Internazionali BNL d'italia
Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”
Centri Federali Tennis
FIT Ranking Program
Beach Tennis
Padel
Tennis in Carrozzina
Lab 3.11
Comitato Italiano Paralimpico
SeniorTennis
www.superabile.it
LOGIN
HAI DIMENTICATO LA PASSWORD?

NEWS

INDIETRO

25

giu 09
WIMBLEDON - Day 4
Super Hewitt, bene Murray e Roddick
Andy Murray (Foto Tonelli)
LONDRA (25 giugno) - E’ stato Lleyton Hewitt il grande protagonista della quarta giornata di Wimbledon, terzo Slam della stagione in corso sull’erba dell’All England Lawn Tennis and Croquet Club. Il ventinovenne australiano, vincitore del torneo nel 2002 ma neppure compreso tra le teste di serie, ha messo ko in tre set (63 75 75) l’argentino Juan Martin Del Potro, numero cinque del seeding, che nel tabellone ha preso il posto di Rafa Nadal dopo il ritiro dello spagnolo alla vigilia del torneo.

IL RAGAZZO E’ TORNATO - “The boys is back”, dicevano forse un po’ preoccupati i colleghi inglesi in sala stampa vedendo giocare il “canguro” di Adelaide come non si vedeva da anni. Dopo essersi tolti dalle “scatole” Nadal, sorteggiato prima del ritiro dalla parte di tabellone di Andy Murray (nella foto), ecco che ora sulla strada dello scozzese di Dunblane spunta Lleyton il guerriero tornato d’incanto “Mister Come On”, quello capace di raggiungere la vetta del mondo nel novembre 2001. Chissà che ai sudditi di Sua Maestà la Regina Elisabetta, che attendono il titolo maschile da 73 anni (era il 1936, ultimo dei tre trionfi di fila di Fred Perry), non sia tornata alla mente la bella favola di Goran Ivanisevic, ultimo tennista a conquistare i Championships (era il 2001) senza essere compreso tra le teste di serie. Indovinate chi eliminò in semifinale il croato? L’oxfordiano Tim Heman, che tante volte ha illuso i suoi connazionali per poi franare sul più bello. Una sfida, quella semifinale di otto anni fa, durata tre giorni tra uno “shover” e l’altro, che ancora oggi agita le notti del povero Tim. Al di là dei corsi e ricorsi storici, Hewitt oggi ha davvero impressionato sul Centre Court: ha praticamente “impallinato” Del Potro senza concedergli nulla. Lleyton ha avuto un unico piccolo passaggio a vuoto quando nel terzo set è andato servire per il match e ha subito il break. Ha però poi chiuso la pratica al dodicesimo game. Si dirà che il ventenne di Tandil, recente semifinalista al Roland Garros, l’erba la conosce poco visto che ci avrà giocato sì e no quattro, cinque partite. E’ pur vero che nel turno precedente l’argentino aveva concesso appena sei games al francese Arnaud Clement, capace solo un anno fa di raggiungere i quarti e sfiorare la semifinale sull’erba di Wimbledon. Insomma Lleyton è atteso a nuove verifiche, ma Murray farà bene a non sottovalutarlo nel caso dovesse trovarselo sulla sua strada.

ANDY AVANTI TUTTA - Intanto il ventiduenne scozzese sta gestendo senza grossi patemi la pressione che c’è tutte le volte che entra sul Centre Court. Dopo un primo turno così così contro l’americano Kendrick (vittoria al quarto set), al secondo ha disposto con facilità del lettone Ernests Gulbis, di un anno più giovane: 62 75 63 per il britannico testa di serie numero tre e principale avversario di Federer nella corsa al titolo. Promosso al terzo turno anche l’altro Andy in tabellone, Roddick (n.6): 64 62 36 62 al russo Igor Kunitsyn.

RECORD SPAGNA - Orfani del numero uno Rafa Nadal, ma gli spagnoli hanno comunque centrato un primato: mai in passato avevano avuto sei rappresentanti al terzo turno. Si tratta di Ferrer, Ferrero, Robredo, Montanes, Verdasco e Almagro. E almeno tre (Ferrero, Almagro e Montanes) sono specialisti della terra rossa. Ma è vera erba?

FAVORITE OK - Tutto come da copione nel tabellone femminile con la principali teste di serie promosse al terzo turno. La campionessa in carica Venus Williams (n.2) ha battuto per 63 62 l’ucraina Kateryna Bondarenko, la numero uno Dinara Safina ha eliminato per 63 75 la paraguaiana Rossana De Los Rios, infine l’altra russa Svetlana Kuznetsova (n.5) ha sconfitto per 61 63 la francese Pauline Parmentier.



di Angelo Mancuso

Commenti

di' la tua, scrivi un commento a questo articolo
COMMENTA QUESTO ARTICOLO
ITF Pro Circuit
www.lexicon.it

Federazione Italiana Tennis - P. IVA 01379601006       Cookie Policy