Venere salva un primo match point, poi un secondo (Serena sotterra in rete il rovescio) ed un terzo (con uno smash potente). Ma il quarto è quello buono: Venus sbaglia di rovescio e Serena può esultare (62).

ERBA DI CASA WILLIAMS - I prati dell’All England Lawn Tennis and Croquet Club sono diventati quasi una proprietà private delle due sorelle di Compton (un sobborgo di Los Angeles) che hanno vinto otto delle ultime dieci edizioni dei Championships: cinque Venus (2000, 2001, 2005, 2007 e 2008) e tre Serena (2002, 2003 e 2009). Quella odierna è stata la quarta finale di Wimbledon targata Williams: in precedenza nel 2002 e nel 2003 aveva vinto Serena, nel 2008 si è imposta Venus.

SERENA, CHE CARATTERE – Ancora una volta è stata la grinta l’arma vincente di Serena. Se in semifinale le aveva consentito perfino di annullare un match point ad Elena Dementieva, in finale le ha permesso di non fare sconti alla sorella maggiore e di mettere in bacheca l’undicesimo trofeo dello Slam: quattro Australian Open (2003, 2005, 2007 e 2009), un Roland Garros (2002), tre Wimbledon (2002, 2003 e 2009), tre US Open (1999 e 2008). Venus, che pure era arrivata alla finale lasciando per strada appena 19 giochi in sei incontri, resta invece ferma a quota sette: cinque Wimbledon (2000, 2001, 2005, 2007 e 2008) e due US Open (2000 e 2001).

LA DELUSIONE DI VENUS – E’ un sorriso triste quello di Venere. Era data come favorita per la vittoria ed invece resta a fissare quasi incredula l’erba (ha giocato davvero al di sotto delle attese) mentre Serena esulta, anche se in maniere contenuta. ”Non è mai bello perdere una finale, soprattutto qui a Wimbledon: sono triste anche se sto sorridendo - dice Venus -. ”Serena ha giocato meglio ed ha meritato questo successo”. Sorrisi a trentadue carati per la campionessa 2009: ”Sono felicissima di essere riuscita a vincere di nuovo qui - sottolinea Serena -. Undici titoli dello Slam? Quasi non mi sembra vero ci averne conquistati così tanti”. Le ultime prole sono per ringraziare mamma Oracene, ad applaudire in tribuna, e papà Richard, rientrato negli Stati Uniti con la compagna alla vigilia della finale.

SISTER ACT - Quello di oggi è stato il 21esimo derby in casa Williams (il bilancio vede ora in vantaggio Serena per 11-10). E non sarà certamente l'ultimo.

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy