Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

29

giu 09
WIMBLEDON - Francesca nella storia
L'azzurra batte la Razzano: e' nei quarti
Francesca Schiavone (Foto Tonelli)
LONDRA (29 giugno) - Francesca Schiavone è nella storia: quarti di finale a Wimbledon, eguagliato il miglior risultato di sempre per una tennista italiana nel tabellone femminile di Wimbledon. Solo altre tre azzurre in passato erano state capaci di andare così avanti sull’erba del torneo più prestigioso del mondo: Lucia Valerio nel 1933 (fu eliminata dalla britannica Dorothy Round), Laura Golarsa nel 1989 (fu a due punti dalle semifinali contro la statunitense Chris Evert) e Silvia Farina nel 2003 (perse in tre set, dopo aver vinto il primo, contro la belga Kim Clijsters). La Schiavone è però la prima tennista azzurra ad aver centrato i quarti in tre dei quattro Slam: prima di Wimbledon, Roland Garros 2001 e US Open 2003.
Due le tenniste italiane, invece, che hanno raggiunto le semifinali nella storia degli Slam: Annalies Ulstein Bossi Bellani nel 1949 e Silvana Lazzarino nel 1954 sempre a Parigi.

SUPER SCHIAVONE - Francesca ha inanellato negli ottavi un altro match d’autore. Dopo Wozniak (n.23), Larcher De Brito e Bartoli (n.12), ecco Virginie Razzano (n.26) con la quale aveva sì vinto tre volte in passato, ma mai sull’erba, superficie che in teoria favorisce più il gioco piatto della ventiseienne francese, non a caso finalista a Eastbourne alla vigilia di Wimbledon.
Anche la ventinovenne milanese però sta giocando alla grande e prima di arrivare a Londra aveva centrato le semifinali sull’erba di Rosmalen, un risultato che deve averla convinta di potersela giocare alla pari anche su questa superficie: a Wimbledon non era mai andata oltre il terzo turno (era il 2005).

MATCH PERFETTO - L’azzurra contro la Razzano è stata praticamente perfetta: alla vigilia della sfida aveva detto che doveva essere lei la prima ad attaccare, che doveva variare il gioco per evitare i colpi piatti della rivale che sull’erba diventano insidiosissimi. Detto, fatto. In più Francesca ha servito in modo efficace, in particolare nei momenti importanti (87 per cento di percentuale di prime palle), concedendo pochissimo alla Razzano. Il primo set è stato equilibrato fino al 2-2, poi due doppi falli della francese, chiaramente intimorita dalle risposte aggressive della Schiavone (la Razzano rischiava molto sulla seconda), hanno consegnato il break all’azzurra che ha infilato quattro games consecutivi (altro break al settimo gioco) chiudendo 6-2. Nella seconda partita la Razzano ha alzato il suo livello ed ha provato ad attaccare di più. Francesca è stata brava a reggere, è venuta fuori alla grande dall’unico momento di vera difficoltà, quando nel sesto gioco è andata sotto 0-40 sul proprio servizio. Tre palle break pericolosissime (le uniche concesse in tutto il match), che la milanese ha annullato con due servizi vincenti e un diritto lungo linea da applausi. Decisivo il tie break dominato dall’azzurra, che ha concesso solo un punto alla rivale, quello dell’uno a uno, infilandone una serie di sei consecutivi: 62 76 (1) dopo un’ora e 33 minuti.

QUARTI CONTRO LA DEMENTIEVA - Ed ora ecco Elena Dementieva, ventisettenne russa testa di serie numero quattro, che a Wimbledon vanta una semifinale lo scorso anno e che nei tornei dello Slam ha giocato due finali, entrambe nel 2004: Roland Garros e US Open. E’ lei l’avversaria di Francesca domani nei quarti. Quattro pari il bilancio dei precedenti, ma le due non si sono mai affrontate sull’erba. La ventinovenne mlanese ha sconfitto la Dementieva a secondo turno degli US Open 2002, nella semifinale di Mosca 2005 e a Toronto e Zurigo nel 2007. La russa invece ha battuto l'azzurra a San Diego e Mosca 2003, in Fed Cup del 2005 (in quell'occasione però Francesca sfiorò la vittoria) e nell'ultimo match giocato a Dubai nel 2008.

ITALIA DA RECORD - Per l'Italia è già un Wimbledon da record. Mai prima gli azzurri avevano raccolto tante vittorie ai Championshis: per il momento 15: 9 al primo turno, 4 al secondo, una al terzo e una ogli ottavi.


cliccando sull'incona è possibile ascoltare l'audio di Francesca Schiavone dopo il match vinto con la Razzano



di Angelo Mancuso

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       DPO  Cookie Policy  Privacy Policy